Tragedia a Valmontone outlet: commessa ustionata durante la sanificazione di un negozio

Tragedia nel centro Valmontone Outlet dove una commessa di 42 anni di Ferentino, che lavora al Valmontone Outlet, è rimasta seriamente ustionata ed è stata elitrasportata all’ospedale San Camillo di Roma. L’incidente fortuito si è verificato oggi pomeriggio.
La donna stava sanificando i locali del negozio in cui lavora, ad oggi ancora chiuso al pubblico per il Covid-19, quando improvvisamente le sarebbe caduto il contenitore con un liquido chimico, finendole in parte sulla faccia. La donna ha riportato ustioni al volto e in altra parte del corpo, pertanto è stata soccorsa dal 118 e trasferita in eliambulanza nel nosocomio capitolino




Valmontone, Mini Parlamento Europeo dei Giovani: la città premiata dalla Regione Lazio

VALMONTONE (RM) – Venti studenti italiani, spagnoli tedeschi e romeni hanno dato vita, a Valmontone, al Mini Parlamento Europeo dei Giovani.

L’iniziativa è l’atto conclusivo del progetto del Comune di Valmontone “L’Europa è un sogno che non muore”, voluto dall’Amministrazione comunale di Alberto Latini, ideato dall’Ufficio Pubblica Istruzione e realizzato con l’Ufficio Gemellaggi, che per originalità, respiro e portata è stato premiato dal Consiglio Regionale Lazio con il primo posto ed un finanziamento in una speciale graduatoria tra decine di progetti presentati da altre realtà pubbliche della regione.

Al progetto hanno partecipato i Comuni gemellati di Valmontone, Weiler Simmerberg (Germania) e Benifaiò (Spagna), le scuole medie “Giacomo Zanella” e “Card. Oreste Giorgi” di Valmontone, gli istituti “IES Enric Soler I godes” di Benifaiò e “IES Garcia Berlanga” di San Joan d’Alcant – Alicante (Spagna) e la Mittelschule Weiler Simmerberg di Weiler Simmerberg (Germania).

Nel corso delle fasi preparatorie le scuole, al termine di un percorso formativo, hanno scelto ognuna 4 delegati (giovani studenti fra i 13 e 14 anni), convocati per la sessione plenaria del Mini Parlamento Europeo a Palazzo Doria Pamphilj di Valmontone.

Il Mini Parlamento Europeo, riunitosi per la prima volta a Palazzo Doria Pamphilj, è composto da 8 ragazzi italiani, 4 tedeschi, 4 spagnoli e 4 rumeni (questi ultimi residenti a Valmontone, scelti in rappresentanza della Nazione comunitaria maggiormente rappresentata nelle scuole cittadine).
L’IES “Berlagna” di Alicante ha partecipato ai lavori con un documento redatto dagli studenti.

Come nel Parlamento dei “grandi”, nel corso della mattinata i ragazzi hanno dato vita a quattro commissioni multilingue, ad ognuna delle quali (coordinata dai ragazzi della Gioventù Federalista Europea), è stato assegnato uno o più settori fra quelli indicati come strategici dalla Commissione Europea: Istruzione, Scuola e formazione, Occupazione e crescita, Tutela dell’ambiente, Libera circolazione e scambi culturali, Integrazione ed accoglienza, Giustizia e diritti fondamentali, Digital divide, Maggiore partecipazione al processo decisione UE.

Al termine dei lavori, ogni gruppo ha formulato le proprie proposte operative sui temi assegnati. I coordinatori di ogni gruppo hanno quindi realizzato un documento unico, con i contributi delle Commissioni, denominato “Noi giovani e l’Europa che vorremmo”.

Il Parlamento ha quindi eletto il proprio Presidente, Carla Arnau Jimenez e due vicepresidenti, Daniele Gabriele e Anca Nistor, che hanno sottoposto all’approvazione dell’assemblea il Documento.

Una copia dell’atto sarà trasmessa dal Comune di Valmontone come memorandum ai presidenti del nuovo Parlamento e della nuova Commissione UE.

Ai lavori dei ragazzi hanno assistito le delegazioni istituzionali di Valmontone e dei Comuni gemellati di Benifaiò e Weiler.
“Il progetto L’Europa è un sogno che non muore è il punto di arrivo e il punto di partenza di percorso durato quattro anni e di cui oggi raccogliamo i frutti – ha detto il vicesindaco di Valmontone Veronica Bernabei – . E’ un punto di arrivo vedere il nostro progetto premiato come il migliore in assoluto dalla Regione Lazio fra le tante proposte presentate da realtà pubbliche del territorio. E’ invece un punto di partenza aver coinvolto in rete nel progetto le istituzioni gemellate di Valmontone, Weiler e Benifaiò e le scuole cittadine. La costruzione di una casa europea grande e bella – con fondamenta solide che si chiamano accoglienza, solidarietà, dialogo e comprensione – deve partire dalle istituzioni formative, deve coinvolgere tutti i settori della società ma soprattutto, deve partire dal basso: dai cittadini e dalle nostre istituzioni locali. Sono i comuni che, nel corso dei secoli, hanno fatto grande l’Europa e che oggi devono continuare a farlo”.

“E’ dal 2015 che l’Amministrazione comunale ha ideato il progetto Scuole Europa per gli studenti delle nostre scuole secondarie di primo grado – ha detto il Consigliere Delegato alla Pubblica Istruzione di Valmontone Laura Mujic – Un progetto che negli anni scorsi ha consentito a tanti nostri ragazzi di visitare le istituzioni comunitarie e che ha, fra i suoi cardini, la conoscenza delle Istituzioni Nazionali e Comunitarie e l’educazione dei giovani al confronto e alla partecipazione, per sviluppare le dimensioni di identità, appartenenza e cittadinanza europea. Aver coinvolto, quest’anno, gli studenti delle scuole tedesche e spagnole è un salto di qualità che ci consente di intervenire da protagonisti nel dibattito sul ruolo ed il futuro dell’Unione Europea”.




Valmontone, sorpresi mentre tentano di rubare un’auto alla stazione

VALMONTONE (RM) – Nel corso dei quotidiani servizi di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, i Carabinieri del NORM della Compagnia di Colleferro hanno arrestato due cittadini italiani, entrambi 30enni con precedenti, per tentato furto aggravato.
Dopo alcune denunce ricevute da parte di pendolari che quotidianamente parcheggiano l’autovettura nei pressi della stazione ferroviaria di Valmontone, i Carabinieri hanno attivato mirati servizi nell’area interessata, riuscendo a cogliere in flagranza di reato i due complici che erano intenti a cercare di aprire la portiera di un’utilitaria lì parcheggiata.
Alla vista dei militari, i malfattori hanno cercato immediatamente di scappare ma, raggiunti dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, sono stati bloccati e trovati in possesso dei loro “attrezzi del mestiere”: vari arnesi da scasso come grossi cacciaviti e pinze.
Gli arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia in attesa del rito direttissimo, ad esito del quale, dopo la convalida dell’arresto, è scattato l’obbligo di dimora nel comune di residenza e sarà richiesta la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Valmontone per due anni.




Valmontone, l’ex moglie non gli fa vedere i figli: 41enne perde il controllo e spacca tutto

VALMONTONE (RM) –  – I Carabinieri della Compagnia di Colleferro hanno arrestato un 41enne di Artena, con precedenti, per i reati di danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo si era presentato in compagnia di un amico, in evidente stato di ebbrezza alcolica, dalla sua ex moglie per prelevare i figli. La donna, visto lo stato psico-fisico del 41enne, glieli ha negati e da qui ne è nata una violenta lite. A quel punto il 41enne si è scagliato contro la donna e l’ex suocero, minacciandoli ed insultandoli, rompendo tutto ciò che gli stava attorno. Dapprima il lunotto posteriore dell’autovettura dell’ex suocero e successivamente la vetrina di un negozio. Il tempestivo intervento dei Carabinieri della Stazione di Valmontone, supportati da altre due pattuglie della Compagnia e da un militare libero dal servizio, ha evitato peggiori conseguenze, riuscendo a bloccare ed a immobilizzare l’uomo violento. Il soggetto è stato accompagnato in caserma e trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia. Il giorno successivo il Tribunale di Velletri ha convalidato l’arresto del 41enne e lo ha sottoposto all’obbligo di firma.




Valmontone, albanese strangolato: si indaga per omicidio [L’ESCLUSIVA VIDEO]

VALMONTONE (RM) – E’ giallo a Valmontone dove nella tarda serata di giovedì 21 giugno è stato trovato il corpo di un operaio albanese di 33 anni nella sua abitazione in via della Tota probabilmente dopo essere stato strangolato.

Il ritrovamento del cadavere

I carabinieri della stazione di Valmontone e della Compagnia di Colleferro, intervenuti sul posto insieme con i vigili del fuoco, sono entrati nell’appartamento dell’uomo attraverso una finestra e hanno trovato l’albanese riverso a terra, morto forse da alcune ore.

La scena del crimine

Sono in corso gli accertamenti da parte degli uomini dell’Arma per cercare di capire le cause della morte dell’operaio, che secondo alcune testimonianze si vedeva di rado forse anche per gli impegni di lavoro. Al momento, soprattutto per i segni trovati sul corpo, la pista che si segue è quella dell’omicidio e sulla scena del crimine i militari sono tornati nella mattinata di oggi per nuovi rilievi.




Regionali Lazio, a Valmontone l’inaugurazione del comitato elettorale di Eleonora Mattia (Pd)

 

VALMONTONE (RM) – C’era entusiasmo, calore e tanta gente, in via Paradiso a Valmontone, all’inaugurazione del Comitato elettorale di Eleonora Mattia, candidata PD al Consiglio regionale del Lazio. Ad aprire gli interventi è stata Antonia Paparelli, attuale vice presidente del Coni regionale, più volte premiata per l’impegno profuso in ambito politico e amministrativo: “Le donne sono il sale della terra – ha affermato la Paparelli – senza le donne il mondo non va avanti. Dobbiamo sostenere Eleonora non solo perché è donna, e ha dimostrato già le proprie capacità, ma perché si è sempre impegnata senza pensare ad interessi e tornaconto”.

Anche Veronica Bernabei, vice sindaco di Valmontone e coordinatrice del comitato, ha voluto rimarcare la passione che anima Eleonora:

“Mi ha colpito molto – dichiara la Bernabei – quando nell’ultimo Consiglio, ha detto ‘sono rimasta in Consiglio comunale da semplice soldato per senso civico e per onorare l’impegno preso con i miei elettori’. Oggi siamo noi la sua squadra, tutti a sua disposizione, per completare quel cambiamento avviato cinque anni fa e porre le basi per continuare a far crescere sia Valmontone che il territorio”.

Amore per il territorio che anche il sindaco, Alberto Latini, ha chiamato in ballo ricordando:

“Non ho mai avuto la possibilità di eleggere un consigliere regionale di Valmontone. Oggi Eleonora ci permette di farlo in un contesto in cui, dopo anni, è stata sconfitta la destra e riportato il centrosinistra al governo di Valmontone, Artena, Labico e Colleferro, ed oggi è determinante avere un riferimento in Regione che conosca questi territori”.

A sostenere Elenora Mattia, comunque, non c’è solo l’area casilina, ma tantissimi amministratori e simpatizzanti provenienti da ogni angolo della Provincia di Roma e, fondamentale, da Roma Capitale.

Come la consigliera comunale di Roma, Giulia Tempesta, ha ribadito:

“Quella di Eleonora è una candidatura che parte dal basso, fortemente condivisa e sostenuta da Roma e da tutti noi. Conosciamo bene la sua esperienza e le sue capacità ed è la risposta migliore a quella politica, becera e qualunquista, che oltre a non condannare fermamente i fatti di Macerata, laddove governa si caratterizza, come a Roma, per inadeguatezza e incompetenza, che paralizzano le amministrazioni e negano risposte ai cittadini. Il 4 marzo abbiamo due grandi scommesse da vincere: far entrare in Regione le donne, con Eleonora, e dare un senso, con Zingaretti e Mattia, al nostro impegno quotidiano per i territori”.

Appassionato, come sempre, l’intervento del sindaco di Colleferro, Pierluigi Sanna, che ha ricordato:

“Qui 10 anni fa imperava la destra, oggi abbiamo invertito la tendenza, e si vede. La candidatura di Eleonora non è estemporanea ma è il coronamento di un percorso durato anni, di un impegno costante, di una presenza forte sui grandi temi e sulle battaglie più importanti. Oggi può diventare un riferimento in Regione per gli amministratori locali, non certo per avere favori ma per garantirci pari dignità con tutti gli altri, essere primi tra i primi”.

“Anche oggi siamo tantissimi e ci siamo emozionati – commenta la candidata Eleonora Mattia – e di questi tempi non è poca cosa.

Siamo qui con due obiettivi principali: non far tornare in Regione chi cinque anni fa l’aveva distrutta e arginare chi sta facendo campagna elettorale basata solo sul terrore e sul rancore. Sappiamo tutti che ci sono difficoltà, ma non cadiamo nel gioco tra stranieri e poveri italiani. Siamo contro il razzismo, senza se e senza ma, e lottiamo per la tenuta democratica in questo Paese. L’introduzione della doppia preferenza, uomo/donna, mi permette di essere qui, sostenuta non solo dai sindaci che hanno deciso di scommettere su una candidatura locale ma anche dalla Città di Roma che, come conferma la presenza della consigliera Giulia Tempesta, ha deciso di sostenere per la Regione una donna del territorio ”.

“Io – conclude la Mattia – sono solo la sintesi di un progetto più ampio, che riguarda le donne e gli uomini dei territori, e come tale mi propongo di essere riferimento reale per tutti. Oggi però, prima ancora che per chi votare, dobbiamo essere bavi a parlare alle persone, spiegando loro l’importanza di andare a votare, per un progetto serio, con le idee chiare e attento alle esigenze di tutti i cittadini del Lazio”.




Valmontone, completato il rimpasto di Giunta comunale

VALMONTONE (RM) – Completato il rimpasto di Giunta a Valmontone, dove il primo cittadino Alberto Latini ha nominato due nuovi assessori, dopo le dimissioni di Daniele Mattia e Luigi Ruggeri.
Commercio, Attività Produttive e Pubblica Istruzione la delega affidata a Giulio Pizzuti, capogruppo di Libera Valmontone e Lavori pubblici e Servizi Cimiteriali la delega a Walter Cerci.

I due vanno a completare la Giunta insieme a Marco Gentili (urbanistica), Maria Grazia Angelucci (politiche sociali, cultura, pari opportunità e Palazzo Doria Pamphilj) e Veronica Bernabei (ambiente, patrimonio, agricoltura e arredo urbano) che per l’occasione viene nominata vice sindaco.

“Oltre a ringraziare chi ha lavorato con noi fino a questo momento – commenta il sindaco Alberto Latini al momento della firma delle nomine – voglio rivolgere un grazie speciale a chi, oggi, si mette a disposizione della squadra per portare a compimento alcuni punti importanti del nostro programma che ci permetteranno di onorare fino in fondo gli impegni assunti con i cittadini di Valmontone. Mancano ormai pochi mesi alla fine di questo mandato che, dopo le liti e le crisi del passato che avevamo bloccato Valmontone tra un Commissario e l’altro, ha consentito di rimettere mano alle grandi questioni irrisolte, trovare una soluzione e dare risposte concrete alla città e ai cittadini. Penso alla raccolta differenziata porta a porta; alla ristrutturazione della scuola Madre Teresa di Calcutta, crollata nel 1992; ai contratto di quartiere Villaggio Rinascita 1 e 2; al Palazzo Doria Pamphilj, alla negoziazione e liquidazione di tutti i debiti ereditati; alla definizione dell’area del nodo di scambio, per ripartire coi lavori; alla dotazione di servizi e fognature in gran parte del territorio comunale e a tutti gli interventi sulle scuole di Valmontone. Sono convinto che, nonostante le smanie elettorali dei soliti noti, in Consiglio comunale prevalga la lealtà e l’interesse comune per permettere a Valmontone di veder concluso tutto ciò che aspetta da tanti anni”.




Valmontone, centro commerciale outlet: in manette due ucraini per furto aggravato

VALMONTONE (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Colleferro hanno arrestato due cittadini ucraini, di 32 e 21 anni, senza fissa dimora, per furto aggravato in concorso all’interno del centro commerciale “Valmontone Outlet”. Ieri pomeriggio, approfittando del notevole afflusso di avventori, i taccheggiatori sono entrati in azione diversi negozi di abbigliamento e calzature.

Grazie ai servizi di controllo predisposti e alla proficua collaborazione con il personale di vigilanza dell’outlet unito alla tempestiva segnalazione dei responsabili degli esercizi commerciali interessati, i Carabinieri della Stazione di Valmontone hanno bloccato i due malfattori. Ad un primo accertamento, i Carabinieri non hanno rinvenuto alcuna refurtiva in loro possesso, ma, hanno trovato poco distante le chiavi della loro autovettura, di cui si erano appena disfatti per eludere eventuali controlli.

Raggiunta l’auto nei parcheggi, i Carabinieri l’hanno perquisita rinvenendo, nel bagagliaio, due borse schermate con all’interno vari capi d’abbigliamento, muniti ancora del dispositivo antitaccheggio.

La merce è stata interamente restituita ai responsabili dei negozi “visitati” mentre gli arrestati sono stati trattenuti in camera di sicurezza. L’attività svolta dai Carabinieri è stata convalidata dalla compente Autorità Giudiziaria di Velletri che ha disposto per i malfattori la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Valmontone.

 




Città di Valmontone calcio, Falera (ds giovanili): “Regionali per la Juniores, novità negli Allievi”

VALMONTONE (RM) – Tre squadre del settore giovanile del Città di Valmontone ai nastri di partenza. Se la Prima categoria esordirà domenica (ore 11) in casa con il Rocca Priora, altre tre selezioni del club lepino faranno altrettanto nel prossimo fine settimana. Tocca a Paolo Falera fare una rapida panoramica dell’intero settore giovanile del Città di Valmontone: «Innanzitutto nelle ultime ore abbiamo avuto una gradita sorpresa legata alla Juniores: il Comitato, infatti, ci ha comunicato il nostro ripescaggio tra i regionali, stante il forfait di un paio di società. Il gruppo di mister Emanuele Gianfranceschi è pronto a competere anche in questa categoria e siamo fiduciosi che possa far bene già a partire dal match di sabato a Monterotondo». L’altra novità riguarda il gruppo degli Allievi regionali che «è stato affidato pochi giorni fa a un tecnico di grande spessore come Tommaso Falanesca (che in passato ha avuto anche un’esperienza nel settore giovanile del Frosinone, ndr) – rimarca Falera -. Questa è una squadra partita un po’ in ritardo e assemblata in corso d’opera, magari ci potranno essere delle difficoltà, ma speriamo di poter riuscire a conservare la categoria». Il debutto avverrà domenica a Pomezia. La terza squadra delle giovanili che inizia il suo campionato nel week-end è quella dei Giovanissimi regionali di mister Raffaele Luciano. «Siamo convinti che possano fare un torneo di medio-alta classifica, vedremo cosa accadrà nell’esordio sul campo dell’Isola Liri» osserva Falera che poi parla delle altre due formazioni del settore agonistico del Città di Valmontone, vale a dire gli Allievi regionali fascia B e i Giovanissimi provinciali fascia B che inizieranno i loro tornei a metà ottobre. «I 2002 hanno un tecnico di spessore come Giuseppe Consalvi a guidarli e possono togliersi delle belle soddisfazioni. I 2004? Tenteremo in tutti i modi di “colmare” l’unico vuoto e ottenere anche in questa categoria il titolo regionale, ma non sarà facile. In ogni caso già si nota il buon lavoro che mister Aldo De Angelis sta facendo». La chiusura di Falera è dedicata alla Scuola calcio su cui si avvale della collaborazione di Claudio Colonna. «Siamo molto felici delle risposte che stanno dando i genitori, abbiamo numeri importanti che indicano una chiara crescita rispetto alle ultime stagioni».



Valmontone: sfida all’ultimo libro tra gli studenti dei Castelli Romani

VALMONTONE – Torna “Sfida all’ultimo libro”, l’avvincente quiz letterario ormai divenuto un appuntamento fisso per gli studenti delle scuole medie del territorio.
Il progetto, organizzato e promosso dal Sistema Bibliotecario Prenestino, ha l’obiettivo di promuovere il libro e la lettura tra gli studenti attraverso un’iniziativa coinvolgente e divertente.
Proprio in questi giorni si stanno svolgendo le semifinali tra gli Istituti Comprensivi dell’area, le sfide in programma sono tre: la prima tra i ragazzi di Zagarolo contro quelli di Palestrina, la seconda vedrà protagonisti l’Istituto Comprensivo di Gallicano e il “Cesare Pavese” di San Cesareo, per ultimi si sfideranno gli studenti dell’Istituto Comprensivo di San Vito e i ragazzi dell’Istituto “Giorgi” di Valmontone.
Gli istituti comprensivi che passeranno le semifinali disputeranno la finale il prossimo 18 ottobre, all’apertura di Contesti Diversi, la fiera della piccola e media editoria che quest’anno si svolgerà presso il Palazzo Doria Pamphilj di Valmontone.
“La lettura è uno degli strumenti più potenti per affrontare le sfide quotidiane e per rafforzare la propria consapevolezza, per questo motivo – commenta il Presidente Damiano Pucci – il Sistema Bibliotecario ha tra gli obiettivi principali quello di avvicinare i giovani studenti ai libri, la collaborazione con gli Istituti Scolastici rappresenta un passaggio fondamentale per agevolare questo tipo di attività”.
“Ispirare nei ragazzi l’amore per la lettura – dichiara l’Assessore Serena Gara – è un compito spesso difficile, ma l’interesse e l’entusiasmo dimostrato dai ragazzi anche per questa seconda edizione di “Sfida all’ultimo libro”, ci fa capire che attraverso un gioco i giovani possano cogliere l’importanza della lettura per la loro crescita personale e culturale”.




Valmontone, strisce blu: la gestione torna al Comune

 

VALMONTONE – E' trascorso un anno da quando, dopo ben 11 anni di gestione privata, i 1000 posti auto a pagamento esistenti a Valmontone sono stati concessi all'Azienda Speciale partecipata del Comune. In questo modo, l'Amministrazione comunale ha voluto cambiare per fare in modo che i proventi delle strisce blu non fossero più un guadagno cospicuo per un'azienda privata bensì potessero diventare risorse da utilizzare per migliorare la sicurezza e la viabilità su tutto il territorio comunale.
E' per questo che, dopo aver rinnovato la segnaletica stradale ed installato i parcometri, dall'11 luglio 2016 il pagamento della sosta sulle strisce blu viene svolto con gestione diretta dell'Azienda Speciale Servizi Comuni (Assc).
“Nonostate qualcuno, – commenta il sindaco Alberto Latini – per motivi che oggi comprendiamo molto bene, al tempo si oppose in ogni modo a questa scelta del Comune e gridava allo scandalo, oggi, 365 giorni dopo e conti alla mano, possiamo dire con soddisfazione che quella operazione, fortemente voluta dall'Amministrazione comunale, non solo ha garantito gli standard occupazionali precedenti ma ha portato soldi freschi nelle casse comunali. Dei circa 370 mila euro incassati in un anno, infatti, oltre 150 mila euro sono quelli che, tolte le spese di gestione e di personale, restano a disposizione del Comune, e quindi dei cittadini, per migliorie sulle strade e sulla sicurezza. Sono soldi dei cittadini, insomma, che anziché andare ad arricchire qualche imprenditore privato tornano ai cittadini”.
“Come se non bastassero questi – conclude il sindaco – vale la pena ricordare che l'imprenditore privato che c'era prima incassava anche 10 euro per ogni contravvenzione elevata, migliaia di multe l'anno. Basta fare due rapidi calcoli per capire il giro di denari in 11 anni cosa abbia prodotto per il privato e cosa, soprattutto, abbia sottratto alla comunità valmontonese. Noi, ancora una volta, abbiamo dimostrato, con i fatti e con le cifre, che le scelte compiute dall'Amministrazione Latini vanno sempre in direzione del valorizzare il bene comune e non gli interessi privati”.