Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, piano sociale di zona. Sinistra in Comune interroga il Sindaco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

“La Regione afferma che ci sono 1,5 mln di euro non spesi negli anni precedenti”

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – La pandemia che stiamo vivendo per via del Covid19 ha accentuato notevolmente il disagio sociale, ha ampliato la diffusione della povertà, soprattutto tra le donne e i precari, ha isolato molte persone e famiglie più vulnerabili, molti minori e giovani con le loro famiglie hanno avuto notevoli difficoltà ad affrontare il tortuoso percorso scolastico. Non vi sono dati certi ma numerosi segnali indicano una crescente sofferenza.

“E’ quindi importantissimo – dichiarano da Sinistra in Comune ad Anguillara Sabazia – che il prossimo piano sociale di zona venga definito e costruito in modo da spendere al meglio le risorse pubbliche. Risorse che ci sono ma che, attenendoci a quanto stabilito dagli atti regionali, vengono gestite in modo inadeguato.

La delibera regionale di dicembre 2020 n. 940, difatti, ha preso atto della presenza di oltre 1,5 milioni di euro di risorse libere per il distretto socio-sanitario di Bracciano, non spese negli anni precedenti. 

E’ una situazione che assume connotati allarmanti, anche a fronte dei crescenti bisogni sociali che il contrasto al Covid19 ha generato. Non è assolutamente accettabile che i comuni del distretto risultino incapaci di spendere tutte le risorse assegnate per far fronte ai bisogni sociali.

Ad oggi non è dato sapere se e come il distretto abbia provveduto ad utilizzare “una quota fino al 60% delle risorse per potenziare in via prioritaria, laddove si renda necessario, i livelli essenziali delle prestazioni”, come stabilito dalla suddetta delibera regionale.

Così come non è dato sapere cosa prevede il nuovo Piano sociale di zona triennale, che dovrebbe essere presentato entro il 31 Maggio ed essere redatto in coprogettazione con le associazioni del Terzo Settore del territorio e soprattutto con gli utenti, come stabilito da linee guida del 06/08/2020. 

Il Piano dovrebbe inoltre adottare “Il nuovo modello di programmazione sociale che presuppone la rilevazione, l’analisi e la valutazione dei bisogni e dell’offerta dei servizi, presenti nell’ambito territoriale di riferimento …”. Ma della coprogettazione e della rilevazione dei bisogni – ad oggi – non vi è traccia.

E’ per questi motivi – concludono da Sinistra in Comune ad Anguillara Sabazia – che Sinistra in comune ha presentato una interrogazione al Sindaco di Anguillara:

  • Per sapere se e come le risorse liberate sono state impegnate per le diverse misure dei servizi sociali, e di come si intende far sì che nel futuro non vi siano spese sociali non spese, cosa tanto più grave quanto più è pressante il bisogno sociale sul territorio (bisogno aumentato dalla pandemia);
  • Per sapere a che punto è la redazione della bozza del nuovo piano sociale di zona presso l’Ufficio di Piano, quando sarà presentato per la discussione e con quale procedimento, per consentire la partecipazione attiva di tutto il Consiglio comunale e degli attori sociali come stabilito dalla D.G.R. 584 del 06/08/2020;
  • Di poter avere una relazione dall’ufficio servizi sociali del Comune di Anguillara sullo stato attuale dei bisogni e dei servizi erogati;
  • Di sapere se è intenzione dell’Amministrazione procedere alla creazione di una commissione di studio sui servizi sociali per la realizzazione di una rilevazione partecipata dei bisogni e diritti sociali del territorio in modo da capire quali servizi sociali aprire e rafforzare.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Manziana, arrivano le stazioni di ricarica per auto elettriche: il pieno di energia in un’ora e trenta

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

MANZIANA (RM) – Sono partiti i lavori di installazione di due colonnine di ricarica elettrica, con doppia presa di ricarica, che saranno ubicate rispettivamente in Via degli Scaloni, a Manziana ed in piazza Sciarra, a Quadroni. I lavori, a costo zero per le casse comunali, permetteranno a chi è in possesso di veicoli elettrici di utilizzare le stazioni di ricarica: sarà sufficiente registrarsi sull’App “BeCharge”, scaricabile gratuitamente dagli AppStore Google Play e Apple App Store.

I due punti di ricarica, per un totale di quattro prese di ricarica, si inseriscono nella rete di distribuzione Be Charge che conta già in tutta Italia 4.000 punti di ricarica che, tra non molto, diventeranno 8.000.

“Manziana con questo progetto fa un piccolo passo nel futuro prossimo – dichiara il Sindaco Bruni – Negli ultimi tempi abbiamo avviato e realizzato una serie di interventi che vanno tutti in una direzione ben precisa: quella della sostenibilità. Queste colonnine rappresentano un simbolo ed anche un augurio: purtroppo ancora oggi è difficile per una pubblica amministrazione riuscire a sostenere per intero i costi di tecnologie e progetti sostenibili ma, anche per un Comune di circa 8.000 abitanti, si stanno aprendo nuovi orizzanti e possibilità che è necessario cogliere con prontezza.”

Le colonnine che saranno installate potranno erogare 22 kw in un’ora e, quindi, in circa un’ora e trenta un’auto riuscirà a fare il pieno.

“I punti che abbiamo scelto per la loro installazione non sono casuali: lasciare la macchina in ricarica all’ingresso del bosco di Macchia Grande o nel centro di Quadroni, fare una passeggiata o acquisti in uno dei nostri negozi o magari fermarsi in uno dei nostri ristoranti e poi tornare a prenderla è un lusso che non in tutte le Città è possibile avere. Una possibilità in più per avvicinare turisti e curiosi al nostro territorio.”

Continua a leggere

Metropoli

Fiano Romano, Simona Bossi si candida con “Alternativa di Popolo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

FIANO ROMANO (RM) – Simona Bossi guiderà la lista civica “Alternativa di Popolo” come candidato Sindaco alle prossime amministrative a Fiano Romano. Dopo il commissariamento del circolo di Fiano Romano subito da Fratelli d’Italia lo scorso 27 aprile, il gruppo, di cui Simona Bossi è stata leader per cinque anni, ha aderito in blocco al movimento “Alternativa di Popolo”.

“Alternativa di Popolo” è un movimento a carattere nazionale e di forte estrazione territoriale e locale, che promuove giustizia sociale e partecipazione attiva alle dinamiche produttive ed economiche (tematiche molto sentite dal gruppo di Fiano Romano e che spiccano nel suo programma elettorale), la rigenerazione dei valori etici e morali, il rispetto delle differenze e delle libertà individuali, la supremazia della politica sugli interessi economico-finanziari, la parità di genere nella partecipazione politica.

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara Sabazia, cava al Quartaccio ed ex Miri Pennacchi: il consigliere Manciuria interroga il Sindaco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Il Consigliere comunale Sergio Manciuria ha presentato una interrogazione al Sindaco in merito la revoca alla cava di inerti nazionali in località Quartaccio e sull’ex Miri Pennacchi che oggi è una buca a cielo aperto pronta in casi emergenziali a diventare una discarica in quanto scaduta la polizza fideiussoria non è stata risanata (ricoperta e sistemata) secondo le norme ambientali …

Cliccare qui per leggere l’interrogazione

Continua a leggere

I più letti