Connect with us

Roma

FIUMICINO, IL COMITATO RIFIUTI ZERO AL COMUNE: "RACCOLTA DIFFERENZIATA LONTANI DALL’OBIETTIVO"

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Serve che su questo tema si tenga un dibattito serio e trasparente, chiediamo un consiglio comunale straordinario, da tenersi ai primi di settembre

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Fiumicino (RM) – "Le possibilità sono solo due: o la nostra Amministrazione comunale non ha capito realmente cosa sta succedendo sulla differenziata in ciascuna località e quindi aspetta che passi l’estate per mettersi a lavorare, oppure, come sarebbe doveroso, i responsabili del settore stanno lavorando come matti per adottare a Settembre una serie di azioni straordinarie per rimettere la macchina in carreggiata. – Così in una nota il Comitato Rifiuti Zero Fiumicino – Altro, ad oggi non possiamo ipotizzare, – prosegue la nota del Comitato –  dato che siamo ancora in attesa dei documenti richiesti da oltre un mese e di un confronto con l’Ass.ra Ambrosini su una serie di questioni, tra cui la differenziata. Molte cose sono state dette, alcune fatte, alcune solo annunciate e riannunciate. 

Ci piacerebbe sapere se si stanno effettuando i famosi controlli incrociati tra le utenze dei servizi (Enel, gas, acqua, telefono) e le utenze TARSU di coloro che non hanno ritirato i mastelli, fra tutte le utenze dei predetti servizi e i residenti che non sono a ruolo Tarsu, se sono stati presi contatti certi con i proprietari delle seconde case, se gli Uffici Comunali a fronte di qualsiasi richiesta allo sportello, sia anche un semplice certificato, sono in condizione di eseguire il controllo di regolarità dell’iscrizione TARSU… insomma qui ci potremmo sbizzarrire nel progettare tipologie di controlli semplici ed utili a stanare gli evasori.

Vorremmo anche sapere se i cestini gettacarte sono stati installati, ed in che numero, in particolare nelle località, avviate al porta a porta, dove sono stati tolti i cassonetti; se sono  stati inviate al domicilio le lettere di avviso, ad esempio per Fiumicino Paese che dovrebbe partire a Settembre; e quali altri provvedimenti sono stati presi per Agosto a Fregene, Focene, lungomare di Maccarese, località dove si sono evidenziate le inefficienze della differenziata  durante questa calda estate. 

Vorremmo  sapere se, per le località di Aranova, Palidoro, Tragliata, Tagliatella, Testa di Lepre, che dovrebbero passare al porta a porta entro ottobre, è  in corso la campagna informativa che, assolutamente carente nelle località già passate al porta a porta, è essenziale per la riuscita. Infine, se il traguardo del 45% di differenziata, come stabilito dal progetto provinciale, è stato raggiunto a termine luglio 2013 (noi calcoliamo circa il 15% a Maggio).

Lo scorso anno abbiamo formalmente diffidato l’allora sindaco Canapini ad assumersi tutte le responsabilità derivanti dal mancato raggiungimento del 65% di differenziata al 31/12/2012, oggi ribadiamo i contenuti della diffida al Sindaco Montino, considerato inoltre che il comune dovrà passare dalla TARSU alla TARES (gran miscuglio di tasse per servizi diversi), che, sembra, comporterà  un incremento della tassa fra il 15/20% rispetto all’ attuale, a cui potrebbero sommarsi anche l’aumento delle sanzioni derivanti dall’eventuale fallimento della raccolta differenziata. 

Ci siamo battuti e ci batteremo per la differenziata, è una questione di civiltà in primo luogo, ed una questione di rispetto delle leggi nazionali, un doveroso stop allo spreco di risorse. Noi cittadini ci aspettiamo che l’Amministrazione comunale faccia al più presto quei passi che consentano di correggere le inefficienze emerse, dovute in massima parte ad eredità della Giunta precedente, ma oramai che è passato un mese e mezzo dall’insediamento della nuova Giunta e le criticità ed i rischi oggi riscontrati erano noti anche prima e durante la campagna elettorale.  Non accettiamo, quindi, che sul problema non ci sia la giusta massima attenzione. 

Noi ci battiamo e ci batteremo per una differenziata fatta per bene, ci battiamo e ci batteremo per arrivare a percentuali che ci consentano di evitare di incorrere in sanzioni economiche per il mancato raggiungimento degli obiettivi. Riteniamo che in questo momento l’amministrazione sia in grande confusione e non abbia chiaro cosa fare. Sollecitiamo quindi che in Agosto si lavori sul tema e che da Settembre ci sia un cambio di passo.  

Serve che su questo tema si tenga un dibattito serio e trasparente, chiediamo un consiglio comunale straordinario, da tenersi ai primi di settembre, dove la nuova Amministrazione dovrà presentare alla città le soluzioni che intende adottare per risolvere i problemi emersi. Il tempo degli annunci è finito, servono atti concreti! – La nota del Comitato Rifiuti Zero Fiumicino conclude – E’ ciò che i cittadini chiedono! Ci vediamo a Settembre in Consiglio Comunale".

Roma

Stadio della Roma, l’impianto sorgerà a Pietralata: cantieri nel 2024

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print

La giunta di Roma Capitale ha votato la delibera sul pubblico interesse del nuovo stadio della Roma. L’impianto dovrà sorgere nel quartiere di Pietralata. Lo ha annunciato in conferenza stampa in Campidoglio il sindaco Roberto Gualtieri, alla presenza del Ceo della società Pietro Berardi. “E’ una notizia importante, siamo nei tempi. Dopo la conferenza dei servizi, ora la delibera andrà in aula e con la sua approvazione finale si andrà nella fase del progetto esecutivo e si terra conto delle prescrizioni”, ha detto il sindaco di Roma Roberto Gualtieri presentando la delibera di pubblico interesse sullo stadio della Roma.”Vorremo entro il 23 l’arrivo del progetto definitivo che ci porterà alla cds definitiva che ci porterà all’ apertura dei cantieri nel ’24, per avere lo stadio in funzione nel 27, un anniversario importante per la società”.

Continua a leggere

Castelli Romani

Ciampino, manutenzione strade: continuano le asfaltature

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print

Proseguono i lavori di manutenzione stradale su tutto il territorio comunale. Completato il rifacimento di via Isonzo, nel tratto compreso tra via Veneto e via Adamello, al momento i lavori di ripristino del manto stradale sono in corso su via Italia, via Trieste e via Fiume.

“Proseguono gli interventi di manutenzione di strade e marciapiedi secondo il cronoprogramma che abbiamo messo a punto d’intesa con i nostri uffici tecnici e le ditte preposte – ha spiegato l’Assessore Alessandro Silvi – In questa fase ci stiamo concentrando sul ripristino della pavimentazione nelle vie cittadine oggetto di lavori per la realizzazione della fibra. Dalla seconda metà del 2023, proseguiremo con il rifacimento straordinario delle strade di competenza comunale partendo dalle vie più ammalorate. Un lavoro intenso che ci vedrà impegnati nei diversi quartieri cittadini, dando priorità anche alle zone più periferiche. Solo per citare alcuni dei prossimi interventi: rifacimento di marciapiedi e pavimentazione stradale di via Mascagni e via Verdi, marciapiede in via Toscanini e messa in sicurezza di un tratto di via Biroli, rifacimento della pavimentazione stradale di via Marcandreola e un tratto di via Romana Vecchia, messa in sicurezza dei marciapiedi di via Genova, via Atene, via Ancona e via Potenza”.

“Stiamo lavorando per migliorare la nostra Città – ha aggiunto la Sindaca Emanuela Colella – con l’obiettivo di rendere le nostre strade più sicure per tutti gli utenti dotando al tempo stesso i diversi quartieri di una connettività ultra veloce, sicura e affidabile. Terminato l’intervento su via Isonzo, sono in corso i lavori su via Italia, via Trieste e via Fiume: in particolare quest’ultima attendeva già da tempo un importante attività di riqualificazione. Non solo, siamo già pronti a intervenire su un’altra arteria stradale del territorio: viale di Marino, dove partiremo già da domani”.

Continua a leggere

Cronaca

Roma, furti in centro storico e periferia: due persone in manette e due minorenni denunciati a piede libero

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura < 1 minuti

image_pdfimage_print
ROMA – Si intensificano sempre di più i controlli dei Carabinieri del Gruppo di Roma, mirati al contrasto di ogni forma di reato nel centro della Capitale. Più episodi hanno permesso ai militari dell’Arma di fermare in flagranza di reato persone gravemente indiziate di furto aggravato ai danni di turisti nei pressi dei luoghi di interesse storico e artistico. Due persone sono state arrestate e due minori sono stati denunciati a piede libero e poi affidati alle proprie famiglie.
Presso la fermata metropolitana “Barberini”, i Carabinieri della Stazione Roma Viale Libia hanno arrestato una 24enne di origini bosniache, con precedenti e senza fissa dimora, bloccata mentre asportava lo smartphone dalla tasca della giacca di una giovane turista inglese che attendeva l’arrivo del convoglio sulla banchina.
Sempre nella metropolitana capitolina, i Carabinieri della Stazione di Roma Viale Eritrea hanno arrestato un 54enne cubano, senza fissa dimora e con precedenti, che si era impossessato con destrezza di un telefono cellulare contenuto all’interno della tasca del pantalone di un turista italiano. Quando i Carabinieri lo hanno bloccato è stata recuperata anche la refurtiva. Per i due episodi di furto, le vittime hanno presentato regolare denuncia querela e gli arresti sono stati convalidati.
I Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola, invece, hanno denunciato a piede libero due minori che, dopo essere entrati in un esercizio commerciale del quartiere Laurentino, hanno asportato dagli scaffali capi di abbigliamento, nascondendoli in una borsa per eludere i controlli. I giovani sono stati notati da un addetto alla sicurezza che ha dato l’allarme. I due sono stati identificati, denunciati per furto aggravato e riaffidati alle rispettive famiglie.



Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti