1

Bracciano, dopo 20 anni è svolta nel settore urbanistico: raggiunto accordo tra Comune e Regione Lazio

BRACCIANO (RM) – Svolta concreta nel settore urbanistico a Bracciano: l’Amministrazione di Armando Tondinelli ha finalmente raggiunto l’accordo con la Regione Lazio per avviare una nuova e definitiva procedura per la progettazione di un Piano di attuazione omogeneo ed inclusivo del comparto San Celso che, come ben noto, nel corso degli anni è stato protagonista della fioritura disordinata e frammentata di una serie di piani di lottizzazione di iniziativa privata. 

Il problema?

Mancava una regia che coordinasse progetti e attuazione dei piani e che permettesse uno sviluppo urbanistico dell’edilizia che fosse adeguato al territorio di Bracciano. Non dimentichiamo che già nel lontano 1998 la Regione Lazio evidenziava la necessità che il comparto San Celso fosse oggetto di una programmazione urbanistica controllata e funzionale.

Svolta dopo 20 anni di atti, vicissitudini, bagarre politiche e battaglie legali

Si tratta di una grande notizia che cancella definitivamente oltre 20 anni
di atti, vicissitudini, bagarre politiche e battaglie legali: “La soluzione –
ha detto l’Assessore all’Urbanistica Luca Testini – vede come ultimo
atto l’annullamento della Deliberazione di Giunta Comunale n. 115/2017 e
relativi atti conseguenti e connessi perché è da considerarsi totalmente
superata alla luce dell’accordo con la Regione che abbiamo appena raggiunto.
Con quella delibera avevamo espresso l’intenzione di riattivare la procedura
concordata  per il completamento delle opere di urbanizzazione della
lottizzazione “La Lobbra”. Successivamente grazie ad una attenta ricognizione
urbanistico – edilizia e successiva relazione abbiamo preso atto di una serie
di criticità riscontrate nel comparto San Celso di cui “La Lobbra” fa parte.
Consapevoli dunque di dover superare una visione frammentaria dei piani di
lottizzazione attuati ci siamo messi con tenacia e volontà di risolvere intorno
a un tavolo con la Regione Lazio fino a raggiungere una intesa su un piano di
attuazione che ci consentirà adesso di intervenire complessivamente in un
ambito territoriale ed urbanistico più ampio. Un accordo che grazie alle linee
guida concertate insieme ci permette finalmente di camminare di pari passo con
la Regione nella risoluzione dei problemi.  Superare significa azzerare e
ricominciare ed è per questo che per mettere ordine definitivamente ai piani di
lottizzazione abbiamo prima dialogato con l’Ente sovracomunale e poi provveduto
ad annullare la vecchia delibera comunale”.

Soddisfatto il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli

“Ancora la politica del fare è al centro dell’attività dell’amministrazione – ha detto il primo cittadino – siamo riusciti a chiudere ciò che per troppo tempo ha generato polemiche, problemi e costi. Ora si scrive un’altra nuova pagina per Bracciano, una città che merita attenzione, una programmazione urbanistica ordinata e compatta e nel rispetto del territorio. Questo fondamentale accordo raggiunto ci ha permesso di capire come risolvere e quindi superare tutte le criticità”.