1

Club Basket Frascati, Manuel Monetti traccia un primo bilancio sul settore femminile

FRASCATI (RM) – E’ iniziato il rush finale anche per il settore “rosa” del Club Basket Frascati e a tracciare un bilancio, fino a questo punto della stagione, è il responsabile tecnico delle selezioni femminili Manuel Monetti. “Dopo cinque anni di duro lavoro stiamo raccogliendo grandi soddisfazioni. Ho seguito personalmente gli sviluppi di questo settore che è partito con un gruppo misto (varie età) di ragazze con cui riuscivamo a malapena a fare un campionato. Negli anni, però, facendo reclutamento e offrendo dedizione e passione nel lavoro che svolgiamo, abbiamo aumentato i numeri delle atlete nel giro della nostra “cantera” e ora ci troviamo ad avere ogni categoria giovanile femminile, dall’under 13 all’under 18. Tutto questo è stato possibile anche perchè abbiamo offerto ad ogni nostra atleta la prospettiva futura della prima squadra, inizialmente una C femminile che poi è diventata nel giro di pochissimo una serie B che 3 anni fa ha addirittura sfiorato la serie A2 giocandosi i playoff e perdendo con Udine. Siamo riusciti a portare nel giro della prima squadra giocatrici di livello che hanno transitato in Nazionale o in serie A1 permettendo negli anni alle nostre giocatrici “under” di poter allenarsi e giocare con atlete di esperienza. Dal punto di vista giovanile questa è la stagione che indubbiamente ci sta dando più soddisfazione e due settimane fa abbiamo avuto la possibilità di premiare tutte le nostre atlete regalando a loro un allenamento con il coach più vincente a livello giovanile in Italia, Giovanni Lucchesi: un pomeriggio davvero emozionante per noi dello staff tecnico, ma soprattutto per le ragazze. Ad inizio anno ho deciso, insieme allo staff, di lasciare la guida tecnica del gruppo under 18 e di affidarla allo staff tecnico che si occupava della prima squadra per dare una continuità alle ragazze che ritenevamo fondamentale, anche per la loro presenza nella rosa della serie B, e quindi ho seguito l’under 13, 14 e 16. Il gruppo delle più piccole è interessantissimo e si è creato fondamentalmente da settembre: lavora sodo nonostante la giovanissima età e proprio per questo abbiamo deciso di farle partecipare a tre campionati in modo tale da farle crescere in diversi contesti e permettere a tutte di poter scendere in campo. Abbiamo un gruppo molto numeroso di 25 bambine che hanno preso sul serio l’impegno del basket e questo è fondamentale per permettere a noi allenatori di lavorare sul campo. I campionati che stiamo facendo con questo gruppo sono under 13, under 14 e il campionato ASC. Nel campionato ASC finora siamo imbattuti e di partita in partita si evidenzia una crescita esponenziale delle nostre ragazze, anche di chi ha iniziato da pochi mesi a giocare. L’under 13 è senza dubbio la sorpresa di quest’anno, siamo secondi in classifica con 14 vittorie e 1 sconfitta: a settembre l’intenzione era di ben figurare nel campionato, ma sinceramente non pensavo, in così poco tempo, di riuscire ad imprimere questa mentalità “vincente”. La fine della regular season è vicina, abbiamo l’ultima partita contro Albano Pavona e addirittura con una nostra vittoria di 16 punti, impresa ardua, potremmo passare il girone come primi. Al di là del risultato di quest’ultima gara passeremo il girone e ci andremo a giocare le finali regionali e questo è già un grande vanto per la nostra società e un grande risultato per le nostre “gnappe”. Le stesse ragazze, con l’aiuto della classe 2005 Marzia Okereke, partecipano anche al campionato under 14 dove hanno dato dimostrazione di non essere inferiori a nessuno nonostante fossimo completamente sotto età. Non siamo riusciti a passare il girone posizionandoci quinti, a 4 punti di distanza dalla quarta. Ora le ragazze dovranno giocare la Coppa Lazio dove abbiamo già disputato la prima gara contro Città Futura vincendo di 20 punti fuori casa. Poi c’è l’under 16, senza dubbio il fiore all’occhiello di questa annata sportiva 2018/2019. Il ruolino di marcia è impeccabile, 18 vittorie e 0 sconfitte con il primo posto già sicuro avendo battuto sia all’andata che al ritorno la seconda classificata Esquilino. La regular season si chiuderà tra 2 giornate, dove affronteremo prima il derby con Albano Pavona fuori casa e poi giocheremo con il Basket Roma in casa. L’obiettivo è quello di finire la regular season da imbattuti e, senza nascondercelo, vogliamo vincere il campionato: ma per fare questo dobbiamo continuare a lavorare sul parquet con la stessa umiltà del primo giorno dimenticandoci di quanto fatto finora. Non amo fare dei nomi di alcune atlete piuttosto che delle altre perché davvero ogni ragazza è encomiabile, ma questa annata sportiva ci vede con ben 6 ragazze nel giro dell’ATGF del Lazio (Addestramento tecnico giovanile femminile). Hanno cominciato ad andarci le classe 2006 Arianna Brunetti, Giulia Latini, Michela Faranda e Giulia Buffoni, è confermata la presenza della classe 2005 Marzia Okereke gia da 2 anni, e soprattutto una parentesi a parte va aperta sulla classe 2004 Clarissa Ottaviani che ormai è all’ATG da 3 anni e sta partecipando ai tornei con la regione Lazio come il Basket Nostrum, ma soprattutto è tra le 12 ragazze del Lazio che nei giorni di Pasqua partirà con la delegazione per il Trofeo delle Regioni, manifestazione importante ed esperienza unica. Non è nel giro dell’ATGF per questione di età la classe 2003 Alessia Candidi che ormai è un punto fermo della nostra società e che ha avuto la vera consacrazione in questa stagione sportiva che l’ha vista capitano e pedina fondamentale dell’under 16, ma altrettanto importante nell’under 18 e in serie B. Purtroppo ha deluso le aspettative di inizio stagione l’under 18 che aveva l’obiettivo di passare il girone e andarsi a giocare le finali regionali, ma la regular season è stata caratterizzata da alti e bassi continui, con 8 vittorie e 6 sconfitte. Le nostre ragazze non sono riuscite ad esprimere il loro vero potenziale che le poteva portare a giocarsi il titolo regionale e ora ci troviamo ad affrontare la Coppa Lazio. Dopo l’esonero dello staff tecnico precedente (composto da Frisciotti e Martellino, ndr), sono io a gestire le ragazze e la seconda fase è iniziata con 2 vittorie nel giro di pochi giorni, una di misura contro Sora fuori casa e un’altra strepitosa in cui abbiamo asfaltato la temibilissima Elite Basket Roma con il punteggio di 72-34. Sono soddisfatto di quanto siamo riusciti ad esprimere nell’ultima partita sia offensivamente che difensivamente, ho rivisto quella luce e quella rabbia negli occhi delle ragazze che non ho mai visto per l’intera stagione. Chiudo parlando della serie B, che ha un ruolo fondamentale per la crescita del nostro settore giovanile e che però quest’anno ha deluso completamente. Abbiamo allestito una squadra che avrebbe dovuto posizionarsi almeno tra i primi quattro posti e che invece è riuscita ad arrivare solo sesta. Abbiamo giocato un turno di playoff contro Santa Marinella che al di là di gara 2 è stato completamente senza attributi e idee e siamo riusciti solo in piccolissima parte a coinvolgere le nostre ragazze under in prima squadra. Ora ci troviamo ad affrontare i playout con una squadra completamente diversa visto l’addio delle senior Iannone, Migatti e Coppola, che hanno incredibilmente preferito seguire l’esonero di Frisciotti-Martellino. Abbiamo scelto di gestirla internamente con la mia presenza, Flavio Valerio e l’aiuto importantissimo del presidente. Al di là delle senior Prgomet e Lascala, abbiamo una formazione giovanissima composta da tutte under 18 e under 16 e siamo contenti di poter affrontare questa fase delicata della stagione con chi ha davvero voglia di onorare la maglia che indossa. Per le nostre “under” è una grande occasione di mettersi in mostra e di acquisire minuti fondamentali in un campionato difficile come la serie B. Sarà fondamentale il ruolo del capitano Prgomet e di Lascala nel prendersi la squadra sulle spalle e nel stimolare le più giovani a fare sempre meglio. In questi playout abbiamo disputato finora due gare sotto la nuova guida tecnica, vittoria contro Smit e sconfitta contro Pallacanestro Roma. Nei prossimi match ravvicinati ci aspettano due avversarie molto ostiche, entrambe fuori casa contro Bull Basket e contro Aprilia” conclude Monetti.




Club Basket Frascati (C Gold), Martellino: “Sono convinto che la squadra reagirà presto”

FRASCATI (RM) – Non è un inizio di stagione fortunato per la serie C Gold del Club Basket Frascati. Capitan Manuel Monetti e compagni, falcidiati da alcuni infortuni (come quelli che hanno messo k.o. D’Angelo, Zivkovic e Pannozzo oltre al giovane Lafranceschina, tutti assenti nel match di sabato), hanno rimediato la seconda sconfitta in altrettante gare, stavolta cedendo sul campo del San Paolo Ostiense per 93-84. Un k.o. che Valerio Martellino, collaboratore tecnico di coach Marco Martiri, analizza così. «Abbiamo avuto un approccio non positivo, soprattutto dal punto di vista difensivo e non a caso abbiamo chiuso all’intervallo lungo con 51 punti al passivo. Così è complicato riuscire a vincere le partite, in special modo quelle esterne. Ma, come accaduto pure con la Vis Nova, anche nella gara col San Paolo Ostiense si sono visti alcuni aspetti positivi, considerato anche il momento poco fortunato a livello di giocatori indisponibili. La squadra poteva “andare sotto” pesantemente, invece ha aumentato l’intensità difensiva e giocato una buona pallacanestro nella terza e quarta frazione tanto da riuscire a riacciuffare la gara. E’ mancato qualche dettaglio, vale a dire un po’ di esperienza in più, nella fase finale del match». Molto promettente il debutto dell’inglese Chute, autore di 36 punti. «Si è allenato poco col gruppo e chiaramente ancora non parla correttamente l’italiano. Deve entrare nei meccanismi di squadra, ma è uno che ha un atletismo e una capacità di andare a canestro sicuramente importanti. Ci potrà dare un contributo importante». Iniziare con due sconfitte potrebbe magari rappresentare un peso psicologico per il giovane gruppo della C Gold del Club Basket Frascati. «Non credo proprio – replica Martellino – La squadra sta lavorando bene durante gli allenamenti e sono certo che avrà la forza di reagire a questo momento non propizio: abbiamo ampi margini di miglioramento». Nel prossimo turno il Club Basket Frascati debutterà finalmente tra le mura amiche ospitando sabato a Vermicino (palla a due alle 20,15) la Virtus Fondi, avversario sicuramente pericoloso. Il giorno successivo (alle ore 20) toccherà, invece, alla serie B femminile che debutterà nell’Open day in programma a Santa Marinella: l’avversario delle ragazze di coach Tabbanella sarà proprio la formazione di casa.

 




Club Basket Frascati (C Gold), Martiri: “Contento della prestazione contro la Vis Nova”

FRASCATI (RM) – La Vis Nova, squadra tra le favorite della serie C Gold, era già una “montagna” molto irta da scalare. Che è divenuta quasi un “Everest” per il Club Basket Frascati di coach Marco Martiri che non ha potuto disporre dei due stranieri oltre che di D’Angelo e Okereke (e con l’altro neo arrivato Triggiani alle prese con problemi alla schiena) per la prima sfida di campionato programmata sul “neutro” del PalaTellene a Roma. Il punteggio finale (44-64), comunque, non la racconta tutta su quello che è stato l’andamento della partita. «Sono contento della prestazione dei ragazzi – sottolinea coach Martiri – Avevamo in campo tanti giovani e siamo stati in partita per tre quarti di gara grazie anche a delle buone percentuali sui tiri da tre punti, poi inevitabilmente nell’ultima frazione è venuto fuori il maggior tasso tecnico e l’esperienza della Vis Nova che ha conquistato venti rimbalzi in più sfruttando la nostra carenza di centimetri sotto canestro. Ma faccio i complimenti a tutti i ragazzi che sono scesi in campo perché hanno dato tutto quello che avevano». Tra l’altro il calendario non ha certo dato una mano al Club Basket Frascati. «La Vis Nova è certamente una delle squadre più complete della categoria, anche se forse manca un pivot di ruolo. In ogni caso un avversario molto forte» commenta Martiri che non è stato “entusiasmato” dalla formula scelta per questa prima giornata di campionato. «L’idea di un campo unico poteva essere adatta per motivi televisivi, ma farla così mi ha lasciato un po’ perplesso anche perché al PalaTellene ci gioca una delle protagoniste del campionato (la Smit, ndr) e quindi non è proprio un campo neutro. Abbiamo perso una sfida casalinga da calendario, anche se il nostro esordio tra le mura amiche avverrà solo tra due settimane». Nel prossimo turno il Club Basket Frascati sarà ospite del San Paolo Ostiense. «Sarà un’altra partita tosta: affronteremo un avversario molto aggressivo e compatto che in casa aumenta la sua pericolosità. Ha in Giannini un punto di riferimento importante e in generale ha un buon gruppo, ma noi cercheremo di fare un’altra buona prestazione sperando di recuperare qualcuno degli assenti di sabato» conclude Martiri.




Club Basket Frascati (B femm.), capitan Prgomet: “Obiettivi? Crescita delle giovani, ma non solo…”

Frascati (Rm) – Croata di nascita, ma ormai quasi frascatana d’adozione. La serie B femminile del Club Basket Frascati è ripartita e lei non poteva non essere nell’organico affidato a coach Giuseppe Tabbanella: la play classe 1988 Petra Prgomet è stata tra le protagoniste della prima squadra femminile del club tuscolano, ma in questi anni è pure stata allenatrice ed ha stabilito un rapporto speciale con tutto l’ambiente. «Qui mi sento come a casa – dice la croata -, non vedevo l’ora che il presidente Fernando Monetti decidesse di riformare la prima squadra femminile». E tra l’altro il gruppo le riconosce un ruolo speciale visto che l’ha designata come capitano della nuova serie B femminile. «E’ una decisione che mi fa onore e al tempo stesso mi dà una grande responsabilità perché dovrò essere ancor più di esempio nei miei comportamenti – dice la Prgomet, che avrà come vice Rossella Cecconi – Conosco quasi tutte le “under” che fanno parte del nostro gruppo per averne visto il percorso di crescita all’interno di questa società e poi conosco la maggior parte delle “senior”». Carattere forte e deciso, la Prgomet (esattamente come il capitano della serie C Gold maschile) gioca nel ruolo di play. «Casualità? Non so, si dice sempre che il playmaker sia il “braccio destro” dell’allenatore in campo» sorride la croata che poi parla delle prospettive del Club Basket Frascati nel campionato di serie B. «Come per la prima squadra maschile, anche per noi il primo obiettivo dev’essere quello della crescita delle giovani atlete che abbiamo in organico perché la filosofia societaria è chiara. Ma non scenderemo in campo solo per questo: due anni fa sfiorammo la promozione in serie A2 e la nostra volontà è di provare ad essere competitive anche in questa stagione». D’altronde il Club Basket Frascati sta facendo passi da giganti anche nel settore “rosa”. «L’accordo che la società ha trovato con Albano ha dato ulteriori stimoli alle nostre giovani atlete e abbiamo registrato tante nuove richieste di tesseramenti da parte di bambine e ragazze: la crescita del basket rosa a Frascati è evidente» conclude la Prgomet.




FRASCATI BASKET, IL PRESIDENTE MONETTI E IL DIRIGENTE CIVILI TRACCIANO UN PRIMO BILANCIO

Redazione

Frascati (RM) – Il Basket Frascati Linea Gaggioli arriva alla pausa natalizia e traccia i primi bilanci con il presidente Fernando Monetti e col dirigente consigliere Romeo Civili. «Finora è stata un'annata abbastanza soddisfacente – esordisce Monetti – che di fatto ha visto continuare il nostro progetto sulla valorizzazione dei nostri ragazzi. Le squadre giovanili stanno dimostrando di avere tutte un'elevata competitività in special modo nei gruppi Under 15, 14, 13 e minibasket. Quest'anno, tra l'altro, abbiamo “coperto” tutte le categorie, dunque il risultato assume ancor più valore. Siamo orgogliosi, inoltre, del nostro staff tecnico composto da allenatori preparati e sempre vogliosi di far bene». Un concetto confermato e ampliato anche da Civili. «Sui giovani abbiamo fatto altri passi in avanti, crediamo fortemente che sia la strada giusta. La società? C'è stata una crescita evidente e costante rispetto alle scorse stagioni. Ma dobbiamo continuare a lavorare». Se dai giovani il Basket Frascati riesce a farsi regalare quasi sempre sorrisi, un po' meno felice sarà il Natale della prima squadra che si trova a metà classifica del campionato di serie C2 regionale. «Al momento – riprende Monetti – i risultati non danno merito al reale valore del roster a nostro avviso tra i più competitivi in questo girone A della serie C2, ma noi non abbiamo messo addosso al gruppo e all'allenatore nessuna “pressione da traguardi”. Quello che noi chiediamo è che si costruisca e conseguentemente si veda un gioco più corale, più di insieme, più di squadra: in un contesto del genere è anche più facile inserire i nostri giovani nel campionato maggiore. Un gioco che punti solo sull'individualità non è quello che cerchiamo, se si gioca di collettivo anche i risultati arriveranno conseguenzialmente». «La prima squadra – aggiunge Civili – deve ancora definire il suo ruolo all'interno del campionato. Finora le cose non sono andate come speravamo, ma la fiducia nel gruppo di coach Nevio Ciaralli è assolutamente intatta». Il presidente Monetti sottolinea che sicuramente il lavoro di coach Ciaralli e del suo assistente Cristiano Mocci in questa seconda parte della stagione porterà i risultati sperati in termini di gioco e dunque di risultati, poi chiosa un “ammiccamento”. «Abbiamo inoltre in cantiere progetti molto interessanti e importanti dei quali però parleremo a tempo debito. Una cosa però posso anticiparla: vogliamo cercare nuovi spazi per allargare il più possibile la nostra base, vero cuore della nostra attività». La società Frascati Basket, infine, augura a tutti delle serene festività.




FRASCATI BASKET, PAROLA A PERUZZI: "CON ALATRI PICCOLI MIGLIORAMENTI, DATE TEMPO A QUESTA SQUADRA"

 

Redazione

Il Basket Frascati reagisce bene dopo la sconfitta all'esordio contro l'Apdb Roma e espugna l'insidioso parquet dell'Alatri nel secondo turno del campionato di serie C2. Una gara da brividi, vinta dai ragazzi di coach Nevio Ciaralli per 70-69 e con i ciociari a sfiorare il beffardo sorpasso nei secondi finali. Un match che il club del presidente Fernando Monetti, in ogni caso, ha subito messo dalla sua parte con un parziale di 19-7 nel primo quarto che ha indirizzato la gara. Fabrizio Peruzzi, l'elemento più esperto del gruppo frascatano, commenta con lucidità la sfida di Alatri. «Un piccolo miglioramento rispetto alla prima gara dove abbiamo fatto vedere ben poco di quello su cui lavoriamo in allenamento da mesi. La squadra è giovane e di buonissima prospettiva – sostiene Peruzzi -, serve tempo ed è importante non smarrire la voglia e l'applicazione che stiamo mettendo per crescere insieme». Un messaggio di fiducia da parte della guardia/ala che comunque è già concentrato sulla prossima gara: sabato (ore 20) al palazzetto di Vermicino il Basket Frascati cerca la prima vittoria casalinga al cospetto della Virtus Velletri che ha iniziato il campionato con due vittorie e 166 punti realizzati. Una gara speciale per Peruzzi. «Velletri è la squadra in cui ho militato negli ultimi tre anni, per me è sicuramente una partita dal sapore particolare. Quest'anno hanno costruito una squadra molto competitiva soprattutto sugli esterni. Per noi – conclude Peruzzi – sarà importante continuare a mostrare progressi e magari vincere la prima partita casa». Insomma il Basket Frascati vuole dimostrare di aver capito gli errori commessi nelle prime due gare di campionato.
 




FRASCATI BASKET, COACH CIARALLI PRONTO ALL'ESORDIO DI SABATO: “L'APDB ROMA È FORTE E AMBIZIOSA”

Redazione

Dopo il bel successo di “Basket Open”, il Basket Frascati del presidente Fernando Monetti ha festeggiato un altro evento molto partecipato direttamente al palazzetto di Vermicino dove si è tenuto “Basket and Porchetta”, una sorta di apertura ufficiale dell'anno agonistico tra tutti i tesserati e gli amici della società tuscolana.
L'attenzione della prima squadra, invece, è già puntata sul debutto nel campionato di serie C2 regionale che avverrà il 6 ottobre in casa alle ore 20 contro l'Apdb Roma. «Abbiamo massimo ed assoluto rispetto della prima squadra che affronteremo – rimarca coach Nevio Ciaralli -.L'Apdb è forte ed ambiziosa, quindi un motivo in più per tenerla in considerazione. Noi, però, non dobbiamo avere paura di nessuno se non di noi stessi e a livello tattico la difesa sarà sempre la chiave di volta. Dobbiamo giocare come sappiamo e dobbiamo farlo partendo dall’idea che ci si deve “divertire seriamente”». La squadra di Ciaralli nei giorni scorsi ha giocato la prima (e unica) amichevole pre-campionato contro la Luiss. «La partita – sottolinea Ciaralli – è stata una bellissima prova, simile ad una gara di campionato sia per il valore dell’avversario sia per la quantità di tempo giocato. Assieme agli avversari abbiamo deciso di disputare cinque partite da dieci minuti di cui ne abbiamo perse tre e vinte due. Ho visto molte cose utili che in allenamento, non avendo il contesto della partita, non emergono chiaramente». Qualche aspetto negativo, com'è ovvio che sia, è venuto fuori. «Non mi è piaciuto l‘inizio – dice il tecnico -, ma ho apprezzato la reazione sotto il profilo caratteriale e tecnico. La Luiss è una squadra giovane, fisicamente molto impegnativa, completa e ben allenata. Tra le altre cose il caldo ha messo a dura prova i giocatori e io li ha spremuti abbastanza. Ho ruotato tutta la rosa guardando con attenzione chi conoscevo poco e ottenendo conferme dagli altri. Questa settimana – conclude Ciaralli – ci servirà per caricarci bene e approcciare al campionato con la mentalità giusta e quell’umiltà che deve essere sempre alla base di tutto».
 




FRASCATI BASKET, PRIMI GIORNI DI LAVORO. IL COMITATO UFFICIALIZZA IL GIRONE DI C2

Redazione

Il Basket Frascati Linea Gaggioli ha mosso i primi passi nella nuova stagione. Giovedì scorso la squadra si è radunata al palazzetto di Vermicino per i primi test fisici agli ordini del preparatore atletico 'Ntendarere che continuerà il proprio lavoro anche in questa settimana. Da lunedì, poi, il nuovo coach Nevio Ciaralli, che sarà affiancato sulla panchina tuscolana da Cristiano Mocci, ha iniziato a dare le prime indicazioni tattiche al gruppo. Sempre lunedì i rappresentanti della società del presidente Fernando Monetti hanno partecipato ad un'importante riunione presso il comitato regionale dove, tra le altre cose, si sono decisi i gironi della prossima serie C2 e lo slittamento di una settimana (dal 30 settembre al 7 ottobre) dell'inizio del campionato. Il massimo torneo regionale terminerà il 18 aprile con un turno infrasettimanale in contemporanea come nella scorsa stagione. Il regolamento che le prime 8 accederanno ai play off, le squadre classificatesi al nono e decimo posto termineranno il loro campionato, le squadre piazzatesi dall’11esimo al 13esimo posto accederanno ai play out, mentre l'ultima retrocederà direttamente in serie D. Il Frascati Basket è stato inserito nel girone A assieme a Fabiani Formia, Basket Terracina, Virtus Velletri, Monteporzio, Apdb Roma, Alfa Omega, Smit Roma Centro, Pamphili World Basketball, Alba Basket Monterotondo, San Paolo Ostiense, Ostia Dolphins, St. Charles e Pallacanestro Alatri. La società del presidente Monetti, comunque, rimane vigile sul mercato alla ricerca di un ultimo pezzo (un lungo) per completare il puzzle da mettere a disposizione di coach Ciaralli.
 




FRASCATI BASKET, SI RIPARTE DALLA SERIE C2, GIOVEDÌ L'INIZIO DELLA PREPARAZIONE

Redazione

Il Basket Frascati riparte dalla serie C2. La società del presidente Fernando Monetti era stata anche ripescata per meriti sportivi nel campionato nazionale di Dnc, ma l'inserimento in un girone del sud che prevedeva dodici trasferte tra Sicilia e Calabria avrebbe obbligato il Basket Frascati a enormi sforzi organizzativi ed economici. «Per questo – spiega Monetti – abbiamo scelto di ripartire dal massimo torneo regionale con l'obiettivo di riuscire a riconquistare sul campo la categoria nazionale nel giro di due o tre stagioni. Intanto stiamo lavorando per completare il roster con l'innesto di un lungo, mentre siamo orgogliosi di comunicare che due nostri giovani atleti sono andati in prestito in Dnb: si tratta di Giammò, andato a Scauri, e Fiorentino, che giocherà a Montegranaro». Il girone di serie C2 di cui farà parte la squadra frascatana sarà reso noto lunedì prossimo, mentre giovedì 23 la squadra si ritroverà (ore 19,30) al palazzetto di Vermicino per il primo giorno di preparazione agli ordini del neo tecnico Nevio Ciaralli che sarà affiancato da coach Cristiano Mocci. «Essendo Fernando Monetti il mio cugino carnale, chiaramente il Frascati Basket ha sempre avuto un canale preferenziale – ha sottolineato Ciaralli,ne avevo un impegno per rimanere sulla panchina della squadra femminile del Guidonia dove mi sarebbe piaciuto restare, poi sono cambiate alcune cose ed è nata questa opportunità di ritornare a Frascati che ho colto con grande entusiasmo. Qui ci sono tutte le premesse per fare un buon lavoro». Il coach è stato sulla panchina tuscolana già qualche anno fa e ora trova una società cresciuta e rafforzata. «Conoscendo l'orgoglio di Fernando – dice Ciaralli – sapevo che avrebbe fatto un lavoro puntiglioso e certosino alla presidenza del Frascati Basket. Lui è stato giocatore e quindi sa bene cosa vuol dire per un atleta avere il supporto della società per rendere al meglio. Per esempio nella mia prima esperienza a Frascati non c'era un parquet del livello di questo che ha ora il palazzetto e su cui è un piacere giocare». Chiusura sulle questioni di natura tecnica. «Credo che abbiamo allestito una rosa con il giusto mix tra giocatori giovani ed esperti: sono convinto che il ragazzo che ha qualità, se è bravo, si imponga comunque e non solo perché ha spazio.