Connect with us

Viterbo

RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE SEL VETRALLA

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Nonostante l'esito ancora uno volta tragicomico dell'ultimo consiglio, vediamo di ricapitolare quanto comunque riferito dagli assessori in sede di interrogazioni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Vetralla riceviamo è pubblichiamo la seguente nota inviata da “SEL Vetralla”:


“Nonostante l'esito ancora uno volta tragicomico dell'ultimo consiglio, vediamo di ricapitolare quanto comunque riferito dagli assessori in sede di interrogazioni. Ci si augura tuttavia che venga intrapresa una volta per tutte una via democratica e in linea con i regolamenti in modo da permettere uno svolgimento quantomeno sereno dei lavori:
Avevamo chiesto che senso avesse la conferenza dei capigruppo quando poi ciò che arriva in consiglio non è mai in linea con quanto che esce da quella sede. La risposta, contenuta in una lunga arrampicata sugli specchi atta a contenere le polemiche dei giorni precedenti, altro non fa che confermare quanto sapevamo già, cioè che la suddetta è soltanto uno strumento consuntivo a disposizione del presidente del consiglio e sul cui utilizzo e utilità stendiamo l'ormai consumato velo pietoso. I rifiuti, e di conseguenza la questione degrado e i cassonetti alla materna di Cura. Non c'è niente da fare, non si interverrà, si rimanda tutto all'installazione del sistema Wastemat e alle famigerate casette di legno. Considerato il ritardo mostruoso dell'applicazione del bando, a causa dei molteplici ripensamenti e tentativi falliti che conosciamo bene, ho come la sensazione che prima o poi troveremo qualche cassonetto fuori la porta del comune, sarà… Onestamente siamo stufi di sentir dire "pazienza, il bando sta per partire", lo sentiamo da tre anni e le questione sollevate non sono solo un problema di gestione ma anche un'emergenza sanitaria che come tale andrebbe trattata. Abbiamo ripetuto una questione sollevata tanto tempo fa, in uno dei primi consigli, perchè non si fa un censimento dei locali pubblici inutilizzati (che versano spesso in condizioni vergognose) per poi destinarili seriamente a spazi pubblici, luoghi di aggregazione, coworking e quant'altro? Si può fare, è stata la risposta, come tanto tempo fa, in uno dei primi consigli… Il centro prelievi, altra nota dolente che si aggiunge a tante altre note dolenti. Pare certo che verrà trasferito presso il poliambulatorio ASL di Loc. Capannacce. A sentire il sindaco ci sono dei tentativi di mediare per mantenerlo nel centro storico ma onestamente non s'è capito in che termini e con quale proposta (sempre che ce ne sia una). Avevamo proposto di spostare la sede della Vetralla Servizi nei locali (vuoti da anni) che il comune possiede in Loc. Selvarella (anche per dare una parvenza di vita a quella zona) e li, al piano terra di Palazzo Zelli, ospitare il centro prelievi. Risposta? Nulla… La Villa comunale, in particolare le zone più nascoste (le 'vallette'), ancora tempestate di immondizia. L'assessore dice che sarebbero state ripulite entro il mese. Il mese è finito, io domani vado là e faccio alcune foto, si accettano scommesse. Per quanto riguarda Cimitero Vecchio e Foro Cassio ci sono novità. O meglio non si smuove nulla però siamo riusciti ad ottenere il famigerato 'sopralluogo' con l'assessore a cui parteciperemo personalmente domani pomeriggio. Considerato che lo chiediamo da mesi, credo faremo anche dei fuochi d'artificio al termine di questa improbabile 'visita guidata'. L'uscita del nuovo negozio posizionato sulla Cassia in Zona Coop. A vederlo sembra pericoloso come vestirsi da frate in terra dell'ISIS e ci chiediamo come solo qualcuno possa aver immaginato un'uscita così in una zona già congestionata come quella. L'assessore ci rassicura (?) dicendo che è tutto sotto controllo e che si uscirà ed entrerà solo in una direzione. Rimane l'appuntamento fisso con la rubrica "Che fine hanno fatto le Strisce Rosa?" Verranno inserite nel riordino dei parcheggi, forse per alleggerire la pillola, visto che sono previste aree a pagamento”…
 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gallery

Civita Castellana, “Buongiorno Ceramica” fa il pieno: grande successo per la kermesse con Anna Fendi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print


CIVITA CASTELLANA (VT)
– Grande partecipazione e grande successo per la due giorni di eventi della kermesse nazionale “Buongiorno Ceramica”. Particolarmente coinvolgente è stato il discorso dell’ospite d’onore Anna Fendi, nota stilista e appassionata di ceramica, che ha catturato l’attenzione dei presenti e suscitato notevoli riflessioni. All’iniziativa, insieme alla direttrice del museo dell’Agro Falisco nel Forte Sangallo Sara De Angelis, hanno partecipato il sindaco Luca Giampieri, il vice sindaco Andrea Sebastiani, l’assessore alle attività produttive Massimiliano Carrisi e la consigliera comunale Giovanna Fortuna.

Durante la conferenza di apertura, Anna Fendi è stata premiata per il suo genio creativo e imprenditoriale con un’opera dai motivi cosmateschi. Un tributo speciale è stato destinato al maestro d’arte Franco Giorgi, (già sindaco e ambasciatore dell’associazione città di antica tradizione ceramica), mentre la storica Ceramica VARM ha ricevuto il riconoscimento annuale 2022 per la visione imprenditoriale del suo fondatore, Gastone Vitali, con toccanti testimonianze da parte dei figli Valentina e Daniele. L’evento, presentato da Maria Vittoria Patera e Tamara Patilli – rispettivamente direttore scientifico e responsabile del Museo della ceramica Casimiro Marcantoni – ha visto anche la partecipazione di Maria Anna De Lucia Brolli, già direttore del Museo nazionale etrusco di Villa Giulia a Roma e del Museo archeologico dell’Agro Falisco nel Forte Sangallo. De Lucia Brolli è intervenuta in merito al lavoro di ricostruzione storica da lei curato e dal titolo “Dai Falisci ai Borgia, un mondo da scoprire tra Arte e Imprenditoria”. A concludere l’evento è stato l’intervento sull’imprenditoria del XXI secolo del direttore generale del Centro Ceramica, Raffaella Cerica.

La manifestazione è poi proseguita per tutto il fine settimana con altre interessanti attività che hanno registrato anch’esse notevole gradimento. In particolare la mostra d’arte contemporanea di Jessica Pintaldi e Leonardo Cuccoli, “Tracciami” (visitabile fino al 29 maggio), allestita al Museo Marcantoni, con la performance dal titolo “La tua impronta nella mia” che ha coinvolto attivamente i visitatori, invitandoli a lasciare ciascuno la propria impronta sull’argilla fresca. Anche l’installazione fotografica dell’artista Leonarco Cuccoli ha rappresentato un’esperienza davvero originale. Infine, il workshop di Ceramica Astratta ha contribuito a promuovere l’arte contemporanea insieme alle visite guidate che hanno accompagnato i visitatori alla scoperta dei luoghi simbolo della ceramica e dei segreti del mestiere, tra museo Marcantoni, casa museo Giorgi nel centro storico, museo archeologico e botteghe artigiane.

Continua a leggere

Cronaca

Civita Castellana, usa la carta Postamat del reddito di cittadinanza per rifornire gli automobilisti al self service

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

58enne di Ronciglione denunciato per truffa

CIVITA CASTELLANA (VT) – Usa la carta Postamat dove riceve il reddito di cittadinanza per rifornire di carburante gli automobilisti al distributore self service. E’ accaduto a Civita Castellana in provincia di Viterbo dove i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, durante un servizio di controllo del territorio, hanno sorpreso un cinquantottenne, residente a Ronciglione, mentre utilizzava la propria carta postamat, dedicata esclusivamente alla ricezione del reddito di cittadinanza, per effettuare rifornimenti ad altri automobilisti, facendosi poi consegnare il corrispettivo del carburante introdotto in contante.

L’uomo è stato deferito a piede libero per truffa e la carta Postamat è stata posta sotto sequestro.

Continua a leggere

Cronaca

Tarquinia, la Pro Loco e l’Airc in piazza per l’Azalea della ricerca

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Le mattine del 7 maggio, al civico 19 di via Giuseppe Garibaldi, e dell’8 maggio, a piazza Cavour

TARQUINIA (VT) – L’Azalea della Ricerca colora Tarquinia. Le mattine del 7 e dell’8 maggio i volontari della Pro loco Tarquinia e della Fondazione Airc per la ricerca sul cancro saranno in piazza per distribuire le piante con una donazione di 15 euro.

“Il 7 maggio saremmo nella nostra sede al civico 19 di via Giuseppe Garibaldi, mentre l’8 maggio, per la festa della mamma, allestiremo la postazione in piazza Cavour, di fronte a palazzo Vitelleschi – fanno sapere dalla Pro loco Tarquinia -. Abbiamo accolto con piacere l’invito dell’Airc di partecipare alla campagna di solidarietà. Siamo certi che i cittadini tarquiniesi sapranno rispondere con grande generosità”.

In 38 anni di vita l’Azalea della Ricerca è diventata il simbolo della festa della mamma. Un fiore speciale da regalare a tutte le donne e un prezioso alleato per la salute al femminile che ha permesso nel tempo di raccogliere oltre 280 milioni di euro. Questi fondi hanno consentito ai migliori scienziati oncologici di lavorare senza interruzioni, nel tentativo di diagnosticare più precocemente tutte le forme di cancro e di curare con maggiore efficacia tutte le pazienti.

Continua a leggere

I più letti