Connect with us

Cronaca

CONCORDIA: PM ACCUSA SCHETTINO

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura < 1 minuto La procura ravvisa decine di profili di colpa per il comandante Schettino, unico imputato per il naufragio della nave. Pizza ha illustrato le inadempienze e le violazioni dell'ufficiale.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Redazione

"Un incauto ottimista, un abile idiota che somma all'incauto ottimismo la sopravvalutazione della proprie capacita'". Cita la dottrina giuridica il pm Stefano Pizza per descrivere l'aggravante della "colpa cosciente" per Francesco Schettino, definendolo un "bicefalo" che mette in atto un comportamento da "incauto idiota". "Dio abbia pieta' per il comandante Schettino perche' noi non ne possiamo avere alcuna" ha concluso la sua requisitoria in aula al processo sulla Concordia.

La procura ravvisa decine di profili di colpa per il comandante Schettino, unico imputato per il naufragio della nave. Pizza ha illustrato le inadempienze e le violazioni dell'ufficiale. Per l'accusa, quella sera, Schettino utilizzo' carte inadeguate e arrivo' in ritardo sulla plancia. La Concordia avrebbe dovuto navigare con un sistema di vedetta rinforzato nelle ore notturne, mentre la nave viaggiava a velocita' eccessiva.
Pizza ha anche sottolineato come Schettino avrebbe dato ordini inadeguati e confusi, come nel caso delle indicazioni fornite al timoniere, senza indicare tempi precisi. Il comandante sarebbe arrivato in plancia in ritardo, accompagnato da persone estranee, non avrebbe controllato la rotta e omesso di pianificarne una nuova. Francesco Schettino, in sintesi, non avrebbe messo in atto le procedure previste, affidandosi, invece, all'intuito e all'improvvisazione.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Rieti, minaccia la moglie davanti al figlio minore: denunciato dai carabinieri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Dalle prime indagini sembrerebbe che non si è trattato di un singolo episodio, ma solo dell’ultimo di una serie di atti aggressivi nei confronti della donna

BORBONA (RI) – Una donna, di origini rumene, ha denunciato di essere da tempo vittima dei maltrattamenti da parte del marito. Esasperata dalle continue violenze e al culmine dell’ultimo litigio, ha deciso di rivolgersi alla Stazione dei Carabinieri di Borbona.

Ai militari la donna ha dichiarato di essere stata oggetto di minacce, insulti ed offese da parte del coniuge convivente, anch’egli di origini straniere, il quale in uno stato di forte alterazione
dovuto all’abuso di sostanze alcoliche avrebbe infierito verbalmente su di lei, per di più dinanzi al figlio minore.

Le prime indagini hanno consentito di ipotizzare che, purtroppo, non si è trattato di un singolo episodio, ma solo dell’ultimo di una serie di atti aggressivi nei confronti della donna.

L’uomo è stato quindi denunciato dai Carabinieri per maltrattamenti in danno della
moglie. Nel procedimento penale instauratosi, la sussistenza della responsabilità penale sarà
accertata dal Giudice.

Continua a leggere

Cronaca

Bologna, ritardi negli hub vaccinali: indagati un poliziotto e un finanziere no vax

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Un poliziotto e un militare della guardia di finanza avrebbero creato volontariamente ritardi e disservizi negli hub vaccinali dove erano andati per ricevere il vaccino anti-Covid. Per questo sono indagati, in due fascicoli separati, dalla Procura di Bologna con l’accusa di interruzione di pubblico servizio.

Il poliziotto, si era recato all’hub di Casalecchio con un avvocato, facendo una sfilza di domande al medico di turno. A un certo punto, insoddisfatto, aveva chiamato il 112, per poi andarsene senza farsi vaccinare. Entrambi sono sospesi dal servizio per non aver ottemperato all’obbligo.

Continua a leggere

Cronaca

Covid, Poste Italiane di nuovo impegnata nella distribuzione dei vaccini anche in provincia di Roma

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

In arrivo 713.600 dosi del vaccino Moderna che 40 mezzi speciali della flotta di SDA Express Courier recapiteranno domani, su tutto il territorio nazionale, per conto del Commissariato per l’Emergenza Sanitaria

4500 dosi di vaccino anti Covid saranno consegnate nella mattinata di domani all’ospedale dei Castelli. A occuparsi del trasporto SDA Express Courier, società del Gruppo Poste Italiane di nuovo impegnata nella distribuzione dei vaccini anche in provincia di Roma.

A Roma, i furgoni SDA faranno tappa anche al Policlinico Universitario Campus Biomedico, al Policlinico Umberto I, all’Ospedale Sant’Andrea e al Giovan Battista Grassi di Ostia, per recapitare ulteriori 18.000 dosi.

Complessivamente, saranno 713.600 dosi del vaccino Moderna che 40 mezzi speciali della flotta di SDA Express Courier recapiteranno domani, su tutto il territorio nazionale, per conto del Commissariato per l’Emergenza Sanitaria.

Oltre al Lazio, i mezzi SDA, in collaborazione con Esercito Italiano, Carabinieri, Marina Militare e Aeronautica Militare, faranno tappa in Abruzzo, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, provincia autonoma di Trento, Piemonte, Puglia, Sicilia, Umbria e Veneto.

Continua a leggere

I più letti