1

FORMIA E GAETA, TRASPORTO PUBBLICO: AL VIA IL TAVOLO TECNICO CON OPERATORI DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

Redazione

Formia (LT) – Il Comune di Formia fa sapere che all fine di agevolare le esigenze dei pendolari, a partire dal 30 settembre l’autobus Cotral Formia-Gaeta sarà autorizzato a raggiungere la stazione ferroviaria dalle ore 6 alle 8 del mattino e dalle 20 in poi.

Già da lunedì 29 settembre, le corse partono ogni quindici minuti, anziché ogni trenta. Da martedì, inoltre, gli operatori del trasporto pubblico affiggeranno adeguata cartellonistica per informare sulla presenza dei servizi aggiuntivi.

Malgrado il servizio di collegamento tra Molo Vespucci e Stazione dei treni che interessano principalmente i cittadini non residenti e non riguardanti il trasporto pubblico urbano, il Comune di Formia fa sapere di aver ha sostenuto interamente i costi del servizio.

"Ci aspettiamo che la partecipazione alle spese di start up di un nuovo servizio di collegamento interurbano sia sostenuto da tutte le amministrazioni interessate. – Dichiarano in una nota dall'amministrazione comunale – Domani pomeriggio alle ore 16 – prosegue la nota –  abbiamo convocato un tavolo tecnico con gli operatori del trasporto pubblico locale e il Comune di Gaeta per trovare soluzioni condivise nella gestione della mobilità interurbana per il prossimo futuro. Riteniamo tuttavia che le soluzioni da individuare nel medio termine escludano la possibilità di consentire il transito di automezzi invasivi verso la Stazione, se non in orari particolari.
Intendiamo progressivamente rendere il centro urbano una zona a traffico limitato in cui garantire la circolazione solo di mezzi di trasporto pubblico elettrici. La stazione di Formia è ubicata in pieno centro. La conformazione delle strade e del nuovo piazzale è inadeguata al passaggio di decine e decine di mega-autobus, come invece avviene ogni giorno. Si tratta di una zona particolarmente congestionata, sulla quale insistono due istituti scolastici, due parcheggi multipiano, le linee di trasporto pubblico comunale e decine di altri servizi. – La nota prosegue – Formia e Gaeta devono condividere le decisioni sulla gestione dei servizi strategici. Questo vale per il trasporto pubblico locale ma anche per portualità commerciale e impianti industriali, a partire da quelli di itticoltura. Non esistono servitù di seria A e di serie B. Siamo tuttavia aperti a nuove soluzioni e collaborazioni: per questo aspettiamo una rappresentanza del Comune di Gaeta martedì 2 Ottobre, alle ore 16.00, per un tavolo tecnico con gli operatori del trasporto pubblico locale. – La nota conclude – Certamente, la partecipazione alle spese di start up di un nuovo servizio da parte di tutte le comunità del Golfo potrebbe essere l'occasione per costruire con i fatti l'unità di intenti necessaria allo sviluppo sostenibile del nostro territorio."
 




GAETA, IMU: NUOVE ESENZIONI IN ARRIVO PER LE FASCE SOCIALI PIÙ DEBOLI

Redazione

Gaeta (LT) – L'assise consiliare, chiamata  a decidere il futuro dell'imposta IUC (IMU, TARI E TASI) per il 2014, attraverso l'approvazione di nuovi regolamenti e aliquote, ha, infatti, definito l'assetto impositivo dell'IMU per l'anno in corso, con importanti novità che vanno incontro a situazioni di disagio sociale e tendono a favorire la ripresa demografica della città.

Ferma restando l'esenzione IMU per l'abitazione principale, ecco le novità introdotte:
1. Niente IMU per le abitazioni possedute da anziani o disabili che risiedono in case di cura o sanitarie. Nello specifico è stata disposta l'esenzione dell'IMU per le unità immobiliari, assimilate all'abitazione principale (di cui all'art. 10 del Regolamento comunale) possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.
2. Niente IMU per le abitazioni date in comodato ai figli con ISEE non superiore ai 15.000 euro annui. Così recita il nuovo regolamento: "esenzione dell'IMU per l'unità immobiliare concessa in comodato con contratto registrato, dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizzano come abitazione principale nel solo caso in cui il comodatario appartenga ad un nucleo familiare con ISEE non superiore ai 15.000 euro annui.
3. Aliquota IMU ridotta, pari allo 0,96%,  nel caso in cui il figlio comodatario abbia un ISEE superiore ai 15.000 euro annui. In dettaglio tale aliquota ridotta si applica "alle abitazioni concesse in comodato, con contratto registrato, dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizzano come abitazione principale  nel caso in cui il comodatario appartenga ad un nucleo familiare con ISEE superiore ai 15.000 euro annui".

"Nell'affrontare la questione IMU abbiamo seguito due direttrici principali – dichiara il Sindaco Cosmo Mitrano – il sostegno alle fasce sociali più deboli con agevolazioni concrete e l'esigenza, ormai stringente, di favorire la ripopolazione di Gaeta dopo la "fuga" che ha caratterizzato il trend demografico del nostro
territorio. Negativo da anni. Vogliamo che i nostri giovani restino (o ritornino) a Gaeta, qui trovino il loro punto di riferimento abitativo e familiare: per questo abbiamo previsto l'esenzione (in alcuni casi la riduzione)  IMU per i figli
comodatari. Superando le ben note difficoltà economiche, ci siamo attivati per individuare un sistema impositivo relativo all'Imposta Municipale Propria (IMU) in grado di venire incontro alle priorità suindicate. Quanto proposto e approvato rappresenta un passo importante per la nostra città, ma ci impegniamo, qualora si verificassero le necessarie condizioni, ad applicare anche in altri ambiti impositivi ulteriori agevolazioni a favore di persone e famiglie disagiate e bisognose.

L'attenzione al Welfare sociale da parte della nostra Amministrazione  resta, quindi, sempre molto alta.  E va inquadrata all'interno di un insieme di azioni ed interventi complessivi che operano nei diversi ambiti del disagio, e che abbiamo raggruppato in un "Pacchetto Economia e Welfare", in fase di realizzazione".
Ne sono testimonianza, ad esempio, la Family Card, il taglio netto alle tariffe dei servizi cimiteriali, gli interventi a favore dell'occupazione di soggetti svantaggiati con incentivi alle imprese, le azioni di sostegno agli indigenti e agli anziani, i tavoli di concertazione con le associazioni di volontariato locali, l'attivazione a breve del Taxi Sociale e del Bus Sanitario, la prossima creazione dell'Ostello della Gioventù e della Casa Famiglia. Inoltre stiamo organizzando nell'ambito delle attività del Distretto Socio Sanitario Formia – Gaeta,  il I° Festival della Comunità Solidale". Un grande evento che si svolgerà in Piazza XIX Maggio, dal 21 al 23 ottobre 2014,  con  l'obiettivo di promuovere un nuovo Welfare partecipativo e solidale, attraverso  il coinvolgimento di Istituzioni locali, regionali e nazionali, delle Associazioni e della Comunità, per il rilancio di nuove risorse, potenzialità e capitali sociali, finalizzati al raggiungimento del benessere collettivo e alla costruzione di interventi
innovativi nel sociale".
 




GAETA, VIA FIRENZE: PARTONO I LAVORI DI BONIFICA DELLE AREE VERDI

Redazione

Gaeta (LT) –  Inizieranno la settimana prossima i lavori di bonifica e riqualificazione complessiva delle aree verdi in Via Firenze. Lo comunica l'Assessore all'Ambiente, Alessandro Vona, annunciando così il prosieguo dell'opera di risistemazione del territorio cittadino, in cui è fortemente impegnata l'attuale Amministrazione Comunale.
"Puntiamo sulla bonifica ambientale, sull’arredo urbano e sulle opere di urbanizzazione primaria per  garantire il  miglioramento complessivo della vivibilità cittadina – dichiara il Sindaco Cosmo Mitrano – sin dal primo giorno di mandato ci siamo impegnati in una profonda azione di riqualificazione territoriale, al centro come in periferia, troppo spesso trascurata dai precedenti amministratori. Siamo consapevoli che i  lavori in Via Firenze rientrano in un'agenda molto fitta di interventi che richiedono la nostra attenzione,  ma siamo pronti a rimboccarci le maniche e a lavorare sodo per cambiare il volto della nostra città".
L'opera di sistemazione generale in Via Firenze riguarderà sia l'aiuola centrale sita tra Via Firenze e Viale Napoli, sia la riqualificazione della scarpata tra Via Munazio Planco e la stessa Via Firenze. L'aiuola centrale sarà completamente rinnovata con il rifacimento dei cigli, l'apposizione di nuova segnaletica orizzontale e la sistemazione del verde. Inoltre sarà predisposto l'impianto idrico ed elettrico.
La scarpata sarà oggetto di un profondo intervento di bonifica e riqualificazione del verde con piantumazione di nuovi alberi ed arbusti. "Una sistemazione che risponde alla priorità della cura e della tutela dell'ambiente con lo sguardo rivolto alla rivalutazione dell'elemento paesaggistico ed al  miglioramento della vivibilità cittadina " commenta l'Assessore Vona.
 




GAETA: LA PIAJA IN FESTA… PER NON DIMENTICARE

Redazione

Gaeta (LT) – La Piaja in Festa 2014 incontra la Storia …Per non dimenticare. Quest'anno il tradizionale giorno di festa del quartiere gaetano dei pescatori è dedicato alle Celebrazioni del 70° Anniversario della Liberazione dall’occupazione nazifascista, avvenuta il 19 maggio del 1944.

Mercoledì 13 agosto 2014, alle ore 19, l'Associazione Culturale "Golfo Eventi", con il patrocinio e la collaborazione del Comune, propone un manifestazione culturale che si prefigge un duplice scopo: da un lato, commemorare gli eventi bellici, dall’altro mantenere viva la memoria nelle nuove generazioni per far sì che non si ripetano più gli errori compiuti. 

"Accogliamo con piacere questa bella iniziativa dell'Associazione Golfo Eventi – dichiara il Sindaco Cosmo Mitrano –  Tenere salda la memoria storica per non ripetere gli errori del passato è un dovere fondamentale per tutti, ma quando sono i giovani a farlo acquista un valore aggiunto. Un plauso ai ragazzi di Golfo Eventi che si interrogano sul proprio passato e, con l'aiuto di storici ed esperti, cercano risposte per capire, per non sbagliare mai più. Lo fanno con l'energia, la passione e la vitalità che li caratterizza, coinvolgendo il  rione La Piaja e l'intera città,  non solo in un importante momento di riflessione, ma anche in una serata di festa, a sottolineare la felicità della Liberazione dall'oppressione nazi-fascista, di cui ricorre il 70° Anniversario. Sarà l'occasione per riportare alla mente ricordi mai sopiti, trasmetterli alle nuove generazioni, e continuare, così, a costruire sul filo del passato, un futuro migliore. In un'atmosfera festosa ci ritroveremo, insieme, per non dimenticare. Invito, quindi, tutti a partecipare! ".

Il programma della manifestazione si svilupperà  alternando il ricordo del dolore e degli immani sacrifici del periodo bellico e dell'occupazione, al ricordo della gioia e della felicità della Liberazione e della fine della Seconda Guerra Mondiale.

 "Dall’8 settembre del 1943 – spiegano gli organizzatori – Gaeta fu travolta dagli eventi della II Guerra Mondiale; i suoi cittadini si rifugiarono nelle campagne circostanti, e molti vennero sfollati nelle cittadine limitrofe. Nel frattempo, parte della città venne distrutta ed in particolare il rione Piaja venne raso al suolo nell’ultima decade di novembre. Tutti gli edifici che erano situati sulla costa vennero travolti dalla distruzione tedesca e solo la Chiesa di San Carlo, in parte, si salvò dalle bombe. Fu solo a maggio, che finalmente i gaetani ritornarono nelle loro case e cominciarono una lenta ripresa che si protrasse negli anni successivi. Il rione rivivrà questi momenti difficili, per le sofferenze  e le tragedie che sempre accompagnano le guerre, ma anche i momenti gioiosi per la libertà ritrovata".

Alle ore 19, prenderà il via  il Convegno dal titolo "La Piaja …Per non dimenticare", che vedrà la partecipazione di esperti della storia del nostro territorio, in particolare de "La Piaja". Tra i relatori il Prof. Luigi Cardi, che illustrerà gli eventi che colpirono la città ed in particolare il quartiere La Piaja  dall’8 settembre alla distruzione;  l'Ing. Antonio Di Tucci, che esporrà le memorie del padre Salvatore, raccolte dal genitore in un diario di guerra;  Francesco Del Pozzone che tratterà il tema della Liberazione di Gaeta.

Significativa la location del Convegno: il largo antistante il “Palazzo Pescatori”, uno dei primi edifici ad essere costruito dopo la fine della guerra. 

A conclusione, sarà esposta una targa commemorativa sulla facciata del “Palazzo Pescatori”, cui farà seguito un brindisi alla concordia e alla pace. Sempre nel tratto di marciapiedi antistante il “Palazzo Pescatori”,  sarà organizzata una mostra fotografica con immagini storiche del rione che spaziano orientativamente dagli anni Venti agli anni Settanta del Novecento.

Si passerà poi al momento festoso: presso il campo sportivo “San Carlo” sarà allestito un villaggio gastronomico dove sarà possibile degustare prodotti tipici locali, uno spazio sarà dedicato ai bimbi con l'animazione "Parapimpumpam". 

La serata  continuerà con lo  show comico – musicale Made in Sud, ed i balli di gruppo.  Chiuderà la manifestazione  il suggestivo spettacolo pirotecnico sul mare. 




GAETA, CIMITERO VIA GARIBALDI: AL VIA LA GARA PER I NUOVI LOCULI E ELLETTE

Redazione
Gaeta (LT)
– Grandi opere al via nel cimitero cittadino. Si parte con la realizzazione di 240 loculi e 70 cellette, di cui in questi giorni è stata indetta la gara d'appalto per l'affidamento dei lavori. E' un treno in corsa l'Amministrazione Mitrano che solo tre mesi fa, nella seduta del 23 aprile 2014, presentava per l'approvazione, al Consiglio Comunale, l'adeguamento del Piano Regolatore Cimiteriale, proponendo la costruzione di nuovi loculi e cellette.  
Il governo cittadino è impegnato in un progetto di ristrutturazione cimiteriale di ampio respiro, per  il quale si prevede di investire un milione di euro. Si tratta di un programma che vuole, innanzitutto, rispondere ad una vera e propria emergenza sociale, determinata dalla carenza di loculi e cellette e, nel contempo, realizzare interventi di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza ed il recupero strutturale, funzionale ed architettonico di alcune Cappelle storiche cimiteriali, "con l'obbiettivo – afferma il Sindaco Cosmo Mitrano – di restituire la giusta dignità ad un luogo sacro, la cui cura e manutenzione sono importanti segni di civiltà e di rispetto del valore umano.

Da circa 30 anni a Gaeta non vengono realizzati loculi da concedere per la tumulazione dei defunti: un disagio enorme per la popolazione, che la Giunta Mitrano cerca di alleviare con i lavori che, a breve, partiranno.
"Abbiamo raccolto un'istanza cittadina sempre più pressante, e per troppo tempo trascurata a causa dell'indifferenza delle passate Amministrazioni verso tale problematica – commenta l'Assessore ai Servizi Cimiteriali Alessandro Vona – la realizzazione di 240 nuovi loculi e 70 nuove cellette mira a colmare questo gap". 
In tempi rapidi, dunque, grazie ad un costante e efficiente impegno dell'Assessorato competente e degli Uffici Comunali preposti, è stato concluso l'iter burocratico -amministrativo relativo ai suddetti lavori. Espletata la gara d'appalto si procederà all'affidamento dell'opera, di cui si prevede la conclusione per il prossimo autunno. Loculi e cellette saranno concessi per 30  anni .

"Abbiamo stabilito – informa l'Assessore Vona – che il 40% dei nuovi loculi, ossia 96 di essi, siano destinati alla tumulazione di persone temporaneamente ospitate  presso cappelle altrui, gentilmente concesse, o presso cimiteri di città limitrofe, in attesa di trovare sepoltura definitiva a Gaeta".
Contemporaneamente all'indizione della gara ad evidenza pubblica viene, infatti, pubblicato anche il bando per l'affidamento dei suddetti 96 loculi. La concessione sarà assegnata tenendo conto dell'ordine cronologico della presentazione della richiesta.
Prossimo step dell'ampio progetto di riqualificazione della  struttura comunale di Via Garibaldi, sarà l'indizione, a breve, della gara per l'affidamento dei lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria della facciata della chiesa e della Cappella di Santa Rosa .
 




GAETA, AL VIA "TRAVERSATA PER UNA STELLA": DA GAETA A SANTA MARINELLA IN PATTINO

Redazione

Gaeta (LT) – Da Gaeta parte "la Traversata per una Stella". Approda in città la bella iniziativa di solidarietà dell'Associazione Stella Polare ONLUS, che opera a favore di persone  disabili, lottando contro ogni forma di esclusione sociale, e del Nucleo Sommozzatori di Santa Marinella ONLUS, in collaborazione con l'Associazione Amici della Darsena Romana.  Dalla Base Nautica Flavio Gioia che gentilmente, in tempi ristretti, ha messo a disposizione l'attrezzata banchina, ha preso il via nel pomeriggio del 26 giugno scorso, una traversata a remi, con un pattino di salvataggio, alla volta di Santa Marinella.  Si tratta di un progetto di solidarietà, giunto alla sua seconda edizione, che vede 7 atleti del Nucleo Sommozzatori Santa Marinella e 5 ragazzi diversamente abili provenienti da quest'ultima città, da Ladispoli, Cerveteri e Civitavecchia, compiere un'impresa eccezionale per dimostrare che l'integrazione delle persone disabili nella vita di tutti i giorni è possibile. Sempre, anche di fronte ad eventi incredibili.

Altro obbiettivo dell'iniziativa: dare risonanza e risalto ai servizi che si stanno realizzando a favore delle persone disabili a Santa Marinella. "Nello specifico per il 2014 –  spiegano gli organizzatori –  è prevista una raccolta fondi per la costruzione di una casetta in legno all'interno del Parco Martiri delle Foibe, interessato attualmente da interventi di ristrutturazione, a cura dell'Associazione Stella Polare, finalizzati alla creazione di uno spazio accessibile ed utilizzato da tutti, normalmente e diversamente abili".
La traversata è compiuta, dunque, da 12 atleti che si alternano alla voga sul pattino di salvataggio. Partecipano 5 imbarcazioni a vela, messe a disposizione dall'Associazione Amici della Darsena Romana, per garantire l'idoneo supporto logistico, nonché vitto e alloggio dei partecipanti.  A bordo di una di esse, adibita a primo soccorso, viaggia l'equipe sanitaria che collabora all'evento, composta da un medico, un infermiere ed uno psicologo. Completano gli equipaggi i 5 comandanti e i tre rescue swimmer del nucleo sommozzatori di Santa Marinella.

Per le Associazioni organizzatrici la traversata permetterà ai ragazzi, seguiti da Stella Polare Onlus, un graduale adattamento all'ambiente acquatico ed alla vita in barca, oltre all'allenamento fisico alla voga.  In origine il progetto Stella II prevedeva la traversata da Ustica a Santa Marinella, per conferire valore sociale al gemellaggio che unisce le due città. Le condizioni meteo sfavorevoli di questi ultimi giorni, hanno convinto gli organizzatori a spostare la base di partenza da Ustica a Gaeta, stabilendo come data il 26 giugno. L'Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Cosmo Mitrano, ha accolto con piacere la proposta delle Associazioni di Santa Marinella, giunta solo 24 ore prima, e, attraverso il consigliere Comunale Edoardo Accetta, si è immediatamente attivata per organizzare l'accoglienza delle imbarcazioni e degli equipaggi, grazie alla piena collaborazione della Base Nautica Flavio Gioia nella persona del proprietario dr. Luca  Simeone, che il Sindaco Cosmo Mitrano ringrazia vivamente. La partenza delle imbarcazioni nel pomeriggio, è stata preceduta dall'accoglienza, presso il Flavio Gioia, degli equipaggi da parte del Vice Sindaco Cristian Leccese che ha portato ad organizzatori ed atleti il saluto del Primo Cittadino e dell'intera Amministrazione Comunale, sottolineando l'importanza sociale di tali iniziative benefiche, e il ruolo rilevante giocato in tali ambiti dalle associazioni di volontariato che, ha ricordato, "sono risorse preziose anche nella nostra città".
 




