Connect with us

Sport

LIDO DI OSTIA FUTSAL (SERIE B), LA PRIMA VOLTA DI FUSCO: «LA CONVOCAZIONE? BELLA SODDISFAZIONE»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Redazione

Roma – Il Lido di Ostia Futsal è tornato alla vittoria. Due partite di “astinenza” (k.o. con la Capitolina Marconi in casa, vendicato con la qualificazione in Coppa, e pareggio a Fondi), poi la squadra di Roberto Matranga ha sconfitto sabato scorso la Virtus Palombara in un match d’alta classifica che consente ai lidensi di continuare a coltivare ambizioni di vertice. Eppure le cose erano iniziate male per la formazione di casa, andata sotto nel corso del primo tempo, ma la reazione è stata convincente come spiega il giovane Andrea Fusco. «Nel primo tempo la Virtus Palombara ci ha messo un po’ in difficoltà, ma nella ripresa abbiamo trovato subito il pari con Ruzzier. Poi un gran gol di Barra ha ribaltato il risultato prima del definitivo 3-1 firmato da Gullì». Per il centrale difensivo classe 1997, colonna della Juniores e da poco più di un mese punto fermo anche dell’Under 21, è stata la prima convocazione in serie B anche se non c’è stato l’esordio in campo. «L’ho saputo solo la mattina della partita e a comunicarmelo è stato Maurizio Grassi, il mio tecnico nella Juniores e nell’Under 21 (che tra l’altro è anche giocatore della prima squadra, ndr). Non me l’aspettavo ed è stata una bella soddisfazione. Il mio obiettivo personale? Esordire in serie B sarebbe bellissimo». Fusco, nato e cresciuto sportivamente nel settore giovanile dell’Ostia Mare calcio, sta bruciando le tappe. «Ho iniziato a giocare al calcio a 5 da questa stagione, ma questo sport mi ha sempre affascinato e giocandolo con sistemi di gioco organizzati mi appassiona sempre di più». Fusco conclude parlando delle prospettive delle squadre giovanili di cui fa parte. «Partirei dalla “mia” squadra, la Juniores, che ha l’obiettivo di salvarsi nel campionato d’Elite. Abbiamo avuto delle difficoltà all’inizio, ma lotteremo per centrare il traguardo. Nell’Under 21 (che ieri ha vinto 5-3 con lo Spinaceto grazie anche ad un gol di Fusco, ndr) sono entrato da poco e mi sono subito accorto che ci sono elementi di ottima qualità: possiamo arrivare lontano». Per quanto concerne la serie B, il Lido di Ostia arriva al turno di sosta del campionato (per la finale dell’Europeo che si spera veda coinvolta l’Italia) al quarto posto in classifica, a braccetto con l’Orte. Il 20 febbraio si ricomincia con lo scontro diretto interno con l’Eboli terzo.

Print Friendly, PDF & Email

Calcio

Cynthialbalonga (calcio, serie D), Gagliardini: “Con la Recanatese la nostra miglior partita finora”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Genzano (Rm) – La Cynthialbalonga conquista uno squillante successo nel match interno contro la Recanatese. La squadra azzurra ha travolto quella marchigiana con un roboante 4-2 firmato dai sigilli di Pace, Di Cairano, Cardella e Mazzei al termine di una prestazione molto convincente. A parlarne è il difensore classe 1996 Alex Gagliardini, uno dei tanti volti nuovi del gruppo allenato da qualche settimana da mister Roberto Chiappara: “Con la Recanatese credo sia stata la partita migliore a livello stagionale. Siamo stati molto aggressivi sin dai primi minuti e abbiamo proposto delle trame di gioco interessanti. E’ vero che abbiamo concesso qualcosa, ma nemmeno più di tanto considerando che di fronte avevamo un avversario importante e che, ad esempio, il primo gol è arrivato con un “tiro della domenica” e il calcio di rigore del 4-2 solo a gara archiviata”. Il centrale difensivo parla dello stato di “assorbimento” dei principi di calcio di mister Chiappara: “Lavoriamo tanto in settimana e la domenica cerchiamo di fare quello che l’allenatore ci chiede”. Capitolo classifica: la Cynthialbalonga ora è quarta a otto punti dal Campobasso capolista (che però deve recuperare ancora due partite). “Siamo consci di aver perso qualche punto di troppo, ma la strada per arrivare alla fine del campionato è ancora lungo. Il Campobasso ha preso un bel vantaggio, ma noi dobbiamo ragionare partita dopo partita senza fare calcoli”. Gagliardini fa un passo indietro e parla del suo primo anno nel club del presidente Bruno Camerini: “Sono felicissimo qui, in estate mi è stato presentato un progetto importante che il club sta rispettando: è stata costruita una squadra di calciatori di qualità e recentemente sono arrivati altri giocatori importanti: un segnale chiaro che la società ha dato in vista del rush finale”. Domani si torna già in campo per un nuovo turno infrasettimanale sul campo del Montegiorgio, un match in cui anche gli ultimi arrivati D’Agostino, Santarelli e Morelli dovrebbero essere a disposizione di Chiappara: “All’andata ero squalificato, ma ricordo una partita simile a quella con la Recanatese e cioè un’ottima prestazione da parte nostra all’esordio casalingo stagionale. Di fronte avremo un avversario che sicuramente è migliorato nel tempo e sarà una partita tosta, tra l’altro fuori casa non abbiamo fatto benissimo e quindi dobbiamo migliorare il nostro rendimento come già fatto nel recente match vinto a Tolentino”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Sport

Volley Club Frascati, la serie C femminile vola. Cavaioli: “Non abbiamo ancora fatto niente”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – La serie C femminile del Frascati Roma Volley Club (nata dalla collaborazione tra il Volley Club Frascati e la Roma Volley Club) ha iniziato il campionato con slancio. Due partite e altrettante vittorie (entrambe al tie break), l’ultima delle quali sul campo del Volleyro’ Cdp. A commentare la sfida è Camilla Cavaioli, palleggiatore 1994 e capitano del gruppo allenato da Simone Iovino: “Nonostante la giovane età avversarie, quello è sempre un campo molto ostico. Come sempre, però, si scende in campo per fare il massimo e rispetto alla prima gara siamo state più sciolte. Dopo un bel primo test, c’è stato un calo di tensione e abbiamo un po’ sofferto in ricezione perdendo sia il secondo che il terzo parziale. Poi abbiamo vinto il quarto di forza aiutandoci in difesa e dimostrando di avere un ottimo spirito di squadra, poi nel tie break non c’è stata storia: due punti molto importanti che, sommati a quelli ottenuti alla prima di campionato, possono far crescere la nostra autostima”. La Cavaioli si sofferma proprio sulla compattezza di una squadra nata dalla collaborazione tra due società: “Nonostante ci siano delle differenze d’età importante tra noi elementi più grandi e le ragazze più giovani, abbiamo formato un bel gruppo: c’è un’ottima coesione e questo ci porta ad aiutarci e a divertirci in campo”. Il capitano della serie C tuscolano-capitolina fissa gli obiettivi: “Le ragazze più giovani possono crescere facendo esperienza in un campionato di ottimo livello tecnico come la serie C. Per quanto riguarda la squadra, credo si possa lottare per una delle prime tre posizioni del mini-girone da sei attuale in modo tale da poter accedere alla seconda fase. In ogni caso non dobbiamo perdere di vista la realtà e rimanere coi piedi per terra perché non abbiamo fatto nulla”. La Cavaioli, tornata in serie C quest’anno dopo un anno in Prima divisione, parla del rapporto con coach Iovino: “E’ il mio primo anno con lui e mi trovo molto bene. Mette una grande passione in quello che fa ed è uno stimolo continuo per il gruppo. Mi ha consegnato i gradi di capitano e questo mi ha responsabilizzato ulteriormente: sento di dover dare una mano alle ragazze più giovani e una certa serenità a tutto il gruppo”. Sabato prossimo il Frascati Roma Volley Club ospiterà la Roma Centro con l’intenzione di continuare a volare…

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati, altra chicca: un documentario sul calcio ai tempi del Covid con l’Under 17

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – Il Football Club Frascati non smette mai di stupire. E ha messo in piedi un’altra “chicca”. L’idea è nata dal tecnico dell’Under 17 Alessandro Rodo, una delle “colonne” dello staff del sodalizio tuscolano presieduto da Claudio Laureti e Stefano Lopapa. “Volevo fare come ogni anno un video speciale per i miei ragazzi – spiega Rodo – Ma poi, parlandone anche coi presidenti e col responsabile del settore Scuola calcio Lorenzo Marcelli, è nata un’idea più particolare: preparare un vero e proprio documentario, curato a livello di regia dal videomaker Riccardo Trentadue che già collabora con la nostra società, in cui si tratta il tema delle “ricadute psicologiche” del Covid sui ragazzi nell’ambito dell’attività sportiva. Abbiamo già vissuto un paio di pomeriggi di riprese, nei quali abbiamo raccolto immagini dei “particolari” allenamenti di questo periodo, svolti in ossequio alle disposizioni anti-Covid e ribadendo il concetto che “noi non ci fermiamo, rispettando le regole”. Successivamente ho fatto alcune mie riflessioni su come ho visto i ragazzi in questo anno caratterizzato dalla pandemia, sulla fondamentale importanza dello sport che è fonte di vita, socializzazione, benessere psicofisico, ancor di più in questo periodo – sottolinea l’allenatore – D’altronde anche per noi istruttori questa è stata una sfida motivazionale forte. Poi seguiranno altri appuntamenti in cui dedicheremo uno spazio anche alle riflessioni della nostra psicologa Ilaria Iannizzi e dei ragazzi: un lavoro certosino che, ne sono convinto, riuscirà a dare un messaggio forte. Per quanto riguarda la colonna sonora, sarebbe stata particolarmente indicata la canzone di Vasco Rossi “Basta poco” per alcuni passaggi molto attinenti, ma dovendo fare i conti con le questioni dei copyright probabilmente dovremo andare su altre soluzioni. Non appena sarà terminato, il documentario sarà visibile sui nostri canali ufficiali, la pagina Facebook e il sito www.fcfrascati.com”. L’annata della sua Under 17 poteva rivelarsi davvero ricca di soddisfazioni: “Questo blocco è stato un peccato: si è formato un grande gruppo non solo per qualità tecniche, ma soprattutto umane – dice Rodo – Nonostante ci fossero diversi elementi nuovi, i ragazzi si sono compattati alla grande e hanno gettato le basi per togliersi tante soddisfazioni nel prossimo futuro: con un paio di innesti al massimo questa squadra può competere in tutte le categorie. E’ chiaro che a loro la partita è mancata tanto, dopo il lockdown c’è stato un po’ di scetticismo, ma col tempo la costanza negli allenamenti è stata altissima. se non riprenderà l’attività ufficiale federale, cercheremo comunque di partecipare ove possibile con questi ragazzi a qualche torneo prestigioso per chiudere questa annata molto particolare”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti