Connect with us

Calcio

Anguillara Sabazia, calcio: firmato l’accordo con l’Academy del Torino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Grande festa in casa Sabazia Calcio che dal prossimo 1 luglio sarà, per 3 anni, un’affiliata della prestigiosissima Academy del Torino. Un risultato straordinario quello raggiunto dalla società di calcio sabatina che ora potrà usufruire di uno strumento di crescita e sviluppo qualitativo per meglio strutturarsi e qualificarsi sul territorio.

L’intervista alla Presidente Lucia Bianchini e al Responsabile dell’Academy del Torino Teodoro Coppola

Il Torino Football Club ha infatti ideato un progetto di affiliazione unico e di livello per le società di calcio che operano in ambito dilettantistico. Da sempre impegnato attivamente nel sostenere e promuovere lo sviluppo del settore giovanile, l’avviamento e la sensibilizzazione dei giovani ai valori della solidarietà e del gioco di squadra, la società piemontese ha dato il via all’iniziativa dell’Academy che ad oggi conta 57 affiliati in Italia di cui tre nel Lazio.

Cliccare sulla foto per guardare il video

Il video servizio trasmesso a Officina Stampa del 20/6/2019

“Potremo contare sulla preparazione personale, professionale e tecnica di una delle società italiane più focalizzate alla formazione del settore giovanile e che suscita da sempre forti emozioni per la sua Storia suggestiva nel mondo del calcio nazionale” ha commentato la presidente del club Lucia Bianchini.

“Il vero protagonista, – ha detto Teodoro Coppola responsabile delle Academy del Torino – è il ‘giovane calciatore’ che attraverso i valori originari del calcio cercherà di diventare un talento nella vita e nello sport.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Cynthialbalonga (calcio, serie D), Santoni: “Che emozione il primo gol, dedicato ai miei genitori”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Genzano (Rm) – La Cynthialbalonga “vede” i play off. La formazione del presidente Bruno Camerini ha sconfitto con un secco 3-0 interno il Vastogirardi nel match di domenica scorsa e già domani tornerà in campo per il penultimo turno della stagione regolare ospitando il Tolentino ormai salvo. “Ma guai ad abbassare la guardia, in questo girone nessuno regala nulla e poi contro una squadra “spensierata” spesso escono partite ricche di insidie” è il monito del giovane difensore classe 2001 Gabriel Santoni che proprio domenica ha festeggiato il suo primo gol in serie D: “E’ stata una emozione speciale: l’ho fatto di sinistro (che non è il suo piede, ndr), di prima intenzione su un cross di Pace sugli sviluppi di un calcio piazzato e dopo quasi due stagioni di serie D. Tra l’altro il mio compagno Flavio Santarelli mi aveva pronosticato che avrei fatto gol e proprio domenica i miei genitori Augusto e Silvia erano presenti allo stadio di Genzano: la dedica è per loro e per mia sorella Ludovica”. E’ stata una bella domenica anche per la Cynthialbalonga che ha vinto la sua partita e ha agganciato al terzo posto sia il Matese che il Pineto. “Col Vastogirardi abbiamo giocato una gara quasi perfetta, rischiando pochissimo e mantenendo sempre il pallino del gioco. Tabelle per i play off? Non le facciamo, vogliamo fare sei punti nelle prossime due partite così da essere certi di centrare il traguardo. E’ stata una stagione particolare e non è stato semplice tenere sempre attaccata la spina, tra l’altro spesso siamo stati sfortunati e avremmo meritato di conquistare alcuni punti in più, ma ora arriviamo in fondo e cerchiamo di trarre il massimo”. E’ stata un’annata importante anche per lui: “L’anno scorso le avevo giocate praticamente tutte, quest’anno pure ho avuto tanto spazio e non posso che ringraziare i mister Venturi e Chiappara e la società per avere sempre avuto grande stima e fiducia nei miei riguardi. Il salto tra i professionisti? Sarebbe un sogno per chiunque, ma ora sono concentrato solo sulla Cynthialbalonga”.



