Connect with us

Sport

REAL COLOSSEUM CALCIO (PROM), BUFALINI: «LA FINALE È UNA GRANDE SODDISFAZIONE, DEDICA VERSO L’ALTO»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Roma – Il Real Colosseum è in finale di Coppa Italia. L’ufficialità si avrà solo dopo il comunicato del giudice sportivo, ma la decisione è scontata considerando che l’arbitro ha deciso di sospendere l’incontro per le intemperanze dei tifosi del Formia nei confronti dell’assistente che operava sotto la tribuna ospite. Mancavano solo i cinque minuti di recupero da giocare e il risultato era di 0-0 (dunque favorevole ai capitolini), ma l’arbitro ha deciso di mandare tutti anzitempo sotto la doccia. «E’ stata una partita dura e molto equilibrata – ha commentato a fine match capitan Emanuele Bufalini – Il Formia ha dimostrato di essere una signora squadra e ci ha messo in difficoltà, ma sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire per portare a casa questa finale. Forse nel secondo tempo avremmo dovuto sfruttare meglio gli spazi che gli avversari ci hanno lasciato per colpire in contropiede, ma alla fine va comunque bene così. Se avevamo preparato la gara in questa maniera? Veramente la nostra intenzione era quella di cercare di fare comunque la partita, ma ci siamo riusciti solo a tratti. Il raggiungimento della finale di Coppa, comunque, è una grande soddisfazione e un obiettivo importantissimo per la nostra stagione». Prima del 14 maggio (data scelta per l’ultimo atto della Coppa da giocare contro la Lepanto Marino in una sede da definire) ci sarà da onorare un campionato che vede attualmente il Real Colosseum al secondo posto assieme al Racing. «Forse domenica scorsa, nel match perso con la Pro Roma, siamo stati inconsciamente condizionati dall’importantissima sfida col Formia, ma non vogliamo assolutamente abbassare la guardia nemmeno in campionato. Raggiungere l’Unipomezia è quasi impossibile, ma dobbiamo finire nella miglior posizione possibile in attesa di capire l’esito della finale di Coppa». Scontata e con uno sguardo verso il cielo la dedica del capitano del Real Colosseum per la conquista del prestigioso traguardo. «Ho perso da pochi giorni mio padre, questa finale è per lui».

Sport

Atletico Lariano (calcio, Promozione), Centra non cambia idea: “Continuiamo a guardare avanti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Lariano (Rm) – Non è un periodo semplice per la Promozione dell’Atletico Lariano. La formazione di mister Fabrizio Centra ha vinto una sola partita delle ultime sei di campionato e a questa serie si è aggiunto lo 0-3 dell’andata dei quarti di finale di Coppa Italia col Città di Paliano. “Siamo stati penalizzati da alcuni episodi sia di campo che extra campo, come alcuni infortuni – dice l’allenatore – Inoltre abbiamo avuto un calendario complicato, incrociando tante delle squadre di testa in questa fase di stagione. Abbiamo perso qualche posizione in classifica, ma siamo comunque in linea con gli obiettivi stagionali”. L’Atletico Lariano è sesto ed è praticamente equidistante dalla terza posizione, ma anche dalla “corposa” zona play out di questo campionato, eppure Centra non ha dubbi: “Noi guardiamo sempre avanti, senza paura. Non possiamo inficiare ciò che hanno detto il girone d’andata e anche lo scorso campionato”. La formazione castellana non lascerà nulla di intentato nemmeno in Coppa Italia: “Il Città di Paliano, che tra l’altro è capolista del nostro girone, è una squadra forte e ha preso un bel vantaggio vincendo 3-0 sul nostro campo. È stata una sfida particolare, con un primo gol arrivato su un rigore molto dubbio. Poi noi abbiamo colpito due legni e invece loro sono stati micidiali nello sfruttare le opportunità create. La partita di mercoledì prossimo è ovviamente difficile, ma noi non abbiamo nessuna voglia di fare la parte delle vittime sacrificali né in quell’occasione, né in nessun’altra gara di questo finale di stagione”. Nell’ultimo turno, comunque, il gruppo di Centra ha strappato un bel pari interno (1-1) contro il Casal Barriera che attualmente è terzo. “Un avversario importante che merita la classifica che ha. Nel primo tempo non eravamo molto “presenti”, mentre nel secondo si è rivista la combattività dei momenti migliori e poi potevamo anche vincerla nel finale, anche se il pareggio è il risultato più giusto”. Da una big a un’altra: l’Atletico Lariano domenica fa visita alla Spes Montesacro che è quarta con quattro lunghezze di vantaggio sui castellani. “Un’altra partita molto complicata, ma cercheremo di giocarci le nostre carte” conclude Centra.


Continua a leggere

Sport

Marino Pallavolo (Under 15), Trotta: “Vogliamo arrivare in fondo alla fase territoriale e regionale”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Marino (Rm) – Sta entrando nel vivo la stagione dell’Under 15 maschile del Marino Pallavolo. I ragazzi di coach Stefano Vazzana affronteranno nel week-end il Santa Monica per la semifinale d’andata del tabellone territoriale. “Li abbiamo già affrontati l’anno scorso nel campionato Under 14 e quest’anno in un torneo di preparazione a Tagliacozzo nel mese di ottobre – dice il martello classe 2009 Edoardo Trotta – Sono una squadra valida e ci dovremo impegnare per superare il turno, ma siamo fiduciosi di potercela fare”. D’altronde nessuno in casa Marino Pallavolo ha mai nascosto le alte ambizioni di questo gruppo: “Vogliamo provare a vincere la fase territoriale e poi quella regionale che ci darebbe accesso alla fase nazionale, altro obiettivo del nostro gruppo. Ma dobbiamo ragionare uno step per volta”. D’altronde l’Under 15 del Marino Pallavolo ha già vinto sotto Natale la prestigiosa “Winter Cup”, un torneo nazionale dove erano presenti tante delle squadre che potrebbero far parte delle finali nazionali. “Ora siamo concentrati sui prossimi impegni e lavoriamo duramente assieme a coach Vazzana. Con lui c’è un bel rapporto: in campo è molto “severo” e meticoloso, ma fuori è molto simpatico e alla mano”. Trotta fa parte del club castellano da ormai cinque anni: “Ho iniziato qui a giocare a pallavolo, pur essendo di Roma. Logisticamente non è una soluzione comodissima e la mia famiglia fa sacrifici per portarmi tutte le settimane, ma qui c’è un grande staff tecnico e una delle società più importanti a livello giovanile del Lazio e non solo. Sin dai primi momenti mi sono sentito come a casa e poi qui ci sono grandi prospettive di crescita, anche grazie alla collaborazione con un club prestigioso come Cisterna”. Come altri suoi giovani colleghi, pure Trotta sicuramente sogna di arrivare in categorie importanti: “L’anno scorso ho fatto diversi ingressi in serie C, attualmente gioco in D oltre che con l’Under 15. Ora penso a far bene nei campionati in cui sono impegnato, è chiaro che in futuro mi piacerebbe arrivare ad alti livelli”.


Continua a leggere

Sport

ULN Consalvo (calcio, Under 16), Ciotti: “Vogliamo provare ad arrivare tra le prime tre del girone”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – L’Under 16 provinciale dell’ULN Consalvo guarda avanti. La formazione di mister Giuseppe Centrone è al quinto posto del girone, ma vuole salire ancora anche se c’è un gap da colmare. “Sono speranzoso che la nostra squadra possa crescere ancora e arrivare sul podio – dice il centrocampista o attaccante classe 2008 Gabriele Ciotti – E’ chiaro che non possiamo più sbagliare, ma le possibilità ci sono”. Nell’ultimo turno la formazione capitolina ha piegato per 4-2 i Vigili del Fuoco, fanalino di coda del girone: “Siamo scesi in campo con un atteggiamento sbagliato, eravamo troppo sicuri di vincere e siamo pure passati in svantaggio – racconta Ciotti – Forse quello “schiaffo” ci ha svegliati e infatti siamo riusciti a ribaltare il risultato con una mia doppietta, anche se prima dell’intervallo la squadra ospite ha nuovamente pareggiato i conti. Mister Centrone ha fatto alcuni cambi e le cose sono migliorate: nel secondo tempo mi sono procurato un rigore poi segnato da Tarantini e nel finale ho fatto un assist per Abbate che ha preso un altro penalty: stavolta dal dischetto è andato Rescina che ha fissato il risultato sul 4-2 conclusivo”. Centrone ha “messo in guardia” i suoi ragazzi nel non sottovalutare nessuno: “Ci ha detto di imparare la lezione dell’ultimo match perché poi si rischia di perdere punti pesanti. Domenica giocheremo nuovamente in casa col Colonna che è terz’ultima in classifica. Sono certo che stavolta scenderemo in campo con un atteggiamento diverso sin dalle prime battute”. Ciotti è al suo secondo anno nell’ULN Consalvo e racconta com’è iniziata la sua avventura in questa società: “Prima non giocavo in nessun club: ho scelto di venire qui perché ci giocavano alcuni miei amici e me ne parlavano bene. Sono contento della scelta fatta, col gruppo e con la società mi trovo bene. Qui c’è un ambiente tranquillo dove si può crescere”.


Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti