Connect with us

Roma

CERVETERI – LADISPOLI, SOLIDARIETA': LOTTA ALLA POVERTA' ALIMENTARE

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Nel territorio dei due Comuni le Amministrazioni Locali e l’ associazionismo operano in stretta sinergia impegnandosi all'unisono per raggiungere risultati concreti.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione
 
Cerveteri – Ladispoli (RM)
– Cerveteri e Ladispoli sono due comunità legate e vicine, e non solo geograficamente. Nel territorio dei due Comuni le Amministrazioni Locali e l’ associazionismo operano in stretta sinergia impegnandosi all'unisono per raggiungere risultati concreti.
 
“Il mondo della solidarietà – scrivono congiuntamente  i responsabili delle associazioni  Humanitas  (Ida Rossi), Centro Solidarietà Cerveteri  (Maria Giovanna Casertano) eCroce Rossa Italiana –  Comitato Locale di S.Severa-S.Marinella (Fabio Napolitano) – è un mondo vissuto in prima linea, dove chi vi opera è perennemente in trincea. Sono lotte, come quella contro la povertà alimentare, che si fondano sul sacrificio e sulla passione dei volontari, e sulla generosità e la sensibilità di chi dona. Per questo nella Solidarietà ancora più che in altri ambiti, l'unione può fare la forza e la collaborazione fa la differenza. Una collaborazione che, unita all'attenzione delle Istituzioni locali sta rappresentando la concretizzazione di nuove opportunità”.
 
Lo scorso 31 dicembre, grazie al silenzioso ed operoso lavoro di tanti volontari, sono arrivate a Cerveteri e a Ladispoli le derrate alimentari da distribuire alle famiglie più in difficoltà.
“Grazie alle Amministrazioni comunali di Cerveteri e di Ladispoli – spiegano Humanitas, Centro Solidarietà Cerveteri e CRI – è stato inserito nel Piano di Zona per le Politiche Sociali il nostro progetto dedicato alle azioni di lotta alla povertà alimentare. La Regione Lazio, dimostrando molta sensibilità, ha finanziato il Piano destinando ben dieci mila euro complessivi ai due Comuni per l'acquisto di prodotti alimentari e di prima necessità da distribuire alle famiglie residenti per mezzo degli Uffici dei Servizi Sociali.
A questo punto le associazioni di concerto hanno elaborato l’elenco degli alimenti e dei beni di prima necessità da destinare ai cittadini del territorio che la Croce Rossa Italianaha provveduto ad acquistare e stoccare presso il proprio magazzino. Le operazioni di carico e scarico degli alimenti, avvenute in un freddissimo 31 dicembre, hanno visto attivamente coinvolti anche la Protezione Civile di Cerveteri e dell'AS.SO.VO.CE. che ringraziamo di cuore”.
 
“Grazie a questo importantissimo progetto ed anche alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, il piano di contrasto alla povertà a favore delle famiglie di Cerveteri e Ladispoli ha avuto un significativo slancio consentendo di poter predisporre un piano di aiuti dove non mancheranno pasta, pomodoro, olio, caffè, biscotti ma anche pannolini, omogeneizzati e latte per l'infanzia ed altro destinati alle famiglie seguite dai competenti uffici comunali”.
 
“E' per noi doveroso ringraziare tutti coloro hanno collaborato a questo risultato. Innanzitutto le Amministrazioni comunali nelle persone degli Assessori Francesca Cennerilli e Roberto Ussia, l'ex responsabile dell'Ufficio di Piano di Zona per le Politiche sociali, Mara Caporale, il Delegato alle iniziative di solidarietà del Comune di Cerveteri, Riccardo Bartolucci, e tutto il personale degli Uffici dei servizi sociali di Cerveteri e Ladispoli. L'interessamento delle Istituzioni locali al tema della povertà è importante. Quest'anno  anche  l'EXPO di Milano è dedicata alla lotta  contro lo spreco alimentare, segno  che c'è finalmente un cambiamento culturale in atto. Ringraziamo  soprattutto, tutti i cittadini che  con la loro sensibilità partecipano   alle collette alimentari, dimostrando sempre  una grande generosità”.

 

Castelli Romani

Velletri, abbattimento alberi. Andolfi (Europa Verde): “Cascella&Co su transizione e verde pubblico, poche idee e ben confuse”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo da Massimo Andolfi (Europa Verde)
 
“Il nostro Sindaco, sempre prodigo a fornire dettagli sulle ordinanze securitarie, come quella che ha limitato il consumo di alcolici, si è guardato bene di informare l’opinione pubblica circa l’ordinanza n° 14 del 16/02/2024, in base alla quale sembra sia stato avviato un robusto programma di abbattimento di alberature su spazi pubblici. Diciamo “sembra”, perché on-line, l’ordinanza non è pubblicata e in via informale, sui canali social si rimanda a generiche procedure di accesso agli atti. Non ci interessa l’approccio leguleio, ma i fatti. I fatti ci dicono che, numerose piante già sono state abbattute, altre lo saranno a breve. La giustificazione, alla base di questi provvedimenti, per affermazione di alcuni esponenti della maggioranza, trova fondamento nelle perizie di tecnici abilitati, sulla base di valutazioni visive. Ecco, i due olmi di Via delle Mura, di cui abbiamo documentato l’abbattimento, a vista non sembrano più pericolosi, per la pubblica incolumità, delle condizioni di molti marciapiedi in giro per la città, pieni di buche, avvallamenti, tombini cedevoli e altro ancora. Nessuno fa menzione di rilievi strumentali, più adatti a definire la classe di rischio cedimento e tutto sembra deciso con osservazioni visive, probabilmente decontestualizzate a seconda dell’essenza arborea considerata e sul piano tecnico di dubbia affidabilità. Ma questi sono dettagli. Il punto vero è che questa amministrazione nella gestione di una infrastruttura strategica com’è il verde pubblico, nell’area urbana, strade, parchi, scuole, parcheggi aree private ad uso pubblico ecc, non manifesta alcuna idea e parte con abbattimenti discutibili senza per contro mettere in campo adeguate misure compensative come la programmazione di nuove piantumazioni nel medio e lungo periodo. Il contrasto agli effetti negativi dell’innegabile cambiamento climatico in atto, parte anche da queste misure destinate a produrre effetti futuri, ma che debbono essere assunte ora. Non siamo sorpresi di fronte a questo approccio, ma è chiaro che la nostra Città non può permetterselo. All’indomani dell’insediamento della Giunta Cascella ci fu un primo contatto con l’Assessora Neri, ma è stata fin da subito chiara una certa e mal celata insofferenza sull’argomento; oggi ne abbiamo la conferma. E’ ora di riformulare il Piano del Verde che coinvolge il patrimonio pubblico e anche privato, centrato soprattutto sull’area urbana. Non abbiamo difficoltà a definire le reti di acqua, gas, elettricità, traffico dati, come delle infrastrutture strategiche per il futuro, lo è anche il Patrimonio arboreo, la sua gestione ed espansione almeno per i prossimi venti anni. Quand’è che cominciamo sul serio e la smettiamo di improvvisare? Per il momento solo abbattimenti senza prospettiva.
 
Europa Verde Velletri”
 
 
 
 
 
Privo di virus.www.avast.com

Continua a leggere

Litorale

Ardea, picchia e maltratta la madre anziana: arrestato

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print


ARDEA (RM) – I Carabinieri della Stazione di Marina di Tor San Lorenzo hanno dato esecuzione a un’ordinanza, emessa dal Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica, che dispone la custodia cautelare in carcere per un 40enne italiano, già noto alle forze dell’ordine, gravemente indiziato del reato di maltrattamenti in famiglia.
La vittima, una donna 70enne, aveva denunciato ai Carabinieri una serie di comportamenti vessatori subiti da parte del figlio, che convive con lei a seguito della separazione con la moglie. A seguito di un episodio di violenza è stata anche trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Pomezia, da cui veniva dimessa con dieci giorni di prognosi.
Per questo motivo, stante la gravità delle vicende e i gravi indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri, la Procura della Repubblica ha richiesto ed ottenuto la citata misura cautelare nei confronti dell’indagato che è stato arrestato e condotto presso il carcere di Velletri.

Continua a leggere

Castelli Romani

Ariccia: sabato 9 marzo open day screening oncologici

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Appuntamento con la Prevenzione della Asl Roma 6 che effettua screening oncologici il prossimo sabato 9 marzo ad Ariccia. Gli screening verranno effettuati in piazzale Aldo Moro dalle ore 9 alle ore 17. Si potranno eseguire senza appuntamento e senza prescrizione medica:

Screening oncologico della cervice uterina (gratuito per le donne dai 25 ai 64 anni)

Screening oncologico del colon retto (gratuito per donne e uomini 50-74 anni)

Screening oncologico della mammella (gratuito per donne dai 50 ai 74 anni)

Gli screening sono riservati a tutti i residenti nel territorio della Asl Roma 6!

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti