Connect with us

Metropoli

Cerveteri, il Campione Italiano di Enduro Damiano Incaini orgoglio della Protezione Civile

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci si complimenta con il Campione Italiano e con il Gruppo Comunale coordinato da Renato Bisegni

C’era anche Cerveteri nella prestigiosa location di Villa Foscarini – Cornaro, una delle ville venete più antiche ed affascinanti, dove si è svolta la cerimonia di premiazione dei Campioni Italiani di Enduro. A rappresentare la città Etrusca, Damiano Incaini, Campione d’Italia di Enduro Major nella classe Master 450 e Volontario del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Cerveteri.

In occasione della cerimonia di premiazione, a complimentarsi con Incaini, tre figure autorevoli della Federazione Nazionale Motociclista e dell’Arma dei Carabinieri: Tony Mory, Coordinatore del Dipartimento per le Politiche Istituzionali, sociali e Attività di Protezione Civile per FMI, Giovanni Copioli, Presidente della Federazione Nazionale Motociclista e il Generale Claudio D’Amici, del Corpo dei Carabinieri Forestali.

“Damiano Incaini, oltre ad essere un’eccellenza in campo sportivo è un punto di riferimento per il nostro Gruppo Comunale di Protezione Civile – ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – sempre disponibile e attento, si rivela fondamentale in tante occasioni che vede coinvolta la nostra Protezione Civile, in particolar modo in occasione delle emergenze dettate dal maltempo. Ma la figura dell’endurista in questi anni si è contraddistinta a livello nazionale per lo straordinario ed immenso lavoro in occasione dei grandi eventi calamitosi che hanno colpito il Centro Italia in questi ultimi anni. A Damiano, i miei complimenti per i grandi successi conseguiti in ambito sportivo e il mio grazie per il grande supporto che fornisce alla nostra Protezione Civile”.

Gruppo Comunale di Protezione Civile che nel corso degli anni si dimostra essere una risorsa sempre più importante per Cerveteri. Merito di un insieme di persone affiatato ed egregiamente coordinato dal Funzionario Renato Bisegni.

“La forza di una squadra si vede anche dall’ampia gamma di competenze e professionalità di cui può disporre – prosegue il Sindaco Alessio Pascucci – noi abbiamo la fortuna e il privilegio di disporre di un gruppo che ha dimostrato di sapersi adattare ad ogni emergenza, ad ogni situazione. In campo sanitario, in materia di salvamento bagnanti in spiaggia, durante gli incendi, in occasione delle emergenze meteo. Siamo orgogliosi di tutti i nostri volontari, che per abnegazione e spirito di sacrificio rappresentano certamente un’eccellenza della nostra Cerveteri”.

Metropoli

Castelnuovo di Porto, banda del buco in azione: furto in una tabaccheria

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Nella notte del 14 febbraio 2024 tre persone, con volto travisato, si sono introdotte in una tabaccheria situata sulla via Flaminia nel Comune di Castelnuovo di Porto, trafugando sigarette e “Gratta&Vinci” per un valore di circa 20.000 euro. Per compiere il furto si sono serviti di un piccone, praticando un buco nel soffitto dell’esercizio commerciale, facendo accesso e agendo indisturbati. Durante le fasi finali del colpo, però, una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Riano, nel corso del normale servizio di prevenzione e repressione dei reati, ha intravisto il nebbiogeno del sistema di sicurezza del locale ed è intervenuta per una verifica. L’arrivo dei militari ha messo in fuga i tre che, portando al seguito parte della refurtiva, hanno attraversato la via Flaminia e superato i binari della linea ferroviaria, riuscendo ad allontanarsi.
Dopo un breve inseguimento a piedi, però, i Carabinieri sono riusciti a bloccare e arrestare un 43enne romeno, già con precedenti specifici.
A seguito del primo intervento, inoltre, il lavoro di ricostruzione e pattugliamento dell’area ha consentito di rinvenire la quasi totalità della refurtiva asportata, restituita ai titolari, nonché gli attrezzi utilizzati per lo scasso e una radio portatile utilizzata per le comunicazioni tra i ladri.
L’arrestato è stato dunque messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per l’udienza di convalida che si è celebrata nella mattinata di ieri e al termine della quale è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.
Sono tutt’ora in corso le operazioni utili all’individuazione dei complici del furto.
Si comunica il tutto nel rispetto dei diritti dell’indagato (da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile) e al fine di garantire il diritto di cronaca costituzionalmente garantito.

Continua a leggere

Metropoli

Formello, sanzioni e chiusura struttura ricettiva: controlli a tappeto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica e tutela dei consumatori e dei lavoratori. Queste le direttrici che, nei giorni scorsi, hanno indirizzato l’attività dei Carabinieri della Compagnia di Roma Cassia nel territorio di Formello (RM).
I Carabinieri della locale Stazione, infatti, coadiuvati dal personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro e del Reparto Carabinieri Tutela Agroalimentare di Roma, nonché del Nucleo Elicotteri Carabinieri di Roma Urbe, hanno predisposto un servizio finalizzato alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, della salute dei consumatori e all’osservanza della normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.
In particolare, i Carabinieri hanno dato esecuzione al decreto emesso dal Questore di Roma con il quale è stata disposta la sospensione della licenza, e contestuale chiusura per 10 giorni, per una struttura ricettiva del posto. Il provvedimento è scaturito da numerosi controlli effettuati dai Carabinieri che hanno attestato l’abituale frequentazione da parte di soggetti gravati da precedenti penali corroborati da un arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, dell’aprile scorso, che aveva coinvolto un 27enne albanese trovato in possesso di dosi di cocaina.
In via Formellese, i Carabinieri hanno anche sanzionato amministrativamente, per complessivi 10.000 euro, la rappresentante legale di un supermercato per aver posto in vendita alimenti e prodotti sfusi da forno senza le indicazioni riportanti gli allergeni, nonché carne al taglio sprovvista delle indicazioni sulla rintracciabilità del prodotto e l’amministratore unico di un bar/pasticceria, per complessivi 1.474 euro, per non aver esibito la documentazione riguardante la formazione sulla sicurezza sul luogo di lavoro del personale dipendente.
I controlli dei Carabinieri proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Continua a leggere

Cronaca

Ferrovia FL3, chiusura tratta Cesano Viterbo: i sindaci sabatini chiedono incontro in Regione

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Preoccupazione da parte dei sindaci di Anguillara Sabazia, Bracciano, Manziana, Trevignano Romano, Canale Monterano e Oriolo Romano riguardo la chiusura di tre mesi, dall’11 Giugno al 10 Settembre, della tratta ferroviaria Cesano-Viterbo.

La chiusura è prevista per i lavori di ammodernamento consistenti nell’introduzione sulla linea del sistema ERTMS, evoluta tecnologia per la supervisione e il controllo del distanziamento dei treni.

“Come Sindaci dei Comuni del Comprensorio sabatino, – dichiarano i primi cittadini in una nota congiunta -siamo seriamente preoccupati delle pesantissime ripercussioni che la chiusura della linea comporterà per i nostri cittadini che usano quotidianamente la FL3 per recarsi non solo a scuola, ma anche e soprattutto a lavoro e ai grandi ospedali di Roma e nondimeno sulle ripercussioni sui flussi turistici del nostro comprensorio che la chiusura estiva potrebbe avere.”

I sindaci dei 6 comuni hanno chiesto un incontro urgente in Regione Lazio per rappresentare gli enormi disagi che un intervento simile significherà per i cittadini e per reperire congiuntamente soluzioni temporanee per ridurre le problematiche che investiranno i territori.

“Favorevoli all’introduzione di ogni sistema che migliori la fruibilità della linea, non possiamo non dirci seriamente preoccupati dall’impatto che la chiusura estiva avrà su tutta la mobilità del nostro comprensorio. Dobbiamo inoltre constatare – proseguono – che i Comuni sono rimasti ancora una volta fuori dai tavoli in cui si decidono le sorti della FL3 e che nel comunicato di RFI il raddoppio del binario viene solo accennato come “futuro binario affiancato di raddoppio” senza alcun dettaglio ulteriore rispetto ai tempi di realizzazione. Nessun accenno neanche ai servizi sostitutivi su gomma nei tre mesi di chiusura.

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti