Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, manutenzione piccolo teatro della scuola media San Francesco: dopo le istanze di Bianchini e Stronati presto i fondi dalla Regione

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – È Natale. Tempo di auguri e, pure, di recite natalizie. Il piccolo teatro della scuola media San Francesco ha bisogno di manutenzione straordinaria per poter tornare a svolgere, tutto l’anno, la sua preziosa funzione per la scuola e per le numerose associazioni teatrali, di canto e di recitazione di Anguillara Sabazia.

Ebbene, affinché la Regione Lazio stanzi le somme necessarie per i necessari lavori, è stato presentato ieri al Consiglio regionale del Lazio un ordine del giorno. L’atto impegna il Presidente Nicola Zingaretti e l’Assessore regionale competente, ad individuare e impegnare le risorse finanziarie necessarie alla manutenzione straordinaria del locale della scuola media San Francesco affinché possa tornare ad essere il piccolo teatro della collettività. Funzione da esso svolta sino a qualche mese fa.

L’ordine del giorno – che arriva quasi come un regalo di Natale – è stato firmato dai consiglieri regionali Gianluca Quadrana e Michela Califano, i quali hanno fatto proprie le istanze avanzate dal consigliere Pd Silvio Bianchini e dal presidente dell’associazione “Progetto Comune” Enrico Stronati.

Sono mesi che le tante compagnie teatrali locali faticano a portare avanti le loro attività a causa della mancanza di uno spazio che, seppur piccolo, consentirebbe loro di mantenere in loco le opere che portano in scena colmando un vuoto culturale assordante.

“Siamo soddisfatti che Gianluca e Michela (Quadrana e Califano, ndr) abbiano accolto immediatamente le nostre rimostranze – fanno sapere Bianchini e Stronati – di cui ci siamo resi portavoce per conto delle associazioni culturali che operano nel settore e dei genitori che hanno figli che frequentano la sezione musicale della scuola media e che sono costretti a fare le prove nei corridoi a causa della mancanza di locali idonei. Manterremo alta l’attenzione sull’iter dell’ordine del giorno e, successivamente alla sua approvazione (siamo fiduciosi), inviteremo l’Amministrazione comunale alla predisposizione dei necessari atti per l’ottenimento del finanziamento”.

“Confidiamo che tutti gli attori facciano ciò che devono fare – concludono Bianchini e Stronati – sfruttando al massimo questa opportunità al fine di avere di nuovo funzionante il piccolo teatro della scuola, essenziale per tutte le attività culturali che potrà ospitare, nel rispetto della normativa vigente, moderno e a disposizione della collettività. Sarebbe una piccola conquista che renderebbe merito ai ragazzi della scuola media e alle compagnie teatrali del territorio”.

Buona Natale e tanta serenità a tutti voi.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Metropoli

Bracciano, il Sindaco Tondinelli: “No al 5G, sì alla tutela della salute e del verde”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

BRACCIANO (RM) – “Proprio per evitare inutili strumentalizzazioni porteremo in Consiglio Comunale la nostra delibera di indirizzo politico che esprime totale contrarietà contro la tecnologia 5G (rete di nuova generazione che andrà a superare l’attuale 4G LTE). Intendiamo unirci con posizione chiara alle preoccupazioni di parte del mondo scientifico e sanitario relativamente all’introduzione della tecnologia 5G ed ai verosimili rischi connessi per la salute. In qualità di Sindaco e insieme alla giunta monitoreremo, nel rispetto del principio di precauzione, lo sviluppo del dibattito, gli approfondimenti sul tema e gli esiti del recente posizionamento esercitato dal Governo Nazionale, con l’applicato Golden Power, prima di assumere decisioni che ricadono sul nostro territorio”.

Questa la comunicazione del Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli il quale prende una netta posizione a tutela della salute dei cittadini di Bracciano. Altrettanto netta e precisa la posizione del Comune nella tutela del verde e dell’ambiente: “Nonostante qualche strumentale polemica sulla messa in sicurezza e taglio degli alberi che dopo anni di incuria stiamo effettuando per garantire la doverosa tutela e l’incolumità dei cittadini e garantire contemporaneamente la salute degli arbusti (molti sono malati per plurimi interventi passati con tecniche invasive e mancata gestione) – prosegue Tondinelli – ribadiamo che i lavori di abbattimento e potatura procedono su precisa indicazione della relazione del Dottor Gian Pietro Cantiani, un grande professionista, Dottore Forestale e Coordinatore del gruppo di lavoro nazionale “Stabilità degli alberi”, costituito in seno alla Società Italiana Arboricoltori, la società scientifica che rappresenta in Italia la International Society for Arboricolture. Ci impegniamo alla piantumazione di nuovi alberi laddove sono estirpati gli alberi malati e giudicati inguaribili. Ci siamo rivolti ad un grande professionista proprio perché ci teniamo alla conservazione del nostro verde e di fatti la linea intrapresa è prettamente di carattere conservativo. Presto sul tema ambiente ci saranno altre importanti novità, ci dispiace per chi polemizza ma noi tiriamo dritto nell’interesse della cittadinanza e per dimostrare che Bracciano è differente dal passato”

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Colleferro, scappa dal compagno violento e si rifugia dai carabinieri: arrestato 50enne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

COLLEFERRO (RM) – Dopo l’ennesima violenta lite con il compagno, scappa di casa e si rifugia nella caserma dei Carabinieri.

E’ quanto accaduto a Colleferro, dove i Carabinieri della locale Compagnia hanno arrestato un 40enne del luogo con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.

La notte scorsa, dopo essere stata aggredita dal suo compagno, una 50enne del posto è scappata dall’appartamento che condivide con l’uomo – un 40enne originario di Subiaco, ma da tempo residente a Colleferro, con precedenti – ed ha bussato alla porta dei Carabinieri dove, soccorsa e tranquillizzata, ha esposto i fatti appena accaduti.

I militari sono immediatamente intervenuti nell’abitazione della coppia per poter accertare la veridicità di quanto raccontato dalla vittima: ad attenderli c’era l’uomo che, ancora in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di bevande alcoliche, noncurante della presenza degli uomini dell’Arma, ha continuato a proferire minacce di morte nei confronti della compagna, addirittura brandendo un coltello.

I Carabinieri, dopo averlo disarmato, lo hanno arrestato e portato nel carcere di Velletri.

I successivi accertamenti svolti dai militari hanno permesso di risalire ad altri episodi di violenza ai danni della donna avvenuti nell’ultimo mese per analoghe situazioni.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

In evidenza

Il “Capitano Ultimo” a Bracciano: l’abbraccio con il Sindaco Tondinelli e gli applausi delle associazioni. Le parole più significative: famiglia, mamma, fratellanza e uguaglianza

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

BRACCIANO (RM) – Emozioni, applausi e un’ Aula consiliare gremita di tanti rappresentanti delle associazioni del territorio per la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria di Bracciano al “Capitano Ultimo”, il Colonnello Sergio De Caprio che ha fatto della lotta alla mafia la sua ragione di vita. Presenti all’evento tutti gli amministratori di maggioranza.

Il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli si è detto onorato di poter accogliere una persona profondamente umile, totalmente dedita a proteggere il prossimo, a garantire la sicurezza dei cittadini senza aspettarsi nulla in cambio: “Sono emozionato – ha detto il primo cittadino – ci sono pochi momenti nella vita in cui si è felici e questa sera sono veramente felice perché ho l’onore di avere qui a Bracciano una uomo che tutti ricordano per quello che ha fatto scardinando grossi cancri della società, un enorme sacrificio in quest’Italia dell’apparenza dove chi si vende meglio ha più vantaggi. E il Comandante non ha mai approfittato della sua notorietà se non per fare del bene agli altri. Ho voluto fortemente che le associazioni fossero presenti – ha proseguito il Sindaco Tondinelli – perché i volontari sono la vera linfa vitale del tessuto sociale. Le associazioni sono composte da persone che senza nulla chiedere aiutano i cittadini e qui a Bracciano posso dire che il volontariato è davvero molto presente, lavora silente e non si tira indietro soprattutto nei momenti più critici e di questo li voglio ringraziare con tutto il cuore a nome mio e dell’amministrazione tutta. Il Comandante De Caprio è quindi per noi un faro da seguire, grazie infinitamente perché Lei sta facendo molto con il suo esempio e la prego di continuare. Non posso non rivolgere un pensiero e un ringraziamento anche ai suoi uomini, gli uomini della scorta che 24 ore su 24 vegliano su di lei e dedicano anche loro il suo tempo per costruire una società migliore”.

Le parole del Colonnello Sergio De Caprio sono state apprezzatissime dai presenti. Il “Capitano Ultimo” si è presentato al pubblico nella sua più totale umiltà, ha speso tante parole importanti per la gente comune, per i carabinieri, per le “mamme” sottolineando l’importanza e il ruolo fondamentale che hanno le madri che amano i loro figli di un amore puro, senza guardare nulla, senza chiedere nulla in cambio.

De Caprio ha citato i carabinieri, uomini che servono la comunità, che con i loro gesti sono da esempio. E poi ha ripetuto più volte due parole: “Non ci allontaniamo mai – ha detto – dalle parole uguaglianza e fratellanza, lavoriamo per le persone più deboli e non dimentichiamoci dei valori. Le persone importanti sono i nostri nonni e dobbiamo stare attenti a come tramandiamo la radice della nostra famiglia, non dimentichiamoci della dolcezza, dell’importanza di discutere tutti insieme, di prestare soccorso senza secondi fini anche a chi è ingrato. In questo modo possiamo continuare le battaglie per la legalità ed è proprio quel tipo di coraggio che dobbiamo trasmettere ai ragazzi ricordandoci sempre che l’inizio di una battaglia e non la fine di una speranza”.

Infine il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli ha letto le motivazioni: Per aver dedicato – ha letto il primo cittadino – la sua intera esistenza agli altri, ai più fragili ed ai più deboli, senza mai aspettarsi nulla in cambio, svolgendo il proprio servizio con grande semplicità ed umiltà, combattendo contro l’ingiustizia e la criminalità, promulgando, attraverso il suo esempio e la sua condotta di vita, quei valori etici e morali che devono sempre guidare le scelte e le coscienze di tutti i popoli”. La cerimonia è terminata con un lungo applauso e con degli interventi di alcuni giornalisti che hanno posto dei quesiti al Comandante Ultimo.

In tanti hanno ringraziato il Sindaco Tondinelli e l’Amministrazione per aver portato un uomo di valore a Bracciano, in un momento in cui i valori devono tornare al centro per auspicare benessere e prosperità.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Settembre: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it