1

MONTE PORZIO CATONE: ARRIVA IL CARNEVALE CON I CARRI ALLEGORICI

Redazione

Monte Porzio Catone (RM) – La sfilata dei Carri Allegorici rappresenta la marcia in più del carnevale Monteporziano, 25 anni di onorata manifestazione danno al Carnevale di Monte Porzio Catone sicurezza e serenità nella programmazione dell'evento.
Sono previste ben tre uscite dei carri allegorici, domenica 8 febbraio dalle 15.00 alle 18.00, domenica 15 febbraio dalle 15.00 alle 18.00 e martedì dalle 16.30 alle 18.30 con grande chiusura e spettacolo pirotecnico a Piazza Borghese. I carri, come consuetudine, sfileranno insieme al corteo carnascialesco per le vie della città, partendo da Piazza Trieste giungeranno a Piazza Borghese attraversando lo storico arco e ripeteranno più volte il percorso.
«Il segreto del nostro Carnevale – spiega il consigliere delegato al turismo e spettacolo Giuliano Costamagna – risiede nell'inimitabile spirito monteporziano ossia un po' pazzerello, burlone, goliardico, gioioso ma mai eccessivo e sgradevole».
Il Carnevale monteporziano è una fantastica storia che dura da oltre due decenni e destinata ad andare avanti nel tempo. Venticinque edizioni accompagnate dalla voglia di divertirsi e di lasciare, almeno per qualche giorno, i problemi a casa.
Il primo appuntamento è sabato 7 febbraio alle 15.30 presso Piazza Porzio Catone con "Bimbi in Festa": musica, giochi, balli, animazione e merenda per tutti i bambini (in caso di maltempo la manifestazione si svolgerà presso l'Ephebeum in via Cavour, 6).
Domenica 8 febbraio si svolgerà la cerimonia di apertura con la consegna delle chiavi della città da parte del Sindaco a Lollilò. Alle 15.00 inizierà la sfilata dei carri allegorici con gruppi mascherati, bande musicali e ritmiche, da Piazza Trieste a Piazza Borghese.
Si prosegue il 12 di febbraio, alle 10.00 è prevista la sfilata in maschera per le vie del centro storico di bambini e maestre dell'asilo nido "Il girotondo". Alle 17.00 presso la Biblioteca Comunale si svolgerà invece un laboratorio di arte-gioco per bambini dai 5 ai 12 anni a cura dell'Associazione Segnavento. Dato il limite massimo accettabile di 25 bambini è obbligatoria la prenotazione al numero 069447528.
Domenica 15 febbraio tornano in strada i carri allegorici, con i gruppi mascherati e le bande musicali e ritmiche per la tradizionale sfilata carnascialesca che parte da Piazza Trieste e termina a Piazza Borghese.
Il Carnevale finisce Martedì Grasso, 17 febbraio. L'appuntamento per questa giornata è alle 16.30 a Piazza Trieste, dove partirà la sfilata di carri allegorici, gruppi mascherati, bande musicali e ritmiche. La chiusura è prevista a Piazza Borghese alle 18.30, con musica, balli e premiazioni. La serata terminerà con la cremazione di Pulcinella e lo spettacolo pirotecnico.




MONTE PORZIO CATONE: PER GLI AMANTI DELLA "PELLE D'OCA" ARRIVA "INCONTRI DA BRIVIDO"

Redazione

Monte Porzio Catone (RM) – L'associazione culturale "Teatro a Cuor Leggero" e la Ludoteca comunale "Orologio Matto" di Monte Porzio Catone, fanno sapere che il 26 e 31 ottobre e il 1 novembre 2014, presenteranno la 6° edizione di "IIncontri da brivido".

L'evento, patrocinato dal comune di Monte Porzio Catone, si svolgerà nelle vie del centro storico del paese, dove personaggi misteriosi, daranno il via ad improvvisazioni paurose "en plein air". Inoltre, nella sala "Ephebeum" ia Cavour 6, spettacoli a repliche, con la messa in scena dei più celebri racconti di paura.




