Connect with us

Roma

ROMA, LUNEUR: SE NON C'E' POSTO PER IL TAGADA' ALLORA AL LUNEUR NON C'E' POSTO PER IL FAMILY PARK

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 5 minuti La citta' eterna ha bisogno del suo parco giochi, Roma non e' Valmontone, Roma non e' Castel Romano, Roma e' Roma

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 5 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Dopo la dichiarazioni del presidente del IX Municipio, Andrea Santoro, che si è pronunciato sulle future sorti del LunEur, incapace di reggere il confronto con il Rainbow MagicLand di Valmontone e quello in cantiere a Castel Romano: "La ruota tornerà a girare. Abbiamo effettuato un sopralluogo: finalmente sono ripartiti i lavori partendo dalla messa in sicurezza e dall’impiantistica. In questi giorni stiamo, inoltre, vedendo come interagire con i vecchi concessionari. Cambierà molto perché sarà un parco differente da quello che era: avrà un taglio per i bambini da zero a 12 anni. Resteranno alcune giostre storiche ma cambierà la concezione del parco». «La notizia è che c’è una data di fine lavori, ovvero primavera 2014 ridando così l’area alla città".

Il gruppo Fb "Riapriamo il Luneur ha inviato una lettera indirizzata Al Sindaco di Roma Capitale On. Ignazio Marino, Al capo della segreteria Dott. Enzo Foschi, Al capo della segreteria particolare Dott.ssa Silvia Decina, Alla segreteria particolare Dott.ssa Silvia Pelliccia, Al vicesindaco di Roma Capitale On. Luigi Inieri e Al presidente del IX municipio On. Andrea Santoro

Ecco il testo:

Egregi Signori e Signore,
Questa volta chi vi scrive non sono i subconduttori del Luneur, ma semplici cittadini di un gruppo facebook chiamato "RIAPRIAMO IL LUNEUR", noi contiamo oltre 3700 iscritti, tutti NOSTALGiCI del vecchio parco giochi di ROMA CAPITALE.
Tutti conosciamo quello che e' stato quel parco giochi, una realta' quella del luneur che e' su Roma da oltre 50 anni e che ha coinvolto diverse generazioni di fruitori, ci andavano i nostri genitori, poi i nostri genitori hanno portato noi, poi noi ci andavamo da soli, e noi chi ci porteremo?
I nostri figli non potranno mai sapere cosa fosse per noi quel parco e non potranno mai provare quelle sensazione che abbiamo vissuto noi, il luneur era allegria spensieratezza e divertimento.
E quello che ci presentano adesso cosa sarebbe?
Di certo non e' il luneur ma un mero parco per bambini non degno di ROMA CAPITALE, ma si sta, anche su alcuni organi di stampa, celebrando la riapertura del Luneur, ma i cittadini sanno che il nuovo Luneur non sara' il Luneur?

La citta' eterna ha bisogno del suo parco giochi, Roma non e' Valmontone, Roma non e' Castel Romano, Roma e' Roma e come Barcellona con il suo Tibidabo e Vienna con il Prater, e' giusto che anche la capitale d'Italia abbia il suo parco giochi.
Esistono molte contraddizioni in merito a quel famoso e ormai celebre bando di gara, basta farsi un giro su you tube scrivere Luneur e ti appaiono migliaia di Link che raccontano la sua storia e la sua nostalgia che in tutti noi provoca profondo dolore.

Nel nostro gruppo ci sono state molte citazioni poetiche tar cui la piu' bella e' ABBIAMO UNA CICATRICE NEL CUORE A FORMA DI RUOTA PANORAMICA, noi siamo gente normale che vogliono rivedere le luci del Luneur tornare a brillare come quando nei suoi tempi d'oro vedevamo quelle luci gia dalla Cristoforo Colombo, entravamo e subito ti circondava quella musica, le voci dei giostrai che annuncivano al partenza del giro, il profumo dei pop corn e le ciambelle fritte, che sfido chiunque voi compresi a dirmi che non le ha mai assaggiate, quelle ciambelle fatte ad arte e con maestria erano della Sig.ra Cinzia che ancora noi tutti oggi ricordiamo con affetto, e con lei quelle 160 famiglie di lavoratori che ci hanno aiutato a sognare, a rallegrarci nelle giornate tristi e che ora stanno vedendo portarsi via tutte le fatiche di una vita.

Non e' giusto Signori AMMINISTRATORI, noi conduciamo questa battaglia nella maniera piu civile possibile, perche' a noi non piace agitare le folle, noi parliamo direttamente con voi, come ho fatto io lunedi a ROMA UNO TV dove mi rivolgevo direttamente al sindaco, pregandolo di avere un incontro con noi e con i giostrai.
Nessuno vuole azzannare nessun, noi vogliamo un pacato colloquio, dove mettiamo sul piatto il volere dei cittadini Romani e non, perche' il Luneur era una relat' che abbracciava tutta la regione e oltre, vi basti pensare che io sono di Civitavecchia ma che nonostante stia fuori dal GRA amo il Luneur e lo conservo nel cuore.

Ho sentito gente dire, ridateci il nostro parco e noi lo andremo a pulire, senza far spendere soldi a nessuno, i ricordi sono ancora freschi, quel parco per noi e' come se non abbia mai chiuso, non si puo privare la gente di un bene storico per Roma capitale, fermate quelle ruspe e sediamoci ad un tavolo tutti insieme, tutti declinano i nostri inviti, tutti ci snobbano, ma noi siamo gli elettori, quelli verso cui voi politici avete degli obblighi, dovete ASCOLTARE LA GENTE, sentire quello che vogliono, e noi il family park non lo vogliamo, il Luneur va rimodernato e non smantellato, quell'area e' stata gestita per 50 anni sempre dalle stesse persone, e questo vuol dire solo una cosa, che erano uniti, perche' non si sta insieme per 50 anni se non c'e' l'amore per il proprio lavoro.

Sul nostro gruppo gira un video dove ho anche visto tra gli altri, il Sig. Santoro e il Sig. Foschi era il 2011 e si festeggiava la cerimonia di non riapertura del Luneur, allora a voi in particolare chiedo:
Volete ancora essere vicino a quei lavoratori?, volete aiutare noi a riappropriarci dei nostri sogni e ai sub conduttori a riappropiarsi della propria vita?
Io credo di si perche' in fondo i nostri sogni sono stati anche i vostri sogni.


IL NOSTRO MOTTO E' SE AL LUNEUR NON C'E' POSTO PER IL TAGADA' ALLORA AL LUNEUR NON C'E' POSTO PER IL FAMILY PARK

Spero in una vostra risposta DAMIANO LUCARELLI "RIAPRIAMO IL LUNEUR"

 

LEGGI ANCHE:

 


 

Metropoli

Anguillara, negato accesso agli atti su prevenzione incendi: Falconi vince al Tar contro il Comune

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Una sentenza che legittima i pieni diritti di un consigliere di opposizione ad ottenere l’accesso agli atti richiesto. Succede che nel 2021 il consigliere di minoranza avv. Francesco Falconi tramite il suo avvocato difensore Mario Lepidi, ricorre al Tar contro il Comune, il sindaco pro tempore e il segretario comunale perché sostanzialmente il Comune non ha risposto e quindi ha prodotto un silenzio rigetto in relazione all’istanza di accesso presentata a mezzo posta elettronica certificata il 02/11/21. Nell’istanza Falconi chiedeva di esibire tutta la documentazione indicata nell’istanza e relativa all’attività di pianificazione comunale afferente la prevenzione degli incendi posta in essere nel periodo dal 4 ottobre 2020 al 15 agosto 2021. Il ricorso per l’annullamento del silenzio rigetto è stato ritenuto fondato dal Tribunale Amministrativo. Il Tar nell’accogliere il ricorso ha ordinato al Comune di Anguillara Sabazia di esibire e rilasciare copia degli atti in esame nel termine di trenta giorni dalla comunicazione o notificazione del presente provvedimento (pubblicato il 24 maggio 2022) e condannato il Comune di Anguillara Sabazia a pagare, in favore di Falconi, le spese del presente giudizio il cui importo liquida in complessivi euro mille/00, per compensi di avvocato e spese generali, oltre IVA, CPA e contributo unificato come per legge.

Nella sentenza del Tar si legge tra l’altro che il “Comune non ha completamente evaso la richiesta di accesso né ha specificato le ragioni della sua condotta omissiva”. Ad oggi, mancano pochi giorni allo scadere dei tempi di adempimento da parte del Comune di Anguillara, Francesco Falconi ancora non ha ricevuto gli atti richiesti che fanno riferimento a un determinato periodo preciso dal 4 ottobre 2020 al 15 agosto 2021. Ci saranno questi atti? Mettere in campo azioni per prevenire gli incendi è quanto mai fondamentale, soprattutto per un’area come quella di Anguillara Sabazia dove ogni anno e quasi sempre nella stessa zona intorno al lago di Martignano si verificano gli incendi.

Con l’istanza in esame il Falconi, nella sua qualità di consigliere comunale, ha chiesto, in quanto utili per l’espletamento del suo mandato, i seguenti documenti:

“Copia semplice dei seguenti atti/provvedimenti in materia di incendi boschivi adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021 – atti, provvedimenti e documenti tutti della relativa istruttoria amministrativa, degli atti presupposti relativi alla procedura di adozione, ivi inclusa laddove esistente ogni documentazione anche tecnica utile che abbia indotto l’amministrazione comunale alla loro adozione:

  1. Provvedimenti tutti di attuazione delle attività di misure di previsione e prevenzione adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  2. Provvedimenti attuativi delle attività informative in merito alle cause degli inneschi e propagazione + norme comportamentali in caso di pericolo adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  3. Catasto degli incendi e cartografia delle aree incendiate predisposti/aggiornati dal Comune di Anguillara Sabazia adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  4. Provvedimenti e documenti tutti relativi al Piano di realizzazione di interventi colturali finalizzati alla prevenzione degli incendi boschivi adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  5. Piano di evacuazione della zona del Lago di Martignano adottato dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  6. Piano di intervento e mobilitazione delle squadre adottato dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  7. Piano di assicurazione di disponibilità degli automezzi e delle macchine operatrici idonee all’impiego di spegnimento degli incendi boschivi ed ogni atto utile ad assicurarsene la dotazione adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  8. Convenzione stipulata con le organizzazioni di volontariato dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08. 2021.
  9. Provvedimenti che hanno disposto la vigilanza e la sorveglianza delle aree interessate negli anni precedenti da incendi adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 0 4.10.2020 al 15.08.2021.
  10. Provvedimenti di pubblicizzazione divieti di accensione fuochi nei boschi e nelle zone ad essi limitrofe adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  11. Provvedimenti di pubblicazione delle condizioni di accensione in deroga ai divieti di cui al punto precedente adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  12. Provvedimenti finalizzati alla realizzazione delle fasce parafuoco adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  13. Mappatura della la presenza di insediamenti messi a rischio da eventuali incendi boschivi adottata e redatta dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  14. Provvedimenti volti ad eliminare o ridurre fattori di innesco e propagazione adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  15. Piano di emergenza comunale adottato dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  16. Provvedimenti di definizione delle modalità economiche e finanziarie per garantire l’effettività delle misure di prevenzione adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 05.08.2021.
  17. Provvedimenti di attuazione organizzativa e finanziaria del Piano di Emergenza Comunale adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  18. Provvedimenti di informazione e sensibilizzazione per la popolazione in relazione agli incendi adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021”.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, Carlo Scarpari responsabile servizi Culturali: una nomina per 4 giorni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Carlo Scarpari sarà responsabile dell’area servizi Culturali fino al 1 luglio. Il suo ruolo è durato esattamente 4 giorni perché la nomina è avvenuta a decorrere dal 29 giugno. Il 29 giugno viene firmato dal Comune di Bracciano il decreto di nomina del sostituto area servizi culturali che prende servizio lo stesso giorno. Ancora assestamenti nell’organigramma organizzativo e dotazione organica del Comune di Bracciano da parte della giunta di Marco Crocicchi. Dopo i cambi in segreteria generale è toccato all’ambito culturale.

Per l’Area Servizi Culturali sono pervenute manifestazioni di interesse da parte di
due dipendenti. La Dott.ssa Luisa Minutella Responsabile dell’Area Servizi Culturali assente per motivi personali è stata sostituita dal Responsabile dell’Area Museo, Biblioteca, Servizi Cimiteriali e Patrimonio, Arch. Cecilia Sodano.
Considerato che la Dott.ssa Minutella lo scorso 27 giugno ha comunicato l’assenza dal lavoro per malattia e che la sua sostituta, Arch. Cecilia Sodano risulta assente per ferie dal 23.6.2022 e fino al 1.7.2022 è subentrato Carlo Scarpari.

Continua a leggere

Metropoli

Lago di Bracciano, al via il Trevignano Summer Fest

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Il Trevignano Summer Fest, inaugurato il 24 giugno e con conclusione l’11 settembre, il 1 luglio entra nel vivo con il primo di una lunga serie di concerti. Alle ore 21.00 si esibiranno in Piazza Vittorio Emanuele III i Que Viva Gang + Alabama breakfast. La band dei fratelli Severini accompagnati da Gianluca Spirito e Francesco Moneti dei Modena City Ramblers e da Alessandro Mazziotti degli Irish Spinners: una serata dedicata al sound unico dei Gang, band storica del rock italiano nata all’inizio degli anni 80, con più di 10 album all’attivo. Sempre politicamente e socialmente molto attivi e impegnati, sono una delle più note band militanti nel panorama musicale italiano. in apertura un viaggio nel cuore dell’America profonda con le sonorità country, folk e bluegrass degli Alabama Breakfast. Il Trevignano Summer Fest, iniziato il 24 giugno con il concerto della Balkan Lab Orchestra e la proiezione del film “Gatto Nero, Gatto Bianco” all’Arena Palma, è promosso dal Comune di Trevignano Romano che ha coinvolto in maniera sinergica le principali realtà che, sul territorio, promuovono eventi culturali qualificati.Il risultato è un Festival lungo un’intera estate, dalle mille sfaccettature, in cui musica classica e rock, cultura locale e musica country folk, teatro e cinema, sperimentazione culturale e impegno sociale, fotografia e sport, eventi itineranti e palchi allestiti sull’acqua, danza e recitazione si fondono in un unicum senza soluzione di continuità.Filo conduttore il “locale-globale”, con la costante apertura di finestre sul mondo che si integrano perfettamente con gli elementi tradizionali e culturali locali. Tutte le realtà che curano il cartellone del Trevignano Summer Fest da tempo promuovono eventi e rassegne culturali di altissimo livello: Trevignano Proms, il “contenitore” dedicato alla musica d’ensemble, che organizzerà 5 concerti di elevatissimo spessore, che coinvolgeranno orchestre, cori ed artisti di rilevo nazionale ed internazionale; Sintonia, che organizza Naturarte, il festival green di 2 giornate in cui ad eventi teatrali, musicali ed espositivi si affiancano attività culturali ed esperienziali volte a promuovere la diffusione di un turismo consapevole e rispettoso della natura, nonché di stili di vita sani ed ecocompatibili; Cinema Palma con Marta Capponi, che organizza Incontri: Cinema e musica dal mondo, la rassegna dedicata alle contaminazioni tra cinema e musica; Bigsur che organizza Serate Corsare, il festival in tre serate che affronteranno i temi della memoria, della libertà, delle radici e dell’impegno sociale; APT di Trevignano Romano che organizza La Notte Blu, il festival di due giornate, in cui a spettacoli musicali, di recitazione e danza si affiancherà l’apertura straordinaria delle attività commerciali, del museo civico archeologico comunale.

Continua a leggere

I più letti