Connect with us

Roma

RIANO, 7 CARABINIERI PER 12 MILA ABITANTI: PARTE LA PETIZIONE SICUREZZA

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Il servizio di Polizia locale termina alle ore 20.00 ed è proprio la sera tardi e la notte che Riano mostra il suo lato più debole

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

di Gabriella Resse

Riano (RM) – Chi lo dice che pochi cittadini non possono fare la differenza? Specie in questi ultimi tempi, il senso di impotenza e scoramento di fronte alla crisi economica e morale del nostro paese ha trasformato molti cittadini in meri “ Elettori- Bancomat” che non aspirano più a stimolare le istituzioni ad intervenire laddove si riscontrino lacune evidenti a danno del bene comune. Ma non è il caso di Riano, ridente cittadina a nord di Roma che non si vuole arrendere ad un degrado che ormai colpisce quasi indistintamente le nostre comunità.

Furti in casa, diversi tentativi di scasso ai danni di una banca e di un supermercato della zona, e ancora furti messi a segno a danno di un’edicola (appena inaugurata), di una casetta di distribuzione e vendita dell’acqua minerale, atti vandalici su lampioni dell’arredo urbano e su attrezzature del parco giochi dei bimbi. Tutto questo nel giro di pochi mesi, e la gente ha cominciato a chiedersi il perché, considerato che Riano è stato fino ad ora un paese piuttosto tranquillo.

Dopo uno scambio di idee e informazioni sul social Facebook, i cittadini si sono organizzati ed hanno dato vita ad una raccolta firme dove si fa specifica richiesta, agli Enti territoriali e alle Prefetture competenti, di procedere ad un potenziamento dei controlli e conseguentemente ad un’aggiunta di personale attivo al comando dei Carabinieri del territorio. [PER ADERIRE ALLA PETIZIONE SCARICARE IL MODULO [CLICCARE PER SCARICARE] – COMPILARLO E RINVIARLO IN ALLEGATO EMAIL ALL'INDIRIZZO imagefactory@inwind.it  oppure inviarlo compilato al fax del nostro quotidiano 02/700505039 che provvederà a farlo pervenire al Comitato]

La situazione di Riano, non sembra differire di molto rispetto a quella dei paesi limitrofi, tant’è vero che la petizione sarà trasmessa anche al Presidente della Conferenza dei Sindaci di Flaminia, Tiberina e Cassia.

I cittadini denunciano una presenza delle Forze dell’ordine inadeguata rispetto al numero di cittadini a cui bisognerebbe garantire controllo e sicurezza. In particolare, Riano è una cittadina che ha visto un incremento della popolazione pari quasi al doppio di quello stimato 7/8 anni fa, mentre per gli addetti militari e civili all’interno delle strutture deposte al controllo e sicurezza, sembra non esserci stato un incremento significativo .

“Sette Carabinieri ed un servizio di Polizia locale che termina alle 20, oggi che a Riano siamo quasi 12 mila abitanti, non può più bastare, come testimoniano i recenti avvenimenti.” lamenta un cittadino, aggiungendo che un ampliamento del personale del Comando dei Carabinieri di Riano sarebbe fondamentale : “qualcosa di fattibile e duraturo, non puntiamo ad ottenere una momentanea visibilità per far accorrere in massa forze dell’ordine che passata l’emergenza vengano richiamate altrove lasciandoci nuovamente sguarniti, piuttosto ci auguriamo che venga assegnato al comando del territorio, un numero congruo di Carabinieri che restino qui in pianta stabile, perché è l’ordinaria amministrazione, in ambito della sicurezza, che qui a Riano è in deficit. Non di meno speriamo in un maggiore controllo della Polizia locale dopo le 20, infatti è proprio la sera tardi e la notte che Riano mostra il suo lato più debole e potrebbe divenire preda di malintenzionati.

Con la raccolta firme siamo a buon punto, considerato anche che si tratta di un’iniziativa spontanea di cittadini senza supporti di alcun genere, né di affiliazioni politiche. Con nostra sorpresa, la stampa si sta interessando a noi, speriamo che le istituzioni che chiamiamo in causa nella petizione ci tendano una mano e che tutto questo non resti lettera morta in qualche ufficio” La raccolta firme per la petizione sulla sicurezza per Riano andrà avanti fino a data da destinarsi e potrà essere firmata in diversi negozi della via Rianese (La Rosta) anche grazie all’apprezzamento dell’iniziativa da parte dell’ AIR ,l’Associazione Imprenditori Riano.

LEGGI ANCHE:

Metropoli

Bracciano, trovato un uomo impiccato sul lungo lago: è giallo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – Giallo sul lago di Bracciano, dove questa mattina è stato trovato un uomo impiccato. A fare la macabra scoperta una signora mentre passeggiava sul lungo lago Argenti.

L’uomo era legato ad una corda, esanime, sul patio di un ristorante all’altezza del civico 20.
Ancora ignota l’identità del cadavere, apparentemente sembra una persona del Nord-Est Europa. La salma si trova al momento presso l’ospedale Padre Pio di Bracciano. Con tutta probabilità l’autorità giudiziaria disporrà l’autopsia. Sul caso indagano i Carabinieri della Compagnia di Bracciano comandati dal Capitano Simone Anelli.

Continua a leggere

Metropoli

Canale Monterano, antiche ricette e tradizione: dopo due anni di fermo torna “La Sagra delle Fettuccine Paesane”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

24-25-26 giugno 2022

CANALE MONTERANO (RM) – Torna la Sagra delle Fettuccine a Canale Monterano, il borgo situato a nord della Capitale a pochi chilometri dal lago di Bracciano. Dal 24 al 26 giugno si potrà degustare questa pasta all’uovo “de na vorta”, rigorosamente lavorata a mano dalle nonne del paese portatrici delle antiche ricette della tradizione e dando vita ad uno dei piatti più celebri e gustosi della cucina del borgo e dell’intera regione Lazio.

Dopo due anni di fermo, a causa dell’emergenza pandemica – le donne delle varie contrade di Canale Monterano torneranno a creare diversi tipi di fettuccine in abbinamento a diversi tipi di sughi che faranno immergere i visitatori nei sapori di una volta.


Un appuntamento che con La sagra delle Fettuccine Paesane che sarà anche l’occasione per visitare il borgo di Canale Monterano e la suggestiva Monterano Antica, una delle città fantasma più note del Lazio.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, a fuoco il muro della chiesa della Misericordia. Il sindaco confuso sull’accaduto?

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – In fiamme nella notte il muro della chiesa della Misericordia a Bracciano, un simbolo per la comunità. Sul lato della chiesa erano posizionati dei cartoni che hanno preso fuoco. Nessuno ha visto o capito cosa sia successo, con tutta probabilità si tratta di un gesto sconsiderato di qualcuno rimasto ad oggi ignoto. Le fiamme non si sono propagate nel circondario. A dare notizia del gesto il parroco Don Piero Rongoni: “Forse un mozzicone di sigaretta “accidentalmente caduto”….. o forse un raro fenomeno di autocombustione, oppure qualche persona annoiata dalla monotonia della quotidianità…. O peggio ancora un atteggiamento irresponsabile verso la chiesa della Misericordia, luogo importante e significativo della nostra comunità braccianese.

Fatto sta che ieri sera del fuoco si è sprigionato bruciando i cartoni appoggiati sulla parete della chiesa, luogo in cui oltre 30 volontari cercano di sostenere oltre 80 famiglie attraverso la consegna di derrate alimentari con il nostro Banco.

Non nego la tristezza e la delusione per questo gesto irresponsabile….. ma non ci arresteremo: puliremo, tinteggeremo, sistemeremo e continueremo la nostra opera sociale e caritativa”.

Non ha forse ben compreso cosa sia successo il sindaco Marco Crocicchi il quale nel dare la solidarietà ha scritto di un terribile incidente che avrebbe mandato in fumo il lavoro di oltre 30 volontari: “Voglio esprimere a nome di tutta l’amministrazione e, ne sono certo, di tutta la comunità di Bracciano, la massima solidarietà per il terribile incidente che stanotte ha mandato letteralmente in fumo il preziosissimo lavoro di raccolta di oltre 30 volontari che stanno cercando di sostenere oltre 80 famiglie attraverso la consegna di derrate alimentari con il Banco organizzato dalla chiesa della Misericordia. Al coraggio e all’impegno dei volontari, della parrocchia e del suo parroco, Don Piero Rongoni l’amministrazione non resterà indifferente e offrirà tutto l’aiuto perchè il loro lavoro è una bellissima pagina della storia della nostra città e va supportato e rilanciato”

Per fortuna il loro lavoro, o meglio le opere e impegno dei volontari sono salvi. Il parroco ha spiegato che l’incendio ha colpito un luogo dove sono impegnati ogni giorno oltre 30 persone.

Continua a leggere

I più letti