Connect with us

Metropoli

Il Sindaco di Bracciano Tondinelli sull’attacco ricevuto dai Cinque Stelle: “Concentratevi sui problemi seri”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – “In un momento difficile come questo che stiamo vivendo, in trincea per cercare di tutelare e informare i cittadini in ogni modo sorprende dovermi trovare a difendere da un inopportuno e speculativo attacco dei Cinque Stelle soltanto perché erroneamente è stato pubblicato sulla pagina Facebook, solo per pochi minuti, un modello di autocertificazione Cov-19 sbagliato”.

È amareggiato il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli per essere stato ingiustamente attaccato con un articolo diffamatorio per l’immagine del Comune di Bracciano: “Il modello di autocertificazione ufficiale del Viminale è stato immediatamente pubblicato sul social Facebook a sostituzione di quello sbagliato che in buona fede era stato pubblicato soltanto per agevolare la cittadinanza negli spostamenti più necessari. Se abbiamo sbagliato per pochi minuti è perché passiamo ogni singolo momento a preoccuparci dei nostri concittadini perché capiamo quanto sia difficile convivere in questo surreale e tragico momento di pandemia – prosegue -. Sorprende che il Movimento Cinque Stelle anziché pensare a gestire questa drammatica situazione, concentra la sua attenzione ad attaccare gli amministratori locali che sono il primo interlocutore diretto dei cittadini. Invito i pentastellati che sono al governo – conclude Tondinelli – a concentrarsi sui problemi seri e pensare ad aiutare la gente che soffre e che giorno dopo giorno muore negli ospedali, pensassero a stare vicino ai Sindaci invece di attaccarli solo perché cercano di sopperire alle loro carenze che sono sotto gli occhi di tutti. Che ci mandassero rinforzi militari per pattugliare il territorio ed evitare l’aumento del contagio. Si sono resi protagonisti di una ennesima scivolata di stile e mancanza di rispetto per le persone. Mi auguro davvero che inizino a pensare agli italiani e alla drastica situazione economica in cui ci troviamo e con una dura recessione che dovremo affrontare”.

Metropoli

Manziana, arrestati due 20enni: detenevano mezzo chilo di droga

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

MANZIANA (RM) – La scorsa notte, due giovani sono stati arrestati dai Carabinieri di Manziana, coadiuvati nell’operazione dai colleghi di Bracciano, poiché trovati in possesso di oltre mezzo chilo di droga – tra cocaina, hashish, marijuana – oltre a bilancini di precisione, materiale per il confezionamento e una pistola scacciacani priva del tappo rosso.

Insospettiti dal continuo viavai che, da alcuni giorni, ha interessato l’abitazione di uno dei due giovani, entrambi 20enni del posto, i Carabinieri hanno eseguito mirati servizi di appostamento e osservazione all’esterno della villetta sorprendendo i due rientrare a bordo di un’auto in piena notte.

Intuendo che potessero essere appena ritornati da un viaggio di “rifornimento”, i Carabinieri hanno deciso di procedere al controllo, rinvenendo inizialmente 20 g di cocaina e 15 g tra hashish e marijuana.

A quel punto, i Carabinieri hanno esteso la perquisizione alle rispettive abitazioni dei fermati, rinvenendo altro stupefacente, 33 g di hashish, 543 g di marijuana e 17 g di cocaina. Sequestrati anche materiale per il peso e il confezionamento della droga e una pistola scacciacani priva del tappo rosso.

I due arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa di udienza di convalida su disposizione della Procura di Civitavecchia.

Continua a leggere

Metropoli

Cerveteri, paura per un incendio sull’Aurelia: in fumo un capannone

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Squadre dei vigili del fuoco sono impegnate sulla via Aurelia vicino a Cerveteri (Roma), per l’incendio di un capannone con rivendite di prodotti per la casa e prodotti ittici. Non risultano al momento persone coinvolte.

Continua a leggere

Metropoli

Fiano Romano, operaio 67enne muore dopo una caduta di 10 metri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

FIANO ROMANO (RM) – Muore dopo essere caduto dal tetto di un capannone. E’ successo ieri pomeriggio a Fiano Romano dove un operaio 67enne di Capena stava lavorando alla riparazione del tetto della struttura.

Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che una lastra di plexiglas abbia ceduto sotto al peso dell’uomo staccandosi e lasciandolo cadere nel vuoto.
Il 67enne dopo un volo di circa dieci metri si è schiantato sul suolo.
In corso gli accertamenti da parte dell’Ispettorato del Lavoro della Asl e dell’Autorità Giudiziaria.

Continua a leggere

I più letti