APRILIA, UCCIDE IL FIGLIO A COLPI DI FUCILE

Angelo Parca

Spara e uccide il figlio. E’ successo ieri sera (mercoledì) alla periferia di Aprilia, in via Perugia, dove Pietro Fraccaroli, 70 anni, ha ucciso il figlio Fabrizio di 34 anni, nel giardino dell’abitazione in località Gattone. Sul fatto stanno indagando i Carabinieri del nucleo territoriale coordinati dal sostituto procuratore Eleonora Tortora. I militari sono stati chiamati dai vicini della vittima che hanno sentito gli spari intorno alle 22 quando Pietro, al termine dell’ennesima violenta lite ha imbracciato il fucile da caccia e ha sparato contro il figlio uccidendolo. La vittima viveva nella stessa casa dei genitori insieme alla moglie. Fabrizio alla fine degli anni ’90 era stato arrestato per rapina e nel ’97 per maltrattamenti nei confronti dei genitori.




BRACCIANO, AL VIA LA FESTA DEL SANTISSIMO SALVATORE

Redazione

Tradizione e devozione si intrecciano nella Festa del Santissimo Salvatore in programma a Bracciano il 17-18-19 a Bracciano. La manifestazione, patrocinata dal Comune di Bracciano ed inserita nel calendario estivo di Viva Bracciano 2012, è organizzata dalla pro loco Bracciano, dalla Parrocchia di Santo Stefano e dal Rione Monti.In piazza Mazzini, all’ombra dell’imponente maniero Orsini Odescalchi, vengono allestiti stand gastronomici. Il 17 agosto alle 21 suona  la Tequila Band, sabato 18 agosto è la volta dell’orchestra di 17 elementi Il Gruppo di Famiglia. Domenica alle 11.30 messa solenne in duomo alla presenza del vescovo della Diocesi di Civita Castellana monsignor Romano Rossi, alle 18.30 messa solenne in onore del SS Salvatore e a seguire solenne processione. In serata musica con il quintetto Music Band. Per tutte e tre le serate alle 19 è apre lo stand gastronomico. Nel corso della tre giorni, in piazza IV Novembre sotto il municipio, è allestito il mercatino del particolare.
 




ROMA, FERRAGOSTO ALL'INSEGNA DELLA SPENDING REWIEV

Chiara Rai

Bagni a lago, panini con la porchetta e tanti gavettoni per rinfrescare questo caldissimo ferragosto da passare immersi nel verde dei Castelli Romani oppure nei caratteristici paesi Sabatini tra il lungolago pieno di locali a Bracciano e la romantica Anguillara con i suoi lampioni gialli accesi al tramonto. Una estate all'insegna della "spending review", dove la scelta di molti e' stata lasciare a terra le valige  tornare a prendersi la tintarella nei nostri paesaggi romani. I castelli sono l'oasi dove rifugiarsi dal "fuoco" della capitale: vicini alla montagna, a due passi dal lago e dal mare dove la buona cucina la fa da padrone. Presi di assalto gli agriturismi dove con circa 15 euro a persona mangi a prezzo fisso: ce ne sono degli ottimi a Velletri, Genzano e per la campagne di Lanuvio. Affollatissime le spiagge di Castel Gandolfo che si affacciano sul lago Albano con la sede estiva del Papa a fare da sfondo e un centro storico che sembra un cartolina d'altri tempi. A Nemi, refrigerante, piccolo e grazioso paese delle fragole, questa sera si danza e si ascolta uno spettacolo dal vivo sotto le stelle in piazza Umberto I di fronte a Castello Ruspoli. Ma c'e' chi preferisce mangiare il  "cocomero" su tavoli di legno all'ombra dei castagni ad Ariccia e nella via delle affollate fraschette dove tra un bicchiere di vino, porchetta e stornelli passa la giornata. A proposito di anguria, a Marino il ferragosto si festeggia anche domani perche', come vuole tradizione, il comitato di quartiere Villa Desideri tornerà a proporre in via Marcantonio Colonna, a partire dalle 20:30 la «Serata del Cocomero» l'annuale festa dell'estate con dolci sorprese e tanta musica nel giorno dedicato a San Rocco. A riscoprire l'antica usanza e proporla nel giorno successivo a Ferragosto, con sempre maggiore consensi da parte dei cittadini, è stato Marcello Pelosi, presidente del comitato di quartiere Villa Desideri, traendo spunto dagli antichi racconti popolari. Per gli amanti del teatro da non perdere la tappa di questa sera alle 21, all' anfiteatro Severiano ad Albano. All'interno della programmazione Anfiteatro Festival, tra cui figurano Uto Ughi, Moni Oadia, il Balletto di Roma e l’Opera lirica, la compagnia "Teatro della Luce e dell'Ombra", in occasione del bimillenario della nascita di Caligola, rappresenterà nell’importante sito archeologico risalente al terzo secolo dopo Cristo, lo spettacolo "Caligola" da Albert Camus, per la regia di Gennaro Duccilli.

 




TIVOLI DELIBERA IMU: INTOLLERABILE AUMENTO DECISO DALLA GIUNTA GALLOTTI

Redazione

“Non ci ha certamente colto di sorpresa – dichiarano i consiglieri comunali Colia (IDV) , Ferro e Pastore (PD) e Napoleoni (Io progetto Tivoli) – il contenuto della delibera che riguarda la regolamentazione dell’Imposta municipale propria (IMU) che la Giunta Comunale ha presentato al Consiglio comunale per l’approvazione definitiva. Nonostante svariate dichiarazioni fatte alla stampa da esponenti della maggioranza che garantivano di non voler aumentare le tasse locali abbiamo appreso dal testo approvato dalla maggioranza di centrodestra che per gli immobili ad uso residenziale dichiarati come abitazione principale, l’aliquota base del 4 per mille verrà aumentata al 4,5 per mille. Inutile commentare una decisione del genere che va ad incidere pesantemente sul reddito delle famiglie tiburtine, già gravemente colpite dalla profonda crisi economica che attraversano importanti settori produttivi del nostro territorio. 
Per questo motivo abbiamo deciso congiuntamente di presentare un emendamento che riporti l’aliquota del prelievo IMU al minimo imposto dalla legge, senza la maggiorazione prevista dalla Giunta Gallotti. Non ci convince la pretesa di giustificare il prelievo fiscale con la necessità di coprire i tagli del Governo centrale. Riteniamo, invece, che occorreva tagliare le spese inutili e riorganizzare le società partecipate in modo da renderle più efficienti e competitive sul mercato. A breve formuleremo anche altre proposte di modifica della suddetta delibera in ordine alle detrazioni da applicare a favore di nuclei familiari in stato di disagio e a favore di realtà specifiche del nostro territorio,”
 




BRACCIANO, LA CITTA' ACCOGLIE " LA PIU' AMATA DAGLI ITALIANI

Alberto De Marchis

Bracciano apre alle fiction e accoglie la splendida bellerina e attrice Lorella Cuccarini. Il 21 agosto andra' in scena "L'amore e' sordo" che andra' in onda in prima serata su Rai 1. Nella foto sorridenti ci sono Lorella Cuccarini e Tatiana Galakhova durante le riprese fatte alla scuola "Dancing Center Bracciano".




RIANO BRUCIA. QUANTA DIOSSINA SI SAREBBE SPRIGIONATA SE CI FOSSE STATA UNA DISCARICA?

Gabriella Resse

I Roghi non si arrestano, dalle testimonianze raccolte sul social network facebook, in alcuni gruppi dedicati alla lotta antidiscarica di Riano (ora in fase di stand by), sembra che nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 9 agosto, abbiano preso fuoco le zone circostanti a Quadro Alto e Pian dell’Olmo a Riano, lambendo infine la località residenziale di Colleromano. I vigili urbani hanno bloccato il transito sulla Tiberina, ed ancora secondo i testimoni nei primi momenti dell’emergenza, c'era un solo elicottero che portava l'acqua nell’intento di spegnere le fiamme. Naturalmente sono accorsi i vigili del fuoco, ma è difficile dire quanto sia grave la situazione, perché non è stato possibile avvicinarsi nei pressi dei focolai. Secondo una testimonianza telefonica da me raccolta, il segretario del Comitato Cittadino di Riano, ha asserito che il fumo pareva lambire anche la località Procoio Vecchio, luogo sul quale si erge l’antica torre medievale della cittadina. Questa la cronaca della situazione fino alle ore 19 circa. Un evento come questo, oltre ad essere un fatto tragico che inevitabilmente arreca danni e ferisce un territorio già in traballante equilibrio, ci pone di fronte ad una riflessione: un luogo come questo, che a quanto pare può essere soggetto ad eventi disastrosi di tale calibro, come potrebbe rappresentare un’area di interesse logistico per l’installazione di una discarica? Se un incendio del genere trovasse nel suo percorso una discarica ad alimentarlo, sarebbe un disastro vero, un’invasione di diossina fortemente inquinante e deleteria per la salute, avvolgerebbe tutte le zone circostanti. Hanno avuto ragione i Rianesi ad opporsi all’idea folle delle istituzioni di voler insidiare qui la discarica post Malagrotta. Oltre a tutti gli altri fattori escludenti, se ne aggiunge un altro, e cioè la presenza di boschi intorno alle aree indicate come idonee ad ospitare discariche . Arbusti e sterpaglie, in presenza di circostanze climatiche eccezionali, come quelle che stiamo vivendo in questi giorni, possono diventare molto pericolosi, ed è incredibile che tecnici ed ingegneri di elevato lignaggio non abbiano preso in considerazione questa eventualità quando a suo tempo si sono lanciati in azzardate ipotesi per l’installazione della nuova discarica di Roma.

ARTICOLI PRECEDENTI:

14/07/2012 PIAN DELL'OLMO RIFIUTI, LA COMMISSIONE EUROPEA VALUTERA' IPOTESI DI APRIRE UN’INFRAZIONE PER IL MANCATO COINVOLGIMENTO DELLA POPOLAZIONE NELLE DECISIONI ASSUNTE DALLE ISTITUZIONI ITALIANE
01/07/2012 LAZIO EMERGENZA RIFIUTI, PIAN DELL'OLMO: IL 12 LUGLIO SI DISCUTE LA PETIZIONE AL PARLAMENTO EUROPEO
30/06/2012 COLPI DI SCENA DEL SENATORE GRAMAZIO: DALLA SANITA' AI RIFIUTI ALLA POLITICA ALLE STRAGI DEGLI ANNI DI PIOMBO
20/06/2012 RIANO, GIU' LE MANI DA CAVA PERINA: NASCE IL COMITATO CITTADINO E NON INTENDE FERMARSI DAVANTI A NULLA
12/06/2012 RIANO, RIFIUTI TOSSICI SOTTO LA CAVA: DOPO L’ARTICOLO DE L’OSSERVATORE LAZIALE A DISTANZA DI 20 ANNI DAL FATTO PARTE L’ESPOSTO ALLE PROCURE DI ROMA E TIVOLI
10/06/2012 ROMA POST MALAGROTTA: I CITTADINI DEL PRESIDIO DI PIAN DELL'OLMO RISPONDONO ALL'ARTICOLO DI REPUBBLICA
08/06/2012 PIAN DELL'OLMO RIFIUTI, BUCCI (IDV): “SALTA CONSIGLIO STRAORDINARIO,LA POLITICA DISTANTE DALLA REALTA’”
07/06/2012 ROMA DISCARICA PIAN DELL'OLMO, IL CONSIGLIO REGIONALE RIMANDA LA DISCUSSIONE PER LA MOZIONE DI BERNAUDO/DE ROMANIS
07/06/2012 ROMA POST MALAGROTTA: PRESENTATA MOZIONE PER ESCLUDERE PIAN DELL’OLMO
06/06/2012 ROMA POST MALAGROTTA, BERNAUDO (PDL) INVITA SOTTILE AD ANDARE IN COMMISSIONE AMBIENTE
04/06/2012 LAZIO RIFIUTI, SOTTILE: PIAN DEL'OLMO E' LA SCELTA PIU' GIUSTA
04/06/2012 LAZIO RIFIUTI: MARUCCIO (IDV): “CONTRO IPOTESI PIAN DELL’OLMO, CON NOI LA POLVERINI?”
04/06/2012 RIANO: NELLA NOTTE 200 PERSONE INCATENATE SULLA VIA TIBERINA CONTRO DISCARICA A PIAN DELL’OLMO
03/06/2012 ROMA POST MALAGROTTA: 18 SINDACI DELLA VALLE DEL TEVERE INSIEME AI PRESIDI PER DIRE NO A IPOTESI DISCARICA
04/04/2012 RIANO VERITA’ SHOK: INSABBIATI RIFIUTI E POI SILENZIO. I CITTADINI VOGLIONO SAPERE LA VERITA’, ADESSO
29/03/2012 ROMA RIFIUTI, CLINI SUL POST MALAGROTTA: UN "PIANO PER ROMA"
24/02/2012 CORCOLLE – RIANO DISCARICA, CITTADINI IN PIAZZA SABATO PROSSIMO
21/01/2012 RIFIUTI, BUCCI (IDV): NO ALLA DISCARICA A RIANO


 




TREVIGNANO ROMANO, GALLONI (PD): “DOPO LA STANGATA IMU ARRIVA IL SALASSO PARCHEGGI"

Redazione

“Con l'arrivo dell'estate a Trevignano, cittadini e villeggianti, hanno trovato un bel regalo sulle rive del lago. Infatti, dopo l'aumento dell'IMU sulle seconde case dal 7,6 per mille al massimo consentito per legge ovvero il 10,6, la Giunta Comunale ha deciso di mettere mano anche sulle tariffe relative alla sosta locale in alcune zone del nostro paese con rincari stratosferici del 700% circa rispetto al passato. – Dichiara il Capogruppo di Opposizione del Consiglio Comunale di Trevignano Romano Luca Galloni – Nel centrale piazzale del Molo e in piazza Vittorio Emanuele III, – prosegue Galloni – considerando anche che sulla prima area è presente la cosiddetta fontana leggera installata per consentire alla cittadinanza l'acquisto di acqua frizzante a costi agevolati e la riduzione degli imballi, i cittadini residenti non potranno più sostare gratuitamente nei giorni feriali come era previsto e la tariffa a loro dedicata non sarà più di 0,30 centesimi al dì nel periodo invernale e 0,60 nel periodo estivo ma bensì 2,00 euro giornalieri tutti i giorni dell'anno. Dunque in un solo colpo circa sette volte tanto rispetto al passato. – Il Capogruppo prosegue aggiungendo – Chi vorrà fermarsi a comprare il giornale, prendere un caffè, recarsi in Comune per chiedere informazioni, o comprare acqua a prezzo calmierato dovrà considerare 0,50 centesimi di spesa in più rispetto al previsto, tanto infatti è il costo della sosta anche per soli 5 minuti. A tutto ciò va aggiunto che oramai nelle zone centrali di Trevignano sono del tutto sparite le strisce bianche per la sosta gratuita contrariamente al buon senso civico. Una decisione, quella presa dalla Giunta Comunale, che il nostro Gruppo Consiliare di Opposizione auspica sia rivista nella direzione di una minore pressione economica sui residenti, sulle attività commerciali che vivono la zona centrale e sui turisti e villeggianti sempre meno invogliati a venire nel nostro territorio carente di servizi, costoso per i parcheggi e poco invitante nell'acquisto di dimore per l'aliquota massima IMU sulla seconda casa. – Il Consigliere Galloni conclude dichiarando – Sarebbe stato più ragionevole considerare l'istituzione nel piazzale del Molo della sosta a disco orario, magari lasciandone una porzione a pagamento per evitare il problema di occupazione giornaliera di quei parcheggi utilizzati dai lavoratori pendolari, soprattutto nel periodo invernale, che lasciano la propria autovettura e partono per il lavoro dalla fermata Cotral di piazza Vittorio Emanuele III. Per questi ultimi, l'auspicio è che presto vengano realizzate due fermate in prossimità dei parcheggi di scambio alle porte del centro abitato servite da adeguati collegamenti”.




ROMA SCHIAFFINI TRAVEL NELL’OCCHIO DEL CICLONE, LA PROCURA EMETTE 29 AVVISI DI GARANZIA. COLACECI INDAGATA.

Alberto De Marchis

La squadra mobile di Roma sta recapitando ben 29 avvisi di garanzia con relative richieste di rinvio a giudizio, molte delle quali indirizzate a dirigenti della Provincia di Roma e anche all'assessore alle Politiche della Mobilità e Trasporti Amalia Colaceci. Contattata questa mattina dal direttore de L’osservatore Laziale Chiara Rai, l’assessore Colaceci, pur rimanendo disponibile, ha chiaramente espresso la volontà di non lasciare, almeno per il momento, dichiarazioni fino a quando non avrà “ricevuto atti” dai quali si evinca in quale maniera la stessa Colaceci sarebbe coinvolta. Le accuse verso i 29 indagati sono di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla turbativa d'asta. Le indagini erano iniziate nel 2010 dopo il sequestro, avvenuto nell'aprile del 2010, di circa 24 pulmini per il trasporto disabili gestito dalle società Ati Schiaffini Travel Spa. Secondo quanto accertato dai pm, i minibus posti sotto sequestro non erano omologati. Si sarebbe trattato di una truffa in cui i bus venivano utilizzati per altre attività pur figurando regolarmente operativi. Di fatto, gli inquirenti hanno scoperto l'assenza di mezzi nelle linee, come invece previsto dai programmi, che venivano invece impiegati su altre tratte, probabilmente per servizi di trasferimento verso Fiumicino e l'aeroporto Leonardo Da Vinci, senza la presenza di portatori di handicap.


Schiaffini ancora nell’occhio del ciclone
Prima della Procura di Roma, a tirare in ballo il nome della Schiaffini Travel è stata la Procura di Velletri, per analogo caso che ha investito il comune di Nemi, a soli 30 chilometri dalla Capitale, e il suo attuale sindaco Alberto Bertucci (sul quale attualmente pende una richiesta di rinvio a giudizio formulata dal Pm Travaglini) che nel 2010 era vicesindaco del Comune di Nemi. Ritorna il medesimo capo d’imputazione, sempre per turbativa d’asta in concorso, in quanto Riccardo Schiaffini, (in qualità di titolare della ditta appaltatrice per i trasporti pubblici locali del Comune di Nemi) avrebbe indicato dei nominativi di ditte a Bertucci per l’aggiudicazione della gara di fornitura di uno scuolabus. Per l’acquisto di questo pulmino, il Comune di Nemi, ha ricevuto un finanziamento dalla Provincia di Roma.

ALTRI tabella:

31/07/2012 NEMI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE COLABRODO: LA REGIONE, IL COMUNE E I CITTADINI PAGANO, SCHIAFFINI INCASSA E IL TRASPORTO DOV'E'?
04/07/2012 NEMI CASO PENALE BERTUCCI, SI ALLUNGA L'ATTESA PER IL SINDACO IMPUTATO
06/06/2012 NEMI, BERTUCCI SINDACO CONTRO BERTUCCI IMPUTATO
04/05/2012 A PROPOSITO DI “PENNIVENDOLI”, IMPUTATI E….GIORNALISTI
30/04/2012 NEMI ELEZIONI, MACIGNO SULLA CANDIDATURA DI ALBERTO BERTUCCI
10/04/2012 NEMI CASO BERTUCCI INDAGATO, BERTUCCI SI AUTOASSOLVE E GETTA FANGO SU CHI FA INFORMAZIONE. CHIARA RAI RISPONDE A BERTUCCI
06/04/2012 CASO BERTUCCI INDAGATO, BOTTA E RISPOSTA TRA GIOVANNI LIBANORI (UDC) E CHIARA RAI (L'OSSERVATORE LAZIALE)
05/04/2012 NEMI ELEZIONI, BUFERA SUL CANDIDATO SINDACO ALBERTO BERTUCCI


 




MORLUPO, LE FOTO ESCLUSIVE DEL DEVASTANTE INCENDIO. L'INTERVENTO DEI VOLONTARI

Gabriella Resse

In esclusiva per L'osservatore laziale le foto dell'incendio di Morlupo e l'eroico intervento di alcuni volontari e vigili del fuoco. In una delle foto si può addirittura osservare un vigile che ha sfondato un tetto per meglio posizionarsi nell'intento di domare le fiamme. Allo scopo di fermare l'incendio è intervenuto il Corpo Forestale dello Stato, sono stati usati canadair, ma anche elicotteri della protezione civile. In questi giorni l'Italia e soprattutto il sud, anche a causa delle elevate temperature, è sotto assedio delle fiamme, improvvisamente si sviluppano focolai che a volte si riescono a fermare in tempo, altre volte invece sviluppano un potere distruttivo grave e di ampie dimensioni. Nella Valle del Tevere, quello di Morlupo, ha forse rappresentato l'incendio più significativo, ma anche Riano nei giorni scorsi è stato interessato da eventi similari. Sarà poi il caso di stabilire se si tratta di eventi accidentali o dolosi,ma resta il fatto che questi avvenimenti , creano delle profonde ferite nel territorio ed i danni relativi al disastro ambientale subito, si rivelano sempre piuttosto ingenti.




ANGUILLARA, UN OCCHIO ALL’AMBIENTE E UN ALTRO AL DECORO

Emanuel Galea

Probabilmente a qualcuno non piacerà quello che sto per scrivere. Ma ho scelto di essere libero da qualsiasi ideologia partitica proprio per poter esprimere critiche oppure applaudire a seconda delle occasioni. Non mi sono sfuggiti alcuni segnali positivi, anche se timidi, che ho accolto con favore ed incoraggiato. L’osservatore attento non può non aver notato questi segni. Questa politica volta ad una maggior salvaguardia dell’ambiente va accolta positivamente. La mia speranza è far capire che anche qui è possibile una realtà sociale ed economica, fondata sulla legalità, sul rispetto della persona umana e dell’ambiente. Se manca il rispetto dell’ambiente s’impoverisce la stessa struttura del nostro habitat. Per questa ragione e non solo, accolgo positivamente gli sforzi e le piccole innovazioni messi in atto dall’assessorato all’ambiente. Mi riferisco  in particolar modo agli accorgimenti lungo le spiagge di viale Reginaldo Belloni. Sulle spiagge libere, fino a qualche anno fa si assisteva a scene incivili, specialmente la domenica sera, dopo la partenza dei bagnanti. Sulla battigia si trovava di tutto: lattine, bottiglie ,buste di plastica e rifiuti vari. Oggi, pare che invogliati dai vari raccoglitori colorati, messi a disposizione, l’orrendo scenario sia finalmente in declino. Le accortezze messe in atto sono anche una forma di educazione per i nostri bambini. Quest’ultimi impareranno a rispettare l’ambiente e diventeranno degli adulti responsabili consapevoli che l’ambiente è qualcosa che gli appartiene e pertanto và difeso. Un’iniziativa che merita ogni incoraggiamento. Non ho potuto fare a meno di notare i raccoglitori di rifiuti in ghisa distribuiti lungo la passeggiata “Belloni”. Oltre che arricchire l’arredo urbano, si presentano più resistenti agli atti vandalici. Danno un tono alla passeggiata e fanno sembrare il viale più ordinato. Ritengo che la segnaletica di divieto di balneazione ai cani ripetuta lungo le spiagge, sia un segno di civiltà e rispetto verso l’altro.  Non tutte le persone che vanno a fare il bagno nel lago, condividono l’idea di farlo assieme ai cani oppure gradiscono sdraiarsi a prendere il sole con il cane del vicino che scodinzola a pochi centimetri di distanza. Non a tutti può allietare l’idea di vedere il proprio bambino scavare in quella sabbia, làddove pochi minuti prima qualcuno munito di paletta (nel caso ci si imbattesse in persone civili) ha finito di rimuovere i bisogni lasciati  dal suo cagnolino. Si dovrebbero rispettare le scelte degli altri. La propria libertà finisce laddove inizia quella dell’altro. Forse è ora di sfatare un modus facendi che si sta radicando fra molti di noi. Chi decide di avere un cane come amico, fa una buona scelta e va rispettato. Chi questa scelta non la fa, non dovrebbe incassare giudizi negativi. Ciò non significa che i primi sono dei bravi cittadini e i secondi no.  Le ragioni dei secondi possono essere molteplici. C’è chi ha paura di avvicinarsi ai cani. Altri soffrono d’allergia ai peli di quest’animale. Altri non lo fanno per ragioni d’igiene. Sono tutte ragioni validissime che vanno rispettate. In considerazione di quanto sopra ci permettiamo avanzare una proposta all’assessore all’ambiente. Chiediamo di considerare la possibilità di riservare una delle spiagge libere, appositamente per la balneazione dei cani. Recintarla e segnalarla ai detentori dei cani che intendono farne uso. Le Bau Beach esistono dal 1998 e al Lido di Ostia ne esiste una molto all’avanguardia.  E’ giusto che anche chi ha scelto di essere accompagnato dal suo cane possa godere del diritto e la libertà di farsi il bagno con il proprio cucciolo senza la preoccupazione di dare fastidio a chi non condivide o non può, per svariati motivi, condividere questa  scelta. Siamo fiduciosi che, l’assessore, attento com’è ai problemi ambientali, non mancherà di esaminare la presente  proposta. In paese c’è spazio per tutti. Il rispetto delle altrui scelte facilita la civile convivenza.

tabella PRECEDENTI:

27/07/2012 ANGUILLARA LAGO E SPIAGGE: UN ESEMPIO DA SEGUIRE

 




BRACCIANO, OSPEDALE PADRE PIO: MOZIONE UNANIME DEL CONSIGLIO COMUNALE PER ADEMPIMENTO SENTENZA CONSIGLIO DI STATO

Chiesta in particolare “la riattivazione immediata della degenza e dell’attività operatoria della UOC di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale Padre Pio, oltre alla garanzia dei servizi essenziali quali Pronto Soccorso e Reparti di Degenza”

Angelo Parca

“Il Consiglio comunale si impegna ad intraprendere tutte le azioni, anche di natura legale, volte a tutelare il diritto alla salute della comunità territoriale, facendosi carico di assumere il ruolo di capofila del gruppo dei Comuni ricorrenti e delle associazioni del territorio coinvolte nella protesta. Si impegna altresì a pretendere dalla dirigenza Asl atti di salvaguardia del servizio nonché atti rivolti al ripristino ex ante Decreto 80 e, nello specifico, la riattivazione immediata della degenza e dell’attività operatoria della UOC di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale Padre Pio, oltre alla garanzia dei servizi essenziali quali Pronto Soccorso e Reparti di Degenza”. E’ quanto ha deciso all’unanimità il Consiglio comunale di Bracciano nell’ultima seduta del 19 luglio scorso approvando una mozione proposta dal consigliere delegato Mauro Negretti. L’atto sottolinea in premessa che “in data 30 maggio 2012 il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso proposto dal Comune di Bracciano ed altri contro la sentenza del Tar sul riordino ospedaliero del Lazio, annullando il Decreto 80/2010 per la parte riguardante l’ospedale Padre Pio di Bracciano e tiene conto del fatto che “ad oggi, nessun provvedimento risulta essere stato adottato dalla dirigenza della Asl Rm/F, in adempimento a quanto prescritto dalla suddetta sentenza”.  Il provvedimento in premessa fa inoltre riferimento “alle problematiche assistenziali dell’ospedale Padre Pio che vanno acuendosi di giorno in giorno a causa della inadempienza manifesta dei responsabili istituzionali e che mettono a serio rischio i livelli essenziali di assistenza con gravi lesioni del diritto alla salute sancito dalla nostra Considerazione”. Situazione per la quale – si legge ancora in premessa – si ritiene “dover contrastare tale negligenza e contestare la palese inottemperanza da parte delle autorità preposte al dispositivo del Consiglio di Stato, vincolante a tutti gli effetti per le parti in causa”.

tabella PRECEDENTI:

06/07/2012 BRACCIANO CHIUSURA OSPEDALE PADRE PIO, RIFONDAZIONE COMUNISTA: LA DECISIONE DI NUOVO ALLA POLVERINI
05/07/2012 SPENDING REVIEW: 2013, IVA AL 21,5 MONTI "SALVA" I PICCOLI OSPEDALI
05/07/2012 BRACCIANO OSPEDALE PADRE PIO RISCHIO CHIUSURA: IL SINDACO SI APPELLA A MARIO MONTI E A RENATO BALDUZZI
08/06/2012 BRACCIANO, PADRE PIO: SALA A GUITARRINI: "CARO MAX. IL BENE COMUNE LO ABBIAMO DIFESO NOI CHE C'ERAVAMO!"
08/06/2012 BRACCIANO, OSPEDALE PADRE PIO: LE CONSIDERAZIONI DI GUITARRINI (BBC) SULLA RECENTE SENTENZA DEL CONSIGLIO DI STATO
30/05/2012 BRACCIANO, SALVO L'OSPEDALE PADRE PIO
17/05/2012 BRACCIANO, PADRE PIO: LA NOTA DI GIULIANO SDANGHI COMPONENTE DIRETTIVO PRC
17/05/2012 BRACCIANO, PADRE PIO: AL VIA LO SMANTELLAMENTO DI ORTOPEDIA
07/04/2012 BRACCIANO, OSPEDALE PADRE PIO E SALUTE, CHI LI DIFENDE E CHI NO
14/03/2012 BRACCIANO, OSPEDALE PADRE PIO, UDIENZA DI MERITO FISSATA PER IL 13 APRILE 2012
09/03/2012 BRACCIANO OSPEDALE ULTIMO MINUTO: IL CONSIGLIO DI STATO CONFERMA LA SOSPENSIVA
09/03/2012 BRACCIANO, OSPEDALE PADRE PIO. SI ATTENDE IL VERDETTO DEL CONSIGLIO DI STATO
01/03/2012 BRACCIANO OSPEDALE, NUOVA UDIENZA IL 9 MARZO. SINDACO SALA: "SPERIAMO CHE VENGANO RICONOSCIUTE LE NOSTRE RAGIONI"
24/02/2012 ANGUILLARA: COME GUARDARE CON SERENITA’ AL FUTURO?
16/02/2012 LAZIO SANITA', IL FALLIMENTO DEL DECRETO POLVERINI
15/02/2012 BRACCIANO OSPEDALE PADRE PIO, FORSE SI SALVA