Continua a leggere

Calcio

Asd Casilina, prime amichevoli per il nuovo settore giovanile agonistico e a luglio raduni di prova

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Roma – La tormentata stagione 2020-21 sta per volgere (finalmente…) al termine, ma in casa Asd Casilina non è ancora tempo di vacanze. Se la Scuola calcio proseguirà con gli allenamenti e le partitine per tutto il mese di giugno, faranno lo stesso sia la prima squadra che i gruppi del settore giovanile agonistico la cui responsabilità tecnica e organizzativa è affidata ad Antonio Rovere. “Al momento abbiamo i 2006, i 2007 e la Juniores che stanno facendo amichevoli e allenamenti. Abbiamo ancora pochi elementi nelle altre due categorie, ma l’intenzione della società è quella di riuscire a presentarci con tutti i gruppi del settore giovanile agonistico ai nastri di partenza della prossima stagione. Il lavoro non è semplice perché qui al “De Fonseca” l’anno scorso non è stata fatta alcun tipo di attività e quindi dobbiamo partire totalmente da zero ed esclusivamente da categorie provinciali, ma siamo fiduciosi di poter allestire delle buone squadre”. Per affrettare i tempi, l’Asd Casilina lavorerà anche nei primi giorni di luglio: “Sicuramente in quel periodo programmeremo alcuni raduni di prova per tutti i ragazzi nati tra il 2008 e il 2003 – annuncia Rovere – L’appuntamento definitivo verrà pubblicizzato sui nostri canali social, sia la pagina ufficiale di Facebook che quella di Instagram. Dal primo di luglio, poi, ufficializzeremo anche i componenti dello staff tecnico”. Il direttore sportivo del settore agonistico si occuperà anche della prima squadra: “Da tempo i ragazzi stanno facendo allenamenti e anche a loro è capitato di fare qualche amichevole recentemente. Come ha detto il patron Enrico Gagliarducci la filosofia sarà quella di costruire una prima squadra composta il più possibile da elementi provenienti dal vivaio, anche se ovviamente questo obiettivo richiederà tempo”. Al Casilina, però, c’è tanta fiducia anche vedendo le “risposte” delle famiglie del territorio: “Per fare un buon lavoro sull’agonistica, serve una Scuola calcio solida e in tal senso siamo molto soddisfatti dei primi passi mossi dal nostro settore di base, curato da Mirko Rovere. Sono convinto che nella prossima stagione si potrà già superare il tetto dei 100 iscritti”.



Continua a leggere

Calcio

Sporting Ariccia (calcio), i 2006 concludono l’attività federale domani pomeriggio a San Giacomo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Ariccia (Rm) – Sono stati l’unico gruppo del settore giovanile agonistico dello Sporting Ariccia in questa stagione martoriata dal Covid. I 2006 provinciale (attuali Under 15 che “diventeranno” Under 16 dal primo luglio) hanno comunque mostrato costanza negli allenamenti e tanta voglia di controbattere alle difficoltà come racconta mister Orlando Moroni che li ha seguiti per gran parte dell’annata. “Questo è un gruppo consolidato, visto che già l’anno scorso aveva la stessa ossatura ed è stato rinforzato da qualche nuovo elemento. I ragazzi vanno elogiati perché si sono sempre allenati, sia nei periodi in cui era possibile solo la “forma individuale”, sia da un mese e mezzo a questa parte quando si è tornati alla “normalità”. Dopo oltre un anno senza gare ufficiali, abbiamo anche ripreso con l’attività federale partecipando alla Coppa Provincia e domani pomeriggio giocheremo l’ultima partita a San Giacomo: l’obiettivo era quello di far divertire i nostri ragazzi e di capire dove migliorare in vista dell’anno prossimo, ma gli allenamenti andranno avanti fino all’inizio di luglio considerando anche i raduni che verranno organizzati dalla società per tutte le categorie dell’agonistica proprio nei primi giorni del prossimo mese”. Moroni approfondisce il suo commento sul giudizio complessivo del gruppo 2006: “Probabilmente manca ancora qualcosa sia dal punto di vista qualitativo che numerico per completare la rosa e stiamo lavorando in tal senso, anche tramite la collaborazione di società del territorio. Il nostro obiettivo, comunque, è rafforzare il gruppo per averlo pronto in due o tre anni per la Juniores e magari con qualche elemento che possa fare il salto in prima squadra direttamente”. Sicuramente non sarà Moroni a seguire questi ragazzi sul campo nella prossima stagione: “In quest’annata c’è stato bisogno e ho dato la mia disponibilità alla società, ma tornerò alle funzioni dirigenziali nella prossima stagione. Il gruppo sarà affidato a un tecnico di grandissimo spessore che ha lavorato in passato con società romane e che ha esperienza in campionati di categoria superiore, vale a dire regionale o Elite. Appena sarà possibile lo comunicheremo ufficialmente”.



Continua a leggere

I più letti