Procure nella tormenta, magistrati a rischio crisi

Le mancate dimissioni dei consiglieri del Csm, ma soprattutto il documento con cui ieri Magistratura Indipendente ha chiesto ai togati autosospesi di riprendere l’esercizio delle loro funzioni, stanno facendo traballare la giunta dell’Anm. Giunta guidata da Pasquale Grasso (Magistratura Indipendente) e sostenuta oltre che dal suo gruppo anche dalla corrente centrista di Unicost e dalle toghe progressiste di Area. La ragione √® che appena qualche giorno fa l’intero parlamentino dell’Anm aveva approvato all’unanimit√† un documento in cui si chiedevano le immediate dimissioni dei consiglieri. “Il deliberato di MI √® sicuramente una violazione dell’accordo associativo alla base della giunta”, avverte Eugenio Albamonte, esponente di Area.