Connect with us

Redazione Lazio

Ardea, capitale della grande arte italiana: la video intervista al sindaco Luca di Fiori

Clicca e condividi l'articolo

[VIDEO] Presentata la mostra a Castel S.Angelo e al Museo di Ardea: "Manzù. Dialoghi sulla spiritualità, con Lucio Fontana"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

 

di Simonetta D'Onofrio

 

ARDEA (RM) – Un traguardo importante per il sindaco di Ardea, Luca Di Fiori e per la cultura italiana, con l'inaugurazione della mostra “Manzù. Dialoghi sulla spiritualità, con Lucio Fontana”, un'esposizione che coinvolge contemporaneamente Castel Sant'Angelo a Roma e il Museo Manzù di Ardea. Anche nella video intervista rilasciata in esclusiva al nostro giornale, il sindaco Di Fiori ribadisce come la mostra rappresenti un passaggio fondamentale per la valorizzazione del territorio, anche come leva per il rilancio culturale dell'intera comunità del litorale romano:  “E' un evento che porta Ardea alla ribalta delle cronache nazionali e internazionali per un suo illustre concittadino, Giacomo Manzù. E oggi Ardea è la capitale della grande arte italiana”. 

 

La mostra inaugurata mercoledì 7 dicembre, sarà visibile fino al prossimo 5 marzo e vede 80 opere tra disegni e sculture che mettono in dialogo i due artisti, riportando alla luce una linea essenziale dell'arte  italiana e non solo, tra gli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento. Edith Gabrielli, direttore del Polo museale del Lazio ha detto: “Alla base vi è il desiderio di proporre al pubblico, ai pubblici dell'arte e, almeno in questo caso, della spiritualità, percorsi nuovi e per certi aspetti addirittura imprevisti. 

 

Ma non si tratta solo di questo. Concepire la mostra in due sedi di pari livello significa andar oltre, superare il tradizionale rapporto di sudditanza, o se si vuole di centro-periferia, che normalmente Roma con la sua obiettiva grandezza detta, impone alla provincia e all'intero Lazio. Fa piacere che tutto questo avvenga nel segno di un progetto di indiscutibile valore scientifico e culturale. In questo periodo è più facile mettere al lavoro, l'uno di fianco all'altro, vari soggetti. Alla base vi è l'idea fondante del Polo museale, che è quella di “fare rete” per davvero, non in teoria. Ovvero di realizzare un'idea di tutela e valorizzazione integrale”. 

 

L'esposizione è organizzata dal Polo museale del Lazio con il patrocinio del Pontificio consiglio della cultura e in collaborazione con il Comune di Ardea e la Fondazione Giacomo Manzù (a Castel Sant'Angelo erano presenti la moglie Inge, i figli Giulia e Mileto). Hanno inoltre collaborato il Dipartimento di Architettura e Progetto dell'Università Sapienza e lo Csac, il Centro studi e Archivio della Comunicazione di Parma. La cura scientifica della mostra è di Barbara Cinelli (Università Roma Tre) con Davide Colombo (Università di Parma). Gli altri componenti del comitato scientifico sono Penelope Curtis (Fondazione Calouste Gulbenkian Lisbona), Maria Giuseppina Di Monte (direttrice del Museo Giacomo Manzù di Ardea), Flavio Fergonzi (Scuola Normale Superiore di Pisa), Micol Forti (curatore delle Collezioni d'Arte moderna e contemporanea dei Musei Vaticani) e Daniele Menozzi (Scuola Normale Superiore di Pisa).

Metropoli

Roma, trovata refurtiva in oro: si cercano i proprietari

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Chi li dovesse riconoscere come propri potrà contattare i Carabinieri di San Vittorino Romano per dimostrare la titolarità e tornarne in possesso

SAN VITTORINO (RM) – I Carabinieri della Stazione di Roma San Vittorino, durante uno dei giornalieri controlli sulle località della periferia romana in cui operano, finalizzati alla prevenzione dei furti in abitazione, hanno sequestrato a tre minori di etnia rom, alcuni oggetti in oro, probabilmente “bottino” di un precedente furto.

I militari, insospettiti della presenza dei tre ragazzi nelle vicinanze di alcune villette in località Corcolle, hanno deciso di eseguire un controllo più approfondito che ha permesso di rinvenire nella disponibilità dei tre minori una ingente somma di denaro e quattro gioielli di notevole valore. Ovviamente, i minori non hanno fornito valide spiegazioni sul possesso di tali beni e neanche i genitori, successivamente chiamati dai Carabinieri.

Pertanto, il denaro, i tre anelli e la coppia di orecchini in oro, sono stati sequestrati e, contestualmente, sono state avviate le indagini per risalire ai legittimi proprietari, molto probabilmente vittime di furto in appartamento. Tuttavia, da una prima analisi delle denunce pervenute presso la Compagnia Carabinieri di Tivoli, non sono emersi elementi che possano ricondurre ai proprietari dei gioielli.

Pertanto, dietro autorizzazione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni, gli oggetti sono stati fotografati e catalogati nella pagina “oggetti rinvenuti”, consultabile sul sito www.carabinieri.it.

Chi li dovesse riconoscere come propri potrà contattare i Carabinieri di San Vittorino Romano per dimostrare la titolarità e tornarne in possesso.

Continua a leggere

Castelli Romani

Velletri, “Tutti giù in cantina”, torna il Festival della Cultura del Vino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Banchi d’assaggio e spettacoli dall’1 al 3 ottobre

VELLETRI (RM) – Appuntamento a Velletri nella sede CREA Viticoltura Enologia di via Cantina Sperimentale per una tre giorni all’insegna delle eccellenze enogastronomiche di tutta Italia. Banchi d’assaggio gestiti dai sommelier della Fisar Roma e Castelli Romani, spazio food, tavole rotonde e spettacoli musicali riempiranno il programma dalle 17 alle 24

Edizione speciale quella in programma il fine settimana dall’1 al 3 ottobre di “Tutti giù in Cantina”, il Festival della Cultura del Vino di Velletri organizzato come sempre dall’associazione Idee in Fermento e dal CREA, quest’anno in collaborazione con la Regione Lazio.

La “Autumn Edition” si svolgerà ancora nella storica sede dell’istituto di ricerca in via Cantina Sperimentale con il consueto mix di eventi ad accesso libero dedicati alla cultura del vino, agli spettacoli, all’editoria e all’artigianato (e DJ set il sabato sera), affiancati da banchi di degustazione con i migliori vini d’Italia dei quali si potrà fruire con la tracollina e il bicchiere forniti sul posto dietro acquisto di un ticket.

Tre pomeriggi, dalle 17 alle 24 (fino alle 23 la domenica), in compagnia di attori e autori di calibro nazionale, e il supporto dei sommelier della Fisar Roma e Castelli Romani per quanto riguarda le degustazioni dei vini selezionati. Presente anche una area food attrezzata per intervallare i momenti culturali e di degustazione con un adeguato supporto gastronomico. Si torna dunque a fare eventi, sperando di “lanciare” una nuova stagione di partecipazione cittadina, pur nel pieno rispetto delle normative e quindi con l’obbligo di esibire il green pass all’ingresso della struttura. Non c’è bisogno di prenotare, per tutte le informazioni aggiuntive si possono consultare il sito degli organizzatori, www.ideeinfermento.it, e i relativi canali Social. L’ingresso e la fruizione di tutta l’offerta culturale (mostre, convegni, tavole rotonde) sono assolutamente gratuiti.

IL PROGRAMMA

VENERDÌ 1° OTTOBRE

17.00 Apertura ufficiale manifestazione in presenza delle Autorità. Apertura banchi di assaggio, mostra fotografica “Le grotte del vino”, a cura di Riccardo Salvatelli.

17.30 “I grandi vini del Lazio”. Degustazione guidata di alcune delle eccellenze enologiche laziali.

18.30 Storie di una città che non si arrese. Conferenza stampa di presentazione del progetto dell’Associazione culturale Memoria ‘900.

19.15 Vini di luce. Degustazione verticale di Gewurztraminer dell’azienda Kurtatsck dell’Alto Adige.

20.00 Dialoghi con Trilussa. Spettacolo teatrale Teatro Potlach con Daniela Regnoli, regia Pino di Buduo.

21.45 BRIZA Live Concert. Madalena, Stefano Nencha, Alessandro Marzi, Stefano Nunzi.

22.30 Vino lento. Degustazione guidata vini e sigari. In collaborazione con MOSI Moderno Opificio del Sigaro italiano.

SABATO 2 OTTOBRE

17.00 Apertura manifestazione.

17.15 La riscoperta dei vitigni minori e la tutela della biodiversità viticola. A cura del CREA Viticoltura Enologia

18.30 Vino e giovani. Tavola rotonda su consumo di vino e millennials.

19.15 I grandi spumanti di montagna di Spagnolli. Degustazione verticale dei grandi blanc de noir dell’Az. Spagnolli.

20.00 (Quale) Inferno Instrumental. Spettacolo teatrale di e con Marica Mastromarino. Violoncello Davide Maria Viola. Assistenza di Elisa Buttà.

21.00 Vini di sole. Focus sul Grillo. Con Lorenza Scianna, enologa, Az. Fondo Antico.

22.00 DJ Set con DJ Fabio D, voice Adriano Rossi

DOMENICA 3 OTTOBRE

17.00 Apertura manifestazione.

17.15 Le viti raccontano. Visita guidata nei vigneti sperimentali a cura di ARSIAL.

17.30 Spazio Enoletterario. Maria Carla Cravero e Mario Ubigli, autori di “Analisi sensoriale e degustazione del vino. Descrittori e metafore”, modera Francesco D’Agostino, direttore Cucina & Vini.

18.00 Mi garba il Chianti!! Degustazione guidata dei grandi Chianti delle Tenute Folonari.

18.30 I consumi del vino durante il Covid. Focus sul consumo dell’alcol durante la pandemia.

19.30 Un bicchiere al giorno toglie il medico di torno! Evidenze scientifiche e false convinzioni sul consumo di vino a tavola. Paolo Peira, vicepresidente Assoenologi Lazio-Umbria con la partecipazione dell’AVIS Velletri.

23.00 chiusura manifestazione

Continua a leggere

Cronaca

Rieti, la “nonna dei Carabinieri” spegne 101 candeline

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

“Alla signora Genoveffa i migliori Auguri da parte di tutta l’Arma dei Carabinieri.”

RIETI – I Carabinieri della Compagnia di Rieti e quelli dell’Associazione Nazionale Carabinieri, nella mattinata di sabato, hanno voluto festeggiare il 101esimo compleanno della sig.ra Genoveffa D’Amico.

La signora, vedova dell’Appuntato Scelto Mario Nitrola, congedatosi nel 1955, quando prestava servizio alla Stazione Carabinieri di Casoli (CH), è da lunghissimo tempo Socia Benemerita dell’Associazione Nazionale Carabinieri e ne ha sempre vissuto con partecipazione e passione la vita sociale.

A renderle i propri sentiti auguri, nel pieno rispetto delle restrizioni imposte per la normativa covid-19, sono stati il Comandante della Compagnia di Rieti, Magg. Piscitelli, il Comandante della Stazione di Rieti, Lgt. D’Ippolito, il Coordinatore Provinciale dell’A.N.C. di Rieti, Magg. Argiolas ed il Brig. Ca. in congedo Amoroso, in rappresentanza di tutta l’Arma in servizio e dell’Associazione, che si son o uniti all’affetto di figli e nipoti.

Alla signora i militari hanno fatto dono di una raffigurazione in argento della Virgo Fidelis, Patrona dell’Arma dei Carabinieri, ed una torta da condividere con le persone care. “Alla signora Genoveffa i migliori auguri da parte di tutta l’Arma dei Carabinieri.”

Continua a leggere

I più letti