1

RUGBY CITTÀ DI FRASCATI, LA B INIZIA VINCENDO – PALOZZI: «VOGLIAMO MIGLIORARCI RISPETTO ALL’ANNO SCORSO»

Redazione

Frascati (Rm) – Un grande sorriso e un piccolo dispiacere. E’ iniziata così la stagione ufficiale delle due prime squadre del Rugby Città di Frascati: la soddisfazione più bella l’ha regalata la serie B maschile che allo Stadio del rugby di Cocciano ha battuto l’ostico Colleferro per 30-10 in una gara che già contava molto per la classifica viste le novità regolamentari che hanno diviso il gruppo D in due “mini-pool”. «Abbiamo vinto una partita difficile – ha detto capitan Patrizio Palozzi al termine dell’incontro -, il Colleferro è certamente uno degli avversari più tosti del girone di prima fase e ottenere i cinque punti era fondamentale. Si può dire che abbiamo ricominciato da dove avevamo finito e cioè da un gruppo solido, unito, che ha dimostrato di voler lottare, crescere e togliersi ancora altre soddisfazioni. Buono anche l’impatto della nuova coppia tecnica composta da Livio Paladini e Luciano Mazzi. L’anno scorso siamo arrivati nella finale promozione, quest’anno vogliamo migliorarci…». Per il Rugby Città di Frascati ci sarà subito una controprova importante: domenica prossima, infatti, la squadra giallorossa sarà a Napoli per far visita alla Partenope e quella gara rappresenterà già uno spartiacque per le ambizioni dei tuscolani di entrare tra le prime tre (su sei) in classifica e poter giocare la seconda fase “promozione”. La piccola delusione è arrivata dalle donne che erano al loro storico esordio in serie A. Le ragazze di coach Stefano Procaccini, seguite come sempre dalla responsabile Simona Giorgia e al direttore tecnico Alessandro Molinari, sono state sconfitte per 26-5 dall’Aquila nella sfida giocata a Paganica. Per loro domenica prossima ci sarà l’esordio casalingo contro Bologna. Primi passi molto positivi anche per l’Under 14 di coach Giorgio Farina che, divisa in due gruppi, ha giocato e vinto contro Appia (47-12) e Colleferro (37-12). Da segnalare anche i primi concentramenti stagionali di Under 8 e Under 10 che hanno già fatto vedere cose molto interessanti.




RUGBY CITTÀ DI FRASCATI, L’AUGURIO DEL PRESIDENTE COLLELUORI: «BUONA STAGIONE A TUTTI»

Redazione

Frascati (Rm) – Il Rugby Città di Frascati si è già rimesso in moto da un mese, ma con gli esordi del primo XV maschile di coach Livio Paladini in serie B (ore 15,30 allo stadio di Cocciano per la sfida con il Colleferro) e di quello storico della femminile di coach Stefano Procaccini in serie A (a L’Aquila) entrambi previsti per domenica, si può dire che la stagione stia per entrare nel vivo. Il presidente Antonio Colleluori, per l’occasione, vuole mandare un messaggio di augurio a tutto il movimento. «Da parte mia, faccio un grande in bocca al lupo a tutti i ragazzi che stanno per cominciare i loro campionati nelle varie categorie – dice il massimo dirigente -. Un buon lavoro e un ringraziamento sin d’ora va ai tecnici e ai dirigenti che si stanno impegnando alacremente per organizzare al meglio tutti gli appuntamenti che ci aspettano da qui in avanti. Siamo orgogliosi che la nostra prima squadra femminile si esibirà nel campionato di serie A e siamo fiduciosi che la nostra serie B maschile possa fare un’ottima stagione dopo le soddisfazioni che ci ha regalato lo scorso anno. Da questa stagione, poi, abbiamo deciso di riformare un gruppo di serie C maschile e poi c’è tutto il “plotone” delle squadre giovanili, con i nostri bambini del settore Propaganda che sono il cuore pulsante del nostro movimento. Un ringraziamento particolare va ai genitori che ancora una volta hanno scelto la storia e la comprovata professionalità del nostro club diffidando dalle imitazioni. L’aumento del numero delle iscrizioni non fa che confermare questo aspetto e ci conforta nell’andare avanti per la nostra strada». Il fine settimana del Rugby Città di Frascati sarà pieno di eventi: venerdì in piazza San Pietro alle ore 17,30 verrà presentata ufficialmente la serie A femminile cara alla responsabile Simona Giorgi e al direttore tecnico Alessandro Molinari. Dopo la grande festa tutta dedicata al settore rosa, domenica mattina sarà la volta del “brindisi alla nuova stagione” in cui tutte le selezioni del club saranno convocate presso il campo di Cocciano per le foto ufficiali di rito e per ascoltare i programmi della stagione dalla voce del presidente Colleluori, del direttore sportivo Paolo Paladini e del direttore tecnico Alejandro Villalon.




RUGBY CITTÀ DI FRASCATI, L’UNDER 16 VIOLA VITERBO – SCOTTI: «L’ELITE CI FAREBBE CRESCERE»

Redazione

Frascati (Rm) – La prima è andata. L’Under 16 del Rugby Città di Frascati fa un passo verso la categoria d’Elite. Nel primo turno del “barrage” la squadra dei coach Riccardo Scotti e Giulio Venturini ha battuto per 26-12 il Viterbo in campo esterno e si è qualificata per il secondo (e decisivo) turno previsto domenica prossima (inizio ore 11) sul campo del Villa Pamphili. In palio c’è la partecipazione al torneo d’eccellenza regionale della categoria. «Partecipare a quel campionato – dice Scotti – contribuirebbe a far crescere ancor di più questi ragazzi: con tutto il rispetto per la “semplice” categoria regionale, si potrebbero affrontare avversari di ottimo livello ad ogni incontro e questo favorirebbe il miglioramento agonistico a tutto tondo dei nostri atleti». La sfida di Viterbo ha visto diverse luci e anche qualche ombra. «I ragazzi hanno lavorato fino a fine luglio e poi ci siamo ritrovati a fine agosto, quindi questo appuntamento è stato preparato al meglio – osserva Scotti -. Nel complesso la prestazione è stata positiva perché ho visto una buona attitudine da parte dei miei giocatori che hanno rispettato le consegne. Questo, però, non vuol dire che non ci sia ancora molto da lavorare sia sul piano della coesione del gruppo sia sotto alcuni aspetti tecnici». La categoria d’Elite, come ha rimarcato Scotti, comporterebbe un miglioramento certo da parte di questo gruppo che, nell’ultimo anno, è stato favorito anche da un altro importantissimo aspetto. «Il fatto di potersi allenare praticamente assieme al Centro Federale Under 16 che fa attività presso il nostro impianto – sottolinea Scotti -, ha sicuramente contribuito alla crescita complessiva della nostra Under 16». Scotti è fiducioso in vista del match capitolino di domenica prossima. «Lavoreremo in questi giorni per correggere i difetti emersi a Viterbo. Affronteremo un club che nel tempo ha lavorato molto bene sia sul Settore Propaganda che nel mini-rugby, ma anche qui abbiamo fatto lo stesso e siamo fiduciosi di poter centrare il passaggio nell’Elite». La prima esperienza da prima allenatore è un grande stimolo per lui. «Ho anche smesso di giocare per concentrarmi al massimo su questo impegno – dice Scotti -. Per me è una sfida, sento una forte responsabilità e voglio cercare di fare il meglio». 




RUGBY CITTÀ DI FRASCATI, TRINCA E CAPOMAGGI TORNANO DALL’ESPERIENZA CON LA NAZIONALE U18 FEMMINILE

Redazione

Frascati (Rm) – E’ un settembre di grandi emozioni per il settore femminile del Rugby Città di Frascati. Le ragazze care alla responsabile Simona Giorgi e al direttore tecnico Alessandro Molinari stanno preparando il loro esordio in serie A. «Il prossimo 5 ottobre il gruppo che sarà allenato dal neo tecnico Stefano Procaccini farà il suo esordio a L’Aquila – dice Molinari -, vedremo cosa riusciremo a combinare in quella partita e durante la stagione. Stiamo ancora definendo l’organico dell’Under 16 per cui abbiamo al momento dei numeri un po’ ridotti: speriamo di riuscire ad allestire anche questa squadra che nel tempo ha dato grandi soddisfazioni a Frascati». L’ultima, davvero speciale, porta i nomi di Michela Trinca e Beatrice Capomaggi che sono state convocate nella Nazionale italiana Under 18 per un torneo europeo disputato in Svezia nello scorso fine settimana. «Il nostro è stato l’unico club assieme a Padova a contare su due convocate tra le dodici protagoniste in Svezia e chiaramente per me è stata una grande soddisfazione – sottolinea Molinari -. D’altronde è questo l’obiettivo per il quale tutti noi lavoriamo: permettere alle nostre ragazze di crescere e arrivare a vetrine importantissime. Non bisogna dimenticare che, prima della convocazione per il torneo svedese, a fine agosto la Federazione aveva organizzato un raduno allargato a cui hanno partecipato anche le nostre Camilla Capomaggi e Laura De Angelis. Segno che qualcosa abbiamo costruito in questi anni e vi assicuro che tra le nostre fila c’è qualche altro elemento molto promettente». Tra l’altro, nel torneo svedese disputato dall’Italia (piazzatasi al settimo posto finale), Beatrice Capomaggi ha giocato praticamente tutte le gare e Michela Trinca è stata protagonista di diversi spezzoni di match. «Sono due ragazze molto tenaci e meritano questa soddisfazione – dice Molinari – anche se il movimento del rugby a 7 italiano deve crescere moltissimo per arrivare a primeggiare in Europa». Infine, il Rugby Città di Frascati e in particolare Alessandro Molinari si stringono a Simona Giorgi per la perdita del fratello Luigi.




RUGBY CITTÀ DI FRASCATI, UNDER 18 – CERRONI: «E’ UN IMMENSO PIACERE TORNARE QUI»

Redazione

Frascati (Rm) – Tra le novità tecniche del Rugby Città di Frascati 2014-15 c’è anche Claudio Cerroni, frascatano doc che torna nel club che sento suo da sempre. «A Frascati ho iniziato a giocare – dice il tecnico – e anche ad allenare. Dopo 6 anni all’Appia rugby, è capitata l’opportunità di rientrare e non ci ho pensato un solo momento. E’ un immenso piacere per me: sento di essere tornato nel momento giusto e un con un bagaglio di esperienze ovviamente diverso e più completo di quando sono andato via da Frascati». L’anno scorso, per esempio, l’Under 18 dell’Appia allenata da Cerroni è stata protagonista nel suo campionato. «Alla fine siamo arrivati terzi, ma siamo stati a lungo in lotta per la conquista dei play off e tra l’altro – sottolinea il tecnico con orgoglio – siamo stati gli unici a battere il Cus Roma poi piazzatasi al primo posto». La categoria che gli è stata affidata a Frascati è la stessa e Cerroni sta mettendo grande entusiasmo in questi primi giorni di lavoro. «A questi livelli non si deve pensare a creare un giocatore nell’arco dell’anno, ma ci si deve basare sul lavoro pregresso compiuto su questi ragazzi negli anni. Il Rugby Città di Frascati ha avuto sempre un vivaio florido e dei tecnici preparati, quindi siamo già un passo avanti». La squadra, attualmente, si allena quattro volte a settimana, ma quando si andrà a regime (da fine mese in avanti) le sedute diminuiranno a tre. «E’ ancora presto per dare giudizi di qualsiasi tipo sul gruppo che ho a disposizione – riflette Cerroni – anche perché l’organico è ancora in via di definizione. Quelli che sto allenando in questi primi giorni, comunque, hanno dimostrato una buona disponibilità e delle capacità interessanti. Ma, ripeto, è presto per dare dei giudizi precisi». Come anche nella passata stagione, l’Under 18 sarà la squadra giovanile maggiore del club giallorosso. Sarà importante fare un lavoro coordinato con la serie C di coach Bruno Formicola e la serie B di coach Livio Palladini per poter permettere a Frascati di continuare a pescare giocatori importanti dal suo “serbatoio” naturale.




RUGBY CITTÀ DI FRASCATI, SERIE B – COACH PALADINI: «SAREMO PRONTI PER IL CAMPIONATO»

Redazione

Frascati (Rm) – La serie B del Rugby Città di Frascati è tornata a vestire maglietta e calzoncini. Dopo lo sfortunato play off promozione dello scorso fine maggio, la prima squadra del club tuscolano ha ricominciato a sudare. Agli ordini del neo tecnico Livio Paladini, del suo assistente Luciano Mazzi e del preparatore atletico Giuseppe Diana, la squadra giallorossa sta preparando l’esordio in campionato del prossimo 5 ottobre contro il Colleferro. Il girone di “prima fase” sarà la vera novità regolamentare della stagione 2014-15. «La Federazione, in maniera condivisibile, ha deciso di venire incontro alle società – spiega Paladini – riducendo le distanze delle trasferte. Così il vecchio girone 4 (che il tecnico l’anno scorso ha vinto alla guida del Cus Roma, ndr) è stato diviso in due e il nostro club è stato abbinato a Colleferro, Cus Roma, Primavera, Capitolina e Partenope». Un girone che richiederà alla squadra di essere subito al top, considerando che il passaggio alla “seconda fase”, per la corsa promozione, sarà riservato solo alle prime tre classificate. «E’ vero che nel nostro gruppo ci sono le prime quattro classificate della scorsa stagione – dice Paladini -, ma sono convinto che ci saranno meno problemi logistici e anche ambientali nelle gare in trasferta. Insomma si giocherà maggiormente a rugby e questo può favorire una squadra mediamente giovane e tecnica come la nostra. L’obiettivo, ovviamente, è centrare l’ingresso alla seconda fase, poi si vedrà». Servirà essere subito in forma, quindi. Magari col preparatore atletico Diana è stato studiato un programma particolare. «No, faremo la normale preparazione atletica di ogni stagione – replica Paladini – e sono sicuro che saremo pronti per i primi appuntamenti ufficiali. Vedremo nel corso della stagione, a seconda della disponibilità dei ragazzi, se fare tre o quattro allenamenti durante la settimana “standard”. In ogni caso la rosa, che sarà di 30-32 elementi, è pressochè definita quindi non resta che rimboccarci le maniche». Il gruppo delle squadre maggiori si completa con la rinata serie C (affidata a Lucio Formicola), mentre il gruppo di “punta” del settore giovanile sarà l’Under 18 allenata da Claudio Cerroni.




