1

Monte Porzio Catone, insediato il commissario prefettizio

MONTE PORZIO CATONE (RM) – Fine del governo di Emanuele Pucci il quale non ha ritirato le dimissioni. La Prefettura di Roma ha nominato il commissario prefettizio di Monte Porzio Catone, il viceprefetto aggiunto Maria Paola Suppa, avvocato di 44 anni di Roma che traghetterà il Comune portando avanti l’ordinaria amministrazione fino alle prossime elezioni a primavera del 2019.

Suppa è stata subcommissario a Guidonia.

La sconfitta del Pd

“Ancora una volta, purtroppo, il Partito Democratico provinciale è costretto a pagare in termini amministrativi divisioni e attriti che attengono ad altri livelli”, è il commento di Eleonora Mattina, consigliera regionale del Pd.

“Invito il segretario provinciale Rocco Maugliani – ha aggiunto la consigliera dem – a riflettere su un atteggiamento che, in questi anni, ci ha già portato a perdere i grandi comuni e le roccaforti storiche, e cito come esempio Tivoli, Guidonia, Ardea, Pomezia, Genzano, Ariccia, Frascati, Montecompatri, Lanuvio. Credo che, oggi più che mai, sia il momento di cambiare rotta cercando di superare le logiche di supremazia interna per valorizzare e dare risalto, invece, ad una nuova generazione di amministratori e quadri di partito che sta crescendo in molti comuni”.




Monte Porzio Catone, il sindaco Pucci annuncia le dimissioni ma poi… intanto il senatore M5S Dessì intanto lo saluta…

MONTE PORZIO CATONE (RM) – “Spero che il sindaco dimissionario Emanuele Pucci non faccia brutti scherzi e confermi quindi le dimissioni presentate 20 giorni fa…”. Il senatore 5 stelle Emanuele Dessì “saluta” il primo cittadino che si è dimesso il 31 ottobre dopo il fallimentare Consiglio comunale sull’ipermercato in zona Pilozzo. “Caro Pucci, lasci un paese distrutto, così come distrutto è un centrosinistra dilaniato dalla tua necessità di fare contenti esponenti sovracomunali. Di sicuro, di te a livello politico non lasci un bel ricordo: sei stato un sindaco giovane, potevi veramente incarnare il cambiamento ed invece sei stato quanto di più vecchio e stantio possa incarnare un’Amministrazione comunale. E’ un peccato, perché Monte Porzio Catone è un gioiello e non meritava di essere così mortificato. Mi auguro che dalla primavera 2019 questo Comune possa essere amministrato da un sindaco 5 stelle e voltare, davvero, pagina”.

Eppure lunedì 29 ottobre, durante il consiglio comunale Pucci ha detto di aver preso atto che non c’è più la maggioranza politica dei 7 che fin’ora hanno tenuto in piedi il suo governo e che per questo motivo ha annunciato la volontà di voler rassegnare le dimissioni.  Un atto che però non sembra essere stato ancora formalizzato dopo l’annuncio e i tempi sembrerebbero arrivati al capolinea

 




Monte Porzio Catone: arriva il Natale

MONTE PORZIO CATONE (RM) – Numerosi gli eventi annunciati anche quest’anno dall’Amministrazione comunale di Monte Porzio Catone per le imminenti festività natalizie di rilancio e promozione della nostra Cittadina.
Si comincia l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione, con la processione auxflambeaux che si snoderà nel centro cittadino.
Il 10 dicembre 2017 presso la “Sala Albertazzi” del Palazzo Borghese, alla presenza delle autorità civili militari e religiose, sarà inaugurata la XX Edizione della Mostra dei Presepi e dei
Diorami, appuntamento tradizionale del Natale Monteporziano.

Realizzata dal Gruppo “Amici del Presepe” la manifestazione attira ogni anno migliaia di visitatori e opere provenienti da molte regioni Italiane. Saranno esposti Presepi diorami, opere di maestri presepisti e appassionati di questa nobilissima arte caratterizzante della tradizione culturale italiana.
Nell’ambito delle manifestazioni natalizie ci saranno anche importanti eventi musicali: il 10 Dicembre alle 19:00 ci sarà il bellissimo concerto di Natale in Duomo del gruppo “Espresso Brass Quintet” il 17 dicembre il tradizionale Concerto della Corale Polifonica “San Gregorio Magno” nel Duomo e il 6 gennaio 2018 il Concerto della “M.P.C. Superband”.
Tanti sono gli appuntamenti previsti: il villaggio di Babbo Natale a piazza Porzio Catone, serate a tema per i bambini nella biblioteca comunale il 18 Dicembre 2017 e il 7 Gennaio 2018, eventi organizzati da slow food.
In collaborazione con i Musei della Città di Monte Porzio Catone verrà aperto il “Museo della Città” in occasione della mostra dei Presepi.
È previsto un Presepe vivente organizzato dal gruppo scout il giorno 16 Dicembre alle 18:45 in Piazza Duomo.
Si ringraziano, inoltre, gli amici del Presepe di Monte Porzio Catone che quest’anno, oltre alla tradizionale mostra di Presepi hanno allestito un presepe a Città di Castello in una delle mostre più grandi d’Italia.
Il percorso diffuso della mostra sarà il seguente:
1) Sala “Albertazzi”, Palazzo Borghese: Mostra Fotografica “Venti anni di presepi della tradizione della Città di Monte Porzio Catone”;

2) Centro Turistico Culturale Polivalente “Ephebeum”: Presepi e Diorami e segreteria Mostra
3) Cappella del Santissimo Sacramento (Presepe Scenografico)
4) Duomo di San Gregorio Magno (Presepe Scenografico)
5) Museo della Città Presepi e Mostra Fotografica Documentale.
L’Amministrazione comunale di Monte Porzio Catone dà il benvenuto a quanti, concittadini e visitatori anche quest’anno affolleranno le vie cittadine per le manifestazioni natalizie, augurando a tutti di trascorrere lietamente le prossime festività tra gli eventi e le numerose attrattive della nostra città.




Monte Porzio Catone, gelo nelle case popolari: l’Ater accende i riscaldamenti in ritardo

MONTE PORZIO CATONE (RM) – Finalmente accensione riscaldamenti alloggi ATER a Monte Porzio Catone: Grave ritardo dell’Azienda L’ATER ha attivato il 4 dicembre gli impianti di riscaldamento condominiali
dei propri alloggi a Monte Porzio Catone con grave ritardo e solo grazie alle pressioni del sindaco Pucci.
L’Azienda che gestisce l’edilizia popolare nel territorio di Roma Capitale, da tempo in grave crisi, dopo ripetuti e pressanti interventi del sindaco di Monte Porzio Catone, ha risposto il
26 novembre a una lettera della Prefettura messa in causa dal sindaco stesso, giustificando il disservizio per problemi legati al fornitore di energia e preannunciando la possibile
attivazione degli impianti di riscaldamento a partire dal primo dicembre (come promesso dal fornitore di energia). L’ATER nella lettera aveva espresso il proprio rammarico per il
disagio arrecato ai cittadini, promettendo di attivarsi presso l’ente fornitore di energia per anticipare possibilmente l’accensione rispetto alla data del primo dicembre. L’attivazione
non è avvenuta neanche alla data prevista, con conseguente nuova pressione diretta da parte del sindaco Pucci e, finalmente, lunedì 4 dicembre è arrivato il caldo negli alloggi ATER di Monte Porzio Catone.
Evitando di entrare nel merito dei problemi interni dell’Azienda, riteniamo altamente riprovevole che siano stati lasciati al freddo numerosi inquilini, tra i quali molti anziani, minori e ammalati, causando loro evidenti disagi e proprio all’inizio della stagione fredda.
Il Sindaco di Monte Porzio Catone e l’Amministrazione, in costante contatto con inquilini degli alloggi ATER, si sono prodigati per scongiurare che il disservizio si protraesse (ricordiamo che per legge i riscaldamenti andavano accesi già a novembre).
Il Sindaco e l’Amministrazione ringraziano gli inquilini degli alloggi ATER per la loro collaborazione e si augurano che episodi del genere non accadano più in futuro.




Castelli Romani, Buy Lazio 2017: a Villa Mondragone il prestigioso workshop turistico internazionale

MONTE PORZIO CATONE (RM) – I Castelli Romani ospitano “Buy Lazio”, il prestigioso workshop turistico internazionale che, in occasione della 20ª edizione, si svolgerà presso Villa Mondragone, a Monte Porzio Catone dal 14 al 17 settembre. Un’opportunità straordinaria che offre agli operatori turistici del Lazio la possibilità di incontrare i buyers provenienti dai Paesi di maggiore rilevanza turistica, con la possibilità di attivare nuovi e proficui contatti d’affari. Diverse le iniziative in programma all’interno della manifestazione; tra queste sono previsti due educational tour organizzati uno dalla Comunità Montana e dal Gal Castelli Romani e Monti Prenestini, l’altro dal Parco dei Castelli Romani e dal Consorzio per il Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani.

I tour vogliono proporre mete insolite rispetto ai classici giri turistici, con una modalità nuova in cui l’ospite viene accolto con calore e autenticità.

Nell’itinerario organizzato dalla Comunità Montana e dal Gal, si partirà dal cuore dei Castelli Romani per raggiungere l’area dell’Antica Praeneste ricca di storia e naturalezza. In questo viaggio gli ospiti saranno accompagnati dagli abitanti, gli artigiani e i vignaioli del luogo, che racconteranno le loro tradizioni e i loro mestieri. Il tutto all’insegna della qualità, dell’innovazione e dell’eccellenza di un territorio che vuole stupire non solo per ciò che è stato nel passato ma per quello che ancora oggi può esprimere. L’appuntamento è per sabato 16 settembre quando il gruppo dei buyers partirà da Frascati per raggiungere l’area prenestina, facendo tappa a Zagarolo dove potranno visitare il Museo del Giocattolo, e dove saranno accompagnati presso i forni del centro storico per assaggiare i dolci secchi tradizionali. La seconda tappa prevista è Palestrina dove visiteranno gli edifici del Foro, la Basilica Cattedrale di sant’Agapito e la Cappella privata dei principi Barberini. Subito dopo sarà la volta di Castel San Pietro Romano dove parteciperanno al percorso gastronomico “Dalla Farina alla Padella”, presso l’Agriturismo da Nino con lo chef Giorgio Baldari. A seguire il gruppo potrà passeggiare nel delizioso centro storico del piccolo paese prenestino, dove potranno assaggiare il Giglietto di Palestrina, presidio Slow Food. Nel pomeriggio il tour continuerà verso Labico presso il Resort Vallefredda dove i buyers saranno accolti dallo Chef Antonello Colonna per poter vivere un’esperienza unica tra natura e arte.

L’educational tour curato dal Consorzio SBCR e dal Parco partirà da Frascati, per raggiungere Villa Grazioli nella vicina Grottaferrata, splendida Villa cinquecentesca con preziosi cicli pittorici realizzati tra il XVI ed il XVIII secolo. Raggiungerà quindi l’area archeologica del monte Tuscolo, da cui si gode uno splendido panorama sia sulla Valle Latina che verso il mare; qui è prevista una visita alle rovine dell’antica Tusculum, comprendenti resti di epoca romana e medievale. La seconda parte della mattinata toccherà l’abbazia basiliana di San Nilo, di rito cattolico bizantino, gioiello risalente ai primi dell’anno Mille e consacrato nel 1024, la cui massiccia cinta muraria quattrocentesca racchiude tesori come lo splendido interno della chiesa bizantina, la cappella Farnese, il campanile romanico, la biblioteca con oltre 50.000 pregiati volumi, il museo storico-archeologico. Seguirà uno splendido giro del lago Albano di Castel Gandolfo sulla Barca Didattica del Parco dei Castelli Romani. Dopo il pranzo con vista lago, passeggiata nel borgo castellano, quindi trasferimento ad Albano Laziale e visita ai cisternoni romani e all’anfiteatro severiano, e nel secondo pomeriggio passeggiata a Genzano di Roma durante la tradizionale Festa del pane IGP, per visitarne un forno tipico e ammirarne l’ “infiorata di pane”.

I due tour convergeranno e si concluderanno alle 18.30 presso la Tenuta di Pietra Porzia a Frascati con un saluto conviviale e un breafing tra i buyers presenti.




Monte Porzio Catone: Italia Nostra dice no a nuove colate di cemento

Red. Cronaca

MONTE PORZIO CATONE (RM) – Italia Nostra Castelli Romani scende in campo contro una recente delibera del Comune di Monte Porzio Catone con la quale è stata approvata una nuova convenzione urbanistica che comporterebbe una importante edificazione in località Colle Formello per 17 mila metri cubi su circa sei ettari e  per quasi 200 nuovi abitanti.  "Italia Nostra Castelli Romani esprime la sua profonda preoccupazione per l’ennesima “colata di cemento” – si legge nella lettera inviata al Commissario Straordinario e al direttore del Parco Regionale dei Castelli Romani – che si prospetta all’orizzonte e rivolge un sentito appello all’Ente Parco Regionale dei Castelli Romani affinché si adoperi  con determinazione per scongiurare  tale importante edificazione. Occorre tener presente – evidenzia Enrico Del Vescovo presidente di Italia Nostra Castelli Romani – che l’area interessata dall’intervento suddetto, in base al Piano Regolatore vigente del comune di Monte Porzio Catone, risulta in parte significativa ricadere in Zona E – “Boscate ed agricole” Sottozona E1A “Boschiva montana di tipo A” ed in parte in Zona F – “Aree servizi ed attrezzature pubbliche di uso pubblico” sottozona F3 “Verde pubblico attrezzato”.    E’ evidente – prosegue Del Vescovo – l’impatto nefasto che si avrebbe sulla fisionomia del paesaggio e sulle caratteristiche geomorfologiche originarie del territorio e, dunque, Italia Nostra, intende raccogliere le preoccupazioni dei numerosi cittadini che desiderano venga preservata l’integrità del territorio a beneficio della salubrità ambientale  e della qualità della vita. Osserviamo, inoltre, che, secondo talune testimonianze locali, nella zona in questione fino ad almeno dieci anni fa c’era un pregevole bosco di castagni e che, col tempo, gradualmente ma inesorabilmente, togliendo albero dopo albero, il bosco è diventato sempre più rado fin quasi  a scomparire. Riteniamo occorra ripristinare le caratteristiche originarie del luogo – conclude il Presidente di Italia Nostra Castelli Romani – e che, comunque, sia doveroso preservare un’area ancora verde necessaria a mantenere la qualità paesaggistica dei Castelli Romani da troppo tempo minacciata dall’avanzata irrefrenabile del cemento, nonostante l’abbondanza di alloggi  disponibili, rimasti invenduti ed ancora disponibili sul mercato".
 




MONTE PORZIO CATONE: DENUNCIATO ODONTOTECNICO, FACEVA IL MEDICO "ABUSIVO"

Redazione

Monte Porzio Catone (RM) – E' un uomo conosciuto da tutti perché di Monte Porzio Catone. I Carabinieri della Stazione di Monte Porzio Catone con l’ausilio dei Carabinieri del NAS di Roma hanno denunciato a piede libero per esercizio abusivo della professione medica, un uomo del posto, di 47 anni, odontotecnico.
I militari dopo essere entrati all’interno dello studio medico dell’uomo hanno appurato che, nonostante avesse cessato da almeno un anno la sua precedente attività di odontoiatra professionista, di fatto aveva continuato, sino a Dicembre scorso, a lavorare normalmente, eseguendo anche lavori che, per competenza, non avrebbe potuto effettuare, quindi abusando della professione medica.
Nella circostanza i Carabinieri hanno trovato e sequestrato diversa documentazione medica comprovante l’illecita attività svolta dal denunciato, quindi fatture, timbri ed agende con appuntamenti.
L’odierno controllo si inserisce in una serie di controlli mirati che i Carabinieri del NAS di Roma con i vari reparti territoriali stanno effettuando in zona, finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in materia igienico-sanitaria.




MONTE PORZIO CATONE: ORA I RIFIUTI HANNO NOME E COGNOME

Redazione

Monte Porzio Catone (RM) – La Giunta Municipale del Comune di Monte Porzio Catone, su proposta dell’assessore all’Ambiente Arianna Pelagaggi, ha approvato il progetto sperimentale per la tracciabilità dei rifiuti indifferenziati proposto da Ambiente SpA, società alla quale è affidata la raccolta dei rifiuti nel territorio comunale.

Il progetto prevede l’avvio del nuovo servizio nella seconda metà di gennaio e si propone di tracciare i conferimenti della frazione indifferenziata del rifiuto, acquisire dati certi circa il conferimento e la raccolta della frazione di rifiuto indifferenziata, individuare i comportamenti scorretti nella garanzia della privacy degli utenti, migliorare  ed  innovare le modalità operative di svolgimento del servizio.

“Ai fini di una buona riuscita del progetto” – spiega il vicesindaco Pelagaggi – “si è optato per l’inserimento del nuovo metodo,  in via sperimentale,  all’interno dei quartieri semiperiferici coinvolgendo i cittadini residenti nelle strade: Via Valerio Anziate, Via Matidia Augusta, Via delle Cappellette, Via Acqua Crabra, Viale dei Cronisti, Via Leonardo Da Vinci, Via Galileo Galilei, via Silio Italico, Via Fabio Pittore e loro traverse interne”.

Il nuovo metodo Rfid permetterà di tracciare i conferimenti del rifiuto indifferenziato da parte dei cittadini, consentendo la individuazione dell’ utente- produttore del rifiuto. In concreto, saranno coinvolti gli utenti ai quali verranno consegnati dei sacchetti, dotati di un piccolo “chip”  che identifica in maniera protetta l’utente; mentre gli operatori saranno dotati di piccoli computer portatili in grado di “Leggere” i dati  dai sacchetti esposti dagli  utenti,  il tutto con un flusso di informazioni gestito da un sistema informatico, capace di elaborare i dati, rilevare numericamente i conferimenti, individuare  le anomalie.
Nella settimana dall’11 al 18 gennaio sarà consegnato a domicilio agli utenti interessati, residenti delle vie sopra-indicate, il nuovo materiale che dovrà essere obbligatoriamente ed esclusivamente utilizzato e saranno ritirati i contenitori esterni eventualmente presenti sull’area. Completate le attività di consegna e di informazione  il giorno lunedì 18 gennaio 2016 inizierà il nuovo metodo di conferimento con il consueto calendario.

“Siamo convinti” – afferma il Sindaco Emanuele Pucci – “che questi  piccoli impulsi siano necessari per stimolare tutta la cittadinanza  a continuare nell’impegno della differenziazione dei rifiuti. Siamo un paese ad alta sensibilità ambientale ed i nostri concittadini quotidianamente si impegnano anche per accrescere i loro comportamenti virtuosi atti a migliorare l’ambiente.     Ovviamente in tale occasione saranno particolarmente coinvolti i cittadini residenti nelle aree di avvio del progetto perciò è a loro in particolare che chiediamo di mettere tutto il loro  impegno affinché siano raggiunti gli obiettivi di questo progetto avanzato che permetterà una più efficace gestione della raccolta dei rifiuti”.




TRAGEDIA A MONTE PORZIO CATONE: DONNA UCCISA DA UNO SCUOLABUS

di I.G.

Monte Porzio Catone (RM) – Un’anziana donna è stata investita da uno scuolabus a Monte Porzio Catone ed è morta successivamente in ospedale. La cittadina dei Castelli Romani è scossa per quanto accaduto alle 7:45 del mattino di Venerdì 18 Settembre 2015 quando lo scuolabus del Comune di Monte Porzio Catone nel fare manovra alla rotatoria di piazza Borghese ha investito accidentalmente la signora che si trovava nei pressi dei parcheggi per disabili e della polizia municipale.

La polizia locale è intervenuta sul posto per rilievi. Per la donna c’è stato nulla da fare perché è morta poco dopo all’ospedale di Frascati. Sulla dinamica dell’incidente ci sarebbero pochi dubbi: l’anziana sarebbe stata investita a causa di un errore di distrazione del conducente durante la manovra di retromarcia. Gli inquirenti cercheranno comunque la verità anche attraverso i filmati ripresi dalle telecamere nella piazza.
 




MONTE PORZIO CATONE: PER CHI DA GRANDE VUOL FARE L'ASTRONAUTA L'APPUNTAMENTO CON LA LUNA

 

ATTRAZIONI LUNARI – INAF – Osservatorio Astronomico di Roma – sabato 28 febbraio 2015 dalle ore 20.30 Via Frascati, 33 – Monte Porzio Catone (Roma)

 

Redazione
Monte Porzio Catone (RM)
– Sabato 28 febbraio 2015, alle ore 20.30, presso l'Osservatorio Astronomico di Roma, si tiene la serata Attrazioni Lunari. Nel corso dell'appuntamento presentazione del libro Sorella Luna di Stefano Cavina – edizioni Aiep e ASTROKIDS “Tutti sulla Luna!”.

Quel piccolo passo per un uomo, un balzo da gigante per l'umanità, come influisce ancora sulla ricerca scientifica attuale? Quali sono le tracce del rapporto millenario tra l’uomo e la Luna? Attrazioni Lunari, incontro a due voci, con interventi di Stefano Cavina, autore del libro Sorella Luna e di Luigi Pulone, Astrofisico INAF – Osservatorio Astronomico di Roma, è un'occasione per raccontare la luna astro e la luna mito. Dalle credenze, superstizioni e conoscenze empiriche dell’antichità, fino all’approccio scientifico dell’era moderna, passando per la corsa allo Spazio.

ASTROKIDS "Tutti sulla Luna!" Da grande vuoi fare l'astronauta? Ti sei sempre chiesto che cos'è quell'oggetto luminoso in cielo? Vieni a scoprire e a conoscere tutti i misteri della Luna giocando con i ricercatori dell'Osservatorio Astronomico di Roma. (Età indicata per bambini: dai 7 ai 11 anni).

Al termine della serata è prevista, tempo permettendo, l'osservazione della Luna ai telescopi.

PROGRAMMA:
ore 20:30 – ingresso
ore 21:00 – ATTRAZIONI LUNARI – interventi di S. Cavina e L. Pulone
ore 22:00 – aperitivo
ore 22:30 – osservazioni al telescopio (compatibilmente con meteo favorevole)

ASTROKIDS per bambini
ore 20:30 – ingresso
ore 21:00 – ASTROKIDS: “Tutti sulla Luna!”
ore 22:00 – dolcetti e bibite
ore 22:30 – osservazioni al telescopio (compatibilmente con meteo favorevole)
Prenotazione obbligatoria con contributo online di 8 € sul sito http://webdiva2.oa-roma.inaf.it/

Brevi biografie:
Stefano Cavina è nato a Ravenna nel 1955. Il suo più grande amore è l’astronautica. Fin da ragazzo amava le stelle e osservando il cielo iniziò a riconoscere le bellezze del creato e a sognare di esplorarle. Negli anni ottanta inizia a collaborare come giornalista per il settimanale Rombo e in seguito per Nuovo Orione e la Rivista Aeronautica. Il suo primo libro è stato Pianeta Marte a cui seguì la trilogia Uomini per la Luna, storia dell’esplorazione spaziale composta dai volumi: Sputnik, Cosmonauti e Apollo. Ha pubblicato di recente Sorella Luna, storia millenaria dell’amore dell’uomo per il nostro satellite naturale.

Luigi Pulone è stato centometrista, mimo, attore girovago e bobbista della nazionale italiana. Nel tempo libero si è laureato in astrofisica. Oggi lavora all’Osservatorio Astronomico di Roma alla ricerca dell’età degli ammassi stellari. E' stato visiting scientist dal 1997 al 1998 all'ESO, partecipando a numerose campagne osservative di ammassi globulari. E' responsabile di un gruppo di lavoro per lo sviluppo di parte del software di
riduzione dati del satellite astrometrico GAIA dell'Agenzia Spaziale Europea. E' autore di numerosi tabella su riviste internazionali di astrofisica. Si dedica attivamente e' dedicata alla divulgazione scientifica.

 




MONTE PORZIO CATONE: AL VIA LA PRESENTAZONE DEL LIBRO "MUSEO DELLA CITTÀ"

Redazione

Monte Porzio Catone (RM) – Sabato 21 febbraio 2015 a partire dalle ore 10.30, presso la Biblioteca Comunale "M. Albertazzi" verrà presentato il libro “Museo della Città di Monte Porzio Catone. Catalogo scientifico”, patrocinato dalla Regione Lazio, dalla già Provincia di Roma e dal Comune stesso. «Con il presente catalogo – scrive il curatore del volume, l'archeologo Massimiliano Valenti, direttore della Rete Museale di Monte Porzio Catone – si avvia a compimento un complesso percorso di studio, ricerca e divulgazione, che, nel giro di pochi anni, ha dotato il Polo Museale di Monte Porzio Catone degli strumenti necessari per una sua intellegibilità a vari livelli», con guide illustrate per i più piccoli, guide divulgative e cataloghi scientifici.

Alla presentazione, curata dall’Associazione Manacubba che gestisce la Rete Museale e organizzata dall’Area politiche sociali e culturali, parteciperanno il Sindaco Emanuele Pucci, l'Assessore alla Cultura Gianluca Minucci, Paola Pascucci, per la Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili, Giuseppina Ghini, della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, Massimiliano Valenti, Direttore della Rete Museale di Monte Porzio Catone e Pino Pulitani dell'Associazione Amici dei Musei.

La storia del Museo di Monte Porzio Catone affonda le sue radici negli anni '70 del secolo scorso, quando un gruppo di giovanissimi (età media 16 anni), cominciò a girare a Tuscolo e nel territorio di Monte Porzio Catone raccogliendo "coccetti". Ѐ il primo nucleo, spontaneo e non strutturato, del Gruppo Archeologico di Monte Porzio Catone: ne facevano parte Pino Pulitani (primo curatore della raccolta), Franco Mascioli, Paola Ilari, Mario Ciminelli, Vincenzo Adami, Sandro Picco, Carla e Sandra Genovesi, Vincenzo Marconi e Graziano Troiani. Ѐ dall'incontro di questo gruppo di ragazzi con Franco Nicastro, già iscritto ai Gruppi Archeologici d'Italia, che si fonda la sezione Tuscolana del Gruppo Archeologico Romano, che comincia così a condurre in maniera più organizzata le proprie ricerche e a schedare i materiali recuperati.

Di passi in avanti fino ad oggi ne sono stati fatti e il Sindaco Emanuele Pucci desidera che se ne facciano ancora: «la Rete Museale di Monte Porzio Catone è oggi parte imprescindibile e interattiva del Sistema Museale Territoriale dei Castelli Romani e Prenestini (Museumgrandtour). La sua recente trasformazione da Polo in Rete Museale Urbana, contribuirà alla promozione di progetti omogenei che consentiranno di valorizzare i singoli Musei e lo stretto rapporto che devono avere con il territorio».

L'incontro, soprattutto nell'intervento di Pino Pulitani, sarà l'occasione per ricordare l'impegno di Franco Nicastro, scomparso di recente, affinché l'idea del Museo diventasse realtà «i lavori condotti dal gruppo guidato da Franco Nicastro – spiega l'Assessore alla Cultura, Gianluca Minucci – hanno consentito di accumulare nel tempo diversi reperti che poi sono stati esposti nel Museo della Città, che ha conosciuto i natali nel 2005 per input dell'arch. Piero Giusberti, all'epoca assessore comunale ai Beni Culturali. Oggi – aggiunge l'Assessore – grazie alla guida scientifica del Direttore Massimiliano Valenti il Museo della Città mostra un allestimento scientifico accurato che con questo Catalogo verrà reso più chiaro anche ai visitatori. Infine – conclude – stiamo iniziando la progettazione per la musealizzazione del Barco Borghese che potrà diventare finalmente un polo di attrazione museale e scientifico a livello internazionale».

Dopo gli interventi tutti gli ospiti saranno invitati a spostarsi presso il Museo della Città, in via Simone Pomardi, per un brindisi di festeggiamento con il vino Frascati e per ricevere gratuitamente il Catalogo del Museo della Città, con il quale, in via eccezionale, verranno omaggiate tutte le persone che interverranno all'incontro.