GAETA, POLITICA ED ECONOMIA DEL MARE: FIRMATA CONVENZIONE TRA COMUNE, LUISS E FONDAZIONE BRUNO VISENTINI

Redazione

Gaeta (LT) –  A Gaeta il 1° Master italiano in "Politica ed Economia del Mare": firmata la Convenzione tra Comune, LUISS e Fondazione Bruno Visentini

Gaeta, 18 giugno 2014. A Gaeta il primo Master italiano sull' Economia del Mare e del Territorio. E' questo l'importante risultato, non solo per la città di Gaeta ma per l'intero comprensorio del Golfo, raggiunto dall'Amministrazione Mitrano, grazie alla Convenzione per l'attivazione del Master di I livello  in "Politica ed Economia del Mare e del Territorio: Acqua e Sue identità", siglata con la LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali) Guido Carli, e la Fondazione Bruno Visentini.

Per l'anno accademico 2014 – 2015, la LUISS, prestigiosa Università autonoma di Roma, che ha per fine primario l'elaborazione e la trasmissione delle conoscenze scientifiche, tecnologiche e umanistiche, la promozione della ricerca e la trasmissione dell'innovazione, si impegna ad organizzare il Master del Mare insieme alla Fondazione Visentini per la ricerca giuridico economica sugli enti non profit e le imprese.

E' messo tutto nero su bianco, nel documento firmato il 18 giugno scorso, nell'Aula Consiliare del Palazzo Municipale, dal Sindaco Cosmo Mitrano per il Comune di Gaeta, dal prof. Luciano Monti, per il Direttore Generale della LUISS Giovanni Lo Storto, e dall'Amministratore delegato della Fondazione Visentini Alessandro Petti. Presenti anche il dr. Pier Paolo Pontecorvo per Unindustria Regione Lazio – sede Prov. Latina, il dr. Maurizio Costa e l'avv. Pasquale Cardillo Cupo che hanno collaborato al successo dell'iniziativa.

"E' un vero onore per la città di Gaeta – ha dichiarato il Sindaco Mitrano – accogliere e promuovere un Master di rilevanza nazionale che nasce dal felice matrimonio del nostro Comune con la LUISS, in piena collaborazione con la Fondazione Visentini. Una novità assoluta, dunque, nel panorama italiano dell'alta formazione che proprio a Gaeta trova la sua location ideale. La nostra città è già sede dell'Autorità Portuale, ha destinato il Palazzo del vecchio Municipio all'Economia del Mare, si pregia di  avere tra  le sue scuole lo storico e prestigioso Istituto Nautico Caboto, e da oggi  nella Caserma Cosenz ospiterà il Master del Mare, oltre alla Fondazione Caboto. Gaeta e tutto il territorio del Golfo prendono dal mare la loro linfa vitale. Tutte le attività economiche che ruotano intorno alla risorsa marina e al suo waterfront rappresentano grandi potenzialità per l'intero comprensorio che vanno utilizzate al meglio, con una programmazione efficace e competenze altamente qualificate. Di qui il nostro sì all'iniziativa, proposta dalla LUISS, attraverso l'intermediazione del dr. Maurizio Costa e dell'avv. Pasquale Cardillo Cupo, che ringrazio vivamente. Un grazie particolare alla Libera Università che ha raccolto questa sfida, svolgendo la sua attività per la prima volta extra moenia, offrendo una grande opportunità di elevata formazione e specializzazione ai giovani, non solo di Gaeta ma di tutto il Golfo".

Per il prof. Luciano Monti, coordinatore accademico del Corso, presieduto dalla prof.ssa Carmela Decaro,  il Master ha l'aspirazione di formare i partecipanti in Economia del Mare e del Territorio trasmettendo anche l'identità del Mare, come ben annuncia il titolo. "Sarà . un laboratorio per tutti – ha affermato Monti – per la nostra Università che per la prima volta opera fuori le mura e per il Comune che si fa promotore di alta formazione in questo ambito specifico, scelto sulla base di ricerche analitiche e approfonditi studi realizzati in sinergia con Unindustria. In particolare il progetto "Universo Latina" ha evidenziato le notevoli potenzialità del territorio del Basso Lazio nell'ambito della risorsa marina, sottolineando punti forti e deboli. La preparazione di manager in questo settore, grazie al trasferimento di know how specializzato che il corso garantisce, diventa quindi determinante ai fini dello sviluppo economico dell'intera area".

Un plauso al Sindaco Mitrano da tutti gli attori del progetto per la sua azione politico – amministrativa  molto attenta alle istanze del territorio e pronta a raccogliere i nuovi input che  provengono da una società in rapida evoluzione.

Al prof. Monti, poi, il compito di illustrare il Master che prevede ore in aula ed in laboratorio e permetterà ai partecipanti, dai 20 ai 25 laureati, di acquisire una formazione avanzata riguardo agli aspetti economici e alle politiche pubbliche relative al mare ed al territorio, con un focus su ambiti specifici quali portualità, cantieristica, diportistica, turismo, agroindustria e progettazione europea.

La LUISS fornirà competenze e contenuti attraverso la sua School of  Government, organismo che ha l'obiettivo di formare i futuri leader di istituzioni legislative, amministrative e governative del sistema pubblico nazionale ed internazionale, garantendo loro gli strumenti teorici e pratici del buon governo attraverso attività didattiche post lauream ed iniziative di ricerca. In particolare la LUISS, nell'ambito delle attività di laboratorio dedicate alle singole materie del Master, coinvolgerà manager ed imprenditori di elevata professionalità e rappresentanti delle istituzioni locali.  

La vasta esperienza pluriennale della Fondazione Visentini che persegue esclusivamente finalità scientifico – culturali di ricerca di sistema nei campi giuridico, economico e storico politico, in ambito sia nazionale sia europeo, rappresenterà un valore aggiunto per il Master del Mare.

Sottolineati in Conferenza stampa anche i bacini di impiego verso i quali saranno indirizzati i corsisti. 10 le figure professionali da formare tra cui: manager del logistica integrata sostenibile, direttore di terminal portuali, manager del turismo responsabile e sostenibile, esperto in comunicazione del territorio.

Il Master si rivolge a tutti gli studenti interessati sia italiani che stranieri, ma vuole dare un chance in più  ai giovani del Golfo ai quali sono riservate Borse di studio messe a disposizione da diversi sponsor che si ringraziano per la collaborazione.

Il Comitato Scientifico che procederà alla selezione dei partecipanti sarà composto da docenti della LUISS. Prossimamente sarà pubblicato il bando per la partecipazione al Master, di cui si darà ampia comunicazione.

 

 

 




GAETA (LT), CIMITERO: OLTRE UN MILIONE DI EURO PER RIQUALIFICAZIONE

di Mario Vito Torosantucci

Gaeta (LT) – Più di un milione di euro per la riqualificazione complessiva del cimitero comunale. E' questo l'importante impegno finanziario assunto dall'Amministrazione Comunale, diretta dal Sindaco Cosmo Mitrano, che ha avviato, sin dal suo insediamento, un programma di sistemazione generale della struttura cimiteriale di Via Garibaldi. Una vera e propria svolta rispetto al passato, caratterizzato da 30 anni di immobilismo totale.
"In chiara controtendenza rispetto alle passate Amministrazioni – afferma il Primo Cittadino – abbiamo strappato quel velo di silenzio e stagnazione calato sul cimitero cittadino. Carenza di loculi e cappelle storiche fatiscenti lo avevano reso un'emergenza sociale, sulla quale siamo intervenuti subito con accurati progetti di riqualificazione e messa in sicurezza, e, grazie all'approvazione consiliare del Piano Regolatore Cimiteriale,  con l'avvio della costruzione di 240 nuovi loculi e 70 cellette, da dare in concessione. La nostra Amministrazione è, dunque, impegnata in un progetto di ristrutturazione cimiteriale di ampio respiro, per  il quale abbiamo investito più di un milione di euro. Si tratta di un programma che prevede, tra l'altro,  interventi di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza ed il recupero strutturale, funzionale ed architettonico di alcune Cappelle storiche cimiteriali. Inoltre la regolarizzazione avviata delle concessioni cimiteriali  produrrà circa 1 milione di euro, che saranno reinvestiti sempre nell'area cimiteriale . Stiamo lavorando alacremente per restituire la giusta dignità ad un luogo sacro, la cui cura e manutenzione sono importanti segni di civiltà e di rispetto del valore umano. E questo nostro impegno, nell'ultima seduta consiliare, ha ottenuto il plauso di una parte della minoranza che ha riconosciuto la bontà delle scelte da noi fatte anche in merito al costo delle concessioni di loculi e cellette".
Ad entrare nei dettagli degli interventi programmati per il restyling dell'area cimiteriale è l'Assessore competente Alessandro Vona: "In attesa dell'espletamento della gara ad evidenza pubblica per la ricostruzione della Cappella di S. Francesco Vecchio, stiamo provvedendo a lavori che miglioreranno la fruizione del cimitero,  rendendolo più rispondente alle reali esigenze della città. Più di 200.000 euro saranno utilizzati per la riqualificazione delle Cappelle Santa Rosa e Orazione e Morte, mentre 800.000 euro consentiranno la realizzazione di nuovi loculi e ossari. Altre Cappelle storiche saranno messe in sicurezza e recuperate grazie agli introiti derivanti dalle concessioni cimiteriali".
"E' bene precisare – conclude il Sindaco Mitrano – che le somme ricavate dalla concessione di loculi e cellette confluiranno su un capitolo di bilancio la cui de
stinazione d'uso è cimiteriale. Quindi l'Amministrazione si è già espressa, in modo inequivocabile, sull'utilizzo di questi introiti. Un uso diverso richiederà una variazione di bilancio,  da presentare alla discussione e approvazione del Consiglio Comunale".
Completano il quadro delle azioni messe in campo dall'Amministrazione Mitrano per la sistemazione generale del cimitero di Via Garibaldi, la rilevante qualificazione professionale, attraverso specifici corsi di formazione,  del personale comunale addetto, che in passato, privo delle necessarie certificazioni, era inidoneo a svolgere le operazioni cimiteriali, ed il taglio netto (fino al 50-60%) delle tariffe dei servizi cimiteriali comunali, approvato dal Consiglio Comunale su  proposta della Giunta Mitrano.
Un passaggio quest'ultimo che rientra nel pacchetto "Obiettivo Welfare ed Economia", messo a punto dall'attuale governo cittadino, finalizzato al benessere della popolazione e alla ripresa economica del territorio, consistente in una serie di rilevanti iniziative che, grazie ad azioni di spending review, razionalizzazione ed ottimizzazione delle risorse e lotta all'evasione, permetterà una sostanziale riduzione della pressione fiscale locale,  in particolar modo nei confronti delle fasce sociali più deboli, il miglioramento della qualità della vita cittadina  e sostanziali input per il rilancio del tessuto economico – imprenditoriale locale.
 




GAETA, QUARTIERE STORICO MEDIEVALE: VIA PIO IX TORNA SICURA E FRUIBILE

Redazione
Gaeta (LT)
– Torna ad essere pienamente sicura e fruibile l'area di proprietà demaniale, sita in via Pio IX, adiacente la Chiesa di Santa Caterina. Uno splendido angolo del quartiere storico di Gaeta Medievale, da tempo sottoposto a situazioni di pericolo, a causa di fenomeni di erosione e crolli, con distacchi parziali di intonaci e pietre da alcune opere ivi insistenti, più frequenti in condizioni meteo avverse, e che hanno recato danni a veicoli in sosta.
Lo scorso mese di febbraio, il Comando di Polizia Locale  del Comune di Gaeta, su input dell'Assessore Antonio Di Biagio, con specifica missiva, ha investito  della problematica il Provveditorato Interregionale per le OO.PP. per il Lazio e la Sardegna, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sollecitando urgenti lavori nella suddetta area demaniale.
Tempestiva è stata la riposta del Provveditorato che, dopo aver effettuato opportuni sopralluoghi e verificato le criticità dell'area, ha garantito un intervento in tempi rapidi per il ripristino della sua sicurezza e fruibilità.
"Già da alcuni giorni – tiene a precisare l'Assessore Di Biagio – è stato dato il via ai lavori in Via Pio IX, che riguarderanno non solo la sistemazione del muro in parte crollato e della zona fronte mare particolarmente esposta all'erosione degli agenti atmosferici, ma realizzeranno un vero e proprio restyling dell'area, con nuova illuminazione e pavimentazione. Una riqualificazione di cui lo storico quartiere avvertiva la necessità e che restituirà a cittadini e turisti un sito di straordinaria bellezza paesaggistica, da cui si gode un panorama del Golfo davvero mozzafiato. Si ringrazia il Provveditorato per aver risposto con solerzia ad una nostra emergenza, segnalata dall'Amministrazione, sempre attenta al recupero e alla riqualificazione del territorio, nei centri storici come in periferia".
 




GAETA: IL PALAZZO COMUNALE SI RIFA' IL LOOK

Redazione
Gaeta (LT)
–  Maggiore funzionalità degli uffici pubblici e migliore accoglienza del cittadino: questi i criteri guida dei lavori che interesseranno, a breve, il front office ed il piano terra del Palazzo Comunale. "E' nostro obiettivo realizzare un front – office che consenta un migliore rapporto Comune – cittadino – dichiara il Sindaco Cosmo Mitrano – a tale scopo abbiamo progettato questo importante intervento,  prendendo in seria considerazione le esigenze dei cittadini ed i disagi che attualmente incontrano recandosi alla Casa Comunale. Attraverso una sistemazione complessiva dell'atrio d'ingresso e del piano terra si procederà anche ad una riorganizzazione degli uffici comunali, al fine di ottimizzare il servizio pubblico, prevedendo al piano terra una nuova e più funzionale localizzazione degli uffici protocollo e  messi. Un restyling  necessario, dunque,  per restituire al Palazzo Comunale il suo compito primario di accoglienza del cittadino".

Previsto dal programma triennale per le Opere Pubbliche 2012 – 2014, l'intervento di ristrutturazione e riqualificazione dell'atrio di ingresso e del piano terra del Palazzo Comunale di Gaeta consisterà nel rifacimento della pavimentazione, nella sistemazione e pitturazione delle mura interne, nella realizzazione di nuovi impianti elettrici ed illuminotecnici, nell'allestimento di nuovi arredi interni, nella predisposizione di un nuovo front office per l'uscierato e di una sala d'attesa.  I lavori, dal costo complessivo di circa 280.000 euro, finanziati con fondi comunali,  sono stati affidati  alla Ditta D.R. Costruzioni s.r.l. con sede in Formia,  aggiudicataria della relativa gara d'appalto.

Per l'Assessore alle Opere Pubbliche Cristian Leccese " si tratta di un'opera attesa da tempo, poiché gli ultimi interventi rilevanti nel Palazzo Comunale sono stati realizzati più di 15 anni fa ed hanno riguardato il 4° piano. Mentre nel settore anagrafe e stato civile da anni non si realizzano importanti lavori di manutenzione straordinaria e di sistemazione. Vogliamo dare una veste più consona all'atrio di accesso arredandolo in maniera decorosa, così come abbiamo previsto un'accogliente sala d'attesa per i cittadini.  Il restyling dell'ingresso e del piano terra del Municipio sarà anche l'occasione per introdurre importanti novità nella gestione ed erogazione dei servizi al cittadino in termini di informatizzazione, in grado di velocizzare e snellire le pratiche burocratiche – amministrative. Ad esempio predisporre idonei uffici di protocollo al piano terra consentirà di raggiungere il traguardo prefissato del protocollo elettronico che permetterà la comunicazione immediata del numero di protocollo al momento della consegna degli atti presso il servizio uscierato. Una sistemazione del Palazzo, quindi, che ruota intorno alle esigenze del cittadino e alla volontà della nostra Amministrazione di rispondere ad esse nel modo più efficace ed efficiente, riducendo i disagi, migliorando l'accoglienza, incrementando la funzionalità dei servizi pubblici".
 




LATINA ARMA DEI CARABINIERI: ARRESTI, SEQUESTRI E DENUNCE DURANTE IL CONTROLLO DEL TERRITORIO

Redazione

Latina – I Carabinieri dei vari Reparti del Comando Provinciale di Latina, nel corso delle attività di controllo del territorio, hanno conseguito i seguenti risultati:

Sezze – “Arrestato un pregiudicato del luogo su mandato di arresto dell’A.G. di Roma”
Nella mattinata del 2  aprile 2014, in Sezze (LT), i  Carabinieri  della  locale  Stazione  hanno  dato esecuzione ad  un ordine di  carcerazione,  emesso  il  27.03.2014  dall’ Ufficio  di  Sorveglianza  di Roma, nei confronti di D.A.L., 63enne, pregiudicato.
L’A.G. concordava con la richiesta di aggravamento della pena da parte del Comando Arma di Sezze, i cui militari avevano già tratto in arresto il predetto nella serata del 03 marzo scorso, in seguito alla sua evasione dal regime degli arresti domiciliari al quale era stato sottoposto.
Il prevenuto è stato  associato presso la Casa Circondariale di Latina.
Approfondimenti: Compagnia Carabinieri di  Latina.

Campoverde – ”Arrestato, dai Carabinieri, per evasione dagli arresti domiciliari ”
Il 2 aprile 2014, in Campoverde di Aprilia (LT), i Carabinieri  della locale Stazione  hanno tratto in arresto un minore, già sottoposto alla permanenza in casa, in esecuzione di  un’ordinanza di aggravamento della pena disposta dal Tribunale per i Minorenni di Roma, che ha concordato con la richiesta avanzata dai militari operanti in relazione alle reiterate violazioni agli obblighi da parte del prevenuto, accompagnato presso una comunità  sita a Roma.
Approfondimenti: Reparto Territoriale Carabinieri di Aprilia.

Gaeta – “Denunciato all’A.G. un pregiudicato del luogo per violenza sessuale e tentata rapina”
Il 2 aprile 2014, in Gaeta (LT), i Carabinieri della locale Tenenza, a seguito di indagini, deferivano all’A.G. in stato di libertà  K.F., 22enne, pregiudicato.
In particolare, l’attività  scaturiva dalla denuncia di una sua coetanea, la quale asseriva che il prevenuto,  suo fratellastro, attualmente  ristretto presso la Casa Circondariale di Cassino, in diverse occasioni, all’interno dell’abitazione di residenza,  l’aveva palpeggiata ripetutamente nelle parti intime minacciandola con un coltello al fine di farsi consegnare somme di danaro.

Ponza – “I Carabinieri della Motovedetta rinvengono e sequestrano una rete da pesca”
Il 2 aprile 2014,  in Ponza, i Carabinieri della locale Motovedetta d’Altura, nel corso di un servizio di polizia marittima, rinvenivano nello specchio antistante località “Grottone di Capo Bianco”, una rete da pesca “tipo tramaglio”, della lunghezza di metri 400, non prevista dalle normative inerenti la pesca.
Il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

San Cosma e Damiano – “ Un uomo denunciato per truffa ed appropriazione indebita.
Il 3 aprile 2014, in Santi Cosma e Damiano (LT), militari della locale Stazione, a conclusione di indagini, deferivano all’A.G. per il reato di truffa e appropriazione indebita, un uomo che in qualità di operaio specializzato per la disinstallazione dei sistemi satellitari presso un’azienda del posto, si appropriava indebitamente di una scheda sim utilizzandola per scopi personali, generando un  ingente  traffico dati per un importo di 5000 euro.