MONTE PORZIO CATONE: IN ARRIVO 15 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Redazione

Monte Porzio Catone (RM) – Ѐ stato firmato lunedì 12 maggio il verbale per la consegna delle aree all'Ater della Provincia di Roma. La ditta aggiudicatrice ha vinto la gara d'appalto apportando una miglioria al progetto iniziale che prevedeva la realizzazione di 12 alloggi, a questi sono stati infatti aggiunti due alloggi per disabili portandone il numero a 14. Un ulteriore studio della disposizione degli spazi interni permetterà di realizzare un altro appartamento portando il totale degli alloggi a 15.
L'intervento è stato individuato su terreni già di proprietà del Comune, situati in Località Valle Formale. Il sindaco Luciano Gori commenta: «dopo la sistemazione di via Romoli con la raccolta e l'allontanamento delle acque piovane e la realizzazione della Piscina Comunale, ancora un grande intervento interessa questa area, nell'interesse di tutti i cittadini monteporziani che attendono con speranza la realizzazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica».
L'Amministrazione Comunale ringrazia il Commissario Straordinario dell'Ater Provincia di Roma, dott. Leonardo Francesco Nucara, e il Dirigente del Servizio Tecnico l'Ing. Giancarlo Mongelli, con il quale si è relazionata per lo studio del progetto. 




MONTE PORZIO CATONE VOLLEY: DOPO IL 3-0 DELL'ANDATA CONTRO IL VOLLEY CLUB FRASCATI LE SHARKINE CERCANO IL BIS

Redazione
Monte Porzio Catone (RM)
– Dopo la pausa legata alle festività pasquali, gli Sharks tornano in campo questo sabato per provare a fare bottino pieno. Per le ragazze di coach Aquili si tratta dell’ultimo impegno di campionato, per cui l’obiettivo è chiudere in bellezza, con quella che potrebbe essere la vittoria numero dieci della stagione.

Contro il Volley Club Frascati, però, non sarà affatto una passeggiata, perché le padrone di casa vorranno a tutti i costi vendicare il pesante 3-0 subito in occasione della sfida del girone di andata. Più agevole, almeno sulla carta, il compito che attende il sestetto maschile di serie C nel match in programma al “Cristiano Urilli” contro il fanalino di coda Green Volley. Sarà fondamentale evitare passi falsi, per tenere vive le speranze di agganciare quel terzo posto occupato attualmente dalla Virtus Roma, avversaria proprio degli “squali” nello scontro diretto della prossima settimana. “Non siamo nelle migliori condizioni –precisa coach Fabrizio Candi-. La Rosa e Margutta sono out, De Stefanis e Spanò sono in fase di recupero dai rispettivi infortuni ma non credo riusciranno a rendersi disponibili, in ogni caso non voglio rischiarli tenendo presente che nella prossima partita ci sarà in palio la terza posizione in classifica. Tutte assenze pesanti, siamo praticamente ridotti all’osso ma possiamo ugualmente ottenere ciò che vogliamo, ossia i tre punti. Allo stesso tempo, però, mi auguro di riuscire presto a lavorare con la rosa al completo perché il tempo non è molto e bisogna cercare di preparare al meglio i prossimi playoff. Questa squadra ha un grandissimo potenziale, non lo scopro certo io, ma finora, soprattutto per i continui problemi di organico, non siamo riusciti a esprimerci al massimo”.


 




MONTE PORZIO CATONE: UN WEEKEND PERFETTO PER GLI SHARKS

Redazione
Monte Porzio Catone (RM)
– Weekend “perfetto” per gli Sharks, che vincono e fanno bottino pieno con serie C maschile, Prima Divisione Femminile e Under 12. In ordine di tempo, i primi a festeggiare sono stati proprio i ragazzi di coach Candi che sabato scorso, in trasferta, hanno superato 3-0 l’Asd Roma 12: primi due set equilibrati e lottati punto a punto, terzo senza storia per tre punti abbastanza comodi, che permettono ai monteporziani di tagliare il traguardo dei playoff con tre giornate di anticipo. Questa settimana non si gioca, si riprende tra due sabati contro il Green Volley prima dello scontro diretto contro la Virtus Roma, che potrebbe valere il terzo posto in classifica. Domenica mattina, invece, è stata la volta dell’Under 12 di Cesarani/Galdenzi, che ha infilato il terzo successo consecutivo piegando 3-0 l’Artena. Ora le baby pink Sharks guidano il proprio girone di competenza e hanno buone chances di passare alla terza fase: sarà decisivo, in questo senso, il match di recupero contro l’Albano che dovrebbe giocarsi, salvo imprevisti dell’ultim’ora, questo venerdì. La ciliegina sulla torta l’hanno messa nel Sunday Night le ragazze di Prima Divisione, che nell’ultima partita casalinga della stagione si sono sbarazzate 3-1 del Labico regalando ai propri tifosi la nona vittoria in campionato. Una partenza in sordina, da parte del sestetto di coach Marco Aquili, che ha lasciato alle avversarie il primo parziale prima di riprendere in mano le operazioni e concludere senza fatica nei successivi tre set. Ottime le prove di Francesca Apolloni e di Erika Mancini.  
 




MONTE PORZIO CATONE: SI SCALDANO I MOTORI PER LE PROSSIME ELEZIONI COMUNALI

di Daniela Zannetti

Monte Porzio Catone (RM) – Nei comuni castellani che andranno al voto a  maggio per i rinnovi consiliari le piazze si rianimano e interloquiscono di politica come sipari di pubblico attivo e nuove proposte. Dopo l'ultima consiliatura dei Bianchi Rossi e Verdi,  anche Monte Porzio può tornare a respirare; alle spalle il fermo del centrosinistra, fallito per "forma", al rinnovo, che vide premiato dello scarto l'attuale sindaco Luciano Gori e la sua lista civica e di rimpasto. Agli scranni, a sopperire quel vuoto politico, restò solo l'opposizione di Miro Morbidelli della lista "Noi Insieme" e un report disastroso di oltre mille tra schede bianche e nulle e un 10% circa di votanti in meno rispetto alle elezioni del 2004.

L'attuale giunta a termine del mandato  dovrà vedersela però con "Monte Porzio Progetto Comune", una coalizione di rimonta creata da tutte le forze politiche locali, il Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà e Noi Insieme che ha scelto di stare col centro sinistra, ognuna con un candidato a Sindaco che sarà stato scelto attraverso le elezioni primarie tra Emanuele Pucci (Pd), Gianluca Minucci (Sel) e Ariana Pelagaggi (Noi Insieme).

Nella serata di ieri 9 marzo, al termine dello spoglio delle schede delle primarie, è Emanuele Pucci, 32 anni e candidato designato militante del PD,  ad attestarsi come il candidato a Sindaco di Monte Porzio per la nuova compagine con 530 voti su 795 votanti. Un risultato atteso per PD ma anche fortemente condiviso dalla squadra che si metterà all'opera per la campagna elettorale verso una "amministrazione che  – come dicono i portavoce della terna – al godimento di un tesoretto di progetti e iniziative avviate non ha saputo dare continuità né programmare concretamente". Del tutto soddisfatti anche Arianna Pelagaggi, 39 anni avvocato, con185 voti prima esperienza politica presentata dal capogruppo Morbidelli come fortemente impegnata nel sociale, concreta e preparata e Gianluca Minucci, 40 anni ingegenere, esponente del Sel e del mondo dell'associazionismo locale 74 voti: "la totalità dei voti rappresentano il successo piu desiderato perchè testimoniano la volontà di cambiamento nel paese".

La scatola politica così progettata si avvarrà di linee programmatiche scaturite dalla osservazione delle esigenze reali del territorio – dice  Roberta Silo segretaria del PD locale. L'alleanza godrebbe  inoltre del buon lavoro di opposizione realizzato da Noi Insieme di Morbidelli e la conoscenza degli iter della consiliatura in scadenza.

A coronare il clima di fermento politico c'è il Movimento 5 Stelle con il candidato a sindaco Andrea Galati. Il movimento MS5, nato con le politiche dello scorso anno, ha potuto già condividere i contenuti delle recenti manifestazioni di interesse dei cittadini avverse alla realizzazione di impianti di cremazione e di nuove lottizzazioni.
 




MONTE PORZIO CATONE. CONVEGNO EXIT, USCITE DI SICUREZZA: CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE

Presentato al convegno il riordino delle disposizioni di legge per il completamento dell'iter di un “Testo Unico” proposto dal consigliere regionale e primo firmatario Simone Lupi sulla lotta alla violenza alle donne che integra normative precedenti e la recente sul  femminicidio del 2013

di Daniela Zannetti

Monte Porzio Catone (RM) – Dalle terre deserte alla Comunità educante le linee politiche per le politiche sociali della Regione Lazio scommettono su un percorso di integrazione socio sanitaria rivolto essenzialmente alla persona e la sua presa in carico. Terzultima regione a ratificare le Leggi nazionali, a 14 anni dalla L.328 del 2000 dell'allora ministro Lidia Turco al Welfare, l'attuale legislatura si è riproposta di recepire tutte le indicazioni a vario titolo provenienti dal territorio per il riordino dei servizi Socio Sanitari.

Dalla commissione consiliare che si consulta su 70 tabella e gli eventuali emendamenti alla bozza di legge– dice l'assessore Rita Visini (politiche sociali e sport regione Lazio) al Convegno di Monte Porzio Catone sul contrasto alla violenza di genere “Exit, Uscite di Sicurezza – vuole che quanto normato sia ricapitolato ai servizi alla persona. Secondo la Visini, oltre un vuoto progettuale sulla sanità, appunto le terre deserte, da una prima verifica dei fondi programmatici per i Distretti sanitari e Piani di Zona è emerso che della metà dei fondi, 108 milioni destinati alle Asl, che confluiscono nei Distretti e i relativi Piani di zona, a parte alcuni distretti virtuosi,  almeno 11 milioni di euro non sarebbero stati spesi bene per le politiche sociali che restano a credito per la cittadinanza in termini di denaro speso diversamente da servizi previsti o non utilizzati; che solo azioni congiunte tra Enti locali, ASL e Piani di zona con l'obbligo di ascoltare il Terzo settore possono realizzare appunto quell'integrazione socio sanitaria della persona nella comunità educante, con la parte civile stessa che indica quali i bisogni e si prende cura del proprio benessere.

Di pari passo, presentato al convegno il riordino delle disposizioni di legge per il completamento dell'iter di un “Testo Unico” proposto dal consigliere regionale e primo firmatario Simone Lupi sulla lotta alla violenza alle donne che integra normative precedenti e la recente sul  femminicidio del 2013. 
Tradotto in numeri, per la prevenzione e sostegno alle reti affettive e relazionali, agli interventi per contrastare la violenza di genere sono stati destinati fondi regionali (un milione di euro) per rafforzare gli sportelli antiviolenza e stalking per le vittime, l'istituzione di un primo Gay Center, una campagna di sensibilizzazione e prevenzione del fenomeno del cyberbullismo in rapporto alla violenza psicologica praticata in internet.

La rete diffusa di spazi (centri antiviolenza, case rifugio e ultime le stanze rosa al triage del pronto soccorso) permette un contributo importante al superamento delle problematiche attraverso un primo strumento di relazione e riconoscimento della violenza. Con venti anni di studi e sistematizzazione della violenza di genere  – spiegano le responsabili di “SOStegno Donna” l'associazione di donne del 1° distretto Roma H presente al convegno –  siamo in grado di aiutare una vittima di stupro, i cui disordini psicologici conseguenti sono paragonabili ai disagi di guerra e a ridefinire, rielaborare e ristabilire i suoi legami affettivi e sociali.

Con la ratifica della Convenzione di Istanbul 2011 e la legge 119 del 2013 sul femminicidio, l'Italia colma un gap normativo con procedimenti penali e civili che perfezionano il contrasto e il ripetersi della spirale di violenza, anche per famiglie di fatto: arresto in flagranza, patrocini gratuiti per i meno abbienti e processi con corsie preferenziali per violenza su donne e bambini; Ordini di Protezione, di cessazione, allontanamento e frequentazione e pagamento, ovvero riconoscimento di un risarcimento economico per le vittima di violenza di genere come quelle di mafia, della strada o di usura seppure quest'ultimo non ancora recepito dalla ratifica. Resta saliente il supporto e il recupero del “reo” recuperando la vittima ma anche il responsabile degli atti di violenza.
Daniela Zannetti
 




MONTE PORZIO CATONE: STOP MOMENTANEO AI LAVORI CAUSA MALTEMPO

Redazione


Monte Porzio Catone (RM) – Prima che la pioggia si abbattesse copiosa sui comuni castellani è stata ultimata la sistemazione del tratto finale di via Romoli in prossimità di Piazza Trieste ed è iniziato l'allargamento dell'accesso al passo carrabile del Parco Gramsci. «Ci sono ancora dei cantieri aperti – spiega il sindaco Luciano Gori – per l'ultimazione dello svincolo di via Romoli e per l'allargamento dell'accesso al Parco Gramsci e importantissimi sono i lavori di collegamento del collettore fognario in via Duca degli Abruzzi. I lavori a Monte Porzio Catone stanno proseguendo e verranno ultimati appena il tempo meteorologico lo consentirà».
Oltre ai cantieri ci sono altre opere in programma, «sono in fase di predisposizione di gara – aggiunge il Sindaco – i lavori per il completamento della pavimentazione delle strade e delle piazze del Centro Storico, l'adeguamento e la messa in sicurezza, con realizzazione dei marciapiedi, di via Costagrande, via 2 settembre e via Romoli, la realizzazione del tratto di fognatura di via Monte Compatri, la realizzazione dei nuovi impianti al LED su via Tuscolo, via Beato Paolo Giustiniani, via S. Romualdo, la sostituzione dei vecchi impianti d'illuminazione di via Frascati-Colonna in località Armetta, l'integrazione del depuratore in località Sonnino con modulo aggiuntivo, l'ampliamento del Cimitero Comunale e la progettazione dell'Asilo Nido in località 2 Settembre».
Nonostante l'impegno dell'Amministrazione Comunale la viabilità cittadina è fortemente legata ai progetti della Provincia, «proprio per questo – prosegue il Sindaco – qualche giorno fa mi sono incontrato con l'Ing. Quattrocchi della Provincia di Roma insieme al responsabile dell'Ufficio Tecnico del Comune, Vincenzo Adami e al comandante della Polizia Locale, Roberto Petriacci. Abbiamo fatto un sopralluogo tecnico sulle vie di pertinenza della Provincia per l'istallazione di segnalatori luminosi pedonali e limitatori di velocità sulla via Maremmana in prossimità dell'ingresso con via Don Bosco e nei pressi della Banca e della Posta; inoltre, in località Pilozzo in prossimità dell'intersezione con via Frascati Antica e in località Armetta in prossimità della rotatoria del SS Sacramento. Con l'occasione – conclude Luciano Gori – ho ribadito al responsabile della Provincia l'urgente necessità di realizzare la rotatoria di Piazza Trieste, già progettata e iscritta nel programma di opere pubbliche della Proovincia». L'incrocio di Piazza Trieste con via Pilozzo e via Maremmana non è più in grado di soddisfare le mutate esigenze di un traffico intercomunale che interessa, oltre a Monte Porzio Catone, i comuni limitrofi di Monte Compatri, Frascati e Rocca Priora. L'attuale incrocio risulta essere particolarmente pericoloso e l'amministrazione da tempo si batte con la Provincia per la realizzazione di una più consona rotatoria, «ci auguriamo – conclude il Sindaco – che i nostri solleciti non siano vani e la Provincia si decida a realizzare questa fondamentale opera nell'interesse della viabilità di tutta la zona».




MONTE PORZIO CATONE: IL VIADOTTO E' REALTA'

Redazione


Monte Porzio Catone (RM) – Insieme a tanti concittadini, il Sindaco Luciano Gori ha inaugurato l'atteso viadotto che unisce via Primo Maggio a via Giacomo Leopardi. Don Pier Guido ha officiato la benedizione per questa importante opera pubblica che è stata terminata. «Dopo 25 anni di complesse vicende giudiziarie – spiega il Sindaco – siamo riusciti a sbloccare e ultimare un'opera importantissima per la Città che contribuirà al miglioramento della viabilità in una zona dove sono presenti importanti insediamenti abitativi e plessi scolastici».
La realizzazione del viadotto era impedita dal contenzioso tra i creditori e la società "Tuscolo '89", che in passato ha costruito gli alloggi nell'area adiacente al Viadotto e che si era impegnata alla realizzazione dello stesso. «L'intera area – aggiunge l'assessore all'urbanistica, Giulio Cupellini – era stata sequestrata dal Tribunale di Velletri, quindi è stato necessario procedere al dissequestro e al recupero dei fondi tramite il garante della fideiussione, che la società "Tuscolo '89" aveva aperto per la realizzazione dell'opera».
L'inaugurazione di questa opera consente di ridisegnare tutto il sistema viario dell'intero comprensorio, prima dell'apertura al traffico del viadotto verrà ripristinato il manto stradale in via Aldo Moro e via Giacomo Leopardi e verrà ridefinita la segnaletica, verticale e orizzontale, di tutta la zona. «Questo viadotto – prosegue l'assessore all'ambiente e alla viabilità, Giuliano Imperatori – consente a chi accede in via Costagrande di avere un'altra via d'uscita che attraverso via Castelvecchio porta sulla Frascati-Colonna nei pressi della rotatoria di Pilozzo. Ѐ una possibilità importantissima soprattutto per tutti i familiari che accompagnano gli studenti nei plessi scolastici presenti tra via Costagrande e via Primo Maggio; grazie al viadotto non saranno più costretti a fare l'intero giro per ritrovarsi a pochi metri di partenza, su via Roma. Quindi – conclude Imperatori – l'apertura del viadotto coinciderà con un miglioramento della viabilità, una diminuzione dell'inquinamento automobilistico e un aumento della sicurezza, anche in relazione al passaggio dei mezzi di emergenza e soccorso che precedentemente rischiavano di rimanere imbottigliati nel traffico».
 




MONTE PORZIO CATONE: OMAGGIO ALLE FORZE ARMATE

Redazione

Monte Porzio Catone (RM) – Anche quest'anno il Comune di Monte Porzio Catone rende omaggio alle Forze Armate nella giornata del 4 di Novembre.
Appuntamento alle ore 10.00 presso la sede dell'Associazione Nazionale Carabinieri che verrà intitolata ad una Medaglia d'Oro.
Quindi alle 10.30, presso il Monumento ai Caduti di P.zza Borghese verrà scoperta una lapide in onore ai Caduti di Nasiriyya e deposta, dal Sindaco Luciano Gori, la corona presso il Monumento cittadino ai Caduti.
«Al picchetto d'onore – spiega il consigliere Massimo Cosmelli, delegato al cerimoniale e Colonnello Medico – provvederanno i carabinieri in uniforme storica, sarà una celebrazione solenne per sottolineare il legame tra Forze Armate, Istituzioni e cittadini».




MONTE PORZIO CATONE: RACCOLTI FONDI PER VILLA DEL PINO

Redazione

Monte Porzio Catone (RM) – Alla villa di Felice Gasperini di Monte Porzio Catone c'erano 205 persone per la cena del Lions Club Monte Porzio Catone lo scorso giovedì sera. «E' un successo!» ha commentato a caldo il presidente del Club monteporziano, Massimo Cosmelli. La cena è stata svolta con lo scopo di raccogliere fondi per la casa famiglia di Monte Porzio Catone "Villa del Pino" che aperta nel lontano 1992 è gestita dai Padri del Sacro Cuore di Gesù di Betharram con l’obiettivo di assistere le persone in Aids conclamata che, dimessi dagli ospedali o usciti dal carcere, non hanno più una casa propria né un supporto familiare. «Attualmente nella struttura – spiega padre Mario Claudio Longoni, il responsabile – sono ospitati nove malati di Aids che qui possono trovare un’accoglienza che lenisca le loro sofferenze e rimuova l’emarginazione; inoltre, viene garantito un aiuto sanitario, psicologico, sociale e spirituale». Negli anni la struttura ha ospitato ben 81 persone accompagnando alla morte 54 di loro.

«Con questa cena – ha spiegato il presidente, Massimo Cosmelli – desideriamo sostenere la difficile attività della casa famiglia, durante la malattia le persone spesso rischiano di perdere la propria dignità di esseri umani, perché emarginati, allontanati, abbandonati alle loro paure e ai loro dolori. Tra tutti i malati sicuramente quelli con Aids vivono maggiormente il peso dell'emarginazione e della diffidenza, sono quindi fondamentali queste strutture di accoglienza e cura, sanitaria e spirituale».

Al tavolo con Cosmelli c'erano anche il sindaco di Monte Porzio Catone, Luciano Gori e quello di Montecompatri, Marco De Carolis. «Il nostro gruppo – spiega Cosmelli – conta già 24 iscritti e prossimamente dovremmo approvare altri sette ingressi, già a luglio scorso abbiamo organizzato una cena per raccogliere fondi destinati alla restaurazione del campanile del Duomo, danneggiato da un fulmine. Per un gruppo che ha appena un anno di vita si tratta di risultati importanti. Un ringraziamento particolare lo dobbiamo rivolgere a Felice Gasperini che ci ha ospitato nella sua bellissima villa di Monte Porzio Catone, anche lui è un membro storico dei Lions, appartiene al Club Roma Urbe».

Nella sala non poteva mancare la presenza del presidente dell'associazione "il Mosaico onlus", Antonio Vicari, «l'associazione – spiega ancora Padre Mario Claudio Longoni – ha come fine principale, oltre che la collaborazione nella casa famiglia, l’assistenza ai malati di AIDS, alle persone sieropositive e ai loro familiari. Nel Lazio, l’associazione, a partire dal 1992, ha curato interventi di informazione e di prevenzione in particolare in diversi istituti scolastici di media inferiore e superiore: il Progetto DHIVA, mirato alle donne; il Progetto MATRIX, per la prevenzione nelle classi III e IV con la metodologia della peer education; il Progetto Warm-up, in alcune classi della media inferiore, per la prevenzione dei comportamenti a rischio della salute degli adolescenti».