Connect with us

Sport

CASILINA CALCIO, È PARTITO IL MEMORIAL “PIETRO E BENITO DONATI”: SUBITO SHOW DEI 2001 DI CASA

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Roma – E’ partito ieri, con una moltitudine di persone che hanno riempito le tribune del De Fonseca, il memorial dedicato ai fratelli “Pietro e Benito Donati”, personaggi storici del calcio dilettante nella borgata Finocchio. La manifestazione riguarda le categorie 2001 e 2002 e si concluderà il prossimo sabato 28 maggio con la disputa delle finali, mentre le semifinali ci saranno tre giorni prima. La formula è semplice: due gironi da quattro squadre con le prime due classificate che accedono alla semifinale. Nella categoria 2001 i gironi sono composti da una parte dai padroni di casa di mister Giulio Gabriele oltre che dal Lunghezza, dal Setteville e dal Torre Angela. Nel girone B ci sono Castelverde, Borghesiana, Accademia Qualcio e Villaggio Breda. Molto simile la composizione dei due gironi della categoria 2002: insieme al Casilina (in questo caso allenato da Luigi Di Stante) troviamo l’Atletico Monteporzio, il Setteville e il Torre Angela, mentre il girone B è esattamente identico a quello dei 2001 con Castelverde, Borghesiana, Accademia Qualcio e Villaggio Breda che si daranno battaglia per accedere alle semifinali. La giornata d’esordio ha visto un doppio successo del Torre Angela sul Setteville prima coi 2001 (che hanno battuto gli avversari per 3-1) e poi coi 2002 (che si sono aggiudicati i tre punti con un largo 5-2). Molto convincente anche l’esordio del Casilina 2001 di mister Gabriele che ha dilagato per 8-1 nel match contro il Lunghezza.
A proposito di tornei organizzati dal Casilina va ricordato l’appuntamento del 27 maggio prossimo con il memorial “Mario Soldano” riservato alla categoria Esordienti: si giocherà nel solo pomeriggio di venerdì e in campo, oltre ai padroni di casa, ci saranno Montecompatri e Lupa Frascati.
Infine domenica alle ore 11 presso il campo De Fonseca si terrà l’appuntamento stagionale più importante per la prima squadra costretta a giocare il play out salvezza (per la classifica avulsa) dopo l’1-1 di domenica scorsa sul campo del Borgo Podgora. La Promozione di mister Damiano Casarola se la vedrà con lo Sporting Genzano: il regolamento dice che in caso di parità alla fine dei tempi regolamentari si giocherebbero i due supplementari. In caso permanesse l’equilibrio la squadra del patron Umberto Coratti si salverebbe (senza dover tirare i calci di rigore) per la migliore posizione di classifica rispetto all’avversario.
 

Sport

Vis Casilina (calcio, Prima cat.), Panariello: “Salvezza acquisita, ma vogliamo finire al meglio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – Un’altra vittoria per la Prima categoria della Vis Casilina che ha già da tempo ipotecato la salvezza. I ragazzi di mister Roberto Papotto hanno battuto il Giulianello penultimo della classe per 4-2, al termine di una gara ben giocata anche se c’è stato qualche brivido nel secondo tempo. Tra i protagonisti, ancora una volta, c’è stato l’esterno sinistro classe 2000 Riccardo Panariello che è in un momento eccezionale avendo segnato cinque gol nelle ultime sei partite (di cui due nell’ultimo match) per un totale di otto marcature stagionali. “E’ la mia annata più propizia, ma adesso sto giocando anche qualche metro più avanti visto che faccio il “quinto” nel 3-5-2 adottato dal mister. Domenica abbiamo indirizzato la partita già nel primo tempo con la rete di Capone e il primo dei miei due gol”. Dopo la rete del 3-0 (firmata ancora da Panariello), la Vis Casilina ha calato la concentrazione. “Io sono uscito e non so bene cosa sia accaduto: gli ospiti hanno accorciato le distanze arrivando sul 3-2, poi De Masi ha chiuso i conti”. Panariello parla dello spirito con cui giocherà la Vis Casilina in questo finale di stagione: “Vogliamo divertirci e fare più punti possibili. La salvezza non è mai stata in discussione, ma questa squadra vale tranquillamente almeno un posto tra le prime sei. Qualcosa ci è mancato per stare lassù: forse l’organico non è lunghissimo e forse la giovane età media del gruppo ci ha penalizzato, ma abbiamo perso troppi punti con squadre che sono sotto di noi in classifica”. Per l’esterno è il secondo anno alla Vis Casilina: “Mi trovo bene qui, il gruppo è sempre stato molto affiatato ed è un piacere farne parte. Poi c’è mister Papotto, con cui lavoro da quest’anno, che mi fa sentire la sua stima”. Nel prossimo turno, la formazione capitolina avrà la dura trasferta di Artena: “Loro sono terzi assieme alla Cavese e lottano per il secondo posto. Sono una gran bella squadra, ma noi andiamo lì per giocarcela come accaduto all’andata quando pareggiammo 2-2. Questa squadra se la può giocare con chiunque, anche col Palestrina capolista all’andata meritavamo il pareggio”.


Continua a leggere

Sport

Ssd Colonna (calcio, Under 15), Malgeri: “Crediamo molto nel secondo posto, è alla nostra portata”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Colonna (Rm) – L’Under 15 provinciale del Colonna ha fatto un exploit. La formazione di mister Andrea Malgeri e Mattia Pitolli ha sbancato il campo della capolista Tor Sapienza con un roboante 4-1 che è costato ai capitolini la prima sconfitta stagionale. “In realtà loro non perdevano da un anno e mezzo visto che avevano dominato anche lo scorso campionato Under 14 – ricorda Malgeri – I nostri ragazzi hanno fatto una prestazione di personalità, dimostrando quella maturità che in qualche precedente occasione non era venuta a galla. Tutti hanno dato il massimo, nonostante ci mancassero due elementi importanti come Volpe e Bernaschi in mezzo al campo”. L’allenatore racconta nello specifico la partita: “Siamo inizialmente passati in svantaggio sugli sviluppi di un corner, ma la squadra non si è abbattuta e già nel primo tempo abbiamo realizzato tre reti. Prima abbiamo pareggiato con una punizione di Marzuco, subito dopo siamo andati avanti grazie a un rigore per fallo su Stagnitto trasformato ancora da Marzuco e infine è arrivato il 3-1 prima dell’intervallo con Frattocchi. Nella ripresa abbiamo tenuto botta, correndo pochi pericoli e ovviando anche all’inferiorità numerica causata dall’espulsione (doppia ammonizione, ndr) di Ancona. Ci siamo risistemati bene dal punto di vista tattico e abbiamo difeso senza sbavature. Nel finale il nostro portiere De Felici ha parato un rigore e poi nel recupero è arrivato gol di Romani che ha chiuso definitivamente il match”. Malgeri è fiducioso sul rush finale del Colonna: “La squadra deve solo fare un passo in avanti a livello mentale perché dal punto di vista tecnico ha ottime qualità. Siamo capitati in un girone difficile ed equilibrato, ma a mio parere il secondo posto è alla nostra portata, mentre il primo è ormai troppo lontano”. Nel prossimo turno c’è la visita alla Vis Casilina: “Ci attende una partita spigolosa, quella capitolina è una squadra difficile da affrontare e che non fa giocare bene gli avversari. All’andata abbiamo vinto, ma non è stata per niente semplice e il 2-0 è arrivato allo scadere”. La chiusura di Malgeri è sul rapporto con l’altro allenatore Pitolli: “C’è un’intesa eccezionale perché abbiamo la stessa concezione di calcio e condividiamo tutto quello che facciamo”.


Continua a leggere

Sport

Football Club Frascati (Prima cat.), Borsa lancia la sfida: “Siamo ancora convinti di poterci salvare”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – La Prima categoria del Football Club Frascati non molla. I ragazzi, allenati da mister Andrea Borsa, credono fortemente all’aggancio dei play out. Per farlo, serve scavalcare il Giulianello in classifica che al momento ha ancora tre punti di vantaggio. “Mancano nove partite alla fine del campionato e quindi ci sono 27 punti a disposizione – ricorda Borsa – Dobbiamo cercare di fare più punti possibili prima dello scontro diretto col Giulianello che è in programma per fine aprile: sono convinto di potercela fare, altrimenti non avrei preso la squadra. Ho allenato i “grandi” anni fa a Grottaferrata nel campionato di Promozione, poi ho vissuto le prime esperienze nel settore giovanile e nello specifico nella Scuola calcio e mi sono innamorato di quel mondo (tanto che attualmente è responsabile del settore di base del Football Club Frascati di cui allena due gruppi, ndr). Inoltre sono molto legato a questa società e a questa piazza dove ormai alleno da quattro anni e ho pensato fosse giusto dare il mio contributo per provare a salvare questa squadra”. Nell’ultimo turno c’era ben poco da fare contro la schiacciasassi Palestrina (capolista del girone e ormai con un piede in Promozione), ma la Prima categoria del Football Club Frascati pensa già al prossimo turno: “Ospiteremo il Cori che è quinto in classifica. Ai ragazzi ho detto che in questo finale di campionato le motivazioni devono fare la differenza. Molti di loro sono alla prima esperienza in Prima categoria, sono giovani e tra l’altro abbiamo avuto anche alcuni infortuni penalizzanti. Ma l’impegno non manca e per loro rimarrà comunque un’esperienza utile”. Al fianco della prima squadra del Football Club Frascati e di mister Andrea Borsa, ogni domenica, ci sono anche tanti ragazzi del settore giovanile e della Scuola calcio: “Vedere quel clima sugli spalti è un’emozione forte per il sottoscritto ed è uno stimolo per tutto il gruppo. Se ci credono loro, abbiamo il dovere di crederci anche noi”.


Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti