1

Roma, non si ferma all’alt dei carabinieri: si schianta con il motorino su auto della polizia dopo inseguimento da film

ROMA – Era a bordo di uno scooter 125 rubato quando sulla sua strada, in via Pietro Bembo, ha visto alzarsi la paletta dei Carabinieri impegnati in un posto di controllo. Invece di fermarsi ha accelerato puntando il militare e andando a collidere con il parabrezza contro la paletta che gli aveva intimato l’alt. L’uomo, 52enne romano, con precedenti, ha così sfidato sulle due ruote la pattuglia della Stazione Carabinieri Roma Montespaccato che stava svolgendo il posto di controllo e una “gazzella” del Nucleo Radiomobile di Roma immediatamente intervenuta in ausilio, dando vita ad un inseguimento da film.

Il fuggitivo ha effettuato una serie
di manovre molto pericolose, imboccando varie strade nel senso di marcia
contrario, tra cui anche via Boccea, fino ad arrivare in via Pasquale II
contromano dove ha incrociato un’auto “civetta” del Commissariato di Polizia di
Stato di Roma Primavalle.

Anche gli agenti, percepito quanto
stava accadendo, hanno intimato l’alt con la paletta d’ordinanza al fuggitivo,
il quale, però
è andato a impattare
contro la loro auto di servizio rovinando al suolo; a quel punto i Carabinieri
che lo stavano inseguendo lo hanno arrestato, nonostante il tentativo di fuggire
nuovamente dopo aver riportato delle lievi escoriazioni riportate nella caduta.
Anche gli agenti della Polizia di Stato che hanno coadiuvato i Carabinieri
nell’arresto dell’uomo sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari per lievi
traumi subiti nell’impatto.

Per il 52enne la giornata si è
conclusa nelle camere di sicurezza dei Carabinieri, dove è rimasto in attesa di
essere sottoposto al rito direttissimo: dovrà rispondere di furto, resistenza a
pubblico ufficiale e danneggiamento.