Connect with us

Roma

Roma, colpo alla banda di rapinatori della stazione Termini: presi due criminali

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ROMA – Assalivano viaggiatori o passanti che si trovavano a camminare soli, aggredendoli e rapinandoli, perlopiù nella rete di sottopassaggi di transito che si districano sotto la stazione Termini.

La scia di colpi messi a segno nella zona del principale scalo ferroviario della Capitale ha subìto una brusca interruzione grazie ad una spedita attività d’indagine dei Carabinieri della Compagnia Roma Centro, che hanno decapitato una banda di predoni grazie ai fermi di due degli “operativi” del branco.

A finire in manette sono stati un cittadino egiziano di 20 anni ed un cittadino tunisino di 23 anni, entrambi nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti.

Un’importante svolta nell’attività dei militari è stata segnata dalla denuncia di un ragazzo di Anzio di 20 anni, che ha fedelmente descritto, oltre alle circostanze della rapina che aveva subìto, alcuni dei componenti del gruppo che lo scorso 27 gennaio gli sbarrò la strada del sottopassaggio che collega la stazione della metro “Termini” a piazza dei Cinquecento.

Il giovane ha raccontato ai Carabinieri che dopo essere stato affrontato dal branco – composto da giovani ragazzi verosimilmente nordafricani, alcuni “armati” di bottiglie di birra – e preso a pugni al petto, era stato derubato del telefono cellulare e di una catenina che portava al collo. Poi ha snocciolato la dettagliata descrizione dei malviventi con cui era entrato più a stretto contatto.

Grazie agli elementi forniti dalla vittima, la mappatura delle telecamere installate nell’area della stazione Termini e lungo le vie di fuga indicate e l’analisi delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza, i Carabinieri sono riusciti a stringere il cerchio su due giovani – il 20enne egiziano ed il 23enne tunisino – considerati esecutori materiali sia dell’aggressione fisica, sia della rapina.

I predoni sono stati individuati e sottoposti dai Carabinieri a fermo di persona gravemente indiziata di delitto mentre si aggiravano ancora nel loro “terreno di caccia”, la zona di piazza dei Cinquecento.

Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti, sia sul loro conto, per verificare l’eventuale coinvolgimento in analoghi casi di rapina, sia per identificare i loro complici.

Print Friendly, PDF & Email

Roma

Roma, in manette topo d’appartamento: colto in flagrante grazie a segnalazione al 112

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ROMA – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato, un 22enne romano, con precedenti, sorpreso subito dopo aver rubato all’interno di un’abitazione.

L’uomo, in compagnia di un complice, che è riuscito a dileguarsi, dopo aver scassinato la serratura di un appartamento di via Maidalchini, si è introdotto all’interno dell’abitazione ed è riuscito a rubare vari gioielli.

I Carabinieri, intervenuti a seguito di una segnalazione giunta al 112, sono intervenuti ed hanno bloccato il 25enne davanti la porta d’ingresso dell’abitazione in quel momento vuota.

L’arrestato è stato accompagnato in caserma, dove sarà trattenuto in attesa del rito direttissimo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Ciampino, videosorveglianza via appia nuova. Il sindaco: “raddoppiamo la sicurezza!”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CIAMPINO (RM) – “Hanno preso il via i lavori di realizzazione di un “polo integrato di videosorveglianza” sulla via Appia nel territorio di Ciampino. La moderna apparecchiatura sarà posta a controllo e sicurezza dell’attraversamento pedonale e delle fermate dei mezzi pubblici presenti nel tratto che dall’incrocio con la via dei Laghi raggiunge Santa Maria delle Mole e sarà composto da un doppio sistema di videocamere su ambo i lati che ci permetterà di raddoppiare la sicurezza!”. A darne notizia, in una nota, il Sindaco di Ciampino, Daniela Ballico.

“Avendo seguito personalmente, assieme al Comandante della Polizia Locale, Roberto Antonelli, lo sviluppo degli interventi di tutela e garanzia della sicurezza stradale, voglio esprimere un ringraziamento alla Prefettura di Roma per avere supervisionato e coordinato il tavolo tecnico-istituzionale che ha permesso di superare tutte le questioni in sospeso con Anas S.p.A. che, a sua volta, ha condiviso pienamente il nuovo progetto presentato che garantirà una sempre maggiore sicurezza stradale. Un doveroso ringraziamento va a tutta la nostra Polizia Locale per l’importante sforzo profuso, sottolineando che la stessa è tra le più organizzate ed efficienti del Lazio e non solo”.

“Gli impianti di nuova generazione consentiranno un’importante attività di monitoraggio e controllo degli oltre 6 milioni di transiti annui. Un’attività che trova nei numeri la testimonianza della sua riuscita. Dal 2018 al 2020 sono calati del 64% i rilevamenti di eccesso di velocità e sono stati identificati oltre ventimila veicoli sprovvisti di assicurazione”.

“Gli interventi sulla sicurezza stradale che abbiamo in cantiere non sono finiti qui – continua la Ballico – grazie all’autorizzazione di Città Metropolitana di Roma Capitale, sono iniziati anche i nostri lavori per la messa in sicurezza di via Romana, nei pressi dell’Istituto Superiore Amari-Mercuri, per i quali è previsto l’integrale rifacimento degli attraversamenti pedonali, la riattivazione del semaforo e l’installazione di un sistema di videosorveglianza e controllo per il monitoraggio dei veicoli in transito”.