RUGBY CITTÀ DI FRASCATI, IL PRESIDENTE COLLELUORI PRESENTA LE NOVITÀ PER LA PROSSIMA STAGIONE

Redazione

Frascati (Rm) – Il Rugby Città di Frascati sta per ripartire. La società del presidente Antonio Colleluori può gonfiare il petto per alcune iniziative estremamente importanti che caratterizzeranno la prossima stagione. «Innanzitutto – spiega il massimo dirigente – siamo riusciti a deliberare tutte le scelte necessarie per iniziare la prossima stagione solo con un piccolo ritardo rispetto ai tempi previsti. Le scelte sono state orientate a garantire la continuità dell’impostazione sportiva integrandola con persone di comprovata esperienza per offrire  un servizio migliore, riducendo al contempo i costi. Ci stiamo iniziando a strutturare per divenire un grande club, abbiamo integrato lo staff tecnico con figure di grande spessore e creato i presupposti per la formazione e la crescita anche di nuove figure dirigenziali. La direzione tecnica è stata affidata a Alejandro Villalon e inoltre abbiamo introdotto le figure dei coordinatori tecnici che per il settore Senior (primo XV, serie C e Under 18, ndr) sarà Livio Paladini, per il settore Under 14-Under 16 sarà Giorgio Farina e per il settore Under 6-Under 12 sarà Paolo Gentilini». Anche l’organigramma degli allenatori è stato definito. «Lo staff tecnico della serie B – spiega Colleluori – sarà composto dall’allenatore Livio Paladini affiancato da Lucio Mazzi con Giuseppe Diana nel ruolo di preparatore atletico. Per la C il tecnico responsabile sarà Lucio Formicola, mentre la 18 sarà guidata da Claudio Cerroni. Per quanto riguarda le formazioni del settore Propaganda questi saranno gli allenatori: Riccardo Scotti per l’Under 16, Giorgio Farina per l’U14, Paolo Gentilini per l’U12, Lorenzo Tidei per l’U10, Davide Martini per l’U8 e Marco Salvatori per l’U6». Una delle ghiotte novità stagionali potrebbe arrivare dal settore femminile. «Stiamo lavorando per fare il campionato di serie A, a breve potrebbero esserci novità a riguardo» dice Colleluori. Il presidente, dopo aver ricordato che «al di là delle voci di nuove società rugbystiche sul territorio, la Federazione Italiana Rugby ci ha confermato come “Centro di formazione Fir Under 16” e che il tecnico responsabile sarà lo stesso Villalon e il dirigente responsabile Bruno Formicola», focalizza l’attenzione su altri due aspetti molto importanti. «Dopo un lungo e faticoso lavoro – dice con orgoglio Colleluori – finalmente lo Stadio del Rugby di Cocciano ha l’agibilità e questo premia gli sforzi della società sul piano dell’impiantistica. Inoltre siamo riusciti ad abbassare le quote di iscrizione per la nuova stagione sportiva, sottolineando la volontà di venire incontro alle esigenze degli atleti e delle loro famiglie. La società e il sottoscritto intendono creare un clima di produttiva armonia, rimettendo al centro dell’attività del club il puro valore sportivo».




RUGBY CITTÀ DI FRASCATI, LUCIO FORMICOLA ALLENERÀ LA NUOVA SERIE C: «NON VEDO L’ORA DI COMINCIARE»

Redazione

Frascati (Rm) – L’organigramma ufficiale del Rugby Città di Frascati per la stagione 2014-15 deve essere ancora svelato, ma intanto alcuni “pezzi del puzzle” stanno già andando al loro posto. Ufficializzati i rientri di Paolo Paladini nel ruolo di direttore generale e Livio Palladini nel ruolo di coach della serie B (con al fianco Luciano Mazzi e Alejandro Villalon), ecco un’altra ghiotta novità per l’annata che inizierà ufficialmente tra poco più di un mese: la società frascatana, infatti, tornerà ad avere una squadra di serie C e la guida tecnica sarà affidata a coach Lucio Formicola. Professore di educazione fisica e allenatore di terzo livello, Formicola (che lo scorso 4 maggio ha festeggiato 47 anni) mostra tutto il suo entusiasmo in vista della nuova avventura. «Non alleno dal 2003, quando ero alla guida dell’Under 16 della Rugby Roma. Ho dovuto staccare per motivi di lavoro  – sottolinea il coach – e ho sempre guidato gruppi del settore giovanile (per ben nove anni proprio a Frascati e gli ultimi cinque alla Rugby Roma, ndr), ma il rugby è sempre stato la passione più grande della mia vita e non appena è capitata questa opportunità, mi sono subito messo a disposizione della società perché la voglia di stare sul campo non è mai passata». Anche perché Frascati ha un significato importante nella sua vita sportiva. «Qui ho esordito da giocatore nel campionato di serie A a 19 anni – ricorda Formicola -, poi qualche stagione più tardi ho dovuto scegliere se continuare a fare l’atleta oppure dedicarmi alla carriera di allenatore». La sua prima volta tra i Seniores non lo spaventa. «Le differenze tra allenare i giovani e i grandi? Ve lo farò sapere quando avrò cominciato – sorride Formicola -. Comunque sono molto carico per l’inizio di questa avventura, vedremo che tipo di organico avrò a disposizione, ma la cosa più importante sarà diventare un “serbatoio” dal quale la serie B potrà attingere a piene mani. Sarò in stretto contatto con lo staff del primo XV per cercare di lavorare al meglio». Al suo fianco, a partire da settembre quando inizierà la preparazione, ci saranno i dirigenti Edoardo Caruso e Stefano Teotino, mentre è in via di definizione il nome dell’allenatore in seconda.




RUGBY CITTÀ DI FRASCATI, LIVIO PALADINI ALLENERÀ LA SERIE B: «IL RITORNO? EMOZIONE E RESPONSABILITÀ»

Redazione

Frascati (Rm) – Al cuor non si comanda. E così, come accaduto a suo padre Paolo (che è tornato nel ruolo di direttore generale), quando a coach Livio Paladini è stata proposta la possibilità di tornare ad allenare la prima squadra della sua Frascati non ci ha pensato un attimo. O meglio, per correttezza ha voluto prima parlarne al suo padrino di battesimo, quel Luciano Bronzini che aveva meravigliosamente condotto il primo XV giallorosso nelle ultime due stagioni. «Siamo molto amici ed ho voluto appurare la sua posizione personalmente: quando mi ha confermato che si sarebbe voluto fermare, ho iniziato a valutare la possibilità del mio ritorno». Paladini aveva allenato quattro anni a Frascati (centrando due play off) prima di vivere un’esperienza molto positiva di tre stagioni al Cus Roma. «E’ molto diverso allenare qui a Frascati, da frascatano – spiega l’allenatore -. L’emozione di poter guidare di nuovo questa squadra è forte anche perché la responsabilità di far bene nella propria città è maggiore e questo ti porta via maggiori energie. Cercherò di tirar fuori il massimo dai ragazzi». Il lavoro di Bronzini gli ha lasciato in eredità una squadra giovane e reduce da un grande secondo posto nella scorsa annata. «Io e Luciano abbiamo caratteri diversi e quindi ognuno in campo esprime la sua personalità – spiega Paladini -. Lui ha fatto davvero un lavoro perfetto con questo gruppo che è composto da diversi ragazzi, a differenza di quello “più maturo” come età che ho avuto a disposizione al Cus Roma. Le potenzialità per fare un’ottima stagione ci sono tutte e proveremo a fare un campionato di vertice, senza nasconderci. Ma siamo consci che ripetere l’ultima stagione non sarà facile e richiederà il massimo impegno. Per avere una certa continuità con il lavoro dello scorso anno ho voluto fortemente la presenza di una risorsa preziosa come Alejandro Villalon (già direttore tecnico e vice di Bronzini nella scorsa annata, ndr) all’interno del mio staff dove ci sarà anche Luciano Mazzi». La nuova serie B potrebbe presentare una novità nella prossima stagione. «Forse verranno creati due gironi da sei squadre, invece di quello unico del sud Italia, per alleggerire i costi di gestione delle società con una prima fase e i successivi play off. Ma attendiamo le decisioni ufficiali della Federazione – conclude coach Paladini – e poi faremo i nostri commenti». 




RUGBY CITTÀ DI FRASCATI, IL RITORNO DI PAOLO PALADINI: «QUESTO È IL MIO CLUB»

Redazione

Frascati (Rm) – E’ rientrato negli organici societari da qualche tempo, ma i grandi eventi del finale di stagione del Rugby Città di Frascati non avevano permesso di dare la giusta evidenza al suo ritorno. Paolo Paladini è tornato nel club giallorosso nel delicato ruolo di direttore generale. «Questo è sempre stato il mio club per eccellenza – spiega il dg -. Un paio di stagioni fa andai via, senza grossi problemi di sorta, non per trovare gloria o ambire a chissà cosa, ma semplicemente perché non c’era più lo spazio per lavorare come avrei voluto e così ho provato a farlo altrove. Ma ora la società mi ha chiesto di fornire il mio aiuto e io sono stato subito pronto a rientrare perché questo club è nel mio cuore e significa tantissimo per me». Il Rugby Città di Frascati ufficializzerà a breve i programmi tecnici e l’organigramma della nuova stagione sportiva, intanto Paladini anticipa che «ci sarà molto da lavorare. Bisogna rimboccarsi le maniche e provare a centrare alcuni obiettivi fondamentali. Il primo – dice il direttore generale del Rugby Città di Frascati – sarà quello di ritrovare una certa armonia nell’ambiente, ricompattando e coinvolgendo tutte le componenti di questo club. L’altro traguardo da centrare è quello di tornare a vivere il rugby semplicemente per quello che è e cioè un bellissimo sport, un gioco. Chi vive nel nostro ambiente deve pensare a divertirsi, pur lavorando con impegno per concretizzare gli obiettivi». Le potenzialità del Rugby Città di Frascati, per Paladini, sono notevoli. «Basti pensare al gruppo della prima squadra che l’anno scorso ha fatto meraviglie nel campionato di serie B: si tratta di una squadra molto giovane e quindi con ampi margini di crescita. Poi c’è un settore giovanile dai numeri fiorenti che può ancora migliorare qualitativamente, oltre a un settore femminile che nel corso del tempo si è fatto rispettare». Paladini è tornato e ce la metterà tutta per aiutare il “suo” Rugby Città di Frascati.
 




RUGBY CITTÀ DI FRASCATI, LA CORBUCCI NELL’ITALIA FEMMINILE DEL ROMA SEVEN: «CHE ORGOGLIO!»

Redazione

Frascati (Rm) – Se i due gemelli Gabriele e Daniele Di Giulio e Renato Giammarioli (tre ragazzi cresciuti nel vivaio frascatano) hanno dato un pesante contributo alla Nazionale Under 20 che ha conquistato la permanenza nell’elite del rugby mondiale 2015 battendo le Fiji nella rassegna iridata di questi giorni, non è da meno il settore femminile del Rugby Città di Frascati caro ai responsabili Alessandro Molinari e Simona Giorgi. Dopo che nei giorni scorsi l’ex frascatana Anna Mariani era stata convocata nella Nazionale femminile “Seven”, ecco un’altra grande soddisfazione per la società del presidente Antonio Colleluori. Arianna Corbucci, 18enne mediano di mischia in forza al club frascatano da due stagioni, era tra le dodici convocate della Nazionale azzurra che ha giocato il “Roma Seven” (assieme alla stessa Mariani). «Pochi giorni fa ho ricevuto una telefonata che molti atleti aspettano e cioè quella della convocazione in Nazionale – ha rivelato la Corbucci in un’intervista sul sito ufficiale del Rugby Città di Frascati prima dell’evento –. È stato qualcosa di inaspettato, mi è stata data la possibilità di salire uno scalino. L’anno passato è stato difficile, di fatica, di crescita e di soddisfazioni. Ho lavorato sodo, sia fisicamente che psicologicamente, per trasformare i problemi tecnici e difetti caratteriali in meglio. Questa convocazione era uno degli obiettivi che mi ero posta». Nonostante non abbia avuto molto spazio durante la prestigiosa kermesse, l’esperienza del “Roma Seven” per la Corbucci è stata comunque indimenticabile. «Ho avuto l’opportunità di conoscere e di vedere realtà diverse da quelle che ho vissuto fino ad ora e questo non può che rendermi felice e orgogliosa. Questo obiettivo raggiunto non è merito solo mio e quindi un grande ringraziamento va a i miei allenatori, Marco Giacci e Marco Dolciotti, che hanno permesso la mia crescita rugbystica, e ovviamente a Simona Giorgi e ad Alessandro Molinari che hanno sempre trovato il modo di invogliarmi ed incitarmi a fare di più. Ma il ringraziamento più grande va alle mie fantastiche compagne di squadra che hanno sempre creduto in me e mi hanno dato la forza che serviva». «Arianna è una stakanovista degli allenamenti – dice dell’atleta frascatana Alessandro Molinari –, anche se è molto istintiva, forse troppo. Deve migliorare nella visione dell'avversario, fa cose difficili e le rende normali, ma è su quelle semplici e gestuali che deve lavorare a fondo. E’ una ragazza fermamente decisa a raggiungere qualsiasi traguardo: noi abbiamo come obiettivo per la prossima stagione di giocare in serie A e devo “cucirle” addosso questa categoria come un vestito: alcune compagne nono pronte per sostenerla e presentarsi pure loro sulla scena nazionale».