BASSANO ROMANO: LA PROVINCIA DI VITERBO DIFFIDA IL SINDACO SULL'EX DISCARICA PRATO CECCO

di Luca Pagni

Bassano Romano (VT) – La Provincia di Viterbo con ordinanza n. 44/2013, riguardante una Ex Discarica in loc. Prato Cecco a Bassano Romano in provincia di Viterbo, situata su terreni della locale Università Agraria e dunque gravati da Usi Civici, diffida la Sig.ra Angela Bettucci – Sindaco pro-tempore del Comune di Bassano Romano in qualità di responsabile della contaminazione: di provvedere, ai sensi di Legge ad adottare i necessari interventi di messa in sicurezza, di bonifica e ripristino ambientale della ex discarica comunale sita in loc. Prato Cecco nel Comune di Bassano Romano; di redigere e presentare alle Autorità competenti, entro trenta giorni dalla notifica della diffida, il piano di caratterizzazione dei terreni in questione, dove si possono vedere greggi di pecore al pascolo, che passano con potenziale grave pericolo di vita e di salute, sotto la centralina elettrica che alimenta un impianto fotovoltaico e sopra il terreno che copre i rifiuti della ex discarica di 7000 mq, oggettnm di un sopralluogo dell'ARPA Viterbo il 21.11.2013.

Suddetti interventi dovranno essere svolti secondo le specifiche riportate nella D.G.R. 451 del 01.07.08.

La cosa che più colpisce di questa ordinanza è la premessa in cui si evidenzia che il Corpo Forestale dello Stato – Comando Stazione di Oriolo Romano con nota acquisita al prot. 47880 del 29.06.09, ha comunicato alla Provincia di Viterbo che su una superficie di circa 7000 metri quadrati (fg.10 part.lla 141) loc. Prato Cecco nel Comune di Bassano Romano erano riaffiorati in superficie rifiuti di vario genere, ipotizzando quindi una ex discarica comunale mai bonificata.

"Premesso che la Provincia di Viterbo con nota prot. 52312 del 21.07.09 ha chiesto al Sindaco del Comune di Bassano Romano di avere notizie in merito ai sensi dell’art. 244 del D.Lgs.152/06 con ss.mm.ii. Premesso che il Comune di Bassano Romano non ha, alla data odierna dato riscontro alla suddetta nota."

Partecipando agli ultimi consigli comunali abbiamo assistito a rimpalli di responsabilità su chi dovesse bonificare a proprie spese la ex discarica che era gestita dal Comune su terre dell'Università Agraria di Bassano Romano.

L'Osservatore d'Italia è disponibile a ricevere, studiare e pubblicare, le memorie difensive che perverranno dal Comune di Bassano Romano.

 

LEGGI ANCHE:

22/11/2013 BASSANO ROMANO, RIFIUTI PERICOLOSI: NESSUNO STOP DEL TAR LAZIO AL PROGETTO DELLA TUSCIA PREFABBRICATI
18/11/2013 BASSANO ROMANO, RIFIUTI PERICOLOSI: STOP O V.I.A. AL CEMENTIFICIO CON UTILIZZO DI RIFIUTI?

04/07/2013 BASSANO ROMANO, SCORIE INCENERITORI NEI MATTONI DI CASA NOSTRA?

 27/06/2013 BASSANO ROMANO, RIFIUTI PERICOLOSI: PRIMA UDIENZA DEI RICORSI AL TAR

 31/05/2013 BASSANO ROMANO, IL CONSIGLIO COMUNALE ESPRIME PARERE CONTRARIO ALLA COSTRUZIONE DELL’IMPIANTO DI RECUPERO DI RIFIUTI NON PERICOLOSI

 27/05/2013 BASSANO ROMANO, ALLARME AMBIENTE: IN ATTESA DELLA DIRETTA RAI…

 25/05/2013 BASSANO ROMANO, RIFIUTI PERICOLOSI: TUSCIA PREFABBRICATI HA FORTI RADICI SUL TERRITORIO?

 17/05/2013 BASSANO ROMANO, COSTRUZIONI CON RIFIUTI PERICOLOSI: GIOCO DI CODICI TRA PROVINCIA E REGIONE?

 16/05/2013 VITERBO, OGGI C'E' MATERIA DI DISCUSSIONE PER L'ASSESSORE REFRIGERI: TRA MAFIA, FABBRICATI COSTRUITI CON RIFIUTI PERICOLOSI E BOMBE ECOLOGICHE

 01/05/2013 BASSANO ROMANO, OBIETTIVO RIFIUTI ZERO. CENERI PESANTI E SCORIE, CONTENENTI SOSTANZE PERICOLOSE.

 30/04/2013 BASSANO ROMANO, SUL CEMENTIFICIO ”INCENERITORE” IL COMUNE INTERROGA LA REGIONE E LA PROVINCIA DI VITERBO

 26/04/2013 BASSANO ROMANO, SI CONVIVE CON IL PERICOLO DI SCORIE E SOSTANZE PERICOLOSE