Connect with us

Cronaca

FOGGIA: UCCIDE LA MOGLIE E LA VEGLIA PER TRE GIORNI

Clicca e condividi l'articolo

I figli hanno convinto il padre a costituirsi ed è stato così che l’uomo si è recato presso la questura di Foggia e ha confessato l’omicidio della moglie

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
di Angelo Barraco

Foggia – Un uomo di 55 anni, tale Domenico Luciano, di professione panettiere, ha ucciso la moglie circa tre o quattro giorni fa e ne ha vegliato il corpo fino a quando i figli, che non vivevano con l’uomo, giunti sul posto si sono accorti della tragica scena e hanno scoperto il tragico omicidio. I figli hanno convinto il padre a costituirsi ed è stato così che l’uomo si è recato presso la questura di Foggia e ha confessato l’omicidio della moglie, Lucia Pompa Palumbo, di 48 anni. Adesso l’autopsia dovrà accertare le cause della morte. Questo caso di cadavere in casa vegliato, porta alla mente la tragica storia avvenuta nel centro di Salerno, in cui un pensionato era morto da circa un mese ma nessuno ne aveva comunicato il decesso. la tragica scoperta è stata fatta dai Carabinieri che sono stati avvertiti da un parente. I militari che hanno fatto irruzione nell’abitazione dell’uomo si sono trovati dinnanzi a loro una scena agghiacciante; l’uomo era sdraiato su una sedia ed aveva una coperta addosso, la situazione igienico-sanitaria all’interno dell’appartamento era disastrosa poiché per impedire che i vermi e gli insetti della decomposizione uscissero dalla stanza da letto, sono state sigillate le fessure con dei sacchetti di plastica. A creare quell’agghiacciante situazione sono state le due figlie dell’uomo defunto, una di 48 e una di 50 anni, con problemi psichici. La stanza è stata trasformata in una vera e propria cappella funeraria con fiori e vi era un odore nauseabondo. Il sostituto procuratore di Lecce Stefania Mininni ha aperto un’inchiesta per occultamento di cadavere ed ha affidato al medico legale Alberto Tortorella l’incarico di effettuare l’esame esterno, il pm valuterà se indagarle o meno. 

Print Friendly, PDF & Email

Cronaca

Passo Corese: donna si sente sola, chiama i Carabinieri per un po’ di compagnia e loro la raggiungono a casa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

PASSO CORESE (RI) – Nel tardo pomeriggio di ieri, la Sig.ra Ivana, domiciliata a Passo Corese, 72enne, ha chiamato i Carabinieri perché si sentiva sola.

Il centralinista di turno, percepito lo stato particolarmente triste nel quale si trovava la Signora, ha avvisato il Ten. Carmelo Ceraolo, Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, il quale, unitamente al Comandante della Stazione CC di Passo Corese Luogotenente Rosario Caliendo e al Maresciallo Giuseppe Farinelli, Addetto alla Stazione di Fara Sabina, si è recato immediatamente presso il domicilio della Signora Ivana, donandole il calendario storico del 2021.

La donna, commossa dal gesto, ha ringraziato i militari e ha espresso loro il cordoglio per l’uccisione del Carabiniere Iacovacci in Congo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Milano, arrestati i 10 componenti della banda criminale dei bancomat

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tra febbraio 2017 e aprile 2019 sono 73 gli assalti portati a compimento dal sodalizio in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio, con un bottino che supera i 3, 5 milioni di euro

MILANO – Alle prime ore di questa mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano, a conclusione di una lunga attività di indagine, hanno arrestato i dieci componenti della banda criminale responsabile di aver assaltato diversi sportelli bancomat in tutta Italia.

In manette 10 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di un numero indeterminato di furti di denaro contante presso gli sportelli ATM di istituti di credito su tutto il territorio nazionale mediante assalto con miscela esplosiva, riciclaggio ed altro.

Le indagini, condotte dal Nucleo Investigativo e dirette dalla Procura della Repubblica di Milano, hanno consentito di disarticolare un sodalizio, i cui capi ed organizzatori abitano e sono cresciuti nel quartiere “Pilastro” di Bologna, specializzato nella realizzazione di assalti notturni in danno di sportelli bancomat.

Le violente esplosioni causate per scardinare gli sportelli bancomat hanno spesso provocato ingenti danni alle strutture e in alcuni casi con conseguenze di inagibilità ad interi edifici.

Tra febbraio 2017 e aprile 2019 sono 73 gli assalti portati a compimento dal sodalizio in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio, con un bottino che supera i 3, 5 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Emilio Orlando, una firma della cronaca sull’Albo dei Giornalisti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Il giornalista Emilio Orlando figura nuovamente nell’albo dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio come pubblicista dopo che nel 2019 il suo nominativo non compariva nell’elenco dell’Ordine dei Giornalisti.

A quanto risulta oggi la sua posizione di iscritto è regolare. Emilio Orlando svolge attività giornalistica principalmente su casi di cronaca nera e di giudiziaria e spesso è ospite di trasmissione televisive.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti