Connect with us

Sport

MARINO STARS SERIE C FEMMINILE: L'INTERVISTA AL NUOVO ALLENATORE DELLA SQUADRA FEMMINILE

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Questa settimana le ragazze andranno ad affrontare le più impegnative Roma7 e Roma Centro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Marino Laziale (RM) – Prosegue a gonfie vele la preparazione atletica della prima squadra femminile della Marino Pallavolo, è passato quasi un mese da quando le ragazze hanno rimesso piede in palestra dopo lo stop estivo e la squadra adesso sta cominciando ad alzare il ritmo in vista dell'imminente inizio del campionato previsto il 18 ottobre. Dopo le doppie amichevoli con le serie D del Dream Team e  l'Aurelio (incontri rispettivamente vinti dalle nostre ragazze con i punteggi di 3-1 e 3-2), questa settimana le ragazze andranno ad affrontare le più impegnative Roma7 e Roma Centro, per poi incontrare successivamente la Pro Juventute ed il Mentana: una serie di partite che daranno la possibilità alle Stars di riprendere il ritmo gara ed allo stesso tempo di testare schemi ed organizzazione di gioco. Questi test pre-campionato serviranno al coach Rebiscini per valutare la preparazione tecnica e fisica delle sue ragazze; allo scopo abbiamo raccolto le prime dichiarazioni del nuovo tecnico delle Stars:

–    “Salve Giacomo, intanto congratulazioni per essere diventato il nuovo tecnico della serie C femminile. Perché non cominci raccontaci qualcosa di te?”
Giacomo Rebiscini nato a Roma il 20/06/1979, perdonami ma non sono bravo a parlare di me.
   
–    “Se volessimo sintetizzare in poche righe le tappe principali del tuo percorso professionale, quali sono le delusioni e le soddisfazioni che l’hanno maggiormente segnato?”
Ho iniziato ad allenare a 21 anni, raccogliendo i palloni ad una II° Divisione Femminile, rubando con gli occhi e con le orecchie ogni cosa che poteva essermi utile per crescere. Poi ho intrapreso il mio percorso di primo allenatore alla Pol. Colle Prenestino, passando poi per Zagarolo, Amaldi e Duca d’Aosta. La delusione più grande ovviamente per un allenatore è un esonero, che non mi ha permesso di concludere il lavoro con l’U18 elite dell’Amaldi Team Volley dove eravamo arrivati, da primi del girone, agli ottavi di finale.
Poi tutto si è però risolto positivamente con la società, perché sono stato richiamato poco tempo dopo per allenare la Serie C.
La soddisfazione maggiore, la promozione in Serie C con il Duca d’Aosta ottenuta grazie ad gruppo fantastico.

–  “Quest’anno ti si vedrà in veste non solo di allenatore della prima squadra, ma anche come Direttore Tecnico del settore femminile della Marino Pallavolo: come è stato l’impatto con il nuovo gruppo e la nuova società? E quali sono stati gli obbiettivi prefissati per quest’anno?”
L’impatto è stato molto buono sia con la società che con le ragazze, ho trovato un grande spirito di collaborazione che è fondamentale per poter lavorare bene. Il gruppo lavora tanto e con impegno e sono già molto soddisfatto della loro professionalità e voglia di migliorarsi.
L’obiettivo principale è quello di far crescere il settore giovanile cercando in un futuro prossimo di avere nella massima categoria più atlete possibili che provengono dal giovanile.

–  “Rispetto allo scorso anno, la squadra ha visto la riconferma di sole cinque giocatrici, dando così ampio spazio di rinnovo e, soprattutto, di ringiovanimento della rosa: possiamo dunque considerare particolare scelta come input di crescita per le giovani atlete marinesi?”
Si l’idea è di valorizzare il più possibile le giovani. Rispetto alle nuove regole del Regionale, che in Serie C permette di schierare 5 persone dai 28 anni in su, noi abbiamo fatto la scelta opposta, puntando su un gruppo molto giovane. Sappiamo che non sarà facile giocare contro squadre molto esperte, ma siamo convinti che questa sia la strada giusta e soprattutto abbiamo molta fiducia nel gruppo che abbiamo formato.

–  “Visto e considerato le squadre che quest’anno andrete ad affrontare (tra le quali troviamo le  blasonate Roma XX e Virtus Roma, per non parlare dei “derby” con la storica avversaria Libertas Genzano, con la Pallavolo Ciampino e la new entry della categoria, la Polisportiva Pavona), quale credi sia il livello di questo campionato? E quali sono le squadre che secondo te si sono maggiormente rinforzate ?”
I nomi che hai fatto sono corretti, Roma XX e Virtus partono un gradino avanti rispetto a tutte, Genzano e Ciampino hanno costruito dei buoni organici per poter puntare ai play-off, poi come sempre ci saranno le sorprese delle neo promosse.
Il livello, per via della regola degli over di cui parlavo precedentemente, si alzerà molto rispetto agli anni passati, molte ragazze trentenni si riaffacceranno alla categoria alzando il tasso tecnico del campionato.

–  “Infine, la domanda che tutti ci siamo sempre posti almeno una volta nella nostra “carriera pallavolistica”: in qualità di allenatore di una squadra femminile, qual è il segreto nel capire e gestire le donne in squadra?”
Ah non l’ho ancora capito, se hai qualche indicazione fammi sapere. L’unica cosa che ho imparato è che le donne sono molto esigenti, quindi quello che faccio ogni giorno è mettere a servizio della squadra la massima professionalità come se allenassi una serie A1.
Per quanto riguarda la parte caratteriale, regole, rispetto e tanta, tanta stima reciproca.
 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Atletica Frascati, Kabangu e Di Mugno “on fire”: entrambe sono campionesse regionali Assolute

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Gloria Kabangu e Ginevra Di Mugno sono “on fire”. Le talentuose Allieve in forza all’Atletica Acsi Italia (società che fa parte della famiglia sportiva dell’Atletica Frascati) si sono tolte un’altra grande soddisfazione nel week-end appena messo alle spalle. Al “Guidobaldi” di Rieti, infatti, hanno sfoderato una grande gara rispettivamente nei 400 e nei 1500 migliorando i propri personali e vincendo il titolo regionale Assoluto, oltre a mantenere il primato nelle liste nazionali di specialità. La prima (in ordine di tempo) a strabiliare è stata proprio la Kabangu (classe 2005) che, nonostante corresse in prima corsia, ha dominato la sua prova chiudendo in 55.22 e conquistando il suo primo titolo regionale “tra i grandi”. Bravissima anche la mezzofondista Di Mugno che col tempo di 4.31.96 ha sfiorato lo standard europeo e si è piazzata “formalmente” al secondo posto dietro Marta Castelli della Virtus Lucca (che ha avuto trascorsi a Frascati) che però era fuori gara per l’assegnazione del titolo regionale. Sempre nel week-end reatino va sottolineato il positivo rientro sui 1500 di Alexandru Ciumacov che mancava dalla specialità dal 2018 e ha conquistato un bel secondo posto, non troppo lontano dal suo primato personale.
Sabato scorso, invece, si era disputata allo stadio “Montefiore” di Rocca Priora la terza prova della “Decathlon Cup”, trofeo estivo giovanile organizzato dal comitato provinciale Roma Sud. Alcune buoni prestazioni condite dal piazzamento sul podio per i giovani talenti tuscolani: tra gli Esordienti 8 Damiano Gregori vince sui 50 metri e Samuele Bernardo fa lo stesso sui 400. Bernardo e Gregori, poi, si sono piazzati rispettivamente primo e secondo nella gara del salto in lungo. Tra gli Under 14 (categoria Ragazzi) bel secondo posto per Flavio Junior Fiorucci sui 60 metri e infine la migliore delle staffette è quella della 3×800 Ragazze composta da Gaia Abbruciati, Alice Rossi e Viktoria Polonska che chiude con un ottimo secondo posto.
Intanto è in arrivo un altro week-end molto importante in casa Atletica Frascati: domenica le stesse Kabangu e Di Mugno correranno (rispettivamente nei 400 e nei 1500) al “Brixia Meeting” di Bressanone, una gara nazionale per rappresentative regionali Under 18 che sarà anche un test contro le avversarie che incroceranno ai campionati italiani. Inoltre a Roma ci sarà la finale regionale del campionato di società Under 16 e l’Atletica Frascati è in finale sia con le Cadette che con i Cadetti.

Continua a leggere

Calcio

Valmontone 1921 (Under 21/Terza cat.), mister Fanfoni: “Il gruppo si è impegnato tantissimo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Valmontone (Rm) – Sarà l’ultima squadra giovanile a concludere il campionato. Mancano tre gare, ma è già tempo di bilanci in casa Valmontone 1921 per il gruppo Under 21 che, alla fine, ha dovuto giocare nel torneo di Terza categoria confrontandosi con avversari decisamente più esperti. “Il gruppo ha inevitabilmente sofferto il passaggio dal campionato giovanile a quello dei grandi – dice mister Oreste Fanfoni – E’ mancata ovviamente un pizzico di esperienza e malizia che questi ragazzi acquisiranno giocando, ma hanno comunque dimostrato tanta voglia di migliorare e un grandissimo impegno. Il girone di ritorno sta terminando in crescendo sia a livello di convinzione che di qualità gioco. Inserendo due o tre innesti di esperienza questi ragazzi si potranno togliere diverse soddisfazioni nel prossimo futuro”. E alla fine di ogni stagione è tempo di ringraziamenti, ecco quelli di mister Fanfoni: “Innanzitutto grazie ai dirigenti Bruno Bellotti e Mirco Gianfranceschi che ci hanno supportato in tutto e per tutto, ma anche al mio preparatore Damiano Massa che si è dimostrato ragazzo molto professionale e ovviamente a tutti i ragazzi. Vorrei fare il nome di Riccardo Sale che è stato impiegato poco, ma si è sempre allenato ed è stato dentro al gruppo per sostenere sempre i suoi compagni e queste cose fanno bene al calcio. Tutto questo, comunque, non sarebbe stato possibile senza il supporto della società che ha creduto in questa categoria fin dal primo momento”. Nell’ultimo turno (giocato ieri) il Valmontone 1921 ha impattato in casa contro il Gavignano per 1-1: “E’ stata una gara un po’ confusionaria: eravamo superiori agli avversari, ma ci siamo intestarditi troppo a livello individuale e alla fine è arrivato un pareggio che ci va molto stretto”.
Al gruppo arrivano anche gli applausi del responsabile del settore giovanile agonistico Fabio Carosi: “Questa squadra è nata pensando ai ragazzi penalizzati dalla pandemia che non avevano vissuto la bellezza del campionato Under 19. Fanfoni e il suo staff hanno fatto un grandissimo lavoro, assieme al sempre presente dirigente Bruno Bellotti e all’altro dirigente Mirco Gianfranceschi che, insieme ai ragazzi Manuel Frasca e Antonio Consalvi, hanno contribuito tantissimo alla formazione di questa squadra. Il gruppo ha portato l’impegno fino alla fine con divertimento, sintonia e voglia di fare. E nel corso del tempo si sono aggiunti anche altri ragazzi, segno di un progetto che è stato portato avanti nel modo giusto”.

Continua a leggere

Calcio

Ssd Colonna (calcio), Basciani neo ds del settore giovanile agonistico: “Grazie al club per la fiducia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Colonna (Rm) – Il settore calcio del Colonna sta già lavorando per il futuro. La società castellana ha designato Claudio Basciani, attuale allenatore dell’Under 15 provinciale, come futuro direttore sportivo del settore agonistico. Si coordinerà col direttore generale Angelo Carletta e con il direttore sportivo di prima squadra e Under 19 Gianluca Cippitelli. “Sarà la mia prima volta in questo ruolo – dice Basciani – L’idea è arrivata direttamente dalla società che ha fatto alcune valutazioni e ha ritenuto che potessi dare il mio contributo in questo ruolo anche per agevolare l’enorme lavoro che ha portato avanti l’attivissimo dg Angelo Carletta in questa stagione. Come ho reagito a questa richiesta della società? All’inizio ho chiesto se fossero proprio sicuri – sorride il neo ds – Ma in ogni caso questo è un grande attestato di stima e di fiducia da parte di una società in cui mi sono sempre trovato benissimo sin da quando, tre anni fa, ho cominciato ad allenare. Era doveroso da parte mia mettermi a disposizione, con l’aiuto delle altre componenti dirigenziali sono convinto di poter fare del mio meglio. Ci sarà un confronto costante con Angelo Carletta e con Gianluca Cippitelli, oltre che con tutti i tecnici del settore giovanile e anche con gli allenatori della prima squadra e dell’Under 19 che saranno rispettivamente Dino Di Julio e Alessio Rippa”. Il nuovo incarico, comunque, non lo toglierà dal campo: “Al momento la società mi ha detto che proseguirà anche l’avventura assieme all’attuale gruppo Under 15 che nella prossima stagione “diventerà” Under 16. Poi è chiaro che il ruolo di direttore sportivo mi porterà ad avere una visione globale delle squadre che saranno sotto la mia competenza, ma questo non mi distoglierà dal fare il massimo anche come allenatore”. La sua Under 15 provinciale, intanto, vuole chiudere al meglio l’annata: “Ci mancano tre partite e miriamo al quinto posto, al momento occupato dal Ciampino che affronteremo domenica e che ha un punto di vantaggio in classifica. Per noi è stata una stagione comunque positiva in un girone che ha annoverato avversari di ottimo livello”.

Continua a leggere

I più letti