Connect with us

Roma

Roma, Appio: preso rapinatore seriale

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Rapinava con coltello donne in strada o nei centri commerciali

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

 

Redazione


ROMA – Rapinava donne sole, che individuava in strada o all’interno di attività commerciali. Sempre lo stesso il modus operandi: l’uomo minacciava persone di sesso femminile con un grosso coltello, allontanandosi sempre a bordo della stessa auto.
Le indagini degli agenti della Polizia di Stato sono iniziate subito dopo il primo episodio avvenuto in un pomeriggio di fine ottobre in via Muzio Scevola.
Un uomo descritto come alto e di corporatura robusta, armato di coltello, con cappellino e volto travisato da una sciarpa, aveva minacciato la titolare di un negozio facendosi consegnare l’incasso.
Nel pomeriggio del 9 novembre, una seconda rapina presso una pizzeria di via Clelia. Anche in questo caso, la titolare era stata minacciata con un coltello.
In pochi giorni, si erano poi succedute numerose altre rapine, con vittime sempre donne sole individuate in strada, ed esattamente in via Ciro da Urbino il 28 novembre, il 30 novembre in via Eurialo, il 4 dicembre in via Cencelli, con la vittima che nel resistere allo scippo era caduta in terra, il 5 dicembre ancora in via Eurialo e nella stessa giornata in via Filarete.
L’ultimo episodio il 6 dicembre scorso, in via Nocera Umbra.
In questo ultimo caso, un uomo si era avvicinato alle spalle della vittima, e dopo aver tagliato la tracolla della borsa, se ne era impossessato e si era allontanato a bordo di un auto.
Un testimone era riuscito a memorizzare le prime lettere della targa del veicolo, e partendo proprio da tale elemento, incrociando le lettere della targa con il modello della macchina, i poliziotti hanno indirizzato le indagini nei confronti di C.M., un romano di 29 anni, noto alle forze di polizia.
Gli agenti del Commissariato Appio, diretto da Pamela De Giorgi, ricostruendo puntualmente i fatti, individuando il modus operandi e le fattezze del soggetto ed acquisendo i riconoscimenti delle vittime hanno così raccolto solide prove di responsabilità relativamente ad 8 rapine.
Sottoposte le risultanze alla Procura della Repubblica di Roma, il Pubblico Ministero incaricato delle indagini, acquisiti e vagliati prontamente gli atti, ha disposto di fermo del soggetto, eseguito dal personale del Commissariato PS Appio Nuovo. In sede di perquisizione è stato rivenuto altro materiale probatorio utile.
E’ arrivata proprio in queste ultime ore la convalida del Fermo da parte del G.I.P. con la conseguente e necessaria custodia cautelare in carcere.
Il puntuale lavoro del personale della Polizia di Stato e la pronta sinergia operativa con l’Autorità inquirente hanno così consentito di porre fine alla allarmante serie di ‘imprese’ criminali.
 

Cronaca

Fiumicino, in manette un 19enne trovato con 40 chili di droga in casa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

I Carabinieri delle Compagnie di Roma Ostia e Roma Cassia, unitamente a quelli del Nucleo Investigativo del Gruppo di Ostia, hanno arrestato un cittadino italiano di 19 anni, incensurato, gravemente indiziato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Nella circostanza, nell’ambito dei consueti e quotidiani servizi di controllo del territorio volti a prevenire e reprimere i reati in genere, i Carabinieri hanno notato il 19enne uscire dalla propria abitazione di via del Monti dell’Ara e avvicinarsi a un’autovettura in sosta a margine della carreggiata, con a bordo due persone che, alla vista dei Carabinieri, si è data alla fuga, mentre il giovane si è diretto velocemente verso casa.
Ragion per cui, insospettiti da tale atteggiamento, i Carabinieri hanno voluto vederci chiaro, raggiunto e bloccato il giovane e lo hanno sottoposto ad un controllo, trovandolo in possesso di due involucri contenenti 20 g di cocaina e circa 59 g di hashish.
La successiva perquisizione domiciliare ha permesso ai Carabinieri di rinvenire e sequestrare ulteriori 29 kg circa di hashish, quasi 11 kg di marijuana, 38 g di cocaina e tutto il materiale per il confezionamento e l’imballaggio dello stupefacente, nonché 485 euro in contanti, ritenuti provento della pregressa attività illecita.
Per questo motivo, il 19enne è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, al via la bonifica dei rovi in riva al lago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Al via la bonifica dei rovi in via Spiagge del lago, sulla passeggiata che affaccia sul lago di Castel Gandolfo. Verrà rimossa un’ampia superficie di rovi ricettacolo di montagne di quintali di rifiuti rimasti sotto la fitta vegetazione che da decenni ormai ha dovorato gran parte dell’arenile. Verrà creata una recinzione per permettere alle persone di poter camminare e passeggiare lungo il lago. Il progetto ha ottenuto il nulla osta dal Parco Regionale dei Castelli. Oggi sono iniziati i lavori di pulizia. Presenti il sindaco Alberto De Angelis, l’assessore con delega al lago Cristiano Bavaro, l’assessore alle Attività Produttive Tiziano Mariani, il commissario del Parco regionale dei Castelli Romani Ivan Boccali.

Verrà bonificato oltre un chilometro di spiaggia invasa dai rovi.

Il presidente Boccali si è complimentato con l’amministrazione. Il via libera concesso è un segnale di volontà di promuovere lo sviluppo del territorio e dall’altra di tutelare l’ecosistema e la biodiversità presente.

L’assessore con delega al lago ha sottolineato l’importanza del verbo “coniugare”, un giusto termine che esprime il connubio tra la volontà di tutelare il verde e l’esigenza di garantire sicurezza e pulizia

Per l’assessore Tiziano Mariani, questo intervento di pulizia e cura è necessario perché va ad incidere sul decoro. Non si vanno soltanto a bonificare sterparglie e rovi ma a restituire un luogo meraviglioso a turisti e visitatori.

Continua a leggere

Cronaca

Anzio, tentato omicidio: arrestato un 41enne con precedenti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura < 1 minuto

image_pdfimage_print

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Anzio hanno dato esecuzione a un’ordinanza, emessa dal Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica, che dispone la custodia cautelare in carcere per
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Anzio hanno arrestato un 41enne italiano, già noto alle forze dell’ordine, gravemente indiziato del reato di tentato omicidio. Nei giorni scorsi, l’uomo si era incontrato con un 58enne presso un bar lungo la via Nettunense per chiarire alcuni dissidi professionali nati tra i due, in quanto entrambi si occupano di autospurgo.
Evidentemente non hanno raggiunto alcun accordo e, dopo essere usciti nel parcheggio dell’attività, cominciavano ad aggredirsi vicendevolmente. All’improvviso, il più giovane è gravemente indiziato di aver estratto un coltello col quale feriva alla schiena l’altro uomo, immediatamente soccorso e trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale riuniti Anzio – Nettuno.
Inizialmente ricoverato in prognosi riservata, a seguito di un’operazione ai polmoni è stato scongiurato il pericolo di vita.
L’intervento dei Carabinieri sul posto, gli elementi raccolti dai testimoni e le informazioni in possesso dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Anzio hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’indagato, risultato irreperibile dopo ore di ricerche nei territori di Anzio e Aprilia. Per questo motivo, stante la gravità delle vicende e i gravi indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri, la Procura della Repubblica ha richiesto ed ottenuto la citata misura cautelare nei confronti dell’indagato che è stato arrestato e accompagnato presso il carcere di Velletri.



Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti