Tromba d’aria ai Castelli Romani e litorale: alberi caduti, black out e cimiteri chiusi

Violenta tromba d’aria tra i Castelli Romani e il litorale alle 5 di questa mattina, con una consistente strage di alberi in molte strade, che sono caduti sulla carreggiata e molti altri sono pericolanti. Alcune strade sono state chiuse, dagli operai comunali e polizia locale. Solo a Genzano, almeno quindici gli alberi caduti in varie zone con numerose auto danneggiate rimaste sotto. Sono al buio circa duecento famiglie della zona di via dell’Aspro via della Selva, via Montegiove, alcuni alberi sono caduti anche all’ingresso del cimitero di via Nemorense, chiusa al transito via Emilia Romagna-Appia Vecchia. Colpiti anche molti altri comuni vicini come Velletri, Lanuvio, Lariano e la zona di Anzio, Nettuno, Ardea e Pomezia, con smottamenti, frane e alberi caduti al suolo.

Al lavoro da diverse ore la polizia di stato, vigili del fuoco, polizia locale, protezione civile e stradale dalla notte, centinaia sono gli interventi ancora in coda per vigili del fuoco e protezione civile, che non riescono ad intervenire per i molti eventi calamitosi causati dal vento che ancora incombe minaccioso su tutta la zona, a Genzano, gli operai di Ambiente stanno ripulendo il centro storico e il corso principale dalle molte tettoie e tegole volate via come carta straccia e cadute al suolo.

Due Squadre di protezione civile sono intervenute su via Casilina tra Colonna e Montecompatri, la Pegaso Colonna e Gamberone San Cesareo. Nella zona tra laghetto e pantano, la strada è stata chiusa alcune ore, altro grosso albero caduto su una palazzina a Montemcopatri zona Acquedotto Felice. Al lavoro da ore I volontari dei due gruppi allertati dalla sala operativa regionale. Anche la protezione civile Beta 91 di Montecompatri sta operando numerosi interventi sul territorio da stanotte. Per pali, alberi e rami caduti su strade.

Le squadre dei vigili del fuoco di Roma e Provincia sono impegnate nelle operazioni di intervento per allagamenti, caduta alberi e rami.
Circa un centinaio gli interventi dalle 20 di ieri sera fino a questa mattina, circa una ventina ancora da eseguire. Sono intervenute anche le squadre dei sommozzatori. Le aree più colpite sono quelle di Anzio e Pomezia.