Connect with us

Cronaca

Regionali Sicilia, candidato impresentabile nella lista Musumeci: Berlusconi fa dietrofront su comizio a Catania

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

E’ di poche ore fa la decisione di Silvio Berlusconi di non presenziare a Catania, sabato prossimo, per il comizio conclusivo della campagna elettorale per le Regionali del 5 Novembre. La meravigliosa città di Catania con lo stupendo panorama del vulcano Etna non diverrà quindi lo scenario della sfida politica accesissima tra il centrodestra di Forza Italia e il M5S che vede invece confermata la presenza di Beppe Grillo per il “Catania Day”. Un mancato scontro, quello di Catania, tra i due leader carismatici che avrebbero dovuto, uno contro l’altro, supportare i rispettivi candidati oramai ad un passo dal voto decisivo di domenica.

 

La ragione di questo “passo indietro”, dell’ultimo momento, di Berlusconi sembrerebbe derivare dal fatto che l’ex consigliere provinciale di Catania, Ernesto Calogero candidato nella lista Musumeci “#DiventeràBelissima”, sia “impresentabile” per una condanna del Febbraio 2017 di 4 anni da scontare per falso. Ad aggravare il quadro, 8 anni fa nel 2009 Ernesto Calogero era stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Gela nell’ambito dell’operazione “Athena” sulla compravendita di diplomi; reato comunque che non costituiva impedimento di candidatura nella lista grazie alle norme del Codice Antimafia e della Legge Severino. Potrebbero essere queste le ragioni del cambio di programma del cavaliere che magari fiutando eventuali dissapori e possibili contestazioni abbia scelto di evitare un possibile scivolone o un “assist” garantito per Beppe Grillo che terrà ugualmente il suo comizio in terra etnea.

 

Domenica Beppe Grillo comunque correrà a Palermo per essere presente nel capoluogo siciliano con un altro comizio. Duri i commenti degli altri esponenti leader delle altre liste; Rosario Cancelleri del Movimento non le manda a dire: “C’è un nuovo condannato nella lista Musumeci e stavolta è nella sua lista personale “Diventerà Bellissima” che intanto è diventata “Impresentabilissima”; Si aprono le scommesse sulle scuse che avanzerà questa volta “Ponzio Pilato Musumeci”.

 

Nemmeno tanto sottile e altrettanto ironico a sinistra Claudio Fava candidato per la lista “I cento passi per la Sicilia” che ha commentato: “Adesso che il candidato condannato è nella sua lista, cosa dirà Musumeci? Non votatelo?, non votatemi?”. Quello che fino a ieri balzava agli occhi erano i sondaggi che davano il centrodestra come favorito ma è risaputo che fino all’ultimo nulla è certo e la sfida oramai è a poche decine di ore dal compiersi.

 

Direttamente con un volo Milano-Palermo Berlusconi atterrerà di buon mattino all’aeroporto Falcone Borsellino per trascorrere l’intera giornata in città e nel pomeriggio intorno alle 17 terrà il suo comizio al Teatro Politeama. La sfida dei candidati Lello Musumeci per il centrodestra e Giancarlo Cancellieri per il Movimento oramai sembra essere divenuta l’unico scenario che occupa l’interesse collettivo ma le soprese in politica sono sempre possibili. Prevista la presenza pure di Matteo Salvini che sarà impegnato in un suo comizio distante dalla piazza centrale di Palermo. Una precisa scelta di un comizio previsto per le 19 all’Astoria Palace alle falde del Monte Pellegrino.

Paolino Canzoneri

Cronaca

Treviso, suocero uccide la nuora mentre stende i panni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Un uomo e una donna, suocero e nuora rispettivamente sull’ottantina e sulla cinquantina, sono stati trovati morti in una casa di Spresiano (Treviso). I corpi sono stati colpiti con arma da fuoco. La donna è stata trovata riversa in giardino, mentre l’uomo in un capanno degli attrezzi con accanto un fucile da caccia. Per gli inquirenti è un caso di omicidio-suicidio. Tra i due i rapporti erano tesi.

L’allarme è stato dato da un passante e un vicino, che hanno chiamato 112 sentendo le urla e gli spari. Le vittime sono Lino Baseotto, 80 anni, e la nuora Bruna Mariotto (50). I carabinieri sono giunti sul posto e stanno facendo gli accertamenti tecnici. I militari stanno interrogando parenti e conoscenti, ma la dinamica sembra accertata: la donna è stata uccisa in giardino a fucilate mentre stendeva i panni, quindi l’anziano è entrato nel capanno, dove si è tolto la vita sparandosi un colpo alla testa. Anche la causa è abbastanza chiara: antichi dissapori tra i due.

Continua a leggere

Cronaca

Campania, arrivano le sanzioni per chi lega i cani

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Era attesa da molti anni una legge che sanzionasse chi lega i cani con la catena e finalmente a seguito di tantissime segnalazioni da parte di cittadini è arrivata.

Le segnalazioni hanno portato a notare una problematica inerente la legge del 2019, che nonostante il divieto non era prevista alcuna sanzione, quindi i contravventori potevano continuare tenere legati i poveri cani

Interviene sulla legge “Save the Dogs”, l’associazione che per prima ha denunciato la vicenda e a parlarne è proprio la sua fondatrice Sara Turetta. “Questa è la dimostrazione che l’impegno tra associazioni e società civili porta grandi risultati”.

”.

Continua a leggere

Cronaca

Napoli, prima comunione in grande stile: 200 invitati. A mezzanotte arrivano i carabinieri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Una festa per una prima comunione in corso in strada, a Napoli, con la partecipazione di circa 200 persone tra adulti e bambini, è stata interrotta nella notte dai carabinieri. Venti persone sono state sanzionate, tra questi anche i tre musicisti presenti e il promotore della festa, un 36enne che voleva festeggiare la comunione di suo figlio.

Nel quartiere San Carlo Arena, i carabinieri della compagnia Stella insieme con quelli del nucleo radiomobile di Napoli sono intervenuti – verso la mezzanotte di sabato 12 giugno – in via Calata di Capodichino, dove era in corso la festa. I tre musicisti presenti hanno immediatamente smontato l’impianto luci e musicale.

I controlli – I militari del comando Provinciale di Napoli sono stati impegnati in città e in provincia per i controlli sulla movida. Particolare attenzione è stata rivolta nella fascia oraria notturna. Controlli sulla movida anche in provincia. I Carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania, nell’ambito dei servizi disposti dal comando provinciale, hanno presidiato le strade e le piazze di Frattamaggiore. Duecento le persone identificate e 106 i veicoli controllati. Sei scooter sono stati sequestrati.

Infine, dopo la mezzanotte i carabinieri hanno assistito alla chiusura di tutti i locali e fatto allontanare le persone per evitare rischiosi assembramenti nei principali luoghi di ritrovo.

Continua a leggere

I più letti