1

Roma, Polisportiva Borghesiana volley (II divisione/m). Lococo: “Stimolante lavorare coi giovani”

ROMA – Sarà la prima squadra maschile del settore volley della Polisportiva Borghesiana. La Seconda divisione del club capitolino, in questa stagione, ha un nuovo tecnico: si tratta di Giorgio Lococo, allenatore dalla lunga esperienza nel mondo della pallavolo. «L’accordo con la Polisportiva Borghesiana è stato abbastanza veloce: mi hanno chiesto di fare crescere questo gruppo che è composto da diversi ragazzi giovani e, avendo avuto tante esperienze nel settore giovanile, questo aspetto mi ha certamente stimolato ad accettare». Anche se l’allenatore da tempo non allena gruppi maschili. «L’ultima volta è stata diversi anni fa, ma non ci sono grandi problemi – assicura Lococo -. Differenze? A livello giovanile le ragazze spesso sono più mature, mentre tra i grandi magari è più facile coinvolgere gli uomini e il lavoro psicologico da fare è diverso». La prima squadra maschile della Polisportiva Borghesiana volley si sta allenando da circa un mese. «Finora abbiamo lavorato molto sulla parte fisica, badando meno all’aspetto tattico e tecnico. Il campionato è ancora lontano (dovrebbe iniziare a metà novembre, ndr) e quindi per ora non abbiamo disputato amichevoli: la prima dovremmo prenderla per sabato 21 ottobre, a breve cercheremo di capire con quale avversario».

Gli obiettivi tecnici della squadra di Lococo sono abbastanza chiari. «Sarà un campionato stimolante per tutti i nostri ragazzi: i giovani dovranno crescere e i “grandi” dovranno favorire questo processo. D’altra parte il campionato di Seconda divisione è discretamente testante da questo punto di vista, pur avendo un livello alla portata del nostro gruppo. Capiterà di incrociare anche squadre con elementi che in passato hanno giocato in categorie superiori, ma in generale è un torneo in cui possiamo esprimerci bene. Una volta ufficializzati i gironi, vedremo con che tipo di avversarie siamo stati abbinati» conclude l’allenatore della Polisportiva Borghesiana volley.




Polisportiva Borghesiana volley, Criscuolo: «Vogliamo partecipare al bando per la “Marco Polo”»

Redazione

Roma – La Polisportiva Borghesiana volley, chiuso il torneo misto inter societario organizzato da Federica Zoffranieri (una delle componenti della Seconda divisione), sta lavorando in vista della prossima stagione. Al di là degli aspetti tecnici, il settore della pallavolo si sta occupando di un delicato aspetto legato alle strutture. Una decisione del Comune di Roma (a cui è seguita l’azione del Municipio VI) ha impedito alle società che hanno già in concessione impianti comunali di poter partecipare ai bandi per altre strutture come le palestre scolastiche. Il caso ha investito anche la Polisportiva Borghesiana: il club capitolino, già titolare della concessione del centro sportivo “Brasili” (che è utilizzato dal settore calcio e anche dal volley, visto che c’è un pallone tensostatico all’interno del centro), è stato dunque estromesso dal bando che riguarderà l’assegnazione della palestra della scuola “Marco Polo” in via Paternò. «Una decisione che ci ha lasciato sgomenti – commenta Stefano Criscuolo, uno dei responsabili del settore volley – Quello è un punto storico per una associazione come la nostra che anche in quella palestra ha mosso i primi passi sportivi, oltre trent’anni fa. Il regolamento studiato dal Comune di Roma, che comunque aveva dato la possibilità ai Municipi di prorogare i vecchi accordi in caso di problematiche (cosa che non è avvenuta per il Municipio VI, ndr), ci ha penalizzato e per questo abbiamo avviato un’azione legale contro questa decisione e potremmo valutare anche un ricorso al Tar se ne saremo costretti. Tra l’altro i bandi hanno scadenza 20 luglio e quindi anche come tempistica si rischierà di consegnare queste strutture alle società a novembre inoltrato, con le stagioni agonistiche già avviate da tempo. Non è giusto penalizzare associazioni come la nostra che da tanti anni svolge un servizio importantissimo in questo territorio e che decisioni come queste possono mettere seriamente in discussione. Il ruolo prima di tutto sociale di club come la Polisportiva Borghesiana è determinante per la crescita di tanti ragazzi che, in alternativa, sarebbero costretti a rivolgersi a strutture private o magari abbandonare lo sport per motivazioni economiche».
In attesa di capire come finirà questa intricata vicenda, il club capitolino sta comunque pensando alla parte tecnica. «Avremo l’ingresso di un nuovo tecnico nel nostro organigramma – dice Criscuolo – Si tratta di Giorgio Lococo, proveniente dal Volley Club Frascati: prenderà in carico la nostra Seconda divisione maschile ed essendo un tecnico capace di lavorare sui giovani, ci auguriamo possa ottenere buoni risultati coi nostri ragazzi. Al suo fianco ci sarà Noemi Ligenti alla quale vorremmo affidare anche un gruppo di settore giovanile maschile puro, qualora ci saranno i numeri per crearlo. Per il settore femminile, al momento, possiamo dire che Marco Aquili resterà alla guida della prima squadra che giocherà in Seconda divisione e che i tecnici della passata stagione saranno confermati, ma con ogni probabilità ci sarà una rotazione rispetto ai gruppi allenati nell’ultimo campionato. Infine stiamo allestendo anche due gruppi Amatoriali, uno misto e uno femminile, per replicare la bella esperienza della passata stagione e accontentare le tante richieste che ci stanno arrivando».
 




POLISPORTIVA BORGHESIANA VOLLEY, LA MONTALDI: «LE NOSTRE PRIME SQUADRE DOVRANNO STARE AI VERTICI»

Redazione

Roma – Qualche novità e diverse conferme nel settore volley della Polisportiva Borghesiana che ha iniziato la stagione 2016-17. La più importante in assoluto, che era stata comunque anticipata almeno da un paio di mesi, è rappresentata dal rientro di Stefano Criscuolo nel ruolo di responsabile del settore volley. Giuliana Montaldi, che ha portato avanti questa carica nell’ultimo triennio, sarà il direttore tecnico e al di là delle mansioni formali i due lavoreranno in piena sintonia come fatto anche in passato, prima cioè che Criscuolo lasciasse l’incarico per impegni politici. E’ proprio la Montaldi a illustrare i quadri tecnici e organizzativi della nuova stagione della Polisportiva Borghesiana volley. «Per ciò che concerne il settore femminile, la nostra prima squadra giocherà in Seconda divisione e sarà guidata da Marco Aquili. Quest’anno non faremo collaborazioni con altre società e dunque tutte le varie squadre giocheranno sotto il nome di Polisportiva Borghesiana. Le formazioni giovanili ai nastri di partenza saranno l’Under 18 di Camilla Chiodi, l’Under 16 e la 14 di Daniele Sarnataro e l’Under 13 che sarà allenata dal neo tecnico Emiliano Dattilo, unica new entry nel nostro organigramma. Il settore minivolley, infine, sarà di nuovo affidato a coach Massimo Iacono che ha fatto benissimo nella passata stagione. Per quanto riguarda il settore maschile avremo una prima squadra in Seconda divisione che sarà gestita tecnicamente dallo stesso Stefano Criscuolo e da Giuseppe Scipioni con la possibilità di fare eventualmente anche un torneo Under 18, poi sicuramente ci sarà un gruppo Amatoriale misto guidato da Serena Filippone e forse anche un’Amatoriale femminile». La Montaldi è abbastanza chiara quando parla di obiettivi stagionali. «Le due prime squadre hanno gruppi molto validi e rinforzati rispetto all’anno scorso, quindi dovranno essere competitive nei loro campionato. Il settore giovanile ce l’ho nel cuore perché da anni ci lavoriamo sopra: l’obiettivo a medio-lungo termine è quello di far crescere ragazze che possano poi giocare nella nostra prima squadre e diversi elementi interessanti già ci sono…». Chiusura sulle strutture: la Polisportiva Borghesiana volley ha ottenuto la possibilità di riutilizzare la palestra della scuola Pertini (adiacente al centro sportivo) dove giocherà la prima squadra femminile e ha superato l’ennesimo atto vandalico portato al pallone di via Brasili poco prima che cominciasse il “pieno” delle attività stagionali.
 




POLISPORTIVA BORGHESIANA VOLLEY, LA MONTALDI: «FELICISSIMA DEL RIENTRO DI STEFANO CRISCUOLO»

Redazione

Roma – Giugno, come sempre, è mese di bilanci per quasi tutte le società sportive. Non fa eccezione il settore volley della Polisportiva Borghesiana guidato dalla responsabile Giuliana Montaldi, impegnata nello scorso week-end nell’ultimo vero impegno stagionale, vale a dire un torneo a Norcia a cui il club capitolino ha partecipato con le sue selezioni Under 18 (di coach Camilla Chiodi), Under 16 e Under 13 (del tecnico Daniele Sarnataro). «Siamo molto contenti di come siano andate le cose in questa stagione. Il minivolley, affidato a coach Massimo Iacono, ha dato risposte davvero notevoli in termini numerici, ma anche di qualità di lavoro. In questo senso il lavoro di Massimo è stato semplicemente straordinario anche perché ha puntato pure al continuo coinvolgimento dei genitori, valorizzando lo spirito aggregativo del nostro club e di questa splendida disciplina. L’Under 13 e la 16 femminile hanno centrato una doppia finale nei campionati di competenza e in particolare le più piccole hanno dimostrato di essere un gruppo estremamente interessante tanto che qualcuna potrebbe addirittura essere pronta per l’Under 18 della prossima stagione. Anche le ragazze della Chiodi hanno fatto un buon percorso stagionale, crescendo molto rispetto all’inizio del campionato: diverse di loro, tra l’altro, potranno rifare questa categoria anche l’anno prossimo e sono convinto che ne uscirà una squadra estremamente competitiva. La Prima divisione femminile di coach Marco Aquili, portata avanti assieme alla società Montello, ha avuto qualche difficoltà, ma alla fine ha mantenuto la categoria vincendo il play out. Infine, voglio fare un plauso sia all’Amatoriale mista di Serena Filippone che a quella femminile di Giancarlo Cartocci, due gruppi tra cui ci potrebbe essere qualche elemento utile anche alla nostra futura prima squadra, ma in estate parleremo dei programmi futuri del nostro club». Una certezza, però, già c’è: il rientro dell’ex responsabile del settore volley Stefano Criscuolo, rimasto comunque vicino alla società capitolina anche durante la sua parentesi politica. «Questa è una grande notizia per tutto il nostro movimento. Problemi di carica? Non ce ne saranno minimamente – sorride la Montaldi -, ci conosciamo da ormai venti anni e si può dire che il settore volley della Polisportiva Borghesiana è nato grazie al nostro impegno. Stefano è una persona squisita oltre che competente e il suo rientro rappresenterà una vera fortuna per il nostro club».




POLISPORTIVA BORGHESIANA VOLLEY, L’UNDER 16 SECONDA AL TROFEO ROMA: COACH SARNATARO SODDISFATTO

Redazione

Roma – I gruppi della Polisportiva Borghesiana volley guidati da coach Daniele Sarnataro, vale a dire l’Under 16, l’U14 e l’U13, hanno concluso le loro fatiche ufficiali. L’ultima buona risultanza è arrivata dalla selezione maggiore impegnata nel Trofeo Roma, organizzato dalla Uisp per le squadre che non hanno centrato un piazzamento nei vertici del girone di prima fase. La Polisportiva Borghesiana ha giocato una brillante fase a gironi nella manifestazione, poi in semifinale ha superato con un combattuto 3-2 l’Olimpia volley e infine ha ceduto al cospetto del Nautilus per 3-0 nell’atto conclusivo. «Una finale è sempre una finale, anche se il livello del Trofeo Roma non è certo altissimo – commenta Sarnataro – Ma questo ha evidenziato la voglia di crescere di un gruppo di ragazze che, per la maggior parte, sono al primo anno di pallavolo. L’impatto con la disciplina non è stato semplice, così come per le ragazze dell’Under 14 non è stato semplice “assorbire” l’introduzione di ruoli e dei primi schemi di gioco. Ma sono tutte esperienze che ci torneranno utili a partire dalla prossima stagione». Buoni riscontri anche dall’Under 13 che ha concluso la seconda fase stagione sfidando Lazio e Tellene 2012. «Per loro si trattava del primo vero anno di agonistica e pure in questo caso ci possiamo dire abbastanza soddisfatti – rimarca Sarnataro – L’aspetto da migliorare? Bisogna crescere soprattutto a livello di “cattiveria agonistica”, ma quello si acquisisce anche accumulando esperienza e tante partite giocate». La stagione dei tre gruppi, però, non è del tutto terminata. «Continueremo ad allenarci fino a fine giugno – conferma Sarnataro – e anzi approfitto nel comunicare a tutte coloro che vogliono venirci a trovare e provare con noi che siamo tutti i pomeriggi dalle 16 alle 20 al pallone di via Brasili. Inoltre il gruppo Under 13 e quello della U16, oltre all’Under 18 di Camilla Chiodi, saranno protagonisti di una bella trasferta a Norcia per un torneo da disputare il 17 e 18 giugno prossimi».
 




POLISPORTIVA BORGHESIANA, IL SETTORE MINIVOLLEY AL MEMORIAL “FAVARETTO” AI FORI IMPERIALI

Redazione

Roma – La solita grandissima festa. C’era anche un gruppo di 18 bambine del settore minivolley della Polisportiva Borghesiana tra i settemila presenti al tradizionale memorial “Franco Favaretto”, tenutosi nella splendida cornice dei Fori Imperiali. Oltre cento mini-campi allestiti tra piazza Venezia e il Colosseo dove tantissime società (alcune provenienti anche da regioni limitrofe al Lazio) hanno dato vita a una mattinata completamente all’insegna del volley dalle 9,30 fino a poco prima delle 13. «La splendida giornata di sole ha impreziosito ulteriormente l’evento la cui prima edizione è datata 1996» sottolinea il responsabile del settore minivolley della Polisportiva Borghesiana Massimo Iacono. «Ancora ieri, quando ci siamo rivisti per gli allenamenti, le ragazzine aveva addosso l’emozione di una giornata molto particolare in cui ovviamente l’aspetto tecnico passa in secondo piano e c’è soprattutto quello ludico a farla da padrone» aggiunge Iacono. Il gruppo capitolino è riuscito anche a giocare con il testimonial della manifestazione, quell’Andrea Lucchetta che si è prestato come sempre con simpatia ad alcune esibizioni con i piccoli atleti nel campo centrale allestito per la manifestazione. Al seguito del gruppo della Polisportiva Borghesiana, oltre a coach Iacono, c’erano anche l’attuale responsabile del settore volley Giuliana Montaldi e il suo “predecessore” Stefano Criscuolo. «L’attività del minivolley a livello ufficiale è praticamente terminata – dice Iacono -, ma con gli allenamenti andremo avanti almeno fino alla fine delle scuole e probabilmente fino alla metà di giugno». Con il termine della stagione ormai alle porte, per Iacono è tempo di bilanci dopo il suo primo anno da responsabile del settore mini-volley. «Le cose sono andate sicuramente bene: al di là del lavoro tecnico sulle bambine, abbiamo cercato di curare ancor di più i rapporti con le famiglie dei nostri tesserati ottenendo riscontri importanti. Nella parte finale della stagione le ragazze più grandi del nostro gruppo hanno iniziato ad allenarsi con l’Under 12 di coach Daniele Sarnataro proprio in vista dell’uscita dal minivolley che avverrà nella prossima annata agonistica».
 




POLISPORTIVA BORGHESIANA VOLLEY (I DIV. FEMM), AQUILI: «CAMPIONATO A DUE VOLTI, MA SIAMO SALVI»

Redazione

Roma – La Prima divisione della Polisportiva Borghesiana volley (che ha costruito la prima squadra femminile in collaborazione con la società Montello) ha raggiunto l’obiettivo. Sabato scorso, nel match casalingo contro Ariccia, la formazione di coach Marco Aquili ha bissato il 3-1 ottenuto all’andata e ha così vinto il proprio play out salvezza. «Una partita iniziata male – commenta il tecnico capitolino -, forse le ragazze hanno fatto qualche calcolo di troppo in base alla vittoria di gara1. Ma quando hanno ripreso a giocare, la differenza tra le due formazioni è uscita fuori in maniera evidente e così abbiamo vinto i successivi tre set controllando quasi sempre il gioco. D’altronde Ariccia è una formazione composta da tante giovanissime e dal punto di vista tecnico i loro attacchi avevano delle traiettorie abbastanza leggibili. Alla fine era importante evitare la “bella” e ci siamo riusciti». A proposito di giovani, anche la prima squadra femminile della Polisportiva Borghesiana ne ha impiegate diverse. «Tra gli obiettivi che ci eravamo prefissi c’era quello di far salire qualche ragazza dell’Under 18 Terza Divisione di coach Camilla Chiodi e nell’ultimo periodo, per esempio, Alessia Miglietta e Celine Di Gangi hanno dato il loro contributo alle più grandi. La prima si è districata nel ruolo di martello e all’occorrenza anche di libero, la seconda è un centrale». L’utilizzo di qualche elemento del vivaio, come nel progetto iniziato da tempo sotto la gestione tecnica dell’ex responsabile Stefano Criscuolo e poi proseguita sotto quella dell’attuale referente Giuliana Montaldi, è stato necessario anche per qualche defezione verificatisi nel corso della stagione. «Diversi problemi di lavoro e anche altri problemini hanno condizionato il nostro gruppo che, infatti, alla fine del girone d’andata era quarto e poi ha avuto un sensibile calo a livello di risultati. Per questo dico che la stagione è negativa ripensando alla prima parte di campionato, ma positiva guardando come si erano messe le cose e avendo centrato comunque la permanenza in categoria». Da questa settimana è già futuro. «Stiamo cominciando a valutare alcune ragazze che abbiamo in prova – dice Aquili – Per quanto riguarda me, sono contento del supporto che mi ha sempre dato il club e penso si possa andare avanti anche il prossimo anno».
 




POLISPORTIVA BORGHESIANA VOLLEY, L’UNDER 18 SODDISFA LA CHIODI: «QUESTO GRUPPO È CRESCIUTO MOLTO»

Redazione

Roma – Una lunga pausa. La Terza divisione Under 18 femminile della Polisportiva Borghesiana volley è costretta allo stop forzato da un calendario un po’ strano: l’ultima partita delle ragazze allenate da Camilla Chiodi, che stanno affrontando da poco più di un mese questo nuovo torneo, è datata 21 marzo, poi tra sosta di Pasqua e rinvii la squadra capitolina non è più tornata in campo. Non accadrà nemmeno questa settimana quando era in programma il match con Roma 6 Villa Gordiani che però è slittato addirittura a maggio e dunque per vedere il ritorno in campo in una gara ufficiale della Polisportiva Borghesiana bisognerà attendere il prossimo giovedì 21 aprile quando le ragazze di coach Chiodi saranno chiamate ad affrontare nella palestra dell’istituto “Marco Polo” di via Paternò la Polisportiva Roma 7. «Non è semplice gestire questa pausa da impegni ufficiali anche perché le ragazze hanno bisogno e voglia di partite vere – spiega la Chiodi – L’ulteriore slittamento del ritorno al campionato potrebbe portarci a pensare alla disputa di un’amichevole prima del 21 aprile prossimo, vedremo se sarà possibile». La squadra capitolina ha disputato nel nuovo torneo tre partite: la prima, in casa del Sales, è stata vittoriosamente portata a termine col punteggio di 3-1, mentre successivamente sono arrivate due sconfitte. Prima Marino si è imposto per 3-2 al termine di una gara combattuta e decisamente tirata, mentre nell’ultimo match disputato la Polisportiva Borghesiana ha ceduto con un secco 3-0 sul campo della Quintilia, in una gara condizionata anche dall’assenza della stessa Chiodi per motivi personali. «Finora siamo comunque soddisfatti del lavoro che sta portando avanti questo gruppo, cresciuto in maniera evidente nel suo complesso. Il problema principale che era uscito nelle prime gare della stagione era legato alla gestione della partita e del singolo errore, aspetti che col tempo le ragazze stanno limando e non è un caso che nel girone di ritorno del campionato Under 18 (quello disputato fino a febbraio, ndr) la squadra abbia chiuso in crescendo. Per questo finale – conclude la Chiodi – mi aspetto semplicemente che si prosegua su questa linea: tra l’altro abbiamo già dato alcuni elementi alla nostra prima squadra e questo probabilmente è l’obiettivo più importante dell’intera annata».
 




POLISPORTIVA BORGHESIANA VOLLEY, CARTOCCI: «LE RAGAZZE DELL’AMATORIALE CI DANNO SODDISFAZIONI»

Redazione

Roma – In un quadro complessivamente positivo che anche quest’anno caratterizza il settore volley della Polisportiva Borghesiana, non “stona” nemmeno la squadra Amatoriale femminile che è stata affidata a Giancarlo Cartocci, tecnico di rientro nel club capitolino proprio in questa stagione. «Le nostre ragazze – spiega l’allenatore – hanno appena concluso la prima fase, quella del campionato regolare, chiudendo il girone al secondo posto dietro al Nautilus che ha dimostrato di essere una squadra molto forte e competitiva. Ora ci aspettano i quarti di finale dei play off dove incroceremo il Città di Frascati, società che è sicuramente attrezzata per essere protagonista: la prima gara si giocherà sul nostro campo il prossimo 7 aprile, poi il ritorno fuori casa è in programma sette giorni dopo e l’eventuale bella, da disputare ancora nel nostro centro sportivo, si terrebbe il 21 aprile. Sarà una sfida complicata e piena di insidie, ma sono fiducioso: la nostra volontà è di cercare di arrivare in fondo». Anche se le prospettive di partenza di questa squadra non erano di competere ai massimi livelli. «Ho ereditato un gruppo che l’anno scorso si era laureato campione provinciale Uisp – sottolinea Cartocci -, ma quest’anno alcune di quelle ragazze per motivazioni svariate non hanno potuto proseguire l’avventura e sinceramente all’inizio del campionato non pensavo che potessimo essere così competitivi. Il gruppo, comunque, ricalca quello della passata stagione con qualche nuovo innesto: anche per questo lo spirito e la compattezza sono sicuramente forti e questi sono aspetti importanti per una buona competitività di squadra». Il coach, per la prima volta in carriera, ha accettato di allenare una formazione femminile. «All’inizio della stagione sono stato contattato dalla Polisportiva Borghesiana, un club che conosco bene per averci lavorato in passato – spiega Cartocci – Ero un po’ perplesso nel prendere una squadra “rosa” perché mi sono sempre trovato bene nel lavorare con gli uomini, ma alla fine l’esperimento è stato positivo e ora cerchiamo di toglierci delle belle soddisfazioni». 




POLISPORTIVA BORGHESIANA (II DIV. MASCHILE), SCIPIONI: «ROSA CORTA, MA STIAMO FACENDO BENE»

Redazione

Roma – La prima squadra maschile della Polisportiva Borghesiana, guidata da coach Peppe Scipioni, sta stringendo i denti. I ragazzi capitolini, infatti, sono alle prese con un organico un po’ risicato, ma stanno comunque tenendo botta in campo. Nell’ultimo turno la Polisportiva Borghesiana ha vinto 3-2 su un Marino che sul suo campo, nella partita d’andata, si era imposto 3-0. «Nonostante i castellani occupino una bassa posizione di classifica – dice Scipioni – hanno una squadra valida, composta da giocatori aitanti e da giovani di buona qualità. Il loro attuale piazzamento è forse dovuto al fatto che non sempre hanno presentato la squadra che ho visto nell’ultimo turno contro di noi». I capitolini, comunque, l’hanno spuntata al tie-break al termine di una gara tirata che ha recitato questi parziali: 25-22, 23-25, 25-14, 19-25 e 15-12. «Una buona prestazione da parte del nostro gruppo che da un po’ di tempo deve fare i conti con alcuni problemi di organico. Abbiamo una rosa attualmente un po’ corta e dovremo fare di necessità virtù fino a fine stagione. Ma al gruppo dei giocatori più esperti stiamo affiancando pian piano alcuni elementi più giovani: abbiamo un palleggiatore 21enne, tre ragazzi del ’98 e recentemente abbiamo inserito anche due ragazzi del 2000, mio figlio Edoardo e Armando DeVito». Nel prossimo turno la Polisportiva Borghesiana sarà ospite della Sport Promotion ultima della classe. «Una buona occasione per dare un po’ di spazio in più proprio ai nostri ragazzi, senza però abbassare la guardia – dice Scipioni – Siamo stati per tutta la stagione tra il quarto e il quinto posto e vogliamo cercare di rimanerci anche perché le prime tre del girone hanno obiettivamente un altro passo».
Intanto, a proposito di giovani, la responsabile del settore volley Giuliana Montaldi vuole sottolineare «l’ottimo lavoro che sta portando avanti proprio Erica Proietti sui ragazzi dell’Under 17. Magari stanno facendo un po’ di fatica a livello di risultati, ma i loro miglioramenti sono sensibili e non è un caso che anche la prima squadra “beneficia” dell’apporto di alcuni elementi di questo gruppo».




POLISPORTIVA BORGHESIANA, UNA GRANDE FESTA PER IL DOPPIO CONCENTRAMENTO DEL MINIVOLLEY

Redazione

Roma – Due concentramenti del minivolley a distanza di una settimana. Il pallone polivalente del centro sportivo Brasili di via Lentini, una delle case del settore volley della Polisportiva Borghesiana, è stato invaso da mini-atleti (con genitori e tecnici al seguito) per i due partecipati appuntamenti organizzati nell’ordine prima dalla Uisp e poi dalla Fipav. Circa duecento ragazzini hanno popolato i mini-campi allestiti dalla Polisportiva Borghesiana, in particolare nel corso dell’appuntamento Uisp che ha visto la partecipazione di ben nove società, compresa quella ospitante. Domenica scorsa, invece, per il torneone Fipav la Polisportiva Borghesiana ha sfidato le selezioni di Monteporzio e Roma Otto. In questo genere di occasioni e in generale quando si parla di minivolley, il risultato è davvero l’ultimo degli aspetti da analizzare, ma comunque i ragazzini del club della responsabile Giuliana Montaldi (che, proseguendo il lavoro del predecessore Stefano Criscuolo, ha insistito nel valorizzare la base del settore volley) hanno dimostrato di essere competitivi e di assorbire molto bene i metodi del nuovo direttore tecnico del minivolley Massimo Iacono, coadiuvato da Daniele Sarnataro. Agli appuntamenti ha presenziato lo stesso Criscuolo che attualmente riveste il ruolo di consigliere municipale e componente della commissione Sport e Cultura, oltre che consigliere dell’ente promozionale Uisp. «Siamo molto felici dello spirito sportivo che ha animato questi due eventi di minivolley. Sia la manifestazione Uisp, la cui prima tappa invernale è stata già ospitata negli anni scorsi dalla Polisportiva Borghesiana, che quella Fipav hanno veramente regalato due mattinate di grande divertimento all’insegna di questa splendida disciplina, anche perché il centro sportivo della Polisportiva Borghesiana ultimamente è stato animato più da eventi politici che da appuntamenti sportivi. Il settore volley – conclude Criscuolo – ha sempre messo al centro lo sport, i bambini e le loro famiglie e queste manifestazioni ne sono state la conferma».