“L’obiettivo della nostra azione amministrativa – conclude il Sindaco – è quello di rendere Ciampino un territorio sempre più sicuro e dotato di tecnologie avanzate al servizio del cittadino”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, Luca Testini: ecco i risultati finanziari di 5 anni di mandato

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

BRACCIANO (RM) – Luca Testini Vicesindaco e assessore al Bilancio e Turismo a Bracciano commenta e analizza quella che è la situazione odierna del Comune. Una analisi che parte dal 2016 anno in cui è iniziato il primo mandato dell’amministrazione Tondinelli e arriva alla imminente approvazione del bilancio 2020. Una situazione che in 5 anni appare totalmente cambiata.

Di seguito la nota di Luca Testini:

“Tra breve il Consiglio comunale sarà chiamato ad approvare il Rendiconto bilancio dell’esercizio 2020 , che sarà l’ultimo di questo fine mandato. E’ quindi tempo di valutare l’operato dell’Amministrazione e di formulare alcune considerazioni fornendo nel contempo i dovuti chiarimenti.

Per meglio comprendere la situazione odierna è opportuno, però, ricordare quella di partenza, quando nel 2016 è iniziato il mandato di questa Amministrazione che ha dovuto ereditare una situazione finanziaria catastrofica, con un bilancio 2015 ancora da approvare e che avrebbe evidenziato un disavanzo di quasi 10 milioni determinatosi per vari fattori, per lo più riconducibili ad una scarsa attenzione nella verifica dei mancati incassi. In quel momento tutti indistintamente erano convinti che il risanamento, qualora possibile, sarebbe stato lungo e doloroso e non avrebbe lasciato spazi per nuovi interventi, portando all’immobilismo degli investimenti. Sono note le controverse vicende relative al Piano di riequilibrio finanziario pluriennale che la nuova Amministrazione ha dovuto predisporre in tutta fretta a pochi giorni dall’insediamento per evitare che fosse dichiarato il dissesto finanziario dell’Ente.

Dopo 5 anni la situazione è completamente cambiata: il disavanzo si è pressoché dimezzato senza che si sia reso necessario alienare gli immobili di proprietà comunale, come prevedeva l’originale Piano. Inoltre, senza ricorrere all’indebitamento ma utilizzando fondi di bilancio e residui di mutui non utilizzati dalla precedente Amministrazione, si è provveduto ad effettuare numerosi interventi di lavori pubblici che hanno reso la nostra cittadina più accogliente e migliorato la viabilità locale. Ciò è stato possibile anche per il forte impegno profuso dal personale addetto nell’esame delle posizioni tributarie non definite che hanno consentito il recupero di notevoli somme e di elevare la percentuale degli incassi rispetto ai ruoli emessi, percentuale in passato molto bassa e per questo oggetto di molteplici rilievi da parte della Corte dei conti. Per questa meritevole attività intendo ringraziare particolarmente l’Area finanziaria, coordinata dal Dr. Massimo Andrea Ferranti, la cui azione ha consentito un efficientamento del servizio per la riscossione delle entrate.

Da più parti l’Amministrazione viene accusata di mostrare un fervore di natura elettorale nel concentrare nel fine mandato la realizzazione di lavori pubblici che sarebbe stato possibile effettuare già da tempo, avendone la disponibilità finanziaria. Una critica così formulata appare del tutto pretestuosa e superficiale perché denota una mancanza di responsabilità nella previsione degli eventi. Se non si sono utilizzate nell’immediato alcune disponibilità finanziarie pregresse è stato perché si voleva verificare il consolidamento della costante riduzione del disavanzo prima di impegnare somme che potevano essere utili per altri scopi. Una ultima considerazione. Tutti i comportamenti e i giudizi sono opinabili e soggetti a valutazioni diverse ma ce ne sono alcuni che denotano almeno una parte incontestabile e nel nostro caso sono i raffronti dei dati di bilancio. Si parte da un debito profondo e si arriva ad una situazione migliorata nel rispetto degli impegni presi e nel delineare quelli futuri.

Qualcuno potrebbe dire che i dati di bilancio sono migliorati perché si è agito solo sulla lotta all’evasione ma alcuni dati possono mitigare questi pensieri in quanto il netto miglioramento di tutti gli indicatori finanziari del Comune rispetto al Rendiconto dell’esercizio 2015 non riguarda solo le entrate ma anche i pagamenti – sempre più puntuali:

  • Cassa: si è passati da € 3.150.145,50 del 2015 a € 6.933.247,11 del 2020 con un incremento in valore assoluto di € 3.783.101,61 (+ 120,09%);
  • Risultato di Amministrazione: si è passati da € 9.545.920,37 del 2015 a € 21.433.757,10 del 2020 con un incremento in valore assoluto di € 11.887.836,73 (+ 124,53%);
  • Riscossioni: si è passati da € 34.949.210,73 del 2015 a € 46.739.828,66 del 2020 con un incremento in valore assoluto di € 11.790.617,93 (+ 33,74%);
  • Pagamenti: si è passati da € 31.799.065,23 del 2015 a € 43.263.707,28 del 2020 con un incremento in valore assoluto di € 11.464.642,05 (+ 36,05%).

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti