Connect with us

Redazione Lazio

Cotral, mancato rispetto dei riposi degli autisti: il Sindacato Unitario Lavoratori ricorre all'ispettorato del lavoro

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Coppini: “Considerato il reiterato silenzio dei vertici della Cotral, ci sentiamo nuovamente costretti a rivolgerci agli enti deputati al controllo"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

 

Redazione

COTRAL – “Difformità sulle rotazioni dei turni del personale viaggiante in merito al mancato recupero del riposo settimanale da effettuare come compensazione entro la terza settimana dal giorno di riposo settimanale ridotto.” Questo l’oggetto dell’esposto contro Cotral, l’azienda regionale di trasporto extraurbano, presentato all’Ispettorato Territoriale del Lavoro della Provincia di Roma dal Sindacato Unitario Lavoratori

“Considerato il reiterato silenzio dei vertici della Cotral, ci sentiamo nuovamente costretti a rivolgerci agli enti deputati al controllo. – Dichiara il Segretario Regionale SULCT Renzo Coppini – Nel caso specifico, – prosegue Coppini – abbiamo sollecitato l’intervento dell’Ispettorato del Lavoro per il mancato rispetto dei riposi degli Autisti”. È quanto dichiara il Segretario Regionale Renzo Coppini. “Questa situazione, aggravata dalle ultime disposizioni aziendali che obbligano i Lavoratori a effettuare prestazioni straordinarie, potrebbe arrecare un danno psico-fisico agli stessi, con conseguenze negative sul servizio erogato agli utenti”.

“La Cotral è sorda – continua il Segretario -, ci ostiniamo a proporre soluzioni, cerchiamo di mantenere un dialogo costruttivo con il management, per il bene sia dei Lavoratori che dei cittadini, ma il rapporto rimane ‘freddo’ e non si riesce a cavare un ragno dal buco, neanche davanti a temi di rilevanza oggettiva e di fronte ai cinque scioperi da noi proclamati, i quali hanno registrato un’ampia adesione”.

“Si decanta il raggiungimento di un bilancio in positivo, tutto da verificare, ma ci si dimentica delle condizioni deprecabili dei dipendenti, afflitti come sono dal taglio del servizio, percorrenze insufficienti, che producono ritardi e soppressioni corse, vetture in parte vecchie e senza aria condizionata, manutenzioni critiche, trasferimenti impropri, promozioni ad personam e chiusure impianti senza concordare nulla con le parti sociali. Problematiche serie, alle quali l’Azienda non dice nulla e si diletta, nel contempo, a snocciolare pompose campagne pubblicitarie, magari con l’obiettivo di distogliere l’attenzione”. 

“La realtà è ben altra cosa – conclude Coppini -, però nessuno la tira fuori, magari per evitare mal di pancia ai vertici della Cotral. Solo notizie liete, che esaltano la governance, sembra essere oramai il diktat, al bando quelle negative che denunciano lo stato effettivo delle cose. Ma noi continueremo, con la Procura della Repubblica, la Corte dei Conti e l’Ispettorato, almeno fino a quando non si ristabilisce la verità”.

Metropoli

Colleferro, stretta su dipendenze e uso dei social: ragazzi impegnati

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Colleferro in collaborazione con l’Associazione per la Cura delle Dipendenze Patologiche (ACuDiPa) hanno tenuto sette conferenze, rivolte agli studenti delle Scuole Medie (L. Da Vinci di Colleferro – Leone XIII di Carpineto Romano – IC L. Da Vinci di Labico) e delle Scuole Superiori (IPSIA di Colleferro – IIS e ITCG “A. Gramsci” di Valmontone – ITIS “S. Cannizzaro” e IIS “G. Marconi” di Colleferro, organizzate con la collaborazione delle rispettive Direzioni Scolastiche nell’ambito delle attività di formazione della “cultura della legalità”.
Gli incontri tenuti dal Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Colleferro, accompagnato dai Comandanti di Stazione di Valmontone, Labico e Carpineto Romano, e dalla Dott.ssa Sara Nocera, Emergency Supporter, rappresentante dell’Associazione ACuDiPa,, impegnata nell’attività correlate alla cura delle dipendenze patologiche.
Hanno partecipato alle conferenze complessivamente oltre 1000 alunni dei citati plessi scolastici che insistono sul territorio, con i quali i relatori si sono intrattenuti diverse ore ed hanno stimolato la riflessione sull’importanza del rispetto delle regole nella vita di tutti i giorni, sul bullismo e cyberbullismo, sull’uso consapevole dei social e pericoli della rete ed infine sulle dipendenze giovanili, in particolare alcool e droga.
Le conferenze, iniziate con il saluto e il ringraziamento dei Dirigenti Scolastici, hanno riscosso grande interesse da parte dei giovani con numerose domande e interventi durante i quali i relatori hanno sottolineato che l’osservanza delle regole di vita, diritti e doveri – un binomio inscindibile, va considerata come un’opportunità per crescere insieme, non come un limite al proprio essere.
L’attività si inserisce nel quadro delle iniziative intraprese dal Comando Provinciale Carabinieri di Roma che ha come obiettivo la promozione e lo sviluppo della cultura della legalità nell’ambito di tutti gli istituti di istruzione della provincia.

Continua a leggere

Castelli Romani

Rocca Priora, sospesa la scuola d’infanzia: sopralluogo della Asl

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Una notizia che lascia alquanto esterrefatti: è stata sospesa temporaneamente la scuola comunale “servizi per l’infanzia” a seguito osservazioni del Servizio Igiene e Sanità
Pubblica ASL ROMA 6. L’8 febbraio c’è stato un sopralluogo ed erano presenti presenti 18 bambini di età compresa tra i due e i tre anni.

L’Azienda Sanitaria ha osservato che i locali in cui viene svolta l’attività educativa non presentano i requisiti igienico-sanitari previsti dalla normativa vigente per il servizio in corso e quindi è stato ritenuto opportuno provvedere a rimodulare in modo parziale il servizio,ottenendo, se previsti dalla normativa vigente, i relativi nulla osta necessari allo
svolgimento dell’attività. Nel frattempo la scuola resta chiusa.

Addirittura per l’attività della scuola, non risulta essere mai stato rilasciato nullaosta igienico-sanitario ai sensi della normativa vigente. L’unico atto prodotto dal servizio Sanitario è quello risalente al 17/04/2001 relativo al progetto di recupero del Palazzo M. Giacci.

Di chi sono le responsabilità? Intanto si auspica che la scuola riapra presto!

Continua a leggere

Castelli Romani

Velletri, partono i lavori per il parcheggio multipiano

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Via le auto durante il cantiere

Dal giorno 26 febbraio 2024 inizieranno i lavori per la realizzazione di un parcheggio multipiano in via Madre Teresa di Calcutta, pertanto non sara’ piu’ possibile sostare nella predetta area.
Per gli utenti che intendano usufruirne, sara’ disponibile il parcheggio dell’area ex amore, con tariffe agevolate e servizio di bus navetta per il collegamento con il centro storico.

Si tratta di una struttura di cinque piani nella zona dell’attuale parcheggio in via Madre Teresa di Calcutta (vicino all’ospedale pubblico Colombo). Sfruttando la disposizione del terreno, il progetto risulta poco impattante con un edificio che ospiterà 400 posti auto. Oltre a una serie di servizi che migliorano l’accessibilità e la mobilità.

Infatti un piano sarà dedicato alla logistica con la possibilità di smistare le merci tra mezzi più grandi e mezzi più piccoli alimentati elettricamente per evitare che il centro venga invaso da mezzi grandi e impattanti. Inoltre sono previsti una serie di locali da destinare alle attività ricreative  compreso un campo da padel e spazi dove sarà possibile svolgere attività culturali.

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti