Connect with us

Senza categoria

Dall’Afghanistan in Italia, la storia di Parwana: “Finalmente riabbraccio i miei fratelli”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

È atterrato a Roma, il volo che ha portato in Italia Edriss e Sayeeda, i due giovani che da mesi attendevano di poter andar via dall’Afghanistan. Il corridoio umanitario è stato attivato da un noto ristorante romano “Gustamundo”, impegnato da sempre nell’inclusione sociale.

Edriss e Sayeeda, infatti, sono il fratello e la sorella di Parwana, cuoca afghana che dal 2018 lavora presso Gustamundo, il locale multietnico ideato da Pasquale Compagnone. Dal 2017 Gustamundo ha dato lavoro a più di 60 chef rifugiati e migranti da tutto il mondo grazie al lavoro in rete con associazioni e organizzazioni umanitarie quali: Amnesty International, Comunità di Sant’Egidio, Welcome Refugees, Baobab, Centro Astalli, Joel Nafuma refugee center e numerosi centri di accoglienza di Roma.

In aeroporto a Fiumicino, era presente anche Monica Attias, responsabile corridoi umanitari da Grecia e Afghanistan per la Comunità di Sant’Egidio: << Bisogna mantenere alta l’attenzione non solo sull’Ucraina ma anche sugli altri conflitti – ha dichiarato Attias – i profughi sono tutti uguali… credo ci sia stato comunque un cambio di passo nella società europea con l’Ucraina, mi auguro che questa grandissima solidarietà possa generare un nuovo atteggiamento verso i profughi di tutto il mondo>>.

La nuova vita per Edriss e Sayeeda è partita, dunque, grazie alla “casa-cucina” di Roma che promuove progetti di inclusione sociale sostenendo rifugiati e richiedenti asilo grazie al cibo e alle sue diverse declinazioni. Il motto di Gustamundo è “ogni cena una storia”: i clienti del ristorante hanno l’opportunità di entrare in contatto con i cuochi e le cuoche di tutto il mondo, conoscerne la storia, il dolore, i sogni ma anche i piatti del loro Paese. Gustamundo dal 2017 è diventato un brand solidale, unico nel suo genere e che fa parte del paese reale, quello concreto.

Sayeeda ed Edriss, 27 e 23 anni, ora a Roma, con un visto per studio grazie a Gustamundo e all’Università di Siena potranno coltivare i propri sogni restando a pochi chilometri di distanza dalla sorella Parwana. Ed è proprio Parwana a lanciare l’ennesimo grido ai media chiedendo di non spegnere le luci sull’Afghanistan <>. L’ONU, di recente, ha fatto sapere che da quando i talebani sono al potere circa 400 civili sono stati uccisi e che i talebani hanno fortemente limitato i diritti e la libertà delle donne.

Le attività di Gustamundo, intanto, non si fermano: Ilyas Mohammad, altro cuoco presso il ristorante, riabbraccerà a breve i suoi due figli che arriveranno in Italia dal Kashmir e che Ilyas non vede dal 2012.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Senza categoria

Grottaferrata, visita alla Fondazione Il Campo dell’Arte. Impegnati gli studenti di Albano e Ciampino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Lezioni in classe e visite alla Fondazione Il Campo dell’Arte di Grottaferrata in programma fino a fine maggio. A fine progetto sarà realizzato un mosaico da posizionare nelle due cittadine coinvolte in collaborazione con le amministrazioni comunali La Fondazione Il Campo dell’Arte di Grottaferrata e l’Associazione Arianna Onlus portano gli studenti delle scuole di Ciampino e Albano Laziale alla scoperta de Il Bello del Paese. L’iniziativa, avviata nel corso della prima settimana di maggio proseguirà per tutto il mese e si iscrive tra le attività legate a Di Nuovo in Contatto – Presidi territoriali di contrasto alla povertà educativa, un progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e cofinanziato da Regione Lazio. I partner già attivi nel progetto Di Nuovo in Contatto sono Gnosis Cooperativa Sociale (capofila e responsabile del progetto); Associazione Arianna Onlus; Fondazione Il Campo dell’Arte; Cooperativa Sociale La Castelluccia; Cless Srl. Al progetto hanno aderito formalmente anche i Comuni di: Albano Laziale, Castel Gandolfo, Marino(ai quali vanno aggiunti i comuni di Ariccia e Ciampino in via di adesione) e le associazioni Sosteniamo la Famiglia APS, Il Colle Incantato, Famiglie e Gnosis Insieme Onlus, Marino Aperta, Demetra SPV Srls. I primi incontri di arte-terapia e arte partecipata si sono tenuti il 3 maggio presso la scuola “Umberto Nobile” di Ciampino dove proseguiranno nei prossimi martedì 10, 17 e 24 maggio. I partecipanti sono studenti provenienti da diverse classi che per questa attività impegneranno il pomeriggio, in orario extrascolastico. Sempre presente un docente della scuola che si relazionerà e collaborerà con i tutor dell’associazione Arianna Onlus e della Fondazione Il Campo dell’Arte. Negli appuntamenti a scuola i ragazzi si conosceranno meglio tra loro attraverso modalità leggere e giocose, scambiando esperienze e impressioni reciproche sul Bello del loro Paese e preparando le basi grafiche per la realizzazione delle formelle di mosaico. Vedranno un video sul Bello dei Castelli Romani di cui sono parte sia Ciampino sia Albano Laziale, un punto di vista più ampio su un territorio più vasto ma accomunato dal punto di vista naturalistico, storico, archeologico. Mercoledì 4 e 11 maggio gli appuntamenti sono programmati nella sede all’aperto del Campo dell’Arte a Grottaferrata, sperimentando un contatto intenso con la natura e con le opere d’arte disseminate lungo li percorso collinare dove tanti giovani e adulti hanno lasciato il segno del loro incontro emozionale e sensoriale con gli alberi con i piccoli animali e con le opere d’arte. Nella prima visita i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Albano Laziale hanno potuto visitare lo spazio con le opere disseminate lungo la collina. Hanno quindi percorso il giardino e il labirinto, disseminando messaggi di auguri e lasciando cibo nella Casa degli Uccelli. I giovani hanno quindi potuto visitare la Casa dell’Artista e incontrare il maestro Francesco Pernice, ideatore e curatore del Campo dell’Arte. Il tema Il Bello del Paese sarà dunque la scoperta, da parte dei ragazzi, di una comunità capace di restare tale pur andando oltre lo stretto territorio di appartenenza. I vissuti si tradurranno quindi, con interventi di arte partecipata, in immagini, segni e colori grazie all’utilizzo di specifiche tecniche tra le quali quelle del mosaico e della ceramica. I giovani studenti avranno il compito di creare delle installazioni, una parte resterà nella spazio-museo del Campo dell’Arte, mentre altre parti verranno posizionate in un luogo pubblico, individuato e messo a disposizione dalle amministrazioni comunali coinvolte, in un intervento di condivisione e co-progettazione per rendere i giovani cittadini consapevoli attivi e partecipi al bene comune. “Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org”.

Continua a leggere

Metropoli

Fiumicino, aeroporto “blindato” dai controlli: nel mirino altri Ncc abusivi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

FIUMICINO (RM) – Non conoscono sosta i controlli dei Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma presso lo scalo aeroportuale internazionale “Leonardo Da Vinci”.

La scorsa mattina, all’uscita del “Gate 3 – Arrivi”, i Carabinieri hanno sanzionato due autisti che svolgevano abusivamente servizio di noleggio con conducente per il trasporto di persone. Gli abusivi sono stati sorpresi mentre procacciavano, senza averne titolo, clienti tra i passeggeri in transito.

I Carabinieri hanno elevato delle sanzioni per un importo totale di € 4.128.

Continua a leggere

Castelli Romani

Genzano di Roma, morto Tittò

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Una grossa perdita per la comunità genzanese: è morto il noto ristoratore Stefano Paluzzi, per tutti conosciuto come Tittò. Un pensiero alla famiglia e agli amici che sapranno ricordarlo nel tempo

Continua a leggere

I più letti