Connect with us

Sport

MARINO STARS SERIE C FEMMINILE: L'INTERVISTA AL NUOVO ALLENATORE DELLA SQUADRA FEMMINILE

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Questa settimana le ragazze andranno ad affrontare le più impegnative Roma7 e Roma Centro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Marino Laziale (RM) – Prosegue a gonfie vele la preparazione atletica della prima squadra femminile della Marino Pallavolo, è passato quasi un mese da quando le ragazze hanno rimesso piede in palestra dopo lo stop estivo e la squadra adesso sta cominciando ad alzare il ritmo in vista dell'imminente inizio del campionato previsto il 18 ottobre. Dopo le doppie amichevoli con le serie D del Dream Team e  l'Aurelio (incontri rispettivamente vinti dalle nostre ragazze con i punteggi di 3-1 e 3-2), questa settimana le ragazze andranno ad affrontare le più impegnative Roma7 e Roma Centro, per poi incontrare successivamente la Pro Juventute ed il Mentana: una serie di partite che daranno la possibilità alle Stars di riprendere il ritmo gara ed allo stesso tempo di testare schemi ed organizzazione di gioco. Questi test pre-campionato serviranno al coach Rebiscini per valutare la preparazione tecnica e fisica delle sue ragazze; allo scopo abbiamo raccolto le prime dichiarazioni del nuovo tecnico delle Stars:

–    “Salve Giacomo, intanto congratulazioni per essere diventato il nuovo tecnico della serie C femminile. Perché non cominci raccontaci qualcosa di te?”
Giacomo Rebiscini nato a Roma il 20/06/1979, perdonami ma non sono bravo a parlare di me.
   
–    “Se volessimo sintetizzare in poche righe le tappe principali del tuo percorso professionale, quali sono le delusioni e le soddisfazioni che l’hanno maggiormente segnato?”
Ho iniziato ad allenare a 21 anni, raccogliendo i palloni ad una II° Divisione Femminile, rubando con gli occhi e con le orecchie ogni cosa che poteva essermi utile per crescere. Poi ho intrapreso il mio percorso di primo allenatore alla Pol. Colle Prenestino, passando poi per Zagarolo, Amaldi e Duca d’Aosta. La delusione più grande ovviamente per un allenatore è un esonero, che non mi ha permesso di concludere il lavoro con l’U18 elite dell’Amaldi Team Volley dove eravamo arrivati, da primi del girone, agli ottavi di finale.
Poi tutto si è però risolto positivamente con la società, perché sono stato richiamato poco tempo dopo per allenare la Serie C.
La soddisfazione maggiore, la promozione in Serie C con il Duca d’Aosta ottenuta grazie ad gruppo fantastico.

–  “Quest’anno ti si vedrà in veste non solo di allenatore della prima squadra, ma anche come Direttore Tecnico del settore femminile della Marino Pallavolo: come è stato l’impatto con il nuovo gruppo e la nuova società? E quali sono stati gli obbiettivi prefissati per quest’anno?”
L’impatto è stato molto buono sia con la società che con le ragazze, ho trovato un grande spirito di collaborazione che è fondamentale per poter lavorare bene. Il gruppo lavora tanto e con impegno e sono già molto soddisfatto della loro professionalità e voglia di migliorarsi.
L’obiettivo principale è quello di far crescere il settore giovanile cercando in un futuro prossimo di avere nella massima categoria più atlete possibili che provengono dal giovanile.

–  “Rispetto allo scorso anno, la squadra ha visto la riconferma di sole cinque giocatrici, dando così ampio spazio di rinnovo e, soprattutto, di ringiovanimento della rosa: possiamo dunque considerare particolare scelta come input di crescita per le giovani atlete marinesi?”
Si l’idea è di valorizzare il più possibile le giovani. Rispetto alle nuove regole del Regionale, che in Serie C permette di schierare 5 persone dai 28 anni in su, noi abbiamo fatto la scelta opposta, puntando su un gruppo molto giovane. Sappiamo che non sarà facile giocare contro squadre molto esperte, ma siamo convinti che questa sia la strada giusta e soprattutto abbiamo molta fiducia nel gruppo che abbiamo formato.

–  “Visto e considerato le squadre che quest’anno andrete ad affrontare (tra le quali troviamo le  blasonate Roma XX e Virtus Roma, per non parlare dei “derby” con la storica avversaria Libertas Genzano, con la Pallavolo Ciampino e la new entry della categoria, la Polisportiva Pavona), quale credi sia il livello di questo campionato? E quali sono le squadre che secondo te si sono maggiormente rinforzate ?”
I nomi che hai fatto sono corretti, Roma XX e Virtus partono un gradino avanti rispetto a tutte, Genzano e Ciampino hanno costruito dei buoni organici per poter puntare ai play-off, poi come sempre ci saranno le sorprese delle neo promosse.
Il livello, per via della regola degli over di cui parlavo precedentemente, si alzerà molto rispetto agli anni passati, molte ragazze trentenni si riaffacceranno alla categoria alzando il tasso tecnico del campionato.

–  “Infine, la domanda che tutti ci siamo sempre posti almeno una volta nella nostra “carriera pallavolistica”: in qualità di allenatore di una squadra femminile, qual è il segreto nel capire e gestire le donne in squadra?”
Ah non l’ho ancora capito, se hai qualche indicazione fammi sapere. L’unica cosa che ho imparato è che le donne sono molto esigenti, quindi quello che faccio ogni giorno è mettere a servizio della squadra la massima professionalità come se allenassi una serie A1.
Per quanto riguarda la parte caratteriale, regole, rispetto e tanta, tanta stima reciproca.
 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Atletico Lariano (calcio, Under 14 reg.), Bastianelli: “Siamo sulla buona strada per la salvezza”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Lariano (Rm) – L’Under 14 regionale dell’Atletico Lariano ha sfiorato l’impresa. Nell’ultimo turno di campionato disputato sabato scorso, i ragazzi di mister Daniele Bastianelli hanno ceduto solo di misura (1-2) nel match interno contro il Cinecittà Bettini secondo della classe. “All’andata perdemmo 8-0 contro lo stesso avversario e questo denota la chiara crescita del nostro gruppo in questi mesi – spiega l’allenatore larianese – Abbiamo sensibilmente ridotto gli errori, anche se alcuni di questi ancora avvengono e ci penalizzano. Ma vedere una squadra forte e con delle individualità importanti come il Cinecittà Bettini esultare a fine gara per un successo faticoso nei nostri confronti, è il segno che siamo sulla buona strada”. L’allenatore entra nello specifico dell’analisi della sfida coi capitolini: “Abbiamo giocato un primo tempo molto interessante, subendo il gol dello svantaggio proprio all’ultima azione e per una nostra disattenzione. Andare sullo 0-0 all’intervallo sarebbe stato molto importante. Nella ripresa gli ospiti hanno approfittato di un altro errore e hanno raddoppiato i conti, poi noi abbiamo accorciato le distanze su rigore con capitan Maroncelli, ma non siamo riusciti a completare la rimonta”. L’Under 14 regionale dell’Atletico Lariano resta comunque a +4 dal Colonna terz’ultimo e in questo momento primo delle retrocesse: “Abbiamo un discreto margine e il vantaggio di giocare in casa lo scontro diretto del match di ritorno che ci sarà dopo la sosta di Pasqua. Inoltre dobbiamo ancora affrontare il Valmontone che è fanalino di coda con zero punti e che il Colonna ha già battuto. Sarebbe importante mantenere quantomeno questa distanza prima dello scontro diretto e magari chiudere i discorsi-salvezza prima dell’ultima giornata”. Nel prossimo turno i larianesi di Bastianelli sono attesi sul difficile campo del Colleferro, quinta forza del girone: “Si tratta di una delle squadre che gioca meglio a calcio e forse questo può essere un vantaggio perché anche noi abbiamo questo tipo di mentalità. Finora abbiamo fatto grossa fatica fuori casa, evidentemente il gruppo perde qualche sicurezza, ma ora bisogna sfruttare la fiducia che ci ha dato una prestazione come quella di sabato scorso”.


Continua a leggere

Sport

Volley Club Frascati (serie C masch.), Antonazzo: “Soddisfatto del gruppo, ora finiamo bene”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Sei partite ancora da giocare e una salvezza praticamente in tasca. La serie C maschile del Volley Club Frascati veleggia in una tranquilla posizione di metà classifica e per un gruppo mediamente molto giovane, che punta su diversi ragazzi del territorio, non era affatto un obiettivo scontato. Nell’ultimo turno la prima squadra maschile frascatana ha superato con un bel 3-1 esterno la Fenice, altra formazione giovanissima: “Abbiamo cominciato molto bene il match, vincendo il primo set per 25-8 e dimostrando il giusto approccio – dice coach Francesco Antonazzo – Poi probabilmente c’è stato un calo mentale e la Fenice si è aggiudicata il secondo, ma la reazione successiva è stata sicuramente lodevole e ci ha portato a conquistare il terzo e il quarto set. Anche dopo il secondo set, comunque, ero fiducioso e tranquillo: non ho mai avuta la sensazione che la partita ci potesse sfuggire di mano”. Nel prossimo turno la serie C maschile del Volley Club Frascati affronterà il Cerveteri che è attualmente al quinto posto del girone: “Sarà una partita totalmente diversa da quella dello scorso fine settimana. All’andata perdemmo al tie-break sul loro campo: si tratta di un avversario di buon livello che forse non sta avendo la giusta continuità di risultati, pur rimanendo nella zona alta di classifica. Nell’organico di Cerveteri, squadra allestita per giocarsi un posto nei play off, ci sono giocatori che hanno militato anche in categorie superiori. Ma mi auguro di vedere un Volley Club Frascati combattivo e coraggioso. Abbiamo un margine di sicurezza abbastanza rassicurante rispetto alle squadre che abbiamo alle spalle, personalmente vorrei riuscire a superare la quota dei 30 punti e quindi conquistarne almeno altri nove nelle sei gare che ci rimangono da giocare”. Antonazzo è soddisfatto di quanto visto finora: “I ragazzi sono stati ineccepibili a livello di impegno in allenamento durante tutta la stagione. C’è rammarico per le prime due partite del girone di ritorno con avversari forti come Appio e Isola Sacra in cui abbiamo giocato bene, ma alla fine abbiamo perso per 3-1”.


Continua a leggere

Sport

ULN Consalvo (calcio, Under 15), Rao: “Con la Pro Roma vogliamo riscattare la sconfitta dell’andata”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – Ha iniziato il girone di ritorno con un doppio successo l’Under 15 provinciale dell’ULN Consalvo. I ragazzi di mister Fabio Garzina hanno superato con un netto 3-0 esterno l’Almas: tra i marcatori dell’incontro (insieme ai compagni Volieri e Grezzi) c’è stato anche l’attaccante esterno classe 2009 e capitano del gruppo Mattia Rao: “Nel primo tempo abbiamo costruito e sciupato qualche occasione, ma nella ripresa la qualità della nostra prestazione è cresciuta: dopo un paio di parate del loro portiere siamo riusciti a sbloccarla e da lì in avanti la partita è andata in discesa”. In questo momento il gruppo Under 15 dell’ULN Consalvo si trova all’ottavo posto, ma il gruppo capitolino vuole scalare posizioni: “L’inizio della stagione era stato abbastanza positivo, poi abbiamo perso qualche punto di troppo con avversari alla nostra portata e siamo scivolati un po’ indietro. Ora abbiamo vinto le prime due gare del ritorno esattamente come accaduto all’andata, siamo in fiducia e vogliamo continuare a crescere. Nel frattempo si è formato un bel gruppo: la squadra è cambiata tanto rispetto alla scorsa stagione (Rao è uno dei pochi “superstiti” della vecchia Under 14, ndr), ma i nuovi si sono integrati bene nel nostro ambiente”. Nel prossimo turno l’ULN Consalvo ospiterà la Pro Roma, terza forza del campionato: “Vogliamo riscattare la sconfitta della partita d’andata in cui entrammo in campo con un atteggiamento sbagliato e perdemmo 5-1. Non c’è questo divario tra noi e loro, proveremo a dimostrarlo sabato”. Rao conclude parlando del rapporto con mister Garzina: “Lo avevo conosciuto già l’anno scorso quando mi aveva convocato nella vecchia Under 15 in qualche occasione. E’ un allenatore preparato che ti stimola sempre a fare meglio. Il mister ci ha fissato l’obiettivo per il girone di ritorno che è quello di conquistare almeno 16 punti, ma noi vogliamo fare molto di più”.


Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti