1

LANUVIO, ATTORI CONTRO MUSICISTI: UNA PARTITA DI SOLIDARIETA' PER IL BAMBINO GESU' DI ROMA

Redazione

Una partita di solidarietà. Il mondo della musica del cinema e dello spettacolo, insieme per aiutare l'ospedale Bambino Gesù di Roma. i biglietti si possono acquistare presso gli uffici della iso media via achille grandi 32- Genzano di Roma o presso la Drin Service, per informazioni 06 45 55 76 65 – 06 45 55 77 98 Iso Media. L'appuntamento è fissato per sabato 7 luglio alle 18 allo stadio comunale di Lanuvio

 

L'intero incasso sara' devoluto all'ospedale pediatrico Bambino Gesu'




LANUVIO, LA MISSION DELLA SQUADRA GALIETI: "RIPRENDERE IL CONTROLLO DEL TERRITORIO PER GARANTIRE SICUREZZA"

Redazione
Si è svolto nei giorni scorsi presso l'Aula Consiliare del Comune di Lanuvio un incontro tra i comandanti di Carabinieri, Polizia Municipale, Protezione Civile ed il Vice Sindaco con delega alla Pubblica Sicurezza Maurizio Santoro ed il Consigliere delegato alla Protezione Civile Mario Di Pietro.
" Abbiamo deciso di avviare una stretta collaborazione con le forze di polizia per riprendere pienamente il controllo del territorio con l'obiettivo di ripristinare il rispetto delle regole ed una condizione di completa sicurezza, fondamentali per la qualità di vita della cittadinanza e soprattutto per la ripresa economica e sociale del Paese " fanno sapere in una nota Santoro e Di Pietro.
" L'incontro – continuano i due amministratori della Lista Civica Lanuvio per la Democrazia – è stato cordiale e proficuo ed è servito a pianificare un insieme di azioni di controllo sul tema dell'immigrazione clandestina e dell'inquinamento ambientale. La prima fase di questo piano consisterà quindi in un'azione di indagine e bonifica del territorio cittadino con particolare attenzione a tutte le zone di campagna, operazione che potrà finalmente portare al censimento della popolazione straniera residente – in maniera regolare o meno – nel Comune di Lanuvio che per 5 anni abbiamo chiesto inutilmente dai banchi della passata opposizione"



LANUVIO ELEZIONI, FED., IDV, E UDC CANDIDANO GIOVANNI FIANDRA

 Redazione

La Federazione della Sinistra, l'Italia dei Valori e l'Unione di Centro raggiungono un'intesa sul nome del Candidato Sindaco da opporre al medico Luigi Galieti, sostenuto dalla lista civica Lanuvio per la Democrazia. Sarà l'ingegnere Giovanni Fiandra a rappresentare questa coalizione di centro-sinistra. Perché Fiandra? Visti gli attuali equilibri nell'area del centro-sinistra che per vincere, deve assolutamente andare unito, non ci sono al momento altri nomi in grado di garantire buon governo della città e coalizione unita e coesa. Gli viene riconosciuto da molti, anche da persone molto distanti dalla sua tradizione culturale e politica – è cattolico, ha militato nella sinistra di base della DC, poi nel Pd – la capacità di amministrare in maniera efficace ed efficiente, una caratteristica assolutamente essenziale visti i tanti problemi che Lanuvio si trova ad affrontare. La scelta non è stata affrontata a cuor leggero dai Comunisti, il cui candidato Sindaco, fino a qualche settimana fa era Salvatore Baccarini, lanuvino doc, militante di lungo corso, capace e rispettato da Compagni e Cittadini di Lanuvio. Ma davanti alle intransigenti e reciproche posizioni – tra centro-sinistra unito e Pd – la scelta è stata quella di fare tutti un passo indietro, la Fds ha ritirato il proprio nome, altrettanto ha fatto l'Udc, togliendo dal tavolo delle trattative Marco Trombetta. È il lancio del sasso nello stagno per smuovere le acque, cerchiamo e auspichiamo una collaborazione politica con il Pd, nonostante 4 anni e mezzo di divisioni, nominando un uomo che, nonostante fosse stato messo alla porta due anni fa dal suo partito, rimane certamente all'interno di quell'area politica per militanza e tradizione politica. Molti in città sembrano scandalizzati da questa strana coppia Comunisti-Udc, qualcuno ha parlato di “walzer dei polticanti”. Ma davanti al pericolo del qualunquismo e l'antipolitica è necessario stare uniti, trovare una mediazione. Chi ha memoria storica ricorda che questa non è una cosa poi così inedita né blasfema. In un periodo estremamente pericoloso per la democrazia italiana e mondiale (ricordate il terrorismo di destra? O il colpo di Stato cileno negli anni Settanta?), in quel momento Enrico Berlinguer non perse troppo tempo nell'aprire un discorso con i cattolici italiani, l'oramai celeberrimo compromesso storico, per impedire che la situazione degenerasse in maniera irreparabile. Oggi a Lanuvio, con le dovute differenze – è ovvio che qui non si corrono gli stessi tragici rischi – dobbiamo fare la stessa cosa".




LANUVIO, FABRIZIO AGOSTINELLI SEL: "GIOVEDI' PRESENTEREMO IL NOSTRO PROGETTO POLITICO PER LA CITTA'

Redazione

 "Giovedì 19 Gennaio, ore 18.30 presso il Salone delle Colonne Di Villa Sforza – a Lanuvio, il Comitato Civico Lanuvino “Passo dopo Passo” e Sinistra Ecologia Libertà Lanuvio, presenteranno il progetto politico amministrativo con cui affronteranno le Elezioni Amministrative 2012"

 "Questo progetto proposto da SEL nasce da lontano – annuncia il Coordinatore di SEL di Lanuvio – attraverso la felice esperienza con la cittadinanza di Lanuvio fatta sul tema dei referendum per l'acqua pubblica. Un'esperienza che ha dimostrato come mettendo al centro il programma, si possa instaurare un rapporto costruttivo e vincente tra partiti e società civile."

"È per questo – spiega Agostinelli – che abbiamo deciso di riproporre questa sinergia anche per le prossime elezioni amministrative, facendoci promotori di una visione condivisa su cui costruire insieme un programma e un progetto per la città. Vogliamo partire dalla condivisione dell'importanza della difesa dei beni comuni, Acqua, Aria, Terra, Archeologia e Paesaggio, Centro Storico e Tradizioni Culturali, attraverso una profonda rivisitazione del modello di sviluppo urbanistico."

"La crescita urbanistica, se mai necessaria, che ci interessa – precisa Agostinelli – è quella che rispetta le reali esigenze di chi abita e vive i nostri luoghi e dell'ambiente e non gli interessi morbosi di chi con il cemento accumula fortune a discapito della vivibilità di Lanuvio. Così come stigmatizziamo con forza la brutta politica che fa degli oneri di urbanizzazione il modo più veloce per rimpinguare le casse del Comune, sempre più povere di trasferimenti ed alla ricerca costante di risorse. La nostra idea di politica mette al centro la condivisione, la parsimonia e la sobrietà, per un buon vivere quotidiano. Da qui la nostra chiara scelta mettere in campo l'impegno per una nuova ecologia della politica e dell'amministrazione, che vogliamo partecipata e democratica."

"Siamo coerenti con il nostro impegno – prosegue il Coordinatore di SEL Lanuvio – e per questo ci presenteremo con un'equa rappresentanza nella nostra lista tra i partiti e la società civile, affinché si lasci spazio alle idee di tutte tutti. Questo è un tema ineludibile che ormai tiene banco a tutti i livelli della politica locale e nazionale. E perciò nella nostra formazione la presenza di esponenti di partito sarà chiaramente limitata ed improntata al totale rinnovamento: nessun vecchio amministratore, quindi, per dare un segnale reale cambiamento alla cittadinanza."

"Lanuvio ha risposto e molti cittadini si sono costituiti nel Comitato: “Passo dopo Passo”. Un Comitato che cresce ogni giorno, con entusiasmo, nelle idee e nei numeri. I partiti tradizionali invece no. Hanno scelto per l'ennesima volta di barricarsi nel fortino della politica di professione e di dedicarsi al logoro gioco delle spartizioni, come gli ultimi giapponesi sull'isola, mentre il mondo intorno sta cambiando. È il solito errore della politica: troppo chiusa in se stessa attenta solo alle sue logiche di rappresentanza e spartizione."

"Noi abbiamo scelto di andare oltre. – conclude Fabrizio Agostinelli – Noi ci incamminiamo attendendo altri compagni di viaggio, verso la Lanuvio del futuro.