1

ATLETICO MORENA CALCIO (I CAT.) – BUCCITTI: «FACCIAMO SEI PUNTI E POI VEDIAMO»

Redazione

Roma – Un incredibile finale di stagione. Il girone G della Prima categoria, se ha praticamente consegnato al Frascati il primo posto, è estremamente incerto per la lotta dal secondo al quinto. L’Atletico Morena, che è stabilmente rimasto tra le seconda e la terza posizione negli ultimi mesi di campionato, proprio sul più bello rischia di non entrare sul podio del raggruppamento. Il pareggio di domenica scorsa al “De Fonseca” contro il Poli Casilina per 0-0, infatti, ha permesso alla Vivace Grottaferrata di effettuare il sorpasso e agganciare la Pro Roma al secondo posto. Entrambe le squadre hanno ora un punto di vantaggio sullo stesso Atletico Morena che domenica prossima al “Fabrizi” ospiterà la Borghesiana quinta della classe a -2 dai biancocelesti dei patron Enzo e Mauro Fabrizi. «E’ un momento davvero strano della nostra stagione e certamente c’è un po’ di rammarico per lo sviluppo della classifica – dice il 28enne centrocampista centrale Andrea Buccitti -, ma siamo convinti che con sei punti si possa ancora guadagnare una posizione migliore di quella attuale». Un passo indietro per parlare dello 0-0 di domenica scorsa. «C’è tanta amarezza per una serie di motivi, tra cui qualche pesante torto arbitrale che ha condizionato i nostri ultimi due risultati – spiega Buccitti – Il Poli Casilina ha fatto la sua partita onorando il campionato, noi siamo stati molto sfortunati sui due legni colpiti da Quadraccia e Micocci e poi ci è stato anche annullato un gol. Con una vittoria avremmo potuto essere secondi da soli, invece siamo quarti». Il prossimo avversario, poi, sembra in un gran momento. «Ha fatto una striscia positiva molto importante e recentemente ha battuto anche il Frascati capolista, quindi verranno al “Fabrizi” per cercare di scavalcarci. Ma noi siamo fortemente determinati a cercare la vittoria per alimentare le nostre possibilità e andare con fiducia a Torbellamonaca per l’ultima partita stagionale». Prima di concludere Buccitti tiene a «ringraziare gli East End (i tifosi organizzati dell’Atletico Morena, ndr) che in settimana ci hanno inviato un messaggio dicendoci che sono sempre al nostro fianco a prescindere dal risultato e dalla categoria: sono veramente fantastici».
 




ATLETICO MORENA CALCIO I CAT. – UN PARI NEL BIG MATCH CON LA MORTE NEL CUORE

Redazione

Roma – E’ stato un week-end terrificante per l’Atletico Morena. C’era grande attesa per il big-match con la Pro Roma da giocare al campo “Fabrizi” con il secondo posto in palio, dopo una lunga sosta tra pausa pasquale e turno di stop imposto dal calendario per il numero di squadre dispari. Una terribile notizia, però, ha sconvolto la vigilia e l’1-1 interno ottenuto dai ragazzi di mister Andrea Aquilanti è passato assolutamente in secondo piano. «Il nostro compagno di squadra Matteo Comparelli ha perso il fratello in un incidente stradale nella notte tra venerdì e sabato – racconta Stefano Placidi, autore del gol del momentaneo vantaggio dei biancocelesti capitolini – e sabato pomeriggio la squadra era tutta alla camera ardente. Non sapevamo nemmeno se saremmo scesi in campo e sinceramente le questioni di calcio erano nettamente meno importanti. Per quello che conta, dedico a Matteo e alla sua famiglia il mio gol e la prestazione comunque positiva dell’Atletico Morena». Al cordoglio si è unita tutta la società Atletico Morena, per bocca del presidente Enzo Fabrizi. «Siamo vicini a Comparelli in questo delicatissimo momento, un grande abbraccio in questi giorni di grande dolore». Tornando alle questioni di campo, Placidi ha commentato così il pari con la Pro Roma. «Considerato lo 0-0 della Vivace con la Roman, la lotta per il secondo posto non ha ricevuto scossoni. Il risultato del match con la Pro Roma ci può stare, ma la gara è stata diretta da un arbitro totalmente non all’altezza che ci ha negato un rigore e che ha commesso una serie di errori incredibili. Di fronte avevamo quella che considero la squadra più forte del girone e il livello della gara era molto alto, bisognerebbe mandare direttori di gara di spessore per queste partite». Alla gara ha assistito anche il giovane rugbysta Tiziano Pasquali, ragazzo di Morena che da quattro anni gioca con i Leicester Tigers, una delle squadre più blasonate d’Inghilterra. L’Atletico Morena, intanto, guarda al prossimo match con il Poli Casilina. «All’andata ci batterono – ricorda Placidi -, ma era la prima gara dopo le festività. Al di là del valore dell’avversario, non ci rimane che vincere le ultime tre partite e centrare il secondo posto».
 




ATLETICO MORENA CALCIO I CAT. – UN BIG MATCH PER RICOMINCIARE, AQUILANTI: «IL GRUPPO È CARICO»

Redazione

Roma – La lunga pausa da partite ufficiali per la Prima categoria dell’Atletico Morena sta per terminare. E il campionato (dopo la sosta per le festività pasquali e quella dovuta al numero di squadre dispari nel girone) sta per ricominciare col botto. La squadra dei patron Enzo e Mauro Fabrizi, infatti, ospiterà sul campo amico la Pro Roma, attuale seconda della classe con due punti, ma anche una gara giocata in più rispetto ai ragazzi di mister Andrea Aquilanti. «Alcuni nostri giocatori – dice il tecnico capitolino – erano presenti nel match che ha visto la Pro Roma battere il Segni domenica scorsa e superarci in classifica, mentre io avevo già visto il prossimo avversario in altre circostanze. Di loro penso che siano l’avversaria migliore del girone, anche più del Frascati capolista: hanno un’idea di gioco precisa e sono certamente un’ottima squadra come tra l’altro tutte le prime quattro del girone G». Nell’ultimo turno il Frascati ha perso la seconda partita consecutiva… «I primi della classe hanno ridato qualche chance a noi inseguitrici – dice Aquilanti -, la speranza è che la lotta sia aperta fino all’ultimo e che noi possiamo essere nella mischia anche se dopo lo scontro diretto di qualche settimana fa, sinceramente, pensavano al secondo posto come massimo obiettivo. A tal proposito la piazza d’onore dipende solo da noi: vincendo le ultime quattro gare nessuno ce lo potrebbe togliere. Se così non fosse, è chiaro che la Pro Roma e anche la Vivace Grottaferrata che precediamo di un solo punto potrebbero dire la loro». Domenica al “Fabrizi” alle ore 11 se ne gioca una fondamentale con la Pro Roma. «Il gruppo ha voglia di dimostrare di meritare una posizione di altissima classifica – dice Aquilanti – E’ vero che siamo fermi dal 29 marzo a livello di gare ufficiali, ma i ragazzi hanno lavorato bene durante questo periodo. Purtroppo ci sarà qualche defezione in vista di domenica, ma ho voluto una rosa ampia proprio per questi motivi e sono convinto che chi scenderà in campo darà il 100%».  
 




ATLETICO MORENA CALCIO – I CAT., QUADRACCIA: «A SEGNI VITTORIA CONVINCENTE»

Redazione

Roma – L’Atletico Morena si tiene stretto il secondo posto. La squadra dei patron Enzo e Mauro Fabrizi sbanca Segni con un largo 4-2 firmato dal rigore in apertura di Placidi, dalla doppietta di uno scatenato Quadraccia e dalla rete (nel secondo tempo) di Gavini che ha chiuso i conti. «Abbiamo iniziato alla grande la partita – racconta proprio il 21enne centrocampista esterno Flavio Quadraccia – e nella prima mezzora abbiamo segnato tre gol. I miei? Sono arrivati con un pallonetto e con un tiro da fuori, con questi sono a quota 6 in stagione nonostante abbia saltato alcune partite per un infortunio. Sono contento del mio rendimento, ma ancor di più di quello che sta facendo la squadra in questo campionato di Prima categoria anche se c’è addirittura un po’ di rammarico per qualche punto perso per strada». Quadraccia aggiunge ancora un pensiero sulla gara di Segni. «Ad inizio ripresa abbiamo subito il gol del 3-1 che ha caricato i padroni di casa, ma poco dopo siamo andati in gol con Gavini che di fatto ha archiviato la pratica. L’unico vero peccato è stato il cartellino rosso, sicuramente eccessivo, comminato a Gazzella che dovrà saltare la fondamentale gara interna con la Pro Roma terza della classe». Dopo la sosta di Pasqua, infatti, l’Atletico Morena riposerà ancora un turno (per il girone con numero di squadre dispari), poi al “Fabrizi” andrà in scena la decisiva sfida per il secondo posto. «Loro sono un’ottima squadra – dice Quadraccia -, ma noi contiamo sul fattore campo. Sappiamo che sarà una gara fondamentale. Il fatto di doverla giocare addirittura tra tre settimane? Un po’ disturba perché in questo momento stiamo molto bene, ma la sosta ci potrebbe permettere di recuperare pedine importanti come per esempio Balestrini». Il gruppo di mister Andrea Aquilanti, ora, si prenderà qualche giorno di “pausa mentale” per prepararsi al meglio al rush finale: il sogno di un altro salto di categoria (sarebbe il terzo consecutivo per una squadra che due anni fa stava per vincere il campionato di Terza) è molto vicino dal realizzarsi.
 




ATLETICO MORENA CALCIO – I CAT., LEDDA: «FINALMENTE SECONDI, ORA DIPENDE DA NOI»

Redazione

Roma – Non era facile riprendersi dalla delusione di Frascati. Ma l’Atletico Morena dei patron Enzo e Mauro Fabrizi, ancora una volta, ha saputo rialzarsi. E tornare vincere guadagnando la seconda posizione solitaria in classifica. Il 2-0 interno contro il Real Tuscolano, infatti, è coinciso con il pareggio della Pro Roma (ormai ex seconda) contro il Frascati capolista così i biancocelesti di mister Andrea Aquilanti ora anticipano di un punto sia la Pro Roma che una Vivace Grottaferrata tornata in corsa prepotentemente. Proprio dal team criptense arriva il 22enne Gianluca Ledda, centrocampista che negli ultimi due mesi di stagione è stato adattato ad esterno difensivo con ottimi riscontri. «Contro il Real Tuscolano abbiamo fatto una buona partita, non era semplice ripartire dopo la sconfitta con il Frascati. Nel primo tempo siamo andati in vantaggio con una bella azione che ha mandato in rete Placidi, poi abbiamo gestito con pochi rischi la gara nonostante di fronte avessimo una buona squadra e nel finale Tarquini ha siglato il raddoppio». Sul suo nuovo ruolo, Ledda è chiaro. «Mi sto adattando, credo anche con buoni risultati. Sinceramente l’importante è giocare e riuscire a dare un contributo a questa squadra». Il secondo posto in solitudine, anche se per un solo punto, cambia gli orizzonti di campionato dell’Atletico Morena. «Ora dipende solo da noi, il destino è nelle nostre mani. Anche se sono convinto che Pro Roma e Vivace Grottaferrata non molleranno fino all’ultimo». Ledda non sembra sorpreso dal cammino dei suoi ex compagni di squadra. «Avevano allestito un buon organico, ma poi non erano partiti bene. Ora sembrano aver trovato la quadratura e si sono rifatti sotto». Prima della sosta pasquale l’Atletico Morena si troverà a difendere per la prima volta in stagione il secondo posto. «Saremo ospiti del Segni e sarà sicuramente una gara complicata. All’andata ricordo una squadra segnina molto valida e sul loro campo ci creeranno difficoltà. Ma sappiamo – conclude Ledda – che non possiamo commettere errori se vogliamo mantenere l’attuale posizione di classifica che sarebbe un grandissimo risultato considerando che siamo una neopromossa».
 




ATLETICO MORENA CALCIO – I CAT., IL DG SERAFINI: «IL CAMPIONATO NON È FINITO, RIALZIAMOCI»

Redazione

Roma – L’Atletico Morena si deve mettere al più presto alle spalle la delusione di Frascati. La squadra di mister Andrea Aquilanti ha ceduto per 2-0 nello scontro sul campo della capolista al termine di una gara combattuta e molto nervosa. Il Frascati è ora tornato a +10 con una gara giocata in meno e ormai il primo posto del girone G di Prima categoria sembra assegnato, ma in contemporanea la Pro Roma è caduta sul campo della Roma VIII rimanendo in vantaggio di un solo punto, anche se la Vivace Grottaferrata si è avvicinata vincendo ad una sola lunghezza. «Capisco l’amarezza per la sfida di Frascati anche se l’avversario ha fatto capire per quale motivo dopo ventuno partite di campionato è ancora imbattuto – dice il direttore generale Sandro Serafini -, ma i ragazzi devono dimenticare al più presto la gara di domenica e pensare a raggiungere il miglior piazzamento possibile in questo finale di stagione anche perché è vero che la Pro Roma è rimasta vicina, ma è altrettanto vero che la Vivace è ormai dietro di noi». Sul match di Frascati, l’analisi del direttore generale capitolino è chiara. «Abbiamo iniziato bene la partita, giocando almeno un quarto d’ora in maniera molto convincente, poi abbiamo cominciato a perdere la bussola e siamo andati sotto per un’ingenuità difensiva ad inizio ripresa. Nel finale, nonostante fossimo rimasti in doppia superiorità numerica – continua Serafini -, la squadra non è stata lucida e ha subito anche la seconda rete sbagliando un calcio di rigore a tempo scaduto con Placidi. Ma forse i ragazzi sono entrati in testa pensando solo alla vittoria e invece magari valutare l’ipotesi di un pareggio non sarebbe stato sbagliato». Nel prossimo turno l’Atletico Morena, che ha interrotto una striscia positiva di quattro vittorie consecutive (sette nelle ultime otto partite), ospiterà l’insidioso Real Tuscolano settimo in classifica. «All’andata ci misero in difficoltà e pareggiammo 1-1, anche se loro giocano su un campo di terra e questo non ci agevolò. Per domenica, però, mi aspetto una pronta reazione dei ragazzi – conclude Serafini – che in questa stagione ci è quasi sempre stata dopo i risultati negativi».
 




ATLETICO MORENA CALCIO – I CAT., GAVINI: «IL FRASCATI? SONO FORTI, MA NON PARTIAMO BATTUTI»

Redazione

Roma – L’Atletico Morena vive un gran momento di forma. La squadra di mister Andrea Aquilanti e dei patron Enzo e Mauro Fabrizi ha colto il suo quarto successo consecutivo, il settimo nelle ultime otto gare di campionato in cui i capitolini hanno rimediato un solo passo falso (in casa contro la Vivace Grottaferrata attuale quarta forza del girone). Questa bella serie ha permesso all’Atletico Morena di consolidare il proprio terzo posto nel girone G di Prima categoria, arrivando ad un solo punto dalla Pro Roma seconda e a sette dal Frascati capolista (che però ha giocato una gara in meno) e prossimo avversario nel big match di domenica prossima in terra castellana. «Loro sono molto forti – dice il 26enne centrocampista centrale Danilo Gavini -, altrimenti non sarebbero in testa praticamente dall’inizio del campionato. Noi, però, non dobbiamo avere paura ricordando che all’andata loro pareggiarono in extremis. Se dovessimo vincere, potremmo togliere qualche sicurezza alla capolista anche se il nostro primo pensiero, al momento, è sul secondo posto». Nel turno giocato ieri, l’Atletico Morena ha sconfitto la Roma VIII terzultima della classe per 2-0 nella gara giocata al “Fabrizi”. «Nel primo tempo abbiamo fatto una buona partita – commenta Gavini – andando in vantaggio grazie ad una punizione di Balestrini che è in un gran momento di forma. Nella ripresa siamo un po’ calati e gli avversari hanno preso campo, ma non abbiamo corso grossi rischi e a dieci minuti dalla fine Quadraccia ha siglato il raddoppio». Gavini è arrivato la scorsa estate nel club biancoceleste. «Ero al Città di Ciampino in Promozione, ma qui ho trovato davvero un gran gruppo – spiega il centrocampista – ed è quello che fa la differenza. Siamo stati impiegati in tanti dal mister, ma chi entra fa sempre il suo dovere e così si spiega la nostra posizione di classifica nonostante siamo una neopromossa. Io sono stato fuori per uno stiramento ai legamenti del ginocchio che mi ha fatto saltare tre mesi di stagione, ma ora sto bene e, quando il mister chiama, cerco di farmi trovare pronto». 
 




ATLETICO MORENA CALCIO – I CAT., MICOCCI: «PENSIAMO ALLA ROMA VIII E NON AL FRASCATI»

Redazione

Roma – L’Atletico Morena ha inanellato un’altra vittoria. Il 2-0 sul campo dell’Atletico Lariano (firmata dal gol del solito Balestrini nel primo tempo e da Ferrazza nel finale) consente agli uomini di mister Andrea Aquilanti di portarsi a tre punti dalla Pro Roma seconda, rimanendo a +4 sulla Vivace Grottaferrata quarta. «A Lariano è stata una gara tosta, maschia – dice il 28enne esterno destro di centrocampo Mirko Micocci -, ma noi abbiamo sfoderato una prestazione di personalità. Il gol dell’1-0 (su assist proprio di Micocci, ndr) è arrivato grazie ad un Balestrini che è in un ottimo momento di forma visti i 5 gol realizzati nelle ultime tre gare, poi abbiamo limitato i rischi e anzi avremmo potuto raddoppiare prima i conti. Comunque era importante vincere e ci siamo riusciti». L’Atletico Morena ora viaggia su ottimi ritmi. «All’inizio, forse, tutto l’ambiente ha peccato di inesperienza, ma credo fosse una cosa normale visto che siamo una neopromossa. Ora abbiamo trovato una certa quadratura e siamo più consapevoli della nostra forza». Micocci non vuole fare troppi calcoli di classifica. «Siamo a tre punti dalla Pro Roma che, tra l’altro, penso sia la squadra più forte del campionato – dice l’esterno -, ma evidentemente le è mancata la continuità di risultati che ha avuto il Frascati. Abbiamo il dovere di provarci e al tempo stesso provare a staccare la Vivace Grottaferrata». Nel prossimo turno l’Atletico Morena può sfruttare una gara casalinga apparentemente non proibitiva con la Roma VIII quart’ultima anche se il “trappolone” potrebbe arrivare dal pensiero (inconscio) alla super sfida successiva a Frascati. «Non dovremo commettere questo errore imperdonabile – dice Micocci -, in testa dobbiamo avere solo la Roma VIII che avrà le stesse motivazioni del Lariano anche se noi giochiamo in casa e dobbiamo assolutamente vincere. Solo dopo penseremo al Frascati».
 




ATLETICO MORENA CALCIO – I CAT., GAZZELLA: «LA CLASSIFICA? NON PENSIAMO ALLE ALTRE»

Redazione

Roma – L’Atletico Morena rafforza il suo terzo posto solitario vincendo (come da pronostici) la gara interna con la Roman per 3-0. «All’andata avevamo sofferto contro quell’avversario – ricorda Danilo Gazzella, 25enne difensore esterno all’occorrenza anche centrale – soprattutto per un evidente calo di concentrazione che ci aveva portato dall’iniziale 3-0 a nostro favore fino al 2-3 conclusivo. Stavolta le cose sono andate diversamente nonostante avessimo alcune assenze tra squalifiche e infortuni, abbiamo gestito tranquillamente il match conquistando tre punti importanti. Approfitto di questa occasione per ringraziare i nostri tifosi organizzati degli East End che ci sostengono in tutte le partite». L’Atletico Morena è andato al riposo già sul 3-0 grazie alla doppietta di un Balestrini in gran forma e alla splendida rete dell’esterno sinistro Mattei. La squadra dei patron Enzo e Mauro Fabrizi rimane al terzo posto solitario in classifica, sempre a -5 dalla Pro Roma seconda e con un vantaggio aumentato sulla quarta che ora è la Vivace Grottaferrata (a -4 dai capitolini). «Ma noi non dobbiamo pensare agli altri per rendere al meglio – sostiene Gazzella -, d’altronde siamo una neopromossa e stiamo facendo un buon campionato. Mister Aquilanti sta concedendo fiducia a molti elementi del nostro gruppo, segno che il livello medio della squadra è buono anche se siamo davvero tanti (28 giocatori in rosa, ndr) e non è semplice per lui fare delle scelte». Nel prossimo turno i biancocelesti capitolini saranno ospiti dell’Atletico Lariano ultimo in classifica. Gazzella sarà assente per squalifica (era diffidato e ha rimediato un “giallo”), ma invita l’ambiente a non dare nulla per scontato. «In queste categorie nessuno ti regala nulla, non sarà una gara semplice – dice il difensore – Dobbiamo andare a Lariano e metterci la giusta determinazione, prendendo con le molle l’avversario. Non possiamo commettere errori se vogliamo migliorare ancora la nostra classifica».
 




ATLETICO MORENA CALCIO – I CAT., SIMONETTI: «VOLEVAMO VINCERE A VALMONTONE E LO ABBIAMO FATTO»

Redazione

Roma – Volere è potere. E’ un po’ questo il concetto della disamina di Fabrizio Simonetti, esterno di centrocampo dell’Atletico Morena che nella gara di Valmontone, però, si è esibito da terzino. «Era uno scontro diretto e noi venivamo dalla partita storta che avevamo giocato in casa la settimana prima contro la Vivace Grottaferrata. A Valmontone ci aspettava una gara durissima, ma siamo entrati in campo con una grandissima voglia di vincere. E ci siamo portati a casa i tre punti». Placidi e una doppietta di Balestrini avevano concretizzato il 3-1 capitolino già nel primo tempo. «Poi nella ripresa abbiamo subito preso gol e poco dopo siamo rimasti in dieci per l’espulsione di Comparelli. La squadra, però, non si è mai disunita – dice Simonetti – e abbiamo portato a casa una vittoria fondamentale. E’ stato il successo di un gruppo che è sempre unito e viaggia verso un unico obiettivo». Che in questo momento, per Simonetti, è chiarissimo. «Sono abituato a guardare sempre avanti e, vista la vittoria di domenica scorsa che ci ha messo a +4 sulle stesse Grottaferrata e Valmontone, il nostro imperativo è quello di cercare di agganciare la Pro Roma (seconda con cinque punti di vantaggio, ndr). Avremo anche lo scontro diretto in casa, possiamo farcela. Finora, comunque, il nostro è stato un grande campionato: non va mai dimenticato che siamo una neopromossa». Nel prossimo turno l’Atletico Morena ospiterà la Roman terz’ultima della classe. «All’andata stavamo rischiando di farci rimontare dopo essere andati in vantaggio per 3-0. Comunque i prossimi avversari sono una squadra ostica che dovremo prendere con le molle. Ma se giochiamo con lo stesso spirito di Valmontone, possiamo fare davvero bene fino alla fine della stagione. Come sempre avremo al nostro fianco i ragazzi degli “East End”, i nostri tifosi organizzati che ci seguono su ogni campo e ci danno una grossa carica: voglio ringraziarli pubblicamente per tutti i sacrifici che fanno e per il sostegno che ci riescono a dare».  
 




ATLETICO MORENA CALCIO – I CAT., SERAFINI: «FARE RISULTATO A VALMONTONE SAREBBE MOLTO IMPORTANTE»

Redazione

Roma – «Quando possiamo spiccare il volo ci manca sempre qualcosa». C’è ancora del rammarico nelle parole del direttore generale dell’Atletico Morena, Sandro Serafini, nel ripensare alla sfida casalinga persa domenica scorsa contro la Vivace Grottaferrata per 3-1. Una gara (affrontata senza il portiere titolare Galassi) nata male e finita peggio. «Nel primo tempo abbiamo costretto la Vivace Grottaferrata nella sua metà campo e abbiamo sciupato un paio di ghiotte opportunità, colpendo una traversa e vedendo salvato sulla linea un tiro a botta sicura – dice il dg -. Poi nella ripresa un’ingenuità difensiva al primo affondo ospite ci ha costretto allo svantaggio, poi una “rissa” ha convinto l’arbitro a lasciare le due squadre in dieci uomini (per i capitolini espulso Meconi, ndr) e poco dopo è arrivato anche il raddoppio. La squadra, però, è riuscita a tornare in partita con un rigore di Placidi, ma i ragazzi erano molto nervosi e così abbiamo finito addirittura in otto subendo le espulsioni di Marconi e Gazzella. Nel finale la Vivace ha triplicato i conti infliggendoci una sconfitta pesante perché eravamo appena arrivati molto vicini alla Pro Roma seconda della classe, ma purtroppo come è capitato in occasione della sfida con la Virtus Poli, non siamo stati in grado di “cogliere l’attimo giusto”. Comunque finora la stagione è stata sicuramente positiva, la squadra deve rimanere serena e rimboccarsi le maniche come ha fatto in altri momenti». La seconda della classe è tornata a +5 e dietro ai capitolini, sempre terzi, spingono (a -1) la stessa Vivace e il Valmontone prossimo avversario. «Fare risultato domenica sarebbe molto importante perché poi il calendario ci proporrebbe alcune sfide alla portata. Che ricordi ho del Valmontone? All’andata dominammo il primo tempo e poi perdemmo 2-1, avevano un forte centrocampista, ma sinceramente non so se in questi mesi hanno cambiato qualcosa a livello di organico. Finora fuori casa abbiamo quasi sempre fatto bene eccetto alla prima di campionato col Colle di Fuori, il nostro obiettivo dev’essere piazzarci tra le prime tre del campionato. La Pro Roma? Nello scontro diretto mi è sembrata un’ottima squadra, noto dai risultati che fanno un po’ fatica in campo esterno, ma ora dobbiamo pensare solo in casa nostra e cercare di fare più punti possibili».