1

ROMA. ENTRANO IN UN NEGOZIO DI ALIMENTARI E PRELEVANO DELLA MERCE SENZA PAGARE. ALLA REAZIONE DEL TITOLARE LO AGGREDISCONO E LO RAPINANO. ARRESTATI DALLA POLIZIA 6 CITTADINI BENGALESI.

Redazione

Avrebbero prima effettuato un giro di perlustrazione a bordo della loro auto ed al momento opportuno sarebbero entrati in azione. Quando ieri notte alcuni cittadini bengalesi sono entrati in un negozio di alimentari , in via Giordani nel quartiere Colombo,  hanno prima effettuato un giro tra gli scaffali e prelevata la merce, tra cui alcune bottiglie di bevande alcoliche, si sono avvicinati all’uscita. Il gestore, loro connazionale, ha chiesto di pagargli  i prodotti, ma questi, per tutta risposta hanno replicato che non avrebbero pagato nulla. Ne è nata una discussione e dalle parole si è subito passati ai fatti. Tirato fuori un coltello ed alcuni bastoni, i “clienti” hanno iniziato a picchiarlo, rapinandolo dell’incasso e sono fuggiti. Alcuni testimoni che hanno assistito alla rapina hanno avvisato il 113 e dopo pochi minuti sono arrivati sul posto gli agenti del Reparto Volanti, diretti dal dr. Eugenio Ferraro. Sono scattate immediatamente le ricerche dei rapinatori e grazie alle descrizioni dettagliate fornite dai testimoni, i poliziotti sono riusciti ad individuarli poco lontano. Dopo un breve inseguimento, sono riusciti a bloccare sei persone ed a sequestrare un bastone in metallo che i fuggitivi avevano abbandonato nella fuga. I poliziotti hanno anche individuato poco lontano l’autovettura con la quale i cittadini bengalesi avevano raggiunto il negozio di alimentari. Al suo interno sono stati sequestrati un martello ed una busta contenente circa 1000 euro in banconote e monete. Accompagnati negli uffici di Polizia, gli aggressori, di età compresa tra i 24 ed i 44 anni , alcuni dei quali risultano essere persone già note alle forze dell’ordine, sono stati arrestati per il reato di rapina aggravata.
 




ROMA, A FERRAGOSTO IN CAMPO 1500 VIGILI URBANI

Redazione

A Ferragosto 1.500 vigili urbani saranno in servizio sulle strade di Roma, cento in piu' dei 1400 al giorno – in 320 pattuglie – previsti nella settimana che inizia oggi e terminera' domenica. Gli agenti saranno schierati in particolare nelle zone del centro e della movida e ad Ostia per far rispettare l'ordinanza anti alcol del Campidoglio. Un occhio particolare sara' rivolto all'abusivismo commerciale e al fenomeno dei parcheggiatori abusivi, oltre che alle zone verdi a rischio incendi.(Fonte Ansa)
 




LAZIO TRA LE REGIONI PIÙ COLPITE DAGLI INCENDI.

Redazione

Sono stati 124 gli incendi boschivi divampati ieri in tutta Italia a impegnare i mezzi e il personale del Corpo forestale dello Stato. Il Lazio e la Calabria sono state le regioni più colpite dalla fiamme rispettivamente con 20 e 18 incendi boschivi. Seguono la Toscana con 13 roghi, la Puglia con 10, la Basilicata e la Sicilia entrambe con 9 roghi. Le province più colpite dalle fiamme sono Reggio Calabria con 9 roghi, Roma con 8, Potenza con 7, mentre 5 roghi sono divampati a Cosenza, Frosinone, Foggia e Messina. Oltre agli interventi nell'ambito della flotta aerea di Stato, il Corpo forestale dello Stato è intervenuto con propri elicotteri su 31 incendi. In particolare nel Lazio è intervenuto un elicottero Erickson S64F per spegnere un incendio che da giorni interessa il Comune di Riofreddo, in provincia di Roma, mandando in fumo 300 ettari di vegetazione, composta in prevalenza da arbusti e bassa macchia. Stamattina erano riprese a Monte Mario, di fronte a Villa Madama, le fiamme elevate di un incendio con un fronte ristretto e sul posto sono immediatamente intervenute due pattuglie della Forestale, una del Comando Provinciale e una del Comando Stazione di Roma, oltre ad un elicottero AB 412 e alle altre forze dell'ordine. L'incendio è stato spento pochi minuti fa e l'area è stata messa in sicurezza. Sono pervenute al Numero di Emergenza ambientale 1515 un totale di 607 segnalazioni di incendi. Nell'arco della giornata il Corpo forestale dello Stato è stato impegnato con 430 pattuglie operative antincendio ed ha effettuato 72 controlli sul territorio. In particolare si segnala che il personale del Corpo forestale dello Stato dell'Emilia Romagna è intervenuto su un incendio boschivo in località Sabbioni nel comune di Loiano (BO), dove è stata rinvenuta una persona di 88 anni deceduta a causa di un rogo presumibilmente provocato dall'abbruciamento di sterpaglie effettuato da lui stesso. Le fiamme hanno interessato un terreno di circa 4.000 metri quadri. Sempre in Emilia Romagna, in località Trasogno nel comune di Tornolo (PR) la Forestale ha rinvenuto un altro ottantenne rimasto vittima di un incendio boschivo.




ROMA SAN GIOVANNI, ALTRO CHE CENTRO MASSAGGI….UNA CENTRO DI PROSTITUTE MESSO SU DA PADRE MADRE E FIGLIA ITALIANI!

Redazione

Si sono concluse con l’arresto di C.V., italiana di 25 anni,  e con la chiusura del centro massaggi che la donna gestiva in una via del quartiere S. Giovanni, le indagini iniziate da qualche tempo e portate avanti dagli uomini del Commissariato di zona, diretto dal dr. Federico Gazzellone.

Denunciati in stato di libertà anche padre e madre della giovane.

I poliziotti, nel continuo monitoraggio effettuato nella zona di propria competenza, avevano notato un andirivieni sospetto di persone, tutte di sesso maschile, presso un centro massaggi della zona, stranamente “anonimo”, senza nemmeno una insegna che indicasse il tipo di attività che vi si svolgeva all’interno.

La cosa, ovviamente, ha insospettito i poliziotti, che hanno iniziato ad effettuare un servizio di osservazione nei pressi del centro.

Avuto il fondato sospetto che l’attività del centro massaggi celasse in realtà un’attività di prostituzione, è scattato ieri il blitz.

Gli agenti, all’interno, hanno trovato in “piena attività” una 30enne rumena.

Nelle stanze, ben tenute, in ognuna delle quali è installata una doccia idromassaggio, sono stati rinvenuti indumenti sexy, tra cui autoreggenti e baby doll,  adatti alla circostanza.

Nel corso delle successive indagini è emerso che la maggior parte del compenso ricevuto per le prestazioni sessuali veniva trattenuto dalla titolare e sono una minima parte veniva corrisposta alla 30enne rumena.

Accertata anche la complicità del padre e della madre della titolare, che aiutavano attivamente la figlia nell’attività.

Le indagini, comunque, proseguiranno. Gli investigatori infatti sospettano che il giro di “squillo” che frequentavano il centro era ben maggiore di quello finora accertato.

ROMA, STALKER AGGREDISCE CON CALCI E PUGNI LA SUA EX CONVIVENTE….ARRESTATO

Redazione 

Nella giornata di oggi, nel quartiere di Tor Bella Monaca, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Frascati hanno arrestato un cittadino croato, ritenuto responsabile del reato di “atti persecutori” c.d. stalking nei confronti della sua ex convivente.

La vittima, una donna serba 32enne, già ospitata presso un centro antiviolenza della Capitale, dopo altre episodi di violenza, è stata seguita per l’ennesima volta per strada dal suo ex convivente, un cittadino croato 35enne pluripregiudicato, il quale l’ha aggredita con calci e pugni per strada venendo bloccato da una pattuglia di carabinieri in transito nella zona, allertati dalle urla della donna.

Lo stalker è stato tradotto presso la casa circondariale di Roma Regina Coeli mentre la vittima, dopo le cure mediche, è stata riaccompagnata presso il centro antiviolenza che segue la sua situazione.




ROMA, RITIRO TECNICO E POI…PRIMA AMICHEVOLE DELLA STAGIONE

Redazione

La domenica giallorossa in ritiro è salutata da una splendida giornata e dall’arrivo a Brunico e dintorni di un discreto numero di tifosi, che oggi pomeriggio in gran parte assisteranno alla prima uscita ufficiale della Roma targata 2012/13.
Sveglia alle 8, colazione entro le 8,30 e poi alle 9 già tutti al centro sportivo pronti per scendere in campo alle 9,30 in punto.
L’allenamento è stato incentrato interamente sulla parte tecnica, una novità finora per la nuova Roma zemaniana. La sessione, infatti, dopo un breve riscaldamento muscolare è proseguita con esercitazioni tecniche con il gruppo spesso diviso in due a lavorare nelle due metacampo.
Tutti in campo tranne Dodò, che come nei giorni precedenti ha continuato il suo differenziato in palestra.
Dopo le due consuete ore di allenamento, tutti a rinfrescarsi nelle piscine di acqua fredda e poi via con i pulmini in albergo, pronti per il pranzo delle 13.
Il nuovo appuntamento è per oggi pomeriggio, dove alle 17,30 andrà in scena la prima amichevole della stagione: la Roma affronterà infatti una Rappresentativa Locale presso il centro sportivo di Riscone.

 




ROMA TOR PIGNATTARA, UOMO TENTA IL SUICIDIO DOPO LITE FAMILIARE PROVANDO AD "APPENDERSI" ALLA GRATA DI UN CANCELLO

Redazione

“Utilizzando” la cinta dei pantaloni stava cercando di togliersi la vita.

L’episodio è avvenuto ieri sera intorno alle ore 21:00, in uno stabile limitrofo al Commissariato di Polizia di Torpignattara, quando un uomo ha cercato di “appendersi” alla grata di un cancello.

“Scena” notata dall’Agente di Polizia in servizio di vigilanza interna presso la sede del Commissariato, che immediatamente è accorso, avvertendo contestualmente via radio anche la Volante di zona.

Il poliziotto è arrivato giusto in tempo per evitare “il peggio”.

Infatti l’uomo, un 41enne di nazionalità peruviana, si era appena stretto la cinta intorno al collo legandola ad una estremità ad un grata di un cancello.

“Abbranciandolo”, l’agente è riuscito a sollevarlo e spostarlo, per poi immediatamente allentare la “stretta” al collo.

L’uomo soccorso, accompagnato negli uffici del Commissariato in attesa di un medico per verificarne le condizioni fisiche, ha raccontato ai poliziotti di essere esasperato dalle continue liti familiari decidendo di farla finita.

Dopo aver avvertito sua moglie e altri familiari, l’uomo è stato riaccompagnato a casa; mentre per l’agente di Polizia intervenuto sono state necessarie cure mediche per una lesione al polso della mano rimasta “incastrata” per qualche secondo tra la grata e l’uomo.

ROMA, AL VIA IL TRASTEVERE NOIR FESTIVAL

Redazione
 
Giunto alla sua quarta edizione, Trastevere Noir Festival, curato da Paolo Petroni e Marco Panella, torna al suo pubblico con una serie di talk e proiezioni dedicati al noir contemporaneo ed ai suoi vari linguaggi, dalle crime story  al reality noir, dalle introspezioni sui lati tragici delle esistenze individuali alle trasposizioni della graphic novel, dal linguaggio serrato delle fiction sino ai tempi mozzafiato del cinema d’autore.  Al Museo di Roma In Trastevere, dal 17 al 21 luglio, gli autori più rappresentativi della scena italiana metteranno a nudo le dinamiche narrative che animano le trame, i personaggi e le atmosfere di un filone che, sempre di più, è un vero strumento interpretativo della società di oggi e della sua complessità.

Tra gli scrittori, letterari e cinematografici, presenti in calendario si segnalano Donato Carrisi, Francesca Bertuzzi, Giorgio Molinari, Michele Giuttari, Roberto Genovesi, Eva Fairy, Giampaolo Simi, Alberto Paleari, Gianluca Arrighi, Roberta Bruzzone, Melania Mazzucco, Antonio Parisi, Paolo Foschi, Donatella Paradisi, Adriano Petta e i Manetti Bros.

Di grande attualità anche le proiezioni di docu-fiction realizzate in collaborazione con History Channel: La mala del Brenta, parabola criminale di uno dei più potenti protagonisti della malavita italiana tra gli anni ’80 e ’90, Felice Maniero; e Cia Secret Wars, approfondita trilogia di William Karrel sulla storia della più potente agenzia di spionaggio, resa attraverso le testimonianze ed interviste esclusive ad ex agenti, funzionari e direttori.

Le serate, ospitate nel chiostro del complesso di Sant'Egidio, inizieranno alle 21, ad ingresso libero sino ad esaurimento dei posti.

Nato nel 2009, Trastevere Noir Festival  è già divenuto un classico tra le manifestazioni letterarie romane, presentando al suo pubblico i differenti linguaggi per indagare il lato oscuro del quotidiano all’interno di una suggestiva cornice, ex monastero delle carmelitane scalze e ora attivo museo ospitante collezioni permanenti e mostre temporanee, che rappresenta uno scenario straordinariamente affine con le atmosfere richiamate dal Festival.

L’iniziativa, organizzata da Artix e Associazione Next Generation Act, gode del sostegno di Provincia di Roma e Camera di Commercio di Roma, del patrocinio del Sistema Biblioteche di Roma e della collaborazione con il web magazine Notte Criminale.
 




ROMA MONTE VERDE, PRIMA CHIEDE L'ELEMOSINA A UN PASSANTE…POI LO ACCOLTELLA AL COLLO E LO RAPINA

Redazione

Ha chiesto qualche moneta ad un passante all’interno di un parco a Monteverde.

Ma quando ha aperto il portafoglio per prendere il denaro, B.H. cittadino tunisino 44enne ha notato che nella tasca erano contenute diverse banconote ed ha chiesto altri soldi.

La vittima ha espresso il suo disappunto, ribadendo di aver già fatto una offerta.

B.H.  però, ha chiesto di consegnargli anche il portafoglio e all’improvviso lo ha colpito prima con un pugno e poi, dopo aver estratto un coltello dalla tasca dei pantaloni, lo ha ferito al collo.

La vittima, temendo un’ ulteriore reazione dell’aggressore, si è subito dato alla fuga abbandonando sul posto il portafogli,  e raggiungendo poco dopo un vicino ospedale per farsi medicare la ferita.

Il giorno successivo ha deciso di andare alla polizia a denunciare la rapina subita.

Immediatamente sono scattate le indagini degli agenti del Commissariato Monteverde, diretto dal dr. Mario Viola, che attraverso le descrizioni del rapinatore e del suo abbigliamento hanno ricostruito il suo identikit.

Attraverso alcune testimonianze e le descrizioni fornite dalla vittima, i poliziotti sono riusciti a ricostruire i suoi spostamenti.

B.H. infatti senza fissa dimora è solito utilizzare alloggi di fortuna e spostarsi continuamente tra i quartieri di Trastevere e Monteverde.

Ieri pomeriggio gli investigatori lo hanno individuato in uno stabile in disuso in Via Lorenzo Valla a Monteverde, dove l’uomo aveva fissato la sua dimora negli ultimi giorni.

Aveva perfino tagliato completamente i capelli per non essere riconosciuto.

Ma quando i poliziotti lo hanno individuato, hanno subito notato una vistosa cicatrice che l’uomo aveva sul collo.

 Hanno trovato anche la maglietta che indossava al momento della rapina ed il coltello che era nascosto all’interno di una borsa vicino al suo giaciglio.

Accompagnato negli uffici del Commissariato Monteverde B.H., con numerosi precedenti di polizia, è stato sottoposto a fermo per il reato di rapina aggravata e tentato omicidio.




FRASCATI – ROMA LINEA FERROVIARIA, RISCHIO IGIENICO – SANITARIO E DISAGI: PENDOLARI AL CAPOLINEA

Redazione 

 Il viaggio dei pendolari sulla linea Frascati-Roma assume sempre di più i contorni di un’odissea. I vagoni sporchi e sovraffollati, le corse soppresse, i bus-navetta sostitutivi in ritardo e dalla capienza insufficiente. "Disagi che si susseguono da tempo – denuncia Bruno Astorre, Vice presidente del Consiglio regionale del Lazio –  senza che la Regione Lazio sia ancora intervenuta per migliorare le condizioni di viaggio di chi è costretto a usufruire di quello che, più che un servizio, appare come un “disservizio” quotidiano. E, come se non bastasse, il costo di biglietti e abbonamenti è aumentato, certamente non in corrispondenza di un incremento della qualità offerta.

Mi permetto di ricordare all’assessore Francesco Lollobrigida che nei cassetti della sua scrivania giace ancora un’interrogazione a risposta scritta che ho presentato nel dicembre 2010 e sollecitato nel giugno dello scorso anno. Attendo ancora le sue osservazioni in merito. Le attendono – insieme ai fatti – soprattutto i viaggiatori tartassati".

 




ROMA, PERSEGUITATA DA UN MOLESTATORE "HI – TECH"

Redazione

La compravendita  di un sito internet di una testata giornalistica sportiva ha permesso a V.M., romano di 29 anni, di conoscere una giovane donna con la quale è poi nata una frequentazione.

I rapporti si sono poi deteriorati, fino a scatenare la rabbia e la vendetta del 29enne nei confronti della donna.

Ha iniziato a bersagliare la vittima con s.m.s., telefonate, e-mail e pubblicazioni su famosi social network, con lo scopo di diffamarla nell’ambiente di lavoro.

Richieste di denaro attraverso un social network, e frequenti minacce “di fargliela pagare” che hanno spinto la donna in uno stato di tale ansia da portarla a temere anche per la sua incolumità.

Il molestatore “High tech” era stato già denunciato per diffamazione, ma non si è dato per vinto.

Approfittando delle sue “spigliate”  qualità informatiche, è riuscito a  “reindirizzare” tutti i contatti del sito della vittima, verso un sito di sua proprietà, strutturato in modo del tutto somigliante,  tanto da rendere necessario l’intervento di un “web master” per il ripristino degli accessi.

Questa ultima “spiacevole sorpresa” ha convinto la donna a chiedere aiuto alla Polizia rivolgendosi agli agenti del Commissariato Monteverde, diretti dal dr. Mario Viola.

E’ stato l’attento esame di tutti gli elementi a disposizione degli investigatori e la verifica di tutte le dichiarazioni rese  a rendere chiaro il quadro indiziario.

I poliziotti hanno pertanto richiesto all’Autorità Giudiziaria l’emissione di un provvedimento idoneo ad evitare il ripetersi degli eventi, ottenendo l’apposizione sulla home page dei siti di proprietà di V.M. della dicitura “sotto sequestro dell’Autorità Giudiziaria”.