1

SANGUE IN ISRAELE: ATTENTATI A GERUSALEMME E TEL AVIV

di Angelo Barraco

Gerusalemme – E’ tanto il sangue e la violenza che si sta tergiversando in Medio Oriente, in seguito a due attentati messi in atto oggi sono rimaste uccise tre persone e ferite circa venti. E’ morto anche Yeshaye Krishevsky, rabbino di 59 anni. Le tre vittime sono morte in modo diverso, due sono morte sull’autobus e il rabbino invece nell’attentato che ha visto un’auto schiantarsi contro la fermata del bus. Intanto sul web compaiono poster in cui le Brigate di Al Qassam sarebbero pronte ad abbattere gli occupanti. Gli attentati sull’autobus sarebbero avvenuti ad opera di due palestinesi che avrebbero aperto il fuoco e accoltellato i passeggeri, tra cui un uomo di 60 anni. La Polizia è intervenuta uccidendo uno dei due terroristi, l’altro invece è stato catturato. L’altro attentato è avvenuto alla fermata dell’autobus in via “Malkei Israel”, dove un attentatore si è lanciato con l’auto contro un gruppo di persone in attesa del bus. L’uomo è poi sceso dalla macchina e ha accoltellato coloro che erano a terra inermi e feriti dal forte impatto avvenuto poco prima. La polizia, in merito all’attentatore, ha affermato di averlo “Neutralizzato”. Ma non è finita qui, dei passanti israeliani sono stati accoltellati da un palestinese a Raanana (Tel Aviv), prima di questo attentato si era verificato un altro accoltellamento ai danni di due israeliani. Ieri ci sono stati quattro attentati a distanza di un’ora e sei israeliani accoltellati. Il premier Banyamin Netanyahu ha riferito “Il terrorismo è figlio della volontà di distruggerci e non della disperazione palestinese, ma la nostra voglia di vivere distruggerà la voglia di uccidere dei nostri nemici”. Previsto per oggi in Israele lo scioperp degli Arabi israeliani in solidarietà con la Cisgiordania e per la Moschea di Al Aqsa. Intanto si fa la conta delle vittime, il vice comandante della Polizia Benzi Sao ha riferito che sono 68 gli agenti rimasti feriti e sono stati effettuati 300 arresti, invece sono 1300 i palestinesi feriti da pallottole da ottobre ad oggi.