Zagarolo, si dimette l’assessore Marco Bonini: e molte strade della città gridano ancora vendetta

L’Assessore ai Lavori pubblici di Zagarolo Marco Bonini si dimette dalla Giunta e e preannuncia l’uscita dalla maggioranza della lista civica “Zagarolo vince” in vista di un nuovo percorso politico.

“Questa mattina, Mercoledì 22 Gennaio, l’Assessore ai Lavori pubblici di Zagarolo, Marco Bonini, mi ha preannunciato le sue dimissioni dalla Giunta comunale e la conseguente uscita dal gruppo della maggioranza della lista civica “Zagarolo vince” in vista di un nuovo percorso politico. Mi riservo nei prossimi giorni di nominare un nuovo Assessore” – spiega in una nota il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai.

Bonini, nel corso del suo mandato ha ricevuto molteplici polemiche dai cittadini soprattutto quelli delle zone periferica a causa della pessima condizione in cui versano molte strade del paese.




Zagarolo, arrivano in centro altre eco-isole informatizzate

Dal 17 Febbraio prossimo il centro storico di Zagarolo, da Piazza Massimo D’Azeglio fino a Corso Vittorio Emanuele, avrà un nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta. Dopo l’installazione in Corso Vittorio Emanuele della prima eco-isola ad Aprile 2018, verranno posizionati altri tre ecopoint in Via Fratelli Zuccari, Via Calandrelli e Via Antonio Fabrini in modo tale da avere un centro storico automatizzato e informatizzato in chiave ecologica.

In allegato il comunicato stampa completo con le dichiarazioni del Sindaco, Lorenzo Piazzai, e dell’Assessore alle Politiche ambientali di Zagarolo, Andrea De Santis. Nella foto allegata l’eco-isola informatizzata di Corso Vittorio Emanuele (posizionata ad Aprile 2018).




Bambini in gita, incidente sull’A1 altezza Zagarolo: 6 feriti

ZAGAROLO (RM) – Un pullman con a bordo dei bambini in gita è rimasto coinvolto in un incidente stradale. Il fatto è accaduto ieri sull’autostrada A1, in direzione sud, all’altezza del comune di Zagarolo vicino Roma.

Sei i feriti, tra cui bambini, che non sarebbero in gravi condizioni

Sul posto vigili del fuoco, 118 e polizia stradale. Dalle prime informazioni, sembra che sul pullman ci fossero bambini francesi di circa 10 anni, diretti in gita a Napoli. Nell’incidente sono stati coinvolti anche un camion e un’auto. Da chiarire la dinamica.

Secondo quanto si è appreso, sono 5 bambini e un adulto le persone ferite nello scontro sull’autostrada A1 vicino Roma e trasportati in ospedale dal 118 in codice rosso per dinamica. Avrebbero riportato contusioni e qualche frattura. Nessuno sarebbe in gravi condizioni. Quattro bambini sono stati trasportati al Bambino Gesù mentre un altro al policlinico Gemelli. L’adulto, invece, al policlinico Umberto I. Secondo i primi accertamenti sembra che un mezzo pesante abbia tamponato, facendolo ribaltare, il pullman su cui viaggiavano gli studenti francesi di scuola media. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i soccorsi sanitari e meccanici, le pattuglie della Polizia Stradale, le squadre dei vigili del fuoco, oltre al personale della direzione 5 tronco di Fiano romano di Autostrade per l’Italia.

“E’ stato riaperto poco dopo le 14 di ieri il tratto tra il bivio con l’A24 e il bivio con la Diramazione Roma Sud in direzione di Napoli, che era stato chiuso a seguito di un incidente avvenuto all’altezza del km 570, per consentire le operazioni di intervento e soccorso e la rimozione dei veicoli”. Lo comunica Autostrade in una nota spiegando che “attualmente sul luogo dell’incidente si transita sulla corsia di sorpasso e si registrano 4 km di coda, in progressivo miglioramento. Per gli utenti provenienti da Firenze e diretti verso Napoli si consiglia di immettersi in A24 verso Roma, quindi percorrere il GRA verso Napoli ed immettersi in Diramazione Roma Sud per raggiungere l’A1 e proseguire verso Napoli”.




Zagarolo, due romeni sorpresi dai carabinieri: a casa nascondevano droga e armi

ROMA – Due cittadini romeni di 19 e 38 anni, incensurati, sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione di Colonna con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi.

I due sono stati controllati in località Valle Martella di Zagarolo e alla vista dei militari, hanno palesato un forte nervosismo, atteggiamento che ha indotto i Carabinieri ad approfondire le verifiche sul loro conto.

Nelle loro tasche sono state trovate alcune dosi di cocaina ma la vera sorpresa i Carabinieri l’hanno avuta quando hanno spostato le operazioni nell’abitazione che condividono. Durante la perquisizione, infatti, sono spuntate 4 spade giapponesi tipo katana, 8 coltelli a serramanico, un pugnale, una pistola “a salve” modificata – ovvero con canna aperta e priva di tappo rosso – e 20 proiettili calibro 9 nascoste in un armadio. Non solo, i Carabinieri hanno recuperato altre 276 dosi di cocaina, 3.000 euro in contanti ritenuti provento della loro illecita attività di spaccio, 3 bilancini di precisione e tutto l’occorrente per confezionare le dosi di droga. L’arma modificata è stata immediatamente inviata ai laboratori di balistica del RIS di Roma. Grazie ai test si saprà se la pistola fosse effettivamente in grado di sparare o meno.

I due “pusher armaioli”, nel frattempo, sono stati ammanettati e portati nel carcere di Rebibbia




Zagarolo, trionfo di colori e profumi per la 6 edizione di “Zagarolo in fiore”

ZAGAROLO (RM) – Una domenica 13 maggio colorata e profumata a Zagarolo con la sesta edizione della mostra mercato “Zagarolo in fiore”. E nella ricorrenza della festa della Mamma, fiori, piante ed arredi per il giardino insieme all’artigianato, all’antiquariato ed all’oggettistica hanno caratterizzato la città che si è trovata immersa in una suggestiva e coloratissima atmosfera.




Zagarolo, raccolta differenziata: al via la prima eco isola informatizzata

ZAGAROLO (RM) – È stata installata questa mattina la prima eco-isola informatizzata in Corso Vittorio Emanuele, centro storico di Zagarolo, in posizione strategica davanti gli uffici della Polizia Locale. La mini isola ecologica sarà fruibile da tutti i cittadini che già hanno ricevuto la card elettronica attraverso la quale si potrà aprire l’isola di riferimento e conferire i rifiuti in qualsiasi momento della giornata, senza distinzione di giorno. Potranno conferire solo utenze domestiche; per le attività commerciali rimarrà attivo il servizio attuale.

“A breve verranno installate altre tre eco-isole informatizzate al fine di coprire tutto il centro storico di Zagarolo – spiega l’Assessore alle Politiche ambientali, Federica Buiarelli. – Quella collocata questa mattina in Corso Vittorio Emanuele sarà fruibile da tutti i cittadini residenti tra Corso Vittorio Emanuele e Piazza Tre Cannelle, vicoli adiacenti inclusi. Attraverso la card, già distribuita alle famiglie, sarà possibile aprire l’isola di riferimento e conferire i seguenti rifiuti: scarti alimentari ed organici; carta, cartone e cartoncino; rifiuto non differenziato; imballaggi in plastica; vetro e metallo”.

La cittadinanza rimarrà comunque in possesso dei sottolavelli che potranno essere utilizzati in casa, mentre non potranno essere lasciate buste di rifiuti per strada.

L’eco-isola ecologica è videosorvegliata e sarà aperta ogni giorno, dalle ore 20.00 alle ore 10.00 del giorno successivo. Per i primi quindici giorni, dalle ore 7.00 alle ore 10.00, sarà presente un operatore fisso Ambiente per aiutare gli utenti a prendere confidenza con il nuovo modo di conferimento.

“Un passo avanti importante per migliorare la qualità e la quantità della raccolta differenziata di Zagarolo – aggiunge il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai. – La tecnologia alla base dell’eco-isola informatizzata darà indicazioni fondamentali su come e quanto si conferisce, dati che potranno essere utilizzati per potenziare il servizio di raccolta differenziata. Quella collocata questa mattina sarà la prima di quattro mini isole che copriranno l’intero centro storico: a breve verranno distribuite le card in vista della seconda installazione”.

Alessandro Poggio




Zagarolo, urbanistica: il Comune presenta il Piano Particolareggiato del centro storico

ZAGAROLO (RM) – Venerdì 20 Ottobre, ore 17.00, nell’Aula consiliare di Palazzo Rospigliosi si svolgerà un incontro pubblico dove verrà presentato il Piano Particolareggiato del Centro Storico di Zagarolo. Il Piano Particolareggiato va a completare la previsione urbanistica contenuta nel Piano Regolatore Generale (PRG) al fine di operare in via diretta sul patrimonio edilizio del centro storico.

“L’attuazione del Piano prevede la possibilità di accedere a finanziamenti specifici e ad agevolazioni fiscali e finanziarie – spiega il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai. – In un’ottica di trasparenza e coinvolgimento della cittadinanza, abbiamo previsto un incontro pubblico per approfondire questo importante strumento urbanistico”.

Una volta adottato con Delibera di Consiglio Comunale, sarà possibile prendere visione del Piano Particolareggiato per 30 giorni. Negli ulteriori 30 giorni successivi è possibile effettuate le osservazioni da parte dei soggetti pubblici o privati direttamente coinvolti (enti, associazioni, proprietari, ecc.). Scaduti i termini utili, si avvia la fase delle controdeduzioni. Sarà compito della Regione Lazio, infine, apportare modifiche o approvare il Piano definitivamente.

“Il Piano che andremo a presentare contiene le modalità di rilievo dello stato di fatto degli edifici – precisa Massimiliano Petrassi, Assessore all’Urbanistica di Zagarolo. – Da qui abbiamo inserito le indicazioni per le opere di adeguamento sismico e per un miglioramento energetico. Sarà possibile arrivare a bonus sismici e bonus energetici in maniera più semplice ed efficace. Questo Piano, infine, prevede un’accurata disciplina per il recupero delle parti interne e delle parti che si affacciano sulle vallate esterne”.




Zagarolo, due pugni in faccia a madre e sorella: non gli hanno dato i soldi per la droga

ZAGAROLO (RM) – In crisi di astinenza e aggressivo a tal punto da colpire la madre con un pugno al volto, colpevole di essersi rifiutata per ben due volte in un giorno, di dargli quegli euro necessari per acquistare una dose di droga. Poi è uscito e si è diretto verso la casa della sorella alla ricerca dei soldi che la madre gli aveva negato.

Questa volta però la donna, romana di 58 anni, sapendo che il figlio sarebbe andato a chiedere i soldi all’altra figlia, visto che già altre volte, in passato, si era comportato così, ha subito avvisato i Carabinieri. Poco dopo, infatti, i Carabinieri della Stazione di Colonna lo hanno rintracciato ed arrestato proprio a casa della sorella.

L’uomo romano, di 34 anni, tossicodipendente, con piccoli precedenti, convivente con la madre a Zagarolo, in località Valle Martella, è stato arrestato con l’accusa di estorsione aggravata. In caserma poco dopo sono giunte anche la mamma e la sorella che hanno formalizzato la denuncia e, nero su bianco, hanno raccontato il loro dover subire continue liti e richieste di denaro da parte del loro congiunto, per drogarsi.

Dopo la denuncia, i Carabinieri, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria hanno condotto il 34enne presso la casa circondariale di Roma Rebibbia.




Zagarolo: catturato latitante in un buker sotterraneo


Redazione


ZAGAROLO (RM)
– Questa mattina, i Carabinieri della Compagnia Roma Cassia hanno arrestato un cittadino italiano con precedenti condannato ad un anno di carcere che doveva ancora scontare. I militari, sulle sue tracce da diverso tempo, avevano monitorato i soggetti a lui vicini, seguendone i movimenti e le abitudini, per poter scoprire dove l’uomo si stesse nascondendo. Il ricercato si era già sottratto altre volte all’esecuzione dell’ordinanza, una prima volta opponendo resistenza ai militari che erano andati ad eseguire il provvedimento, minacciandoli con un coltello, ed un’altra volta dandosi alla fuga dalla sua abitazione. Questa volta i Carabinieri, venuti a conoscenza che lo stesso si nascondeva nelle pertinenze della casa della madre, a Zagarolo, hanno circondato l’intero isolato. Non avendolo trovato all’interno dell’abitazione, i Carabinieri hanno immediatamente iniziato a battere la zona circostante.

L’uomo, sentendo i militari avvicinarsi, ha cercato di darsi alla fuga da un intercapedine ricavata nel muro sul retro del suo rifugio collocato nel seminterrato della casa e completamente attrezzato per la sua latitanza. Sfortunatamente per lui i Carabinieri si erano appostati sul retro dell’abitazione e, appena lo hanno notato, lo hanno raggiunto e bloccato. L’uomo è stato portato al carcere di Rebibbia dove sconterà la condanna di un anno di reclusione, come stabilito dall’Autorità Giudiziaria.




Zagarolo: metro C più vicina con il nuovo piano di trasporto pubblico locale:

 

Redazione


ZAGAROLO (RM) – È partito Sabato 1 Luglio il nuovo piano del T.P.L. (Trasporto Pubblico Locale) di Zagarolo. Nelle due assemblee pubbliche, una in centro storico e una a Valle Martella, il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai, l’Assessore ai Trasporti, Alessandro Paglia e il Vicesindaco e Assessore alla viabilità,
Federica Buiarelli, hanno presentato le novità più importanti distribuendo la brochure con tutti gli orari (il depliant è reperibile presso l’U.R.P. comunale).


“Era da tanto tempo che non si attuava una rimodulazione organica del servizio – spiega il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai. – Nelle due assemblee pubbliche abbiamo spiegato come il Trasporto Pubblico Locale sul nostro territorio sia stato potenziato basandolo sulle reali esigenze dei cittadini. A questa rimodulazione non ha fatto seguito un aumento delle tariffe: una buona notizia da condividere con tutta la Comunità, l’Amministrazione e gli uffici comunali che hanno lavorato al nuovo progetto. Gli appuntamenti di confronto tra Amministrazione e Cittadinanza sono attività da consolidare: questa è la strada per migliorare ancora Zagarolo”.

Il nuovo piano T.P.L. di Zagarolo è stato studiato per ottimizzare i collegamenti con gli altri mezzi di trasporto del territorio: treni e Metro C. Un lungo lavoro progettuale che ha coinvolto lo studio delle necessità del centro storico, dei Colli e di Valle Martella.


“Ci siamo concentrati su Valle Martella e su come il territorio che confina con la Metro C potesse raggiungere il capolinea in maniera più agevole e con orari più flessibili – aggiunge l’Assessore ai Trasporti, Alessandro Paglia. – Proprio da Valle Martella, infatti, la linea circolare, dalle ore 6.00 alle ore 19.00 con una corsa ogni ora, prosegue fino a raggiungere il capolinea della Metro C, Monte Compatri-Pantano. Il potenziamento del Trasporto Pubblico Locale si è basato sulle esigenze di scuole, studenti e pendolari”.




Zagarolo: al via il nuovo statuto e regolamento comunale

 

Red. Cronaca


ZAGAROLO (RM) – Durante il Consiglio comunale di ieri, Lunedì 6 Marzo, l’Assise di Zagarolo ha approvato il nuovo Regolamento e il nuovo Statuto comunale di Zagarolo. Un percorso lungo, iniziato nel 2015 quando il sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai, scrisse una lettera agli ex otto sindaci che si sono succeduti alla guida della cittadina prenestina invitandoli a far parte di una commissione di consulenza.


“Abbiamo studiato molti Statuti di comuni simili a Zagarolo per avere le idee più chiare sul lavoro da intraprendere – spiega il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai. – Posso riassumere le diverse fasi in questo modo: quella di studio e di ascolto degli ex Sindaci, quella di confronto aperta ai consiglieri di minoranza, ai
cittadini e a tutte le forze politiche e, infine, la consegna del lavoro alla Commissione Statuto e Regolamento per l’avvio dell’iter definitivo. Nella seconda fase trovo importante sottolineare la partecipazione dei cittadini: dopo la presentazione della bozza dello Statuto in un’Assemblea pubblica, numerosi sono stati gli interventi che ci sono arrivati all’indirizzo di posta elettronica aperto ad hoc”.


“La consegna delle bozze definitive alla Commissione Statuto e Regolamento ha aperto la strada alla partecipazione fattiva delle forze politiche – aggiunge il Presidente del Consiglio comunale di Zagarolo, Marco Panzironi. – Un percorso, anche questo, affrontato senza fretta, depositando tutti gli atti e scegliendo in Commissione tutti i rappresentanti dei gruppi consiliari. Desidero ringraziare tutte le forze di maggioranza e Valle Martella Tricolore e il gruppo Cinque Stelle della minoranza per aver partecipato ai lavori. Proprio da quest’ultimi sono stati recepiti emendamenti che fanno parte dei nuovi strumenti a disposizione di Zagarolo”.
Che cos’è uno Statuto comunale? Lo statuto comunale detta le regole attraverso cui una Comunità disciplina la propria partecipazione alla cosa pubblica e definisce le norme a cui tutti, cittadini ed amministratori, si ispirano per cooperare alla crescita ed allo sviluppo di